Vienna + Bratislava

Un lungo weekend alla scoperta delle due capitali del centro-est europeo, tra passato, presente... e un po' di futuro.
 
Partenza il: 27/04/2019
Ritorno il: 01/05/2019
Viaggiatori: 1
Spesa: 500 €

Sono partita alla volta di Vienna da Bologna sabato 27 aprile alle 9.50 e, dopo un’oretta di viaggio, sono atterrata all’aeroporto viennese. Per raggiungere il centro città, ho utilizzato il biglietto del treno CAT (City Airport Train). In neanche 20 minuti ero alla fermata di Landstrabe, in pieno centro. L’hotel che avevo scelto (Hotel Mozart) era leggermente fuori dal centro (preparatevi, Vienna è leggermente cara…) e da casa avevo acquistato la Vienna City Card, una carta che comprendeva un abbonamento di 72 ore (la durata è a scelta) per i mezzi pubblici e prevedeva una scontistica su alcune attrazioni della città. Avendola acquistata da casa, avevo incluso anche il biglietto del treno CAT dall’aeroporto al centro. Il tutto al costo di 41,40€ (considerate che solo il biglietto del treno CAT costa 12€ solo andata e 21€ a/r). Una volta fatto il check-in in albergo, esco subito e inizio ad esplorare la città. Come prima cosa raggiungo Ankeruhr, in centro. Si tratta di un orologio che ogni giorno, allo scoccare delle ore 12.00, diversi personaggi escono in parata con sottofondo musicale. Da vedere se siete in zona. A 300 metri sorge la Cattedrale di Santo Stefano, in pieno stile gotico. La visita all’interno è gratuita e d’obbligo, ma consiglio di salire alla torre sud al costo di 5€. La vista compenserà la fatica degli scalini!! Dopo una sosta in uno dei bar della Graben strasse, la via centrale pedonale dove si può ammirare la Colonna della Peste, m’ incammino verso il Palazzo Imperiale (Hofsburg). Con la Vienna City Card il biglietto d’ingresso mi costa 14€ invece di 15€, con audioguida inclusa. Il palazzo al suo interno è meraviglioso, è un po’ come se si venisse trasportati ai tempi della Principessa Sissi e molto carino è anche il Volksgarten, il giardino del Palazzo, curatissimo in ogni suo dettaglio. L’altra parte del pomeriggio la passo al Prater, il celeberrimo parco di divertimenti viennese, preso d’assalto da famiglie, ragazzini, turisti… insomma, un clima di fiera perenne!! L’ entrata al Prater è libera e gratuita, ogni attrazione/giostra ha un costo e non sono possibili abbonamenti. Chiedo informazioni all’info point spiegando che ho la Vienna City Card e mi consegnano un libricino con tutte le giostre del Prater e mi dicono che presentando la Vienna City Card, per alcune giostre si ha diritto ad uno sconto. In realtà solo le giostre “per famiglie/bambini” rientrano nei sconti, se volete fare come me le giostre più adrenaliniche…preparate il portafoglio. Per i più duri di cuore, consiglio il Blackmamba come giostra… una vera e propria bomba d’adrenalina (e parlo per esperienza diretta…).

Al sabato sera ceno in un ristorante italiano situato nelle vicinanze dell’albergo e termina così la mia prima giornata in quel di Vienna.

DOMENICA 28/04: dopo un’abbondante colazione in hotel, mi dirigo con la metro al Castello di Schonbrunn, la residenza estiva degli Asburgo. Da casa avevo acquistato il biglietto Classic Pass Plus al costo di 40€ e come fascia d’orario per l’entrata quello dalle 9.00 alle ore 9.30. La scelta di acquistare il biglietto da casa si è rivelata una mossa strategica, non ho fatto fila anche se il Castello iniziava a riempirsi. Oltre al palazzo, molto belli e interessanti sono i giardini che contornato il castello, anche questi curatissimi oltre che immensi…infatti passeggiando in mezzo ai vari percorsi, si può arrivare a visitare Gloriette, un edificio dove al suo interno c’è un bar con vista sul castello, da dove si possono fare meravigliose foto ricordo. Attaccato al castello, si può visitare lo Zoo… meglio conosciuto come Tiergarten Schonbrunn (il biglietto d’entrata era incluso nel mio biglietto Plus). Come zoo è carino, se siete a Schonbrunn è giusto vederlo.

Dopo tutta questa cultura, torno in centro per una pausa culinaria ed opto per un pranzo al sacco ma non posso non assaggiare un pezzo della torta viennese più famosa al mondo, la Sacher Tarte…e decido di mangiarla nel miglior posto possibile….all’Hotel Sacher (lo riconoscete per ovvi motivi, dal logo e dall’interminabile fila per entrare nello shop e nel bar…). I prezzi non sono “bassi”, ma non si può venire a Vienna senza passare di qui… il palato vi ringrazierà… !

Da lì, passeggio per il centro storico, passo davanti al giardino di Mozart, molto carino e molto particolare è la chiave di violino fatta con i fiori di campo… Continuando a camminare, passo davanti alla zona dei musei e all’Opera di Vienna. Mi fermo lì davanti ad ascoltare un po’ dell’ opera in programmazione all’interno (lo fanno solo con lo spettacolo delle ore 16.00 della domenica) e riprendo il mio cammino. Prendo la metro e verso l’orario del tramonto raggiungo la Torre del Danubio; il biglietto mi costa 11,60€ al posto di 14€ con la Vienna City Card. Si sale con l’ascensore e si arriva in cima da dove si può ammirare di una vista panoramica sul Danubio e sul centro città. Per chi vuole può fare un aperitivo o cena al ristorante (prenotandolo, ovviamente…). Nel tornare in centro mi fermo a vedere dall’esterno la Chiesa di San Francesco d’Assisi, molto caratteristica.

La domenica sera torno in pieno centro e mi concedo una bevuta nello Sky Bar Cafè Restaurant, il bar situato alla sommità del centro commerciale di Vienna, con vista Cattedrale di Santo Stefano. Merita per vista, location, musica in sottofondo e per gli ottimi cocktails.

LUNEDÌ 29/04: il tempo non è dei migliori, pioviggina e ci sono 10 gradi!! A parte questo, decido di andare a visitare il Palazzo Belvedere, in passato residenza reale, oggi sede del museo di Klimt. Si divide in zona nord, dove c’è la Stanza dei Marmi… e la zona Sud, con il museo. Tra le due, ovviamente consiglio di vedere il Belvedere Sud, che ospita, tra le varie opere, “Il Bacio” di Klimt. Le due zone sono collegate anche qui da giardini sempre curatissimi. Il biglietto per entrare con la Vienna City Card l’ho pagato 19.50€ al posto di 21€. Dopo mi sono incamminata verso la bellissima chiesa barocca di San Carlo Borromeo. Non sono entrata al suo interno (costo 8€) ma ho proseguito alla ricerca delle casa più colorata di Vienna, la Hundertwasserhaus. Questi luoghi li ho raggiunti tutti a piedi, ma si può usare anche la metro, a propria discrezione.

Guarda la gallery
castello-di-bratislava-fxucn

Vista da Torre Danubio

castello-di-bratislava-thdgq

Hofsburg

castello-di-bratislava-7d2vx

Glori + Gloriette

castello-di-bratislava-m3quz

Chiesa di San Carlo Borromeo

castello-di-bratislava-t7j3c

Chiesa Blu

castello-di-bratislava-kdrng

Duomo di San Michele

castello-di-bratislava-cmmm8

Chiesa di San Francesco d'Assisi

castello-di-bratislava-ytcj2

Schonbrunn

castello-di-bratislava-6cfeh

Cattedrale di Santo Stefano

castello-di-bratislava-wuyvp

Ankerruhr

castello-di-bratislava-nydt8

Vista da Torre Ufo

castello-di-bratislava-x82em

Sculture di Bratislava

castello-di-bratislava-4wy9t

Prater

castello-di-bratislava-9668z

Palazzo Grassalkovich

castello-di-bratislava-1seq7

Palazzo Belvedere

castello-di-bratislava-md24u

Panorama da Castello di Bratislava

castello-di-bratislava-nnnaq

Il Bacio - Klimt

castello-di-bratislava-zext5

Hunderwasserhaus

castello-di-bratislava-rdyk1

Vista da Cattedrale di Santo Stefano



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Austria
    Diari di viaggio
    viaggio on the road in slovenia: 6 giorni a bled

    Viaggio on the road in Slovenia: 6 giorni a Bled

    Dal 29 Agosto al 3 Settembre immersi nella meraviglia di BledPianificare un viaggio on the road in Slovenia on line Come è ormai...

    Diari di viaggio
    vienna, la città imperiale a misura di bambino

    Vienna, la città imperiale a misura di bambino

    Atterriamo nell'aeroporto (flughafen in tedesco) di Vienna-Schwechat (20 chilometri sud-est della cittadina) a pomeriggio inoltrato con un...

    Diari di viaggio
    la traversata longitudinale della alpi: da trieste a nizza in bicicletta

    LA TRAVERSATA LONGITUDINALE DELLA ALPI: da Trieste a Nizza in bicicletta

    24/07/21 Inizia una nuova avventura in sella. Oggi giornata dedicata al trasferimento da casa a Trieste in treno.Pedaliamo fino alla...

    Diari di viaggio
    vienna e praga... un tour guidato

    Vienna e Praga… un tour guidato

    1° Giorno 26 Dicembre 2018: Montefiascone – Empoli – Siena – Padova. Quest’anno doppie ferie! Dopo 6 anni ferie per Capodanno con...

    Diari di viaggio
    navigando lungo il danubio

    Navigando lungo il Danubio

    L'esperienza di navigare su un fiume importante, l'avevo già provata quando da Mosca la motonave aveva terminato il suo viaggio a San...

    Diari di viaggio
    viaggio nella vecchia europa

    Viaggio nella vecchia Europa

    VIENNA e BRATISLAVA (18-23 luglio 2019) Vienna.. .e ti salta subito in testa il famoso Congresso, il Radetzky, la Cinque Giornate, il...

    Diari di viaggio
    vienna imperiale

    Vienna imperiale

    Per il ponte del 1 novembre ci rimettiamo finalmente in viaggio e scegliamo questa aristocratica città del nord Europa. Questa volta,...

    Diari di viaggio
    3 giorni a vienna - appunti pratici

    3 giorni a Vienna – appunti pratici

    VOLO Volo con Wizz air da Roma. La compagnia è piuttosto ingannevole perché alla tariffa che appare sul sito bisogna poi aggiungere i...

    Diari di viaggio
    vienna + bratislava

    Vienna + Bratislava

    Sono partita alla volta di Vienna da Bologna sabato 27 aprile alle 9.50 e, dopo un'oretta di viaggio, sono atterrata all'aeroporto...

    Diari di viaggio
    cracovia, varsavia, vienna e bratislava

    Cracovia, Varsavia, Vienna e Bratislava

    Come sempre nel mio diario di viaggio non vi racconterò cosa ho visitato, ma cercherò semplicemente di darvi dei consigli pratici,...

    Video Itinerari