Viaggio on the road in Polonia

Viaggio in Polonia attraversando la Germania
 
Partenza il: 18/08/2021
Ritorno il: 28/08/2021
Viaggiatori: 3
Spesa: 1000 €

23 agosto 2021

Visitiamo Cracovia che è stata a lungo la capitale del paese ed a tutt’oggi rimane il suo principale centro culturale, artistico e universitario, è sede della Università Jagellonica, la più antica del paese e una delle più antiche d’Europa. Con più di otto milioni di visitatori ogni anno, è la principale meta turistica internazionale della Polonia. È famosa per il suo piccolo e curato centro storico, iscritto nella Lista UNESCO come Patrimonio dell’umanità. Ne fu vescovo dal 1964 al 1978 Karol Wojtyła, futuro papa Giovanni Paolo II. Sorge sulla riva del fiume Vistola (Wisla), l’architettura gotica, rinascimentale e barocca della Città Vecchia (Stare Miasto) è mirabile testimone della lunga e gloriosa storia di Cracovia: al centro del nucleo medievale, conservatosi quasi completamente intatto, vi è la Piazza del Mercato, la più grande piazza medievale d’Europa, un quadrato di 200 metri di lato (Rynek Głowny), attorno alla quale sorgono bellissimi palazzi dei secoli XVII e XVIII, alcuni dei quali di impronta veneta, la torre civica del Municipio, il grande Mercato dei tessuti (Sukiennice) e soprattutto la Basilica di Santa Maria. L’altro nucleo storico di Cracovia sorge a sud della Città Vecchia, sulla collina di Wawel (residenza dei re di Polonia fino al XVII secolo), dove si trovano le più importanti vestigia: la chiesa dei Ss. Felice e Adaucto (IX secolo), il Castello con il cortile rinascimentale, la Cattedrale, che racchiude le tombe dei re polacchi a partire dal Trecento e la cappella funeraria del re Sigismondo I, d’impronta italiana al pari della chiesa barocca dei Santi Pietro e Paolo, la più bella dell’Europa centrale nel suo genere. A sud della Città Vecchia sorge il quartiere di Kazimierz, il centro della vita religiosa e sociale della Cracovia ebraica fino alla deportazione di massa della comunità locale avvenuta durante l’occupazione nazista. Nel quartiere ebraico di Kazimierz ci sono oltre alle chiese cristiane, numerose sinagoghe, tra le quali spicca senz’altro la Sinagoga Tempel in stile neo-moresco costruita nel 1860 e danneggiata durante la seconda guerra mondiale e per importanza di culto la Vecchia Sinagoga, ad oggi attive.

24-25 agosto 2021

Raggiungiamo la capitale Varsavia dove pernotteremo due notti in un appartamento in un grattacielo proprio nel centro città. Varsavia sorge sul fiume Vistola (Wisla) ed è stata conosciuta in passato, con il nome di “Parigi del Nord”, per i suoi ampi viali alberati e la struttura architettonica classicheggiante, durante la seconda guerra mondiale la città venne quasi completamente distrutta e la successiva ricostruzione ne cambiò sensibilmente il carattere e l’assetto urbanistico. Nonostante la ricostruzione dei maggiori monumenti e parchi storici, riportati al loro antico splendore, l’aspetto di Varsavia venne caratterizzato indelebilmente dall’architettura del realismo socialista, come emerge da uno dei nuovi simboli della città e principale punto di riferimento, il Palazzo della Cultura e della Scienza (Pałac Kultury i Nauki), esempio di architettura real-socialista monumentale. Questo enorme edificio, eretto negli anni 1952-1955, situato accanto alla stazione centrale, occupa quello che attualmente è il centro commerciale, finanziario e economico di Varsavia. Una delle maggiori attrattive è costituita, comunque, dalla Città Vecchia (Stare Miasto), che corrisponde all’incirca alla “Vecchia Varsavia”, il primo nucleo urbano della città risalente al XIII secolo. Seriamente danneggiato dagli eventi bellici, questo quartiere venne ricostruito con precisione negli anni cinquanta e sessanta, basandosi in gran parte sulle famose vedute attribuite al Canaletto (Bernardo Bellotto). Il cuore della città vecchia è costituito dal Rynek Starego Miasta, attorno a cui si dipana un reticolo di vicoli e stradine molto suggestivi, tra cui la bella via Piwna (ulica Piwna), su cui si affacciano numerosi palazzi in stile neoclassico e barocco. Il Barbacane, edificato nel 1548, introduce alla Città Nuova (Nowe Miasto) situata a settentrione, fuori delle antiche mura medievali e risalente al XV secolo. Il centro di questo quartiere è costituito dal Rynek Starego Miasta. Nella parte meridionale della Città Vecchia si trova la “Piazza del Castello” (Plac Zamkowy) dominata dal Castello Reale (Zamek Królewski), risalente al XIV secolo e ricostruito tra il 1971 e il 1988 dopo la sistematica distruzione da parte degli occupanti nazisti nel 1944. Sulla piazza si affaccia anche la “Colonna di Sigismondo” (Kolumna Zygmunta), punto di ritrovo dei varsaviani e uno dei maggiori simboli della città, eretta nel 1644 in onore del re Sigismondo III. Dalla piazza del Castello inizia la cosiddetta “Strada Reale” (Trakt królewski), antica via che conduceva verso sud dalla città vecchia alla residenza reale di Wilanów. Il primo tratto è costituito dal Krakowskie Przedmieście, grande viale alberato dove si trovano il “Palazzo del presidente della repubblica”, la chiesa neoclassica di Sant’Anna, il monumento al poeta nazionale Adam Mickiewicz e la città universitaria. Successivamente inizia la via Nowy Świat, una tra le strade più belle della città, costeggiata da palazzi e edifici della antica nobiltà, come Palazzo Staszic di fronte a cui vi è il monumento a Niccolò Copernico, e oggi pulsante di vita con i suoi numerosi ristoranti, caffè, negozi alla moda. Tra i luoghi di maggiore interesse artistico dobbiamo citare il grande “parco Łazienki”, costruito nel XVIII secolo per volere del re Stanislao, in cui si trovano splendidi edifici neoclassici, come il “Palazzo sull’acqua” (Pałac na Wodzie) e un teatro costruito su un isolotto nel laghetto artificiale al centro del parco. Nel luogo dove si trovava l’antico Ghetto di Varsavia si trovano ora, tra palazzi nello stile dell’architettura del realismo socialista, monumenti alla memoria storica e alle tragedie della guerra. Il quartiere di Praga, situato sulla riva destra della Vistola, dove anticamente venivano incoronati i re polacchi, nonostante il passato degrado, dopo la recente riqualificazione, sta diventando uno dei punti più scelti per la cultura underground con suoi locali alla monda ed esposizioni di street art. Il quartiere di Praga conserva ancora molti edifici d’anteguerra dalla caratteristica architettura e alcuni esempi di splendide chiese ortodosse come la Cattedrale di Santa Maria Maddalena.

26 agosto 2021

Soggiorniamo a Poznan, ultima nostra tappa in Polonia, è una città sul fiume Warta ed è un importante centro culturale, economico, industriale e universitario. Inoltre, è un importante punto di transito sulla strada tra Berlino e Varsavia. Una città con oltre mille anni di storia, ricca di patrimonio e architettura. L’ex capitale medievale della Polonia, in seguito la città regia del Regno di Polonia ed una delle principali città polacche dal X secolo ad oggi. La città di Poznań possiede numerosi monumenti, in gran parte sono situati nei quartieri della Città Vecchia e Nuova Città. Gli edifici storici sono principalmente in stile gotico, rinascimentale, neoclassico e liberty. Nella Città Vecchia (Stare Miasto) di particolare interesse è il centro storico, con la piazza del mercato vecchio e le numerose palazzine medievali. Inoltre a Poznań si trova la Cattedrale di San Pietro e San Paolo (Isola Ostrów Tumski), che è la più antica chiesa della Polonia, e il castello imperiale costruito da Guglielmo II.

Guarda la gallery
polonia-vqwj5

Polonia



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Breslavia
    Diari di viaggio
    viaggio on the road in polonia

    Viaggio on the road in Polonia

    Viaggio on the road, destinazione Polonia. Estate 2021 (seconda estate in epoca di coronavirus), io e mia moglie Donatella decidiamo di...

    Diari di viaggio
    da cracovia al mar baltico: on the road attraverso la polonia

    Da Cracovia al Mar Baltico: On the road attraverso la Polonia

    E' l'estate del 2019 ed il solito gruppo vacanze quest'anno si è ristretto e, data l'assenza dei miei genitori, io (Davide), mia moglie...

    Diari di viaggio
    polonia fai da te: spunti & appunti di viaggio

    Polonia fai da te: spunti & appunti di viaggio

    POLONIA IN 4 TAPPE * VARSAVIA (4 notti) La prima città visitata è stata la capitale. Che dire, certamente è la meno attraente delle 4,...

    Diari di viaggio
    polonia: giro con flixbus e ryanair

    Polonia: giro con Flixbus e Ryanair

    Biglietti aerei acquistati a luglio per 2 persone: Roma Ciampino 7:25 – 9:20 Cracovia a 53,84€ e Varsavia Modlin 14:10 – 16:25 Roma...

    Diari di viaggio
    polonia e repubbliche baltiche on the road

    Polonia e Repubbliche baltiche on the road

    a Ryn. Noi continuiamo verso Olsztyn dove facciamo una sosta per visitare la cittadina molto carina, belle chiese un imponente fortezza e...

    Diari di viaggio
    vacanze estive in polonia

    Vacanze estive in Polonia

    1° GIORNO Per le nostre vacanze estive, nel luglio 2014, mio marito ed io siamo piuttosto indecisi sulla scelta della destinazione e,...

    Diari di viaggio
    breslavia, la città degli gnomi

    Breslavia, la città degli gnomi

    Periodo: 25-28 marzo 2016 Partecipanti: MIA – 10 anni, ZENO – 8 anniUn nostro amico e collega si è trasferito in Polonia, a...

    Diari di viaggio
    breslavia, cracovia e varsavia: tre perle di città

    Breslavia, Cracovia e Varsavia: tre perle di città

    Perché la Polonia? Che c’è da vedere? Erano le domande meravigliate di coloro che mi chiedevamo dove andassi in vacanza. Se prima di...

    Diari di viaggio
    in polonia... per caso

    In Polonia… per caso

    Mezzo utilizzato: auto propria per gustare anche quello che dall'aereo puoi solo vedere. Partecipanti: famiglia di quattro...

    Diari di viaggio
    in polonia a settembre

    In Polonia a settembre

    Autonoleggio in aeroporto (Modlin -Varsavia). Dentro l’aeroporto ci sono solo Avis ed Hertz. Se avete prenotato un’auto con altre...

    Video Itinerari