Viaggio nella Francia centrale e meridionale

Un tour che vi catapulterà nelle più belle cittadine francesi medievali, con un tuffo in mare... che non guasta mai
 
Partenza il: 13/08/2014
Ritorno il: 22/08/2014
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Estate 2014: di nuovo in Francia!

Quest’anno decidiamo di percorrere la zona centro-meridionale del Paese, costruendo un tour di 10 giorni che ha visto come destinazioni le città di Lione – Rocamadour – Tolosa – Carcassonne – Marsiglia e Nizza.

13 Agosto: Padova – Lione (6 h 46 min 668 km)

Partenza alla volta per Lione, città scelta per fare base e ripartire il mattino seguente alla volta di Rocamadour. Durante il tragitto ci fermiamo a Hauterives per visitare il Palazzo Cheval (http://www.facteurcheval.com/), particolare esempio di architettura naïf e inserito tra i monumenti nazionali di Francia. Divertente ed estroso, merita una visita se siete nei paraggi! Prezzo di ingresso Euro 6.50.

14 Agosto: Lione – Rocamadour (4 h 5 min 410 km)

Oggi è la giornata dedicata alla visita delle grotte di Padirac, poco distanti da Rocamadour. Assolutamente da non perdere in quanto si tratta di una delle più profondi cavità naturali al mondo (si scende tramite scale o ascensore, con visita nel sottosuolo a piedi e con l’utilizzo di una barca).

Consiglio di acquistare on line il vostro biglietto di ingresso sul sito http://www.gouffre-de-padirac.com/. Ciò vi permetterà di saltare l’immensa coda all’ingresso e di convertire il vostro biglietto elettronico nella apposita cassa dedicata agli acquisti via web/gruppi. Se avessi acquistato in loco il biglietto sarei stata in coda due ore!

Successivamente visita al carinissimo villaggio di Carennac, sito nelle immediate vicinanze delle grotte e arrivo in serata a Rocamadour presso l’hotel Terminus des Pelerins.

L’hotel scelto è ottimo. E’ all’interno della cittadella medievale, per cui se arrivate in macchina bisogna proprio entrare nell’unica via pedonale della città. La strada è stretta e naturalmente piena di turisti, dovrete andare pertanto a passo d’uomo. Essendo pedonale, l’accesso alla via tramite auto è consentito solo a chi alloggia all’interno di Rocamadour (ci sono dei cartelli all’entrata che danno detta informazione), per cui non vi preoccupate di percorrerla se avete, appunto, un hotel lungo quella strada.

Parcheggio nella piazzetta antistante l’hotel.

La città religiosa di Rocamadour fu, nel Medioevo, uno dei più importanti luoghi di pellegrinaggio dell’occidente cristiano. Bellissima e letteralmente appesa alla roccia: visitate i 7 santuari (con la famosa Madonna Nera) e il castello in alto per godere di un magnifico paesaggio.

Potrete salire dal centro città al sagrato tramite la Grande Scalinata (la “rue des degrés”) o, per chi non se la sentisse, con ascensori a pagamento (3 euro a/r per arrivare ai santuari; un po’ di più per raggiungere il castello). Consiglio di arrivare in serata per vedere Rocamadour illuminata e di visitare i monumenti la mattina seguente.

15 Agosto: Rocamadour – Tolosa (1 h 56 min 166 km)

Visitata la mattina Rocamadour, ci dirigiamo, poi, a Cahors per vedere il famoso ponte Valentrè, simbolo della città e monumento iscritto nel patrimonio mondiale del l’UNESCO. Partenza nel tardo pomeriggio verso Tolosa.

15 – 17 Agosto: Tolosa – Albi (57 min 77,0 km)

Alloggiamo all’hotel Castellane di Tolosa per due notti, la cui posizione non è affatto male per la sua centralità (ha anche un garage in cui posteggiare la macchina, decisamente utile) ma non altrettanto attraente quanto a stanze… insomma va bene se non avete grandi pretese nell’alloggio.

Il 16 Agosto lo dedichiamo, quindi, alla visita della città. Tolosa possiede uno splendido patrimonio artistico ricco di sublimi esempi architettonici che parte da grandiose chiese romaniche e gotiche fino a prestigiosi palazzi nobiliari rinascimentali. Tutti gli edifici del centro storico sono stati realizzati con il caratteristico mattone rosso-rosato che hanno meritato alla città l’appellativo di Ville Rose.

Da non perdere:

1) la Basilica di Saint-Sernin, grande chiesa romanica costruita intorno all’XI secolo per accogliere le spoglie di San Saturnino e oggetto di molte visite da parte dei fedeli perché situata nel grande percorso di pellegrinaggio verso Santiago de Compostela in Spagna. Singolare è la sua torre sulla crociera, di forma ottagonale, che svetta al centro del transetto.

2) la Chiesa dei Giacobini, uno dei monumenti più prestigiosi e conosciuti della città. È un capolavoro dell’Architettura gotica meridionale e uno stupendo esempio di chiesa domenicana divisa in due navate, com’erano le prime chiese dell’ordine; e proprio per aver mantenuto questa caratteristica è considerata una rarità. La sua fama è dovuta alla particolarità della volta, che verso l’abside, irradia tutte le sue costolonature da un unico pilastro centrale, formando il caratteristico effetto ad albero di palma. Vi sono conservate le preziose spoglie del grande Dottore della Chiesa san Tommaso d’Aquino.

3) il Capitole, ossia il municipio di Tolosa. È uno dei principali monumenti cittadini e domina tutta la piazza omonima antistante con la sua imponente fronte barocca.

4) Il Pont-Neuf sulla Garonna. Qui abbiamo avuto la fortuna di fare kayak sul fiume!!Questa estate, infatti, il Comune ha allestito nel parco cittadino “Prairie des Filtres” attività all’aperto gratuite per grandi e piccini (badminton, ping pong, pallavolo, giochi da tavolo, scacchi – con noleggio dell’attrezzatura gratuita) e anche percorrere la Garonne con la canoa! Davvero una bella iniziativa!

Il 17 Agosto partiamo alla volta di Albi, bellissima cittadina medievale il cui centro storico è stato inserito nel 2010 nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO e ove troneggia l’imponente Basilica di Santa Cecilia (da vedere anche il coro e il tesoro per Euro 3) che è la più grande costruzione in mattoni del mondo. Visita anche del museo Toulouse Lautrec (8 euro l’ingresso).

Partenza, nel tardo pomeriggio, per Carcassonne.

17 – 18 Agosto: Carcassonne (albi- carcassone tramite A68 e A61 tramite A68 e A61typically 1 h 37 min 168 km)

Suggerisco di visitare la cittadella medievale in prima mattinata (9 -10) per evitare l’enorme afflusso di turisti che si riverseranno nelle ore centrali. Consigliata anche una passeggiata di sera e una cenetta in uno degli innumerevoli ristoranti presenti all’interno delle mura. Parcheggi presenti proprio all’ingresso della città vecchia a pagamento (prima ora gratuita).

Visitate anche lo chateaux al prezzo di 8 euro sito nel cuore della citè (orario di apertura 10.00): potrete passeggiare lungo le mura e godere di magnifici panorami sentendovi un po’ “cavalieri medievali”!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Albi
    Diari di viaggio
    au-delà de la provence. viaggio oltre la provenza

    Au-delà de la Provence. Viaggio oltre la Provenza

    A seguito delle positive esperienze compiute negli anni passati a bordo del nostro sidecar (Provenza-Alpi-Costazzurra e Slovenia) decidiamo...

    Diari di viaggio
    viaggio nella francia centrale e meridionale

    Viaggio nella Francia centrale e meridionale

    Estate 2014: di nuovo in Francia! Quest'anno decidiamo di percorrere la zona centro-meridionale del Paese, costruendo un tour di 10 giorni...

    Diari di viaggio
    francia del sud: millau, albi, castelli catari e mare

    Francia del sud: Millau, Albi, castelli catari e mare

    Francia del sud 2012, fra antichi castelli e spiagge immense Partecipanti: Barbara Cera, Marco Pelucchi, Figlio Davide (16 anni), Figlia...

    Diari di viaggio
    francia per caso

    Francia per caso

    Quest’anno abbiamo deciso di fare una vacanza più tranquilla per riprendermi (io) da un anno veramente pesante che speriamo finisca...

    Diari di viaggio
    l'aquitania che non ti aspetti

    L’Aquitania che non ti aspetti

    Francia - Aquitania (Perigord – Lot) – nel settembre 2007, uno splendido ricordo. Domenica 9 settembre 2007 Partenza ore 8.30 da...