Val Pusteria in famiglia

Una settimana al "fresco" dell'Alto Adige con la nostra piccola di 6 mesi: natura, cittadine, buon cibo e passeggiate!
Scritto da: redeyes5
val pusteria in famiglia
Partenza il: 07/07/2018
Ritorno il: 14/07/2018
Viaggiatori: 3
Spesa: 1000 €

Dopo una settimana itinerante nel sud della costa francese, decidiamo per la prima volta nella nostra vita di fare un viaggio in montagna insieme alla nostra bimba di 6 mesi e scegliamo la Val Pusteria. Soggiorniamo per 7 giorni al Lanerhof Hotel a Mantana, 10 minuti di auto da Brunico. È una struttura ottima, tenuta perfettamente, le camere sono enormi e a noi fortunatamente viene fatto un upgrade che ci consente di ottenere la “suite coccole” con l’idromassaggio in camera! Il costo del soggiorno non sarà proprio abbordabile, ma per una volta abbiamo deciso di trattarci bene! Scegliamo la pensione ¾, con colazione veramente abbondante sia dolce che salata, merenda dalle 14 alle 17 con torte e frutta, cena sia a buffet che alla carta e uso illimitato di piscine e centro benessere, massaggi e trattamenti esclusi ovviamente. L’hotel offre poi tutta una serie di servizi e intrattenimenti, escursioni e attività per bambini che noi purtroppo quest’anno non possiamo utilizzare, un vero peccato!

Arriviamo sabato 7/7/2018 dopo 5 ore di auto, 2 in più del previsto! Ci fanno subito accomodare in camera e andiamo subito ad esplorare la zona piscine con la nostra piccola Matilde che adora l’acqua! Dopo la cena subito in camera, anche perché diciamo la verità, non c’è molto da fare di sera da queste parti, se non prendendo l’auto e noi abbiamo voglia anche di riposo!

DOMENICA 8/7

Decidiamo di fare una passeggiata alla scoperta delle Piramidi di Terra a Perca! Noi partiamo col passeggino dalla strada, in realtà si poteva comodamente parcheggiare su e poi farsi a piedi gli ultimi 10 minuti… pazienza. Le Piramidi di Terra sono formazioni rocciose verticali composte di argilla originate da frane e poi modellate dall’acqua e dal vento e ovviamente cambiano di anno in anno a seconda dell’erosione degli agenti atmosferici. Dopo averle osservate da diverse angolazioni e diverse piattaforme panoramiche, scendiamo e riprendiamo l’auto in direzione Brunico per il pranzo. Purtroppo essendo domenica è tutto chiuso, anche se non ce lo aspettavamo in stagione turistica, e quindi ci adattiamo a mangiare in uno dei pochi locali aperti. Ordiniamo tagliatelle al ragù di selvaggina e risotto al pino mugo, entrambi buonissimi. Facciamo rientro in hotel e dopo la nostra merenda a base di torte passiamo il resto della giornata nelle piscine e poi a cena.

LUNEDÌ 9/07

Il meteo sembra ottimo, quindi approfittiamo per visitare il Lago di Braies finalmente! Arriviamo alle 9.30 al parcheggio più vicino, proprio all’entrata del lago e ci sono ancora poche auto: questo ci permette di goderci un po’ l’atmosfera del posto.

Facciamo prima il percorso a sinistra che si conclude a metà con uno sbarramento dovuto a una frana, poi torniamo indietro e prendiamo il sentiero a destra dell’entrata. Il percorso fatto da noi è’ tutto fattibilissimo anche con passeggino, c’è qualche dislivello ma niente di importante. Scattiamo una marea di foto, il panorama è bellissimo e le acque del lago cristalline e color smeraldo!

Pranziamo sul prato con dei panini che ci siamo fatti con il buffet della colazione e poi raggiungiamo San Candido, un piccolo paese in tipico stile tirolese e circondato dalle Dolomiti.

Dopo aver fatto una passeggiata e preso un gelato torniamo in hotel e ci dedichiamo a un po’ di relax in piscina con la nostra piccola Matilde, cena e nanna.

MARTEDÌ 10/07

Il meteo non promette niente di buono, decidiamo quindi di andare a visitare il castello di Tures o castel Taufers. Il borgo è piccolo e molto carino, la visita agli interni del castello è obbligatoriamente guidata a dura circa 50 minuti; la guida è molto preparata e la visita interessante pur rimanendo più bello esternamente, questo ovviamente è il mio parere! Dopo una passeggiata nel centro di Tures, pranziamo con dei tipici piatti tirolesi poi via in hotel con le solite cose… piscina, cena e nanna.

MERCOLEDÌ 11/7

Oggi è il compleanno di Alessio! La mattina decidiamo di tornare a Brunico, stamattina è tutta un’altra città, piena di gente e con i negozi aperti! Al di là di questo, è veramente un paese molto carino, di impronta medioevale, la chiesa e il castello che domina il centro storico. Segue poi la visita al paesino di Dobbiaco, con un imponente Duomo intorno al quale si sviluppa il piccolissimo centro storico. Pranziamo con una pizzetta in una tavola calda e facciamo ritorno in hotel perché si sta annuvolando. Alle 15 ho poi prenotato per Alessio un massaggio alla schiena, un bagno rilassante per tutti e tre e poi quando Matilde dorme ci concediamo anche l’idromassaggio in camera!

Alla cena stasera troviamo il tavolo addobbato per il compleanno e lo staff ci regala una bottiglia di prosecco che decidiamo di aprire insieme a due famiglie conosciute in questi giorni e infine ci fa arrivare anche un paio di fette di sacher torte con una candelina sopra! Sono stati molto carini!

GIOVEDÌ 12/7

Andiamo con l’auto a visitare il lago di Dobbiaco, forse meno famoso del lago di Braies, ma altrettanto affascinante e spettacolare. Segue poi un’altra fermata al Lago di Landro, le cui acque non sono color smeraldo come il lago di Braies e Dobbiaco, ma è bellissimo perché è circondato da cime altissime! Un’altra fermata al Lago di Misurina, che però non ci colpisce come i laghi precedenti e decidiamo di raggiungere Cortina d’Ampezzo. Visitiamo il grazioso centro storico, compriamo qualche calamita e souvenir e pranziamo al ristorante La Piazzetta, con prezzi medi e menu un po’ ricercato e dagli accostamenti interessanti, ovviamente senza trascurare la tradizione.

Nel tragitto di ritorno incontriamo diverse mucche al pascolo, cavalli e pony! Facciamo un’ultima fermata ad un belvedere che si affaccia sulle tre cime di Lavaredo, facciamo qualche foto e ritorniamo in hotel per qualche nuotata in relax!

VENERDÌ 13/7

Purtroppo è l’ultimo giorno intero che abbiamo da dedicare a qualche escursione. Su consiglio di una delle famiglie conosciute in hotel, oggi decidiamo di andare in Val Badia a La Villa; prendiamo l’ovovia che ci porta a 2mila metri e da lì seguiamo il percorso panoramico con una vista stupenda sulle montagne circostanti, tra cui la Marmolada, i prati verdissimi, i fiori colorati di giallo e di viola, le mucche al pascolo, un cielo azzurro con tante nuvole bianche che sembrano finte! Pranziamo in una malga con abbondanti porzioni di piatti altoatesini e poi scendiamo nuovamente a valle dove ci aspetta la piscina per Alessio E matilde e le valigie per me… =(

Guarda la gallery
brunico-sga4e

lago di braies



    Commenti

    Lascia un commento

    Braies: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari