Viaggio a Madrid

Come muoversi in centro (e in gita a Toledo!)
Scritto da: giovarover
viaggio a madrid
Partenza il: 28/05/2010
Ritorno il: 01/06/2010
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Venerdi 28/Mag/10 Arrivo a Madrid alle 8.50. Trasferimento da aeroporto Barajas ad Hotel Astoria in Via Carrera de San Jeronimo sito a poche decine di metri dalla fermata Metro di Puerta del Sol. Occorre fare un supplemento di 1 euro al biglietto metro per venire ed andare in aeroporto. Come bilgietto se si è in più persone conviene il Metro Bus da 10 corse. La posizione delol’Hotel è centralissima. L’Hotel è al 5 piano di un palazzo di Via C.S.J. E’ raggiungibile tramite scale o ascensore. La sistemazione è ottima perché le camere affacciano sul cortile interno e al 5° piano e quindi lontano da urli e schiamazzi notturni che caratterizzano i vicoli adiacenti lungo tutto il fine settimana e fino all’alba. Le camere dell’Hotel (Singola) sono piccole ma comode. Ogni stanza ha TV e bagno (No frigobar). L’Hotel offre servizio Internet Gratis (disponibile in qualsiasi momento però da un unico terminale). Non si può fare colazione ma ci sono solo alcuni distributori di bibite. Sabato Passeggiata in centro (da Puerta del Sol a Plaza Major). Passeggiata verso Circulo des le Belles Arts. Da sopra l’edificio si può ammirare la città. Visita al Palacio Real. Nelle vicinanze c’è l’unico posto in cui ho potuto gustare un buon espresso. E’ vicino al Caffe Sabatini ma è una gelateria e vende Illy. Al pomeriggio visita al Reina Sofia Museum. Ci sono 4 piani di esposizione con 2 (il 2° e 4°) esposizioni permanenti. Spiccano le opere di Picasso. Domenica Visita al Mercato rionale “EL RASTRO”. La parola significa probabilmente la “scia di sangue lasciata dai tori macellati che venivano trasportati su dei carretti”. Al pomeriggio partita REAL-MILAN Old Star. E’ incredibile la partecipazione del pubblico e l’affetto per Zidane. Alla sera (con Michele, amico che vive da 4 anni a Madrid) siamo andati nel quartiere la Latina. Facilmente raggiungibile a piedi anche da Plaza Major. Arrivando da Puerta del Sol infatti e appena entrati in Plaza Major nell’angolo infondo a sinistra si scende le scale e poi si prosegue per alcune centinaia di metri dritto fino ad arrivare in un posto pieno di locali con relative Terrazas.

Posti da consigliare: Kaholi (non sono sicuro di aver scritto correttamente): posto superaffollato anche di domenica dalle 10.00 in poi. E’ un locale dove si va per TAPAS (spettacolare aperitivo spagnolo) e si può bere vino di analogo nome. Si servono specialità di mare e carne da consumare al bancone in mezzo a tante persone. Qui apprendo che è usanza tipicamente Spagonla quella di gettare a terra i tovaglioli dopo essersi pulito. I pavimenti dei locali tipici per lo più frequentati da giovani ne sono pieni. Si dice che quanto più in un locale si sta bene tanto più i pavimenti sono pieni di tovaglioli usati. Poi cena ad “AROCA” poche decine di metri distante sempre in quartiere Latina. Nella piazza adiacente la polizia riprende alcuni giovani che bevono birra su un muretto. Le strade sono piene di pattuglie. In qualsiasi vicolo/piazza c’è una pattuglia. Sul perché la polizia riprendesse i giovani seduti sul muretto è dovuto al fatto che in Spagna è proibito consumare alcolici per strada. Michele mi spiega che gli Spagnoli soprattutto nel week end bevono molto e fino all’alba ed è per questo che le leggi per lo meno impongono di non bere per strada. Lunedi Visita a Toledo. A 90 Km da Madrid. Si raggiunge velocemente in treno Alta Velocità in mezz’ora. Una piccola complicazione è legata all’interminabile attesa per fare il biglietto alla stazione di Atocha. I biglietti si fanno agli sportelli e non è possibile in altro modo almeno in stazione. (Provare su Internet). A Toledo dalla stazione si raggiunge facilmente la città vecchia che si trova in collina. Sia tramite BUS che a piedi. Abbiamo scelto l’opzione “a piedi” sicuramente faticosa ma panoramica. La città è caratteristica con cattedrali, moschea e molti molti negozi di Souvenir. Spiccano i negozi che vendono Spade di ogni tipo tra cui anche le tradizionali Marchio di fabbrica “Marto Toledo”. Il caldo qui è ancora più sentito. C’erano 40°C ma almeno poca umidità.

Alla sera con Francesca amica che lavora al consolato, TAPAS e cena come da perfetti Spagnoli. Poi giro in Calle Uertas a pochi metri dall’Hotel. Francesca ci spiega che Calle Uertas è pieno di disco Pub particolarmente frequentati durante il sabato. Calle Uertas è collegata anche a Plaza S’Anna raggiungibile in 5 minuti a piedi anch’essa da Puerta del Sol. In essa ci sono molte “Terrazas” e la Discoteca Samsara aperta fino al mattino. Generalmente infatti i discoPub smettono alle 3 del mattino di suonare. C’è anche la discoteca VIP Pacha Capitol. Martedi Ci sarebbe stato lo spazio per visitare il parco del Buon Retiro consigliato da tutti per la sua bellezza, ma il caldo tremendo in particolare del lunedì ci ha dirottato verso un parchetto adiacente La Gran Via dove ci siamo riposati prima della partenza. Anche qui immancabile la Polizia che riprende alcuni giovani, facendo svuotare loro borse e portafogli. Fine della vacanza. Si ritorna in hotel e si ritorna a Barajas e poi Cassino. Bella Madrid. C’è ancora molto da vedere e fare.



    Commenti

    Lascia un commento

    Madrid: leggi gli altri diari di viaggio