Viaggio di nozze tra Malesia e Singapore

Tra verde e cemento, mare e scimmiette
 
Partenza il: 26/08/2016
Ritorno il: 10/09/2016
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Viaggio di nozze: si va in Malaysia e Singapore. Per praticità esprimerò tutti i costi in Euro in modo da non incasinare con le differenti valute presenti nelle 2 nazioni.

La decisione maturata anche in virtù della presenza di un nostro cugino che vive e lavora a Singapore.

Pariamo il 26 Agosto alle 12.00 dall’aeroporto di Venezia con un volo operato in combinata da Alitalia ed Ethiad (1050,00 € in totale ). Facciamo scalo ad Abu Dahbi ed atterriamo a Changi (Singapore) nella tarda mattinata del 27. Qui dopo aver sbrigato le pratiche doganali-immigrazione abbiamo atteso i bagagli e ci siamo diretti in taxi a casa di nostro cugino Paolo (quartiere Clementi). Circa 30 minuti di viaggio, poco più di 15€. Dopo una breve doccia partiamo subito con Paolo per una prima visita (a Singapore ci torneremo alla fine del viaggio quindi un giro rapido nella zona vicino a Marina Bay) : City Hall, Esplanade , Marina Bay, una birra al Raffles Place ( provate il Singapore Sling ma badate che l’alcol a Singapore costa un sacco, una birra grande circa 12-15 € il cocktail sui 20€. Poi un altro giro verso il quartiere finanziario e nel parco botanico e poi un altra bevuta nel locale LEVEL 33 con vista mozzafiato e conto mozza-tasche. Abbiamo poi cenato in uno di quei “centri del cibo” dove ci sono miriadi di cucine di paesi differenti. Io ho optato per la cucina indiana, speziata e gustosa, Giulia per i noodles, in totale forse avremo speso sulle 6€.

GIORNO 2 (Malacca)

Inizia il nostro tour. Di mattina presto salutiamo Paolo e Sam e prendiamo un taxi che ci porta di fronte alla fermata dei bus dove abbiamo prenotato il viaggio verso Malacca (circa 16 € ) da Singapore ci sono circa 3h e mezza di viaggio passando le 2 frontiere dove bisogna scendere, fare la procedura di immigrazione e passare i bagagli al controllo. Arriviamo a Malacca alle 12.30 alla Stazione Centrale. Preleviamo un po di contante e cerchiamo di capire dove ci troviamo, il wi fi nella stazione non esiste e io non ho ancora fatto la Sim malese. Ci dobbiamo affidare a un taxi per arrivare all’Hotel (5,45 €) per fare una decina di km… scopriremo essere un furto. Tempo di una doccia e via a visitare Malacca, cittadina coloniale che si gira in mezza giornata, noi alloggiamo alle porte di Jonker St. la via del mercato notturno , occupiamo al giornata a visitare il centro storico, perdendoci anche in periferia, poi la sera giriamo per il mercato immenso e con ogni tipo di cosa venduta. Ceniamo con un roti farcito di pollo per qualche euro in totale, compresa la bevanda. Poi compriamo dell’acqua per la nottata e dopo 10 ore di tour rientriamo a dormire, l’indomani ci attende il bus per KL. La sera prenoto con l’app Grab il taxi per la mattina, Grab ci farà risparmiare tempo e denaro, infatti lo stesso viaggio che il gg prima ci era costato quasi 6€ , ci costerà 3,70€.

GIORNO 3 (Kuala Lumpur)

In perfetto orario alle 9.00 partiamo. Il viaggio dura poco meno di 2 ore, e ci porterà a 15′ di treno dalla stazione Sentral di KL. Qui dopo aver fatto colazione e preso confidenza col sistema efficientissimo della Metro (MRT) ci dirigiamo a Chinatown, quartiere dove alloggeremo per le prime notti (Hotel China Town Inn). La fermata è a 300 mt. e si chiama Pasar Seni, gia nella tarda mattinata Petaling Street è un arteria pullulante, mercanti di ogni genere tentano di venderci qualsiasi cosa, il mercato del falso la fa da padrone e già la mia indole di contrattatore pregusta affari imperdibili. Depositiamo i bagagli, saldiamo in anticipo l’hotel e ripartiamo. Ci spostiamo a piedi verso il centro, il meteo è quello di KL, caldissimo, umidissimo ma col sole che difficilmente da capolino il cielo è come ricoperto da una coltre nebbiosa… ma il sole dietro scalda e lo sentiamo. Attraversiamo il Central Market e successivamente Merdeka Square , dove stanno facendo i lavori per la festa dell’Indipendenza che si terrà il 31 Agosto. Andiamo a visitare un po la zona con i siti di interesse che la guida ci propone, camminiamo davvero tanto, visitiamo il museo tessile e poi ci dirigiamo verso il quartiere di Bukit Bintag, fatto di street food e centri commerciali (Pavillon, ecc.). Una nota tecnica, a Bukit Bintag è meglio andarci dopo le 18 perchè prima è una via normalissima aperta al traffico senza arte ne parte, la sera si trasforma in un enorme ristorante a cielo aperto. Facciamo rientro verso le 19 per una doccia e verso le 20 ci sediamo a cena sotto casa in un risotrante arabo dove mangiamo molto bene e spendiamo sulle 18€ in tutto. La sera la dedichiamo al mercato notturno dove iniziamo a fare degli affari.

GIORNO 4 (Batu Caves)

Oggi è la tanto attesa gita alle Batu Caves, un santuario indusita poco fuori KL, all’interno di grotte naturali, accessibile attraverso una gradinata di 300 scalini alla cui base svetta una statua altissima completamente dorata. Lungo il percorso un sacco di scimmiette in libertà pronte a farsi fotografare e fare dispetti di ogni sorta. Arriviamo tramite la MRT con pochissimi euro. Inizialmente un acquazzone ci mette in pericolo la visita, ma noi armati di poncho proseguiamo e verremo premiati perchè il tempo si aggiusterà tornando al solito caldo umido molto piu gradevole della pioggia (tra l’altro sarà l’unico giorno in cui vedremo pioggia su 14 giorni di permanenza). La gita si rivela un’esperienza unica , vuoi per l’imponenza e la sacralità del luogo, vuoi per l’impatto naturalistico e per la simpatica partecipazione delle scimmiette ce ne andiamo con quel posto nel cuore. Riprendiamo i mezzi con direzione Kampung Baru, un villaggio orginale Malay rimasto intatto nel cuore di KL, proprio alle spalle delle Petronas Tower. Visitiamo a piedi il villaggio e anche il mercato “rionale” di Chow Kit, molto forte come esperienza.. Ci spostiamo poi sotto le Petronas, la differenza architettonica è imbarazzante fino a pochi metri prima c’erano solo baracche di legno. Sono le contraddizioni di KL. Petronas imbarazzanti e imponenti, fanno paura per come svettano nel cuore della città. Prendiamo un po di ristoro nel Suria il centro commerciale adiacente alle torri. Piccolo break e poi rientro verso casa in quanto alle 18 mi attende un maestro di Taekwondo che mi porterà ad allenarmi come ospite nella sua scuola fuori KL. Altra bellissima esperienza che porterò con me, per come sono stato accolto. La serata la perdiamo attendendo un taxi (è la vigilia della festa nazionale), siamo fortunati ed entro le 23 siamo a casa, ceniamo alla buona con qualche cosa acquistato al sempre aperto 7/11. Siamo stremati e andiamo a letto.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Asia
    Diari di viaggio
    nepal, tra spiritualità e cultura

    Nepal, tra spiritualità e cultura

    Informazioni generali pre-partenza Per andare in Nepal occorre il visto che viene fatto direttamente in aeroporto a...

    Diari di viaggio
    il tempio wat chedi luang a chiang mai in thailandia

    Il Tempio Wat Chedi Luang a Chiang Mai in Thailandia

    Avete presente quel film che parlava del bell'incontro?!?Voglio raccontare di un piccolo aneddoto di Chang Mai, una meta molto nota...

    Diari di viaggio
    ubud è il cuore spirituale di bali

    Ubud è il cuore spirituale di Bali

    Chi mi conosce bene sa quanto l'Asia per me sia diventata non solo la mia meta oltreoceano preferita ma anche un vero e proprio stato...

    Diari di viaggio
    giornate in relax nella piccola città cambogiana di siem reap, tra escursioni nella natura, shopping e yoga

    Giornate in relax nella piccola città cambogiana di Siem Reap, tra escursioni nella natura, shopping e yoga

    La Cambogia è uno di quei paesi del Sud Est Asiatico nel quale si ha la sensazione che il tempo si sia fermato e nonostante ormai il...

    Diari di viaggio
    astana - nur, i mille volti del kazakistan

    Astana – Nur, i mille volti del Kazakistan

    Astana ha cambiato nome in onore del presidentissimo Nursultan Nazarbayev, vero trascinatore del paese verso una economia di mercato...

    Diari di viaggio
    ad almaty tra parchi, laghi e montagne

    Ad Almaty tra parchi, laghi e montagne

    Un viaggio tra buon cibo, cortesia e partite a scacchi Abbiamo viaggiato parecchio e siamo sempre alla ricerca di mete nuove spesso strane,...

    Diari di viaggio
    il giro del mondo in quaranta giorni

    Il giro del mondo in quaranta giorni

    Per lavoro mi hanno chiesto di seguire tre manifestazioni in tre continenti diversi, in un tempo così ristretto che non si poteva "passare...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze tra malesia e singapore

    Viaggio di nozze tra Malesia e Singapore

    Viaggio di nozze: si va in Malaysia e Singapore. Per praticità esprimerò tutti i costi in Euro in modo da non incasinare con le...

    Diari di viaggio
    singapore di consigli veloci

    Singapore di consigli veloci

    Città curiosa, colorata, in perenne espansione e molto giovane (quest'anno festeggia i 51 anni!). Appena arrivati in aeroporto ed aver...

    Diari di viaggio
    sri lanka zaino in spalla 3

    Sri Lanka zaino in spalla 3

    Un saluto a tutti, in queste righe vorrei esporvi il nostro itinerario in Sri Lanka, dove abbiamo trascorso circa due settimane. Nonostante...