Venezuela da sogno

Un tour per vedere tutte le bellezze del Paese, dal delta dell'Orinoco alla cascata più alta del mondo, chiudendo in bellezza con il divertimento di Isla Margarita e il mare spettacolare di Los Roques
Scritto da: rossifrancesco668
venezuela da sogno
Partenza il: 10/02/2012
Ritorno il: 26/02/2012
Viaggiatori: 4
Spesa: 3000 €

7° GIORNO

Dopo la colazione verso le 8 a.m. si parte in barca per il Salto Angel (la cascata più alta del mondo 980 m), il viaggio è lungo quasi 4 ore di barca con alcuni passaggi obbligati camminando perché’ la barca è troppo pesante per risalire le rapide del fiume. Piccolo stop a Isla Orquidea con pranzo e proseguimento al Caño Moroco. Arrivati al campamento dove dormiremo in amaca la notte le nostre guide incominciano a preparare la cena e sistemare il campamento alla base del salto Angel. In gruppo si parte per una camminata di circa 1 ora non troppo impegnativa per arrivare al Mirador del Salto Angel. la poca preparazione fisica si fa sentire ma lentamente tutti raggiungiamo questo spettacolare punto di avvistamento. La cascata è unica nella sua imponenza e la sua altezza. E’ talmente alta che l’acqua nell’ultima parte della caduta libera si evaporizza formando arcobaleni spettacolari. Ci sdraiamo e contempliamo per mezz’ora questo spettacolo. Ci tocca rientrare alla base. Arrivati bagnetto nel fiume e a scaldarci nel falò già allestito dalle guide. Una cena a base di pollo allo spiedo e yucca fritta praticamente una patata italiana, davvero tutto ottimo! La vista di sera del Salto Angel con le stelle in lontananza ci lascia senza respiro. Le amache ci aspettano e ricordate dormite di lato per non svegliarvi con la scogliosi hahahahaha. Durante la notte si sente il fiume a pochi passi e qualche rumore chissà di qualche uccello locale.

8° GIORNO

Alla mattina una sostanziosa colazione e si ritorna alla Laguna verso le 12 giusto giusto per pranzetto prima della partenza. il ritorno sarà più veloce circa 3 ore per4che’ avremo la corrente a favore. Un po’ di shopping in qualche capannina di indigeni e alle 2 p.m. trasferimento alla pista di atterraggio di Canaima e voleremo da Canaima a Puerto Ordaz o Canaima. Purtroppo non essendoci voli fino alle 7 p.m. per Porlamar ci tocca aspettare 4 ore in aeroporto, l’attesa si fa sentire ma quello che viene è spiaggia e relax quindi portiamo pazienza. Finalmente il volo verso Porlamar (1 ora). All’arrivo ci aspetta Moises un ragazzone che ci porterà in macchina fino all’Hotel Flamboyant a Playa el agua. L’hotel è carino un 3* semplice ma con la gestione italiana del proprietario e un’ottima cucina passeremo 4 giorni da favola.

9° GIORNO

Alla mattina dopo la colazione ci viene a visitare Julio assistente di M&M Tours Services a Isla Margarita. Avendo vissuto anni in Italia parla benissimo italiano e ci spiega cosa visitare a Margarita. Decidiamo di acquistare con lui il tour in jeep dell’isola e il fullday all’Isola di Coche in catamarano. Come primo giorno però ci precipitiamo in spiaggia coccolati da un sole che spacca le pietre, 30 gradi e un bel cuba Libre in mano. Il mare è bello acqua chiara, 3 km di palme da cocco e spiaggia bianca. Di sera sotto suggerimento di Julio prendiamo un taxi costo circa 10 euro e dopo 30 minuti arriviamo a Porlamar. E’ il centro dell’isola dove ci sono centri commerciali immensi, ristoranti e discoteche per divertirsi a tempo di salsa e merengue. Mangiamo in un ristorante italiano nel centro commercial Sambil dopo aver fatto un po’ di shopping, è il più grande dell’isola! con il cambio al mercato nero è davvero tutto vantaggioso. Di sera In taxi ci facciamo portare alla discoteca Bora Bora, bellissimo locale stile europeo al lato della marina principale dell’isola. Da qui purtroppo quello che succede a Margarita rimane a Margarita…

10° GIORNO

Alzarsi alla mattina non è facile ma alle 9 a.m. esatte c’è già la jeep che ci aspetta per fare il tour dell’isola. E’ davvero immensa l’isola non pensavamo e il tour ci porterà a conoscere ogni angolo di questo paradiso. Il ragazzo alla guida molto professionale e attento a non farci mancare niente. Macanao questa penisola deserta mi lascia un ricordo unico con un paesaggio totalmente distinto dal resto dell’isola. Tra bagni a playa punta arenas, un pranzetto sul mare a base di pesce arriva l’ora di ritornare in hotel. Verso le 6 p.m. arriviamo e dopo una doccia si cena a buffet. Questa sera le energie sono esaurite e andiamo a dormire presto.

11° GIORNO

Altra giornata in assoluto relax ma questa volta andiamo in taxi a playa caribe a 10 minuti da playa el agua. Il posto è stupendo e molto tranquillo. decidiamo non tornare in Hotel ma pranziamo in un ristorantino sulla spiaggia, circa 15 euro con anche ombrellone tutta la giornata! Cena in hotel e si riparte per una gran serata al Vip un localino al centro commerciale la Vela a Porlamar. Verso le 2 a.m. ritorniamo in Hotel perché’ ci aspetta l’isola di coche il giorno dopo.

12° GIORNO

Colazione e alle 8 a.m. la navetta del fullday a Coche ci passa a prendere in hotel, dopo 40 minuti di macchina arriviamo alla stessa marina della famosa discoteca Bora Bora e da li imbarchiamo sul catamarano che dopo 2 ore di navigazione ci porterà all’isola di Coche. L’escursione è carina e molto rilassante con un servizio ottimo di cibo e bibite. La spiaggia è bianchissima e immensa quindi decidiamo di rilassarci e prendere un paio d’ore di sole. Al ritorno facciamo snorkeling in un piccolo relitto al largo di Coche, davvero suggestivo! Ritorniamo in Hotel verso le 6 p.m. e prepariamo le valige per partire il giorno dopo per los Roques. Cena in Hotel e a letto presto.

13° GIORNO

Alla mattina presto trasferimento in aeroporto dove ci imbarcheranno per un volo da Porlamar a Los Roques (1 ora di volo). Arrivando paghiamo le tasse del parco nazionale di los Roques 180 bolivares a persona pari circa a 16 euro. Lì ci aspetta Ely la ragazza incaricata della Posada Va Pensiero da noi scelta per il nostro soggiorno in questo paradiso e Jesus il ragazzo che con la carretta ci porterà le valige in posada. La posada è molto intima con solamente 3 stanze ma con bagno privato e aria condizionata. Il cibo davvero stupendo con le ottime ricette di Roxy la cuoca. Non avendo molti giorni a disposizione Ely ci fa un bel programma per poter visitare più isole possibili e le più belle. Oggi incominciamo con Francisqui e Madrisqui che sono le più vicine ma non per questo le più brutte. Il mare di un azzurro mai visto e la spiaggia bianca come la neve. E’ vero quello che dicono è davvero un paradiso e forse il mare più bello che abbia mai visto. Di sera dopo una splendida cena e la gentilezza dello staff andiamo a bere un Mojito al bar lounge Acuarena sulla spiaggia a pochi passi della posada.



    Commenti

    Lascia un commento

    Caracas: leggi gli altri diari di viaggio