Weekend a Cottonopolis

Break nella sorprendente Manchester tifando United!
 
Partenza il: 25/11/2011
Ritorno il: 27/11/2011
Viaggiatori: 3
Spesa: 500 €

A ottobre 2011 la Ryanair inaugura la nuova tratta Bergamo-Manchester, così cogliamo al volo un’offerta A/R a 35€ per novembre.

Info pratiche:

Il centro di Manchester si gira tranquillamente a piedi, per raggiungere quartieri leggermente decentrati come Trafford oppure Salford è molto comodo il metrolink. Come a Londra anche a Manchester le singole corse sono un pò care, meglio approfittare dei daysaver: ce ne sono di diversi tipi e permettono di utilizzare illimitatamente sia bus che metrolink oppure entrambi combinati (si acquistano direttamente sul bus, mentre alla fermata del metrolink potete acquistare solo corse singole ai distributori automatici). Utilissimo il metroshuttle, un tram circolare gratuito che tocca i must see di Manchester e le principali stazioni di interscambio. Per trovare alloggio in centro ad un prezzo ragionevole, soprattutto nei weekend calcistici, è necessario muoversi con un certo anticipo: noi abbiamo optato per il Verdene hotel, un b&b non proprio centralissimo, ma di cui siamo rimasti davvero soddisfatti sia per la pulizia che per la cortesia dei proprietari, Abdul e Camelia. Si trova al limite di Whitworth Park e il centro è raggiungibile in 10 minuti scarsi con il bus 111 (la fermata è proprio di fronte al b&b). Costo: 75sterline a notte per una tripla, full english breakfast inclusa. Per assistere ad una partita di Premier league è necessario acquistare la membership (una specie di tessera del tifoso). Per il Man Utd, il costo della membership base è di 37£ (anche se verso la fine della stagione il prezzo viene abbassato intorno alle 20£) e comprende, oltre alla tessere nominale, appunto, una welcomebox con portachiavi, spilla, dvd, libro e calendario della stagione, il tutto spedito per posta. Il biglietto della partita invece costa invece dalle 28 alle 50£ a seconda del settore e anche questo vi arriverà per posta. Entrambi sono acquistabili esclusivamente sul sito ufficiale del Man Utd.

25 novembre 2011

Partenza venerdì pomeriggio ore 14:55 con arrivo a Manchester intorno alle 17:00: ha appena smesso di piovere, siamo fortunati, ma soffia un venticello gelido! Superato il lunghissimo tunnel blu-psichedelico che dal terminal 2 dell’aeroporto conduce all’uscita aspettiamo l’autobus 43 che ci porterà al nostro b&b, il Verdene Hotel in Moss Lane East. Si trova nel quartiere di Rusholme vicino al cosiddetto “currymile” che, come potete immaginare, è praticamente una distesa infinita di ristoranti asiatici, con un odore persistente di cibo 24 ore su 24! Lasciati i bagagli in camera, ci dirigiamo in bus verso il centro e scendiamo al capolinea in Piccadilly Gardens: ci sono addobbi natalizi ovunque e si respira una bella atmosfera! Ci infiliamo lungo Corporation Street costeggiando l’immenso e luccicante Arndale shopping centre, superiamo la ruota panoramica – inserita davvero in uno spazio ridottissimo! – e The Triangle, un altro centro commerciale. Arriviamo così al famoso Printworks, una galleria di ristoranti e locali, con delle insegne gigantesche tra cui la mitica chitarra dell’Hard Rock Cafè sulla facciata laterale. A cena optiamo per un beef chilli burrito dal messicano Chiquito all’interno di Printworks: buono anche se l’attesa è un po’ lunga (circa 35£ in tre). Ci ributtiamo in strada e girovaghiamo un po’ seguendo l’istinto: edifici in stile neoclassico e moderno, chiese medioevali, Faulkner Street e la China town con il gigantesco arco…ma chi ha detto che Manchester è una grigia città industriale? Sono ormai le 23 e la temperatura è piuttosto rigida, torniamo così verso Piccadilly Gardens per riprendere il bus che ci riporta al b&b.

26 novembre 2011

Sveglia intorno alle 7:30, abbiamo già l’acquolina in bocca per la colazione che ci aspetta: full english breakfast per tutti con in più pane tostato, marmellata, succo di frutta e cereali a volontà! L’evento clou della giornata è la partita Man Utd – New Castle in programma per le 15. Non piove ma il cielo è grigio, ci copriamo per bene e poi via verso il centro. Prima tappa il Tourist Office di fronte al capolinea degli autobus dove recuperiamo una mappa del centro, curiosiamo un po’ tra le miriadi di gadget IloveMCR e compriamo qualche cartolina: davvero ben fatto, belle soprattutto le mappe interattive! Ripercorriamo alla luce del sole (si fa per dire) Corporation Street, oltrepassiamo la ruota panoramica e… ci ritroviamo nell’epoca di Shakespeare! Il complesso di edifici in Shambles Square – costituito dai due pub Old Wellington e Oyster che fanno angolo e il Mitre Hotel – è infatti l’unico in stile Tudor ancora in piedi in tutta Manchester e il tempo sembra essersi fermato! Visitiamo poi la cattedrale in stile gotico con le sue bellissime vetrate e ci dirigiamo verso la John Rylands Library: al suo interno sono conservati volumi antichissimi – anche una copia della Bibbia di Gutenberg – e la Reading Room è un gioiellino che merita una visita! La strada che conduce alla Town Hall è disseminata di bancarelle ma il vero fulcro dei Manchester Christmas Markets è St. Albert Square con il St. Albert Memorial e un gigantesco babbo natale a sovrastare tutto! E’ quasi ora di pranzo e ci facciamo tentare dalle crepes dolci: buonissime! Un giro come d’obbligo da Waterstones (adoro l’atmosfera rilassata che si respira in questa libreria!) e poi un caffè da Starbucks per riscaldarci in vista del pomeriggio. Decidiamo di prendere il metrolink per lo stadio da St. Peter’s Square così da poter dare un’occhiata alla Central Library, ispirata al Pantheon di Roma: purtroppo è in ristrutturazione fino al 2013, ma da dietro le impalcature è possibile intuirne la bellezza. Il metrolink è strapieno di tifosi, ma riusciamo comunque a salire stringendoci come sardine (anni e anni di esperienza in metro a Milano aiutano di certo): in meno di 10 minuti arriviamo alla fermata Old Trafford e da lì proseguiamo a piedi seguendo la folla. Soprannominato “The Theatre of Dreams”, l’Old Trafford ci appare in tutta la sua imponenza avvolto in una struttura d’acciaio (tutt’altra cosa rispetto allo stadio del Chelsea a Londra che dal di fuori sembra un condominio…!). Sulla parete laterale una targa ricorda la tragedia di Monaco del 1958 (simile a quella del Grande Torino a Superga) mentre all’ingresso ci accolgono le statue di Sir Matt Busby e del trio Best-Law-Charlton. Prima di entrare decidiamo di fare un giro nell’enorme shop, ma è un delirio, per cui usciamo e decidiamo di tornare alla fine della partita. Passati i controlli all’ingresso (che consistono semplicemente nell’aprire zaini/borse sui quali viene apposta l’etichetta check), prendiamo posto nel nostro settore. Il colpo d’occhio sul campo non lascia indifferenti, ma quello che ci colpisce di più:



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Manchester
    Diari di viaggio
    in the middle of the u.k.

    In the middle of the U.K.

    Anche quest’anno abbiamo deciso di trascorrere le nostre vacanze estive in Inghilterra. Abbiamo studiato un itinerario circolare, che...

    Diari di viaggio
    manchester tra calcio e cultura

    Manchester tra calcio e cultura

    Pasqua a Manchester, perché no? Metti di avere un papà appassionato di calcio, metti che uno dei suoi sogni da sempre sia assistere...

    Diari di viaggio
    weekend a cottonopolis

    Weekend a Cottonopolis

    A ottobre 2011 la Ryanair inaugura la nuova tratta Bergamo-Manchester, così cogliamo al volo un’offerta A/R a 35€ per novembre. Info...

    Diari di viaggio
    liverpool e manchester da brividi...

    Liverpool e Manchester “da brividi”…

    Eh si un viaggio “da brividi” poiché il freddo e la pioggia sono stati elementi frequenti nel nostro viaggio… ma sono comunque...

    Diari di viaggio
    entusiasmante esperienza tra manchester e penrith

    Entusiasmante esperienza tra Manchester e Penrith

    Partecipanti: Barbara Cera & Miriam Pelucchi, sua figlia di 12 anni1° GIORNO - MANCHESTER Poco dopo le 8:30 del mattino il volo...

    Diari di viaggio
    yorkshire e manchester, tra la guerra delle due rose

    Yorkshire e Manchester, tra la guerra delle due rose

    Finalmente il tanto desiderato viaggio nella vera inghilterra è arrivato. Partiamo, io e il moroso, destinazione Manchester international...

    Diari di viaggio
    la magia di liverpool, e un giorno a manchester

    La magia di Liverpool, e un giorno a Manchester

    Erano diversi anni che programmavo questo viaggio, un tour calcistico (ma anche musicale) in quel di Liverpool. Approfittandone della...

    Diari di viaggio
    direzione the north

    Direzione The North

    6.08 Anche quest’anno il vivo della nostra avventura inizia scorgendo, nel buio della notte, le sagome delle bianche scogliere di Dover,...

    Diari di viaggio
    inter rail all'avventura

    Inter rail all’avventura

    L'avventura ha inizio! Chissà stanotte dove dormiremo, cosa faremo... Vabbè, "ci arrangiamo"! 22. 07. 1999 Modane (FRANCIA) Siamo appena...