La via del sale, Varzi – Sori in 3 giorni

70km a piedi per andare al mare
 

Questa mia avventura è stata decisa al più qualche giorno prima della partenza. Ho avuto uno spiraglio di tempo per buttarmici e.. direi che ne è valsa la pena! Sono stati 3 intensi giorni di cammino ma, come tutti i cammini, il tempo percepito è stato molto più ampio: in questo caso potrebbe essere paragonabile a un mese!

Questo in realtà non è esattamente un cammino. I sentieri sono veri e propri sentieri di montagna di difficoltà E/EE. Un tratto, infatti, è condiviso con l’Alta via del monti liguri. Insomma non è un percorso da sottovalutare, lo vedremo meglio. Per intanto vi dico che sono andato da Varzi (Lombardia) a Sori (Liguria) percorrendo le creste dell’Appennino ligure. Il rientro è stato coi mezzi: fino a Voghera in treno e poi da lì a Varzi in autobus.

Giorno 1 – Monte Chiappo e Capanne di Cosola

L’avventura è iniziata il giorno prima della partenza, con l’arrivo a Varzi. Tempo di cenare con una mega pizza al “Romana Cafè” e di fare quattro passi per vedere il paese, che è arrivato pure il mio socio al B&B “Le Fragranze”. Questo B&B si trova leggermente fuori paese, ma un breve sentiero lo collega al centro in pochi minuti. Pernottamento e colazione sono venuti 30 euro a persona. Tra l’altro ringrazio ancora la signora Silvana che, mentre facevo questo giro, ha tenuto la mia pasta madre in frigo.

L’indomani ci siamo alzati verso le 7 e, dopo colazione, abbiamo lasciato le macchine al mega parcheggio gratuito vicino al torrente Staffora (attenzione: in alcuni giorni il piazzale è adibito a mercato), ci siamo fiondati al supermercato per procurarci il pranzo della giornata e siamo partiti.

È stata quasi una salita unica, più intensa nelle prime ore (in cui essendo uno davanti all’altro ci guardavamo costantemente il sedere a vicenda). Ci siamo fermati a pranzare nei pressi del bivacco “Rifugio Pian della Mora”, dove il sentiero ha iniziato a spianare un po’, salvo dare il colpo di grazia per raggiungere i 1700 m del monte Chiappo. Lì il panorama è stato metà nuvoloso e metà pazzesco. Siamo quindi tornati alla civiltà scendendo a Capanne di Cosola e da lì ci siamo spostati circa mezzo km per arrivare all’albergo di Capannette di Pey (50 euro per cena, pernottamento e colazione). Statistiche della giornata: 22km, 1700m d+, 600m d-, arrivo in albergo alle 16.

Giorno 2

L’indomani è stato più clemente in termini di dislivello ma più impegnativo per la distanza. Anche il percorso è stato più vario: oltre ai tratti di montagna (es: monte Carmo, monte Antola) ci sono stati dei bei tratti boschivi e delle creuze, le mulattiere liguri. Ebbene sì! In questa tappa, dopo esser stati a lungo sia sul confine tra Emilia Romagna e Piemonte sia su quello tra Piemonte e Liguria, ci siamo addentrati in Liguria! Tra l’altro la creuza per arrivare a Donetta è stata particolarmente snervante perché c’è voluto un’ora per scendere: non finiva mai!

In questa tappa abbiamo allungato il percorso senza volerlo, questo ci ha reso un po’ tesi. Innanzitutto ci siamo fermati a pranzo leggermente fuori percorso, al bar ristorante “Casa del Romano” dove personalmente ho preso giusto un panino. Seguendo il percorso poi abbiamo superato senza accorgerci Torriglia, la nostra meta! Credevo che ci saremmo arrivati senza uscire dal sentiero ma non è stato così. Quando ci siamo accorti siamo dovuti tornare indietro. Giunti in paese ci siamo rilassati mangiando un bel gelato, io al gusto canestrelli. Abbiamo pernottato in un posto che normalmente è un centro di turismo equestre, ma fa anche ospitalità per gli escursionisti: il “Mulino del Lupo” (40 euro per cena, pernottamento e colazione). L’ambiente era familiare e il suo proprietario ci ha dato volentieri delle dritte sul percorso. In serata abbiamo deciso di accorciare di un giorno il nostro trekking per evitare la pioggia. Statistiche della giornata: 25km, 1000m d+, 1700m d-, arrivo in albergo alle 18.

Guarda la gallery
20210510_103405

20210508_133902

20210508_142009

20210508_152623

20210508_152828

20210509_113016

20210509_143200

20210509_162759

20210510_103405

20210510_111913

20210510_170950

20210510_175540



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
malaga e dintorni

Malaga e dintorni

la via francigena a modo nostro

La Via Francigena a modo nostro

La genesi  Quando il capo conferma le ferie, scatta l’Inferno! E nel mezzo del cammin...

lanzarote, l'isola che non ti aspetti

Lanzarote, l’isola che non ti aspetti

Dopo mesi di prigionia forzata da pandemia ed altri problemi finalmente sembra di vedere...

Leggi i Diari di viaggio su Emilia-Romagna
Diari di viaggio
dove andiamo in vacanza quest'estate? a cattolica, nella regina dell'adriatico!

Dove andiamo in vacanza quest’estate? A Cattolica, nella regina dell’Adriatico!

Sta arrivando di nuovo la stagione estiva ed in tanti si chiedono dove passare le vacanze quest’anno. Io un’idea ce l’ho e oggi ve ne...

Diari di viaggio
la terra dei motori

La terra dei motori

Primo o ultimo non conta... L'importante è avere dato il meglio di sé in ogni singolo giro. Zaino in spalla, giusto qualche cambio...

Diari di viaggio
saludecio, una capitale antica sulle colline della romagna

Saludecio, una capitale antica sulle colline della Romagna

Appollaiato su di un poggio che degrada dolcemente verso il mare, si trova uno dei borghi più interessanti del panorama della bassa...

Diari di viaggio
la via del sale, varzi - sori in 3 giorni

La via del sale, Varzi – Sori in 3 giorni

Questa mia avventura è stata decisa al più qualche giorno prima della partenza. Ho avuto uno spiraglio di tempo per buttarmici e.. direi...

Se non ora, quando? Tour in moto lungo tutta l’Italia

È dal 2014 che viviamo in the road insieme (io, Andrea; Sonia, la mia ufficiale in seconda; la nostra moto, una Royal Enfield Classic...

Diari di viaggio
un weekend in emilia romagna nelle terre dei malatesta

Un weekend in Emilia Romagna nelle terre dei Malatesta

Giorno 1 - da Santarcangelo a Rimini Santarcangelo di Romagna Quando giungo a Santarcangelo di Romagna è metà mattina di una soleggiata...

Diari di viaggio
passeggiata per le vie di bobbio, il borgo più bello d'italia

Passeggiata per le vie di Bobbio, il borgo più bello d’Italia

Un programma televisivo di qualche anno fa l'ha decretato borgo più bello d'Italia ed io non potevo farmi sfuggire l'opportunità di...

Diari di viaggio
gite in emilia-romagna: bobbio e la val trebbia

Gite in Emilia-Romagna: Bobbio e la Val Trebbia

Maggio 2021: dopo tanti mesi di zona rossa e arancione, finalmente si può viaggiare all’interno della nostra Regione. Ne approfittiamo...

Diari di viaggio
una giornata nel borgo di castell'arquato

Una giornata nel borgo di Castell’Arquato

senza rinunciare a gustare una delle specialità della zona: ottimi panini, prezzi regolari e gentilezza del personale. I panini vanno dai...

Diari di viaggio
parma 20.20. l'incrocio di una vita

Parma 20.20. L’incrocio di una vita

E sono a Parma. Questa volta non come Turista “per Caso” ma come ospite! Ho soggiornato per tre lunghi anni in questa città e vi...