Vietnam fai-da-te da Nord a Sud in 3 settimane

Il nostro viaggio in Vietnam, della durata di 21 giorni, è stato completamente organizzato da noi circa tre mesi prima della partenza.
 
Partenza il: 26/07/2019
Ritorno il: 16/08/2019
Viaggiatori: 3
Spesa: 3000 €

3° giorno – HANOI

Dopo aver fatto colazione in albergo, raggiungiamo con un taxi la Pagoda Tran Quoc che vale la pena visitare (30.000 Dong) e poi con un risciò ci facciamo lasciare davanti al Tempio Quan Thanh. Dopo a piedi ci dirigiamo verso il quartiere di Ba Dinh sede dei monumenti più importanti: il Mausoleo di Ho Chi Minh, il Palazzo presidenziale e la casa di HoChiMinh. All’ingresso dell’area monumentale c’è un posto di controllo per zaini e borse dove vengono bloccate le persone con abbigliamento non consono (canottiera e shorts) soprattutto le donne, perciò è bene munirsi di un coprispalle leggero o una pashmina da indossare in queste occasioni non rare, perché è spesso richiesto anche per l’accesso ai templi (e poi è di aiuto anche quando l’aria condizionata è troppo alta).

Se è una bella giornata si può andare a visitare il Giardino Botanico (noi non siamo andati), altrimenti a sud del Mausoleo c’è la Pagoda ad un solo pilastro e il Museo di HoChiMinh.

A pochi minuti di strada c’è l’ingresso della Cittadella imperiale di Thang Long, patrimonio dell’Unesco. Al settore centrale si accede da porta Doan Mon dove c’è la biglietteria (biglietto 30.000 Dong). Il complesso è molto grande perciò consiglio di avvalersi di una guida e di almeno 3 ore a disposizione. Noi abbiamo saltato questa visita perché ci eravamo dilungati troppo nell’area del mausoleo, decidendo di tornarci successivamente. Poco distante c’è il Tempio della Letteratura, il principale santuario confuciano vietnamita (biglietto 30.000 dong) che vale davvero la visita.

In tardo pomeriggio siamo andati a Thang Long Puppet Show a vedere lo spettacolo delle marionette sull’acqua prenotato il giorno prima (200.000 Dong). Il teatro è sul lato nord-est del lago. La tradizione delle marionette sull’acqua è molto antica e lo spettacolo piacevole accompagnato da musici e cantanti. Dura circa 30 minuti e vengono messe in scena la storia della città, dell’imperatore e la vita rurale legata all’acqua.

4° giorno – HOA LU, BICH DONG, TAM COC

Escursione organizzata con l’albergo. Al mattino verso le 8, la guida ci viene a prendere in pullman per partire con un gruppo di circa 15 persone alla volta di Hoa Lu, l’antica città imperiale della dinastia di re Dinh Tien Hoang. Raggiungiamo la nostra meta in circa due ore e mezza con una sosta “tecnica” lungo il tragitto in un ampio negozio di oggettistica varia e bar caffetteria. Della città non sono rimaste che rovine ma i templi, ancorché ricostruzioni del ‘600, sono molto belli, edificati in una stretta valle boscosa. A piedi ci inoltriamo nella montagna attraverso un tunnel pedonale al termine del quale si apre un laghetto dall’acqua verde smeraldo, tutto circondato da alberi fitti e pieno di fiori. Nel laghetto ci sono enormi pesci rossi. Qui 250 scalini di pietra conducono alla grotta nascosta di Am Tien dove l’imperatore teneva le riserve di cibo e si dice fosse un luogo di punizione per i colpevoli che venivano lasciati in pasto alle tigri. E’ anche un santuario buddista, ricco di offerte votive, è un luogo celato ai più, su cui si affacciano 4 montagne e che fu residenza finale della regina Duong Van Nga. In passato non era possibile raggiungerlo se non scalando la montagna. E’ incantevole e pieno di devozione. Dopo pranzo abbiamo preso le biciclette e abbiamo raggiunto la bellissima pagoda Bich Dong, composta da tre pagode su tre livelli differenti di cammino (i soliti scalini in salita…). Tornati indietro con i sampan, uno ogni due persone, abbiamo visitato l’area di Tam Coc, le tre grotte: due ore di navigazione sul fiume tra colline calcaree e risaie, nella pace mistica e silenziosa della vita rurale sull’acqua. E’ curioso vedere i barcaioli che quando sono stanchi di remare con le braccia, usano i piedi e le gambe! Rientro in albergo e cena ad Hanoi.

5° giorno – HANOI, partenza per LAO CAI

Sarebbe stato il giorno della Cittadella imperiale, ma nostro figlio si è svegliato con la febbre, probabilmente da stanchezza, perciò la giornata si è scioccamente trascinata fino a sera, quando ci siamo recati in stazione per prendere il treno notturno per Lao Cai, al confine con la Cina, per raggiungere Sa Pa. Nel prenotare il treno notturno, assicuratevi di prendere le cuccette che sono in cabine da 4, almeno così erano nel treno scelto dalla nostra agenzia (organizzato dall’Italia, con uno splendido operatore che propone solo escursioni di turismo sostenibile, supportando le minoranze etniche locali). Il viaggio è suggestivo, perché nel percorso attraversa la città e i paesi rasentando le case come avevamo visto già ad Hanoi, ed è possibile contemplare la vita notturna che si svolge attorno al percorso e alle fermate del treno che col proseguio della notte si fanno tempre più rade (…e sì, non ho dormito molto).

6° giorno – SA PA, LOVE WATERFALL, SILVER WATERFALL, SIN CHAI

Alla stazione di Lao Cai dove arriviamo alle 5 del mattino, un autista ci accoglie e ci porta al villaggio di Sa Pa, nell’ostello gestito dall’agenzia, dove possiamo registrarci (anche se poi noi abbiamo scelto di dormire in albergo), fare una doccia e colazione. Verso le 9 la nostra guida locale Co, una simpaticissima donna Hmong, ci accompagna in van alle cascate dell’amore da cui parte il nostro trekking. Le cascate sono molto belle così come l’area intorno, coperta da una fitta vegetazione. Ci incamminiamo per raggiungere la seconda meta, le cascate d’argento, chiamate così perché in alcuni momenti della giornata riflettono la luce. E’ proprio da questo punto che iniziamo un percorso che si insinua tra le splendide risaie che in questo momento dell’anno sono lussureggianti di verde e interdette anche al passaggio dei bufali d’acqua per evitare che rovinino le colture. I piedi di Co corrono veloci e sicuri tra i canali delle risaie, mentre per noi è tutto scivoloso, fangoso e faticoso, ma procediamo affascinati dal panorama meraviglioso e dalla natura che ci circonda. Ci fermiamo lungo il fiume a consumare il nostro pranzo al sacco, “disturbati” soltanto dal rumore dell’acqua che scorre. Tornando verso Sa Pa attraversiamo il villaggio Sin Chai, con le colture di indaco e i barili dove macerano le foglie per ricavare la tinta, i tessuti colorati stesi ad asciugare, i bambini che ci corrono incontro festosi e gli animali da cortile che vivono liberi per i prati. Ci siamo pentiti sinceramente di non aver prenotato un trekking che ci permettesse di dormire in homestay, lontano dalla cittadina ma ormai è andata così e posso solo consigliare a chi sta organizzando il viaggio di provare l’esperienza. Ceniamo a Sa Pa.

Guarda la gallery
vietnam-7jcgh

Hoi An mare

vietnam-w5fhd

Risaie a Sa Pa Vietnam

vietnam-a2qsq

Vietnam



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Hanoi
    Diari di viaggio
    sorrisi all'orientale

    Sorrisi all’Orientale

    "Good morning in Vietnam": ecco l’ennesimo film che mi ha ispirato a questo meraviglioso viaggio; marito e figlio di 13 anni, accettano...

    Diari di viaggio
    vietnam e cambogia, la semplice felicità

    Vietnam e Cambogia, la semplice felicità

    Vietnam e Cambogia 2018 21/9/18 venerdì - Ore 6 il mio gatto Birra ci da la sveglia, oggi si parte, Vietnam e Cambogia ci aspettano,...

    Diari di viaggio
    vietnam fai-da-te da nord a sud in 3 settimane

    Vietnam fai-da-te da Nord a Sud in 3 settimane

    Il nostro viaggio in Vietnam, della durata di 21 giorni, è stato completamente organizzato da noi circa tre mesi prima della partenza. È...

    Diari di viaggio
    vietnam da nord a sud 6

    Vietnam da nord a sud 6

    Vietnam. Ormai è chiaro abbiamo un debole per il sud est asiatico, dopo aver visitato la Thailandia già un paio di volte, Indonesia, Bali...

    Diari di viaggio
    tre amiche in vietnam, zaino in spalla

    Tre amiche in Vietnam, zaino in spalla

    Che viaggio è stato: amiche, zaino in spalla, fai da te in autonomia Mezzi di trasporto:1) voli: Qatar da Milano a/r, volo interno...

    Diari di viaggio
    due settimane in vietnam

    Due settimane in Vietnam

    Alcune indicazioni generali prima di passare al racconto delle singole giornate: 1. Riguardo alla sicurezza, nonostante i resoconti a volte...

    Diari di viaggio
    vietnam sull'acqua e tra i motorini

    Vietnam sull’acqua e tra i motorini

    breve rovescio che abbiamo evitato in quanto eravamo in auto o in hotel. Siamo capitati in pieno solo con un forte acquazzone che però è...

    Diari di viaggio
    vietnam, emozione pura

    Vietnam, emozione pura

    del gruppo che domani partirà. Cominciamo a sentire alle porte ormai la fine della vacanza. E’ adesso possiamo dire che è stato...

    Diari di viaggio
    vietnam da nord a sud: un buon caffè dal gusto un po’ amaro

    Vietnam da nord a sud: un buon caffè dal gusto un po’ amaro

    Dopo la bellissima esperienza in Cambogia nel 2015 c’era rimasta la voglia di visitare il vicino Vietnam e così è stato, e nel...

    Diari di viaggio
    vietnam su misura 2

    Vietnam su misura 2

    Hoa Lu e visita dei templi dei Re Dinh*.Trasferimento per Ninh Binh, escursione in sampan sul fiume Ngo Dong, baia di Halong...

    Video Itinerari