Weekend a Cottonopolis

Break nella sorprendente Manchester tifando United!
 
Partenza il: 25/11/2011
Ritorno il: 27/11/2011
Viaggiatori: 3
Spesa: 500 €

A) l’alta presenza di famiglie con bambini anche piccoli

B) l’estrema compostezza di tutti i tifosi (il massimo di spacconeria consiste nell’alzarsi quando il Manchester si avvicina alla porta avversaria e intonare qualche coro, ma questo da seduti, agitando al massimo – ma proprio al massimo! – le braccia)

C) i numerosi steward della security.

Un piccolo aneddoto giusto per intenderci: alcuni tifosi del New Castle, che probabilmente non avevano trovato posto nel loro settore, erano disseminati qua e la, circondati dai tifosi red devils. Quando il New Castle ha segnato, questi impavidi – o pazzi, a seconda dei punti di vista – hanno esultato alla grande e sono stati subito coperti da un ruggito di insulti verbali. Subito gli steward sono intervenuti e gli hanno portati in salvo da fischi e buu! andandoli a prendere uno per uno con un ‘c’mon guy’ e una pacca paterna sulla spalla.

Ok, è vero, quello che oggi è un modo di vivere il calcio allo stadio sano e civile, così lontano – mi viene da dire – dal nostro, è il risultato di una dura lotta contro gli hooligans. Ma è altrettanto vero che, come diceva Churchill, “Gli italiani perdono una guerra come se fosse una partita di calcio e perdono una partita di calcio come se fosse una guerra”. Non posso che essere d’accordo.

Finita la partita, per la cronaca 1-1, facciamo di nuovo un salto allo shop e poi decidiamo di tornare in centro riprendendo il metrolink dalla fermata Old Trafford: errore, grosso errore! Ci sono così tante persone che è impensabile avvicinarsi anche solo alla fermata! Decidiamo così di esplorare la zona dei Quays e di andare a mangiare al Lowry Mall, il centro commerciale che si trova dall’altra parte del fiume Irwell rispetto allo stadio.

Premesso che ci abbiamo messo un po’ a trovarlo, ne è valsa la pena! Tutta l’area dei docks è stata recuperata, come a Londra e Dublino, e destinata ad attività ricreativo-culturali: l’Imperial War Museum con una struttura architettonica davvero accattivante, il Quays Theatre, il Lowry Mall, la MediaCityUK con gli studi della BBC e una serie di ponti avveniristici su cui si proiettano fasci di luce colorata.

Cena da Pizza Express (molto meglio della concorrente Pizza Hut a mio parere), esploriamo ancora un po’ la zona e troviamo una fermata del metrolink proprio dietro alla MediaCityUK. Ritorniamo a Piccadilly Gardens e – nonostante il vento – decidiamo di salire sulla Manchester Wheel (7,5£). Le cabine sono molto più piccole rispetto a quelle gigantesche del London Eye, ci stanno al massimo 5/6 persone, per cui aspettatevi che ondeggino leggermente (niente panico: per chiunque dovesse essere colto da un attacco di vertigine è possibile premere il pulsante di emergenza e scendere dopo il primo giro!). Un ultimo sguardo a Manchester dall’alto, scintillante di luci e colori, e la promessa di tornarci sicuramente!

27 novembre 2011

Sveglia assassina alle ore 5:45 per prendere il volo delle 8:45. Lasciamo le chiavi alla reception e prendiamo il bus 43 per l’aeroporto (pieno di gente che ha fatto le ore piccole!). Superiamo i controlli, molto più accurati rispetto a quelli di Bergamo (faccio anche il mio primo incontro con il body scanner), colazione (un cornetto 3 sterline: una rapina!) e partenza puntualissimi. Credo che Manchester sia una città un pochino sottovalutata: è liquidata in 3 pagine dalla Lonely Planet sull’Inghilterra (di cui 2 dedicate a “dove dormire e dove mangiare”), mentre è da segnalare l’edizione recente di Time Out incentrata interamente su Manchester (evviva!). Il passato industriale di quella che un tempo era soprannominata Cottonopolis, dai numerosi cotonifici che si svilupparono grazie all’avvento della macchina a vapore, si percepisce soprattutto nei quartieri periferici e nella vecchia area dei docks, ma Manchester è una città in pieno fermento culturale e architettonico, come testimoniano i numerosi cantieri che abbiamo trovato, aperta ed ospitale. Per chi avesse a disposizione un intero weekend da dedicare a questa sorprendente città segnalo altre cose interessanti da vedere:

– National Football Museum Urbis (apertura prevista primavera 2012) nella cornice della piramide di vetro dell’Urbis

– Museum of Science and Industry (MOSI)

– Imperial War Museum

– Castlefield roman fort e Merchant Bridge

– Beetham Tower (dal bar Hilton situato all’ultimo piano si possono ammirare splendide vedute della città)

– il polmone verde della città, Heaton Park

– e, infine, per gli amanti dello shopping sfrenato, il gigantesco Trafford Centre.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Manchester
    Diari di viaggio
    in the middle of the u.k.

    In the middle of the U.K.

    Anche quest’anno abbiamo deciso di trascorrere le nostre vacanze estive in Inghilterra. Abbiamo studiato un itinerario circolare, che...

    Diari di viaggio
    manchester tra calcio e cultura

    Manchester tra calcio e cultura

    Pasqua a Manchester, perché no? Metti di avere un papà appassionato di calcio, metti che uno dei suoi sogni da sempre sia assistere...

    Diari di viaggio
    weekend a cottonopolis

    Weekend a Cottonopolis

    A ottobre 2011 la Ryanair inaugura la nuova tratta Bergamo-Manchester, così cogliamo al volo un’offerta A/R a 35€ per novembre. Info...

    Diari di viaggio
    liverpool e manchester da brividi...

    Liverpool e Manchester “da brividi”…

    Eh si un viaggio “da brividi” poiché il freddo e la pioggia sono stati elementi frequenti nel nostro viaggio… ma sono comunque...

    Diari di viaggio
    entusiasmante esperienza tra manchester e penrith

    Entusiasmante esperienza tra Manchester e Penrith

    Partecipanti: Barbara Cera & Miriam Pelucchi, sua figlia di 12 anni1° GIORNO - MANCHESTER Poco dopo le 8:30 del mattino il volo...

    Diari di viaggio
    yorkshire e manchester, tra la guerra delle due rose

    Yorkshire e Manchester, tra la guerra delle due rose

    Finalmente il tanto desiderato viaggio nella vera inghilterra è arrivato. Partiamo, io e il moroso, destinazione Manchester international...

    Diari di viaggio
    la magia di liverpool, e un giorno a manchester

    La magia di Liverpool, e un giorno a Manchester

    Erano diversi anni che programmavo questo viaggio, un tour calcistico (ma anche musicale) in quel di Liverpool. Approfittandone della...

    Diari di viaggio
    direzione the north

    Direzione The North

    6.08 Anche quest’anno il vivo della nostra avventura inizia scorgendo, nel buio della notte, le sagome delle bianche scogliere di Dover,...

    Diari di viaggio
    inter rail all'avventura

    Inter rail all’avventura

    L'avventura ha inizio! Chissà stanotte dove dormiremo, cosa faremo... Vabbè, "ci arrangiamo"! 22. 07. 1999 Modane (FRANCIA) Siamo appena...