Va dove ti portano i Pokemon!

Un viaggio nel passato delle tradizioni fino alla follia tecnologica, ove ciò che credi sia impossibile diventa reale.
 
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

Si può fare un regalo alternativo al proprio figlio Oscar di soli 9 anni per la sua comunione? Certamente basta essere una madre atipica e un sostanzioso budget. Lui grande amatore di carte Pokemon, Yu-Gi-Oh e chi più ne ha più ne metta, non poteva che scegliere il Giappone… un viaggio del tutto “easy” come unico regalo. Nessuno ci avrebbe mai scommesso, eccoci madre e figlio, pronti a partire da Milano Malpensa con Emirates, per un viaggio da sogno soli soletti. Premetto che sono passati oramai ben 4 anni da questo viaggio, ma i ricordi durante il nostro racconto, sono ancora estremamente vivi dentro di noi.

A TUTTO KYOTO

Il volo nonostante sia durato un giorno intero, con uno scalo a Dubai (è stata dura rimanere sveglia per non perdere la coincidenza del volo) e i fuso orari assurdi, è trascorso piacevolmente grazie a tutti confort a bordo. Arriviamo all’aeroporto internazionale di Kansai, veniamo accolti da un omino con un cartello con il mio nome scritto anche con i loro caratteri, e “abbandonati” su di una panchina in mezzo ad una moltitudine di autisti che parlavano in una maniera “tutta da ridere”. Finalmente arriviamo in hotel e mentre sistemavo le valige, scrivevo a casa che eravamo arrivati sani e salvi, mio figlio dal bagno urla: “mamma guarda” “ma davvero” “fantastico” “schiaccia qui” “Si illumina” “Spruzza” e tra una risata e l’altra fatta di selfie assurdi, siamo rimasti a bocca aperta dal loro MITICO WC super tecnologico e smart. Direi un ottimo inizio. Usciamo immediatamente per respirare l’aria di Kyoto … è tutto così strano … diverso … subito scegliamo di assaggiare la pizza (abbiamo già nostalgia); scarico l’app per il cambio (era meglio non farlo) pazzesco il prezzo di una margherita, direi fortunatamente discreta, servita con molta cordialità.

Dopo la prima colazione abbiamo il primo incontro con la nostra guida locale Ayane, una giovanissima giapponese che durante il tour scopriremo essere anticonformista rispetto alle sue coetanee; siamo l’unica coppia alternativa, le altre tutte in viaggio di nozze ( Oscar diventerà la mascotte), durante il tour siamo diventati una piccola famiglia allargata. Ci guardiamo straniti per come all’appello i nostri nomi siano stati modificati con suffissi onorifici RominaSa e OscarCa; perfetto ora siamo veri giapponesi, ponti per la nostra avventura.. Iniziamo la scoperta di questa terra con la visita di Kyoto con l’antico tempio Sanjusangen-do risalente al XII sec. famoso per le oltre mille statue perfettamente allineate della dea buddista Kannon custodite al suo interno; essendo il primo tempio visto lo abbiamo considerato modesto, ma varcato il suo interno ecco una sensazione spettacolare, mistica, peccato non aver potuto fare fotografie.

Si prosegue poi con il Tempio Kinkaku-ji noto anche come il “Tempio del Padiglione d’Oro” purtroppo visibile solo al suo esterno, sufficiente però per contemplare la solennità che ispira, la raffinatezza dei suoi giardini e l’impressionante impatto visivo dovuto anche al suo riflesso dorato nel lago, il simbolismo della natura. Purtroppo ha iniziato a piovigginare, così ci siamo subito abituati all’afa mista pioggia che faceva appannare l’obiettivo della macchina fotografica, creando un effetto nebbia . A seguire visitiamo il giardino roccioso più famoso del Giappone per la meditazione zen, in una cornice unica per “un colpo d’occhio” del Tempio di Ryoan-ji; è costituito da una trama rettangolare di ciottoli circondata da basse mura di terra, con 15 rocce disposte a piccoli gruppi su macchie di muschio. La nostra giuda ci chiede di contare quante rocce vedevamo, scopriamo in seguito che la caratteristica interessante del design è che, da qualsiasi punto di vista lo si guardi, almeno una delle rocce è sempre nascosta a noi osservatori, anche se Oscar non si sa come, le abbia “sgamate” tutte. Ammiriamo le porte scorrevoli (fusuma) delle sue stanze con all’interno i tatami; ci sediamo e ci facciamo travolgere dall’atmosfera mistica che si percepiva ovunque. In questo primo tempio impariamo la regola fondamentale di toglierci sempre le scarpe prima di varcare l’ingresso.

Immagina di poter osservare un infinito sentiero di steli verdi altissimi sopra la tua testa, ove la luce del sole filtra delicatamente, guardarti davanti e non vedere la fine … e grazie ad un piacevole venticello ascoltare un magico suono. Sei catapultato nella suggestiva foresta di bambù Bamboo Grove Sagano di Arashiyama; possiamo solo che confermare che è stata un’esperienza ultraterrena, serena e onirica. Queste piante sono considerate simboli di forza, in grado di tenere lontano gli spiriti malvagi, Infatti non è una coincidenza che nei pressi delle foreste si troviamo santuari e templi. Abbiamo la fortuna di imbatterci in un gruppo di donne con gli abiti tipici yukatae i sandali geta, e vai di scatti fotografici a raffica. Con i loro ombrellini para-sole e i guanti, ci trasmettono la loro raffinatezza sia con i vestiti tipici, che casual.

Mamma e figlio da soli in giro per una città in totale tranquillità in tarda serata, qui in Giappone si può (non lo farei mai da noi) attraversiamo un centro commerciale coperto, immenso … tanto da esserci persi, o meglio avevo perso il senso dell’orientamento, dopo un momento di panico, e qualche km a vuoto rieccoci sotto il nostro hotel. Dopo questo “choc” decidiamo di cenare in hotel con una zuppetta gelata servito da un sosia di Ghemon.

Una coppia di amici, quella mattina erano particolarmente distrutti, avevano prenotato l’esperienza di dormire presso la locanda tradizionale giapponese, dalla stile immutato nel tempo “Ryokan”… credo che per noi italiani riposare sui loro letti tradizionali (futon) cioè tatami ricoperti da coperte e cuscini, non sia positivo per la nostra schiena, tanto che durante la notte hanno chiamato un taxi e si sono fatti riportare al nostro hotel.

Dal film “Memorie di una Geisha” eccoci a fare visita al famoso Santuario shintoista Fushimi Taisha dedicato ad Inari, divinità connessa al riso e alla fertilità, ma sopratutto protettrice degli affari, infatti gli infiniti Torii rossi qui presenti, nonché portali d’accesso all’area sacra, sono stati donati da aziende giapponesi, artigiani e commercianti devoti al culto (le varie scritte pensavamo fossero preghiere o simili invece erano sponsor) la bellezza del luogo, il rosso e lo sfondo verde delle colline è impagabile, suggestione e spiritualità si percepisce. Mentre ci accingevamo ad un selfie con la macchina fotografica alle nostre spalle ecco arrivare un sacerdote, un’immagine impressa anche nella nostra mente; Oscar incuriosito si domanda perché le varie statue di volpi raffigurate con in bocca una chiave del granaio di riso portassero un bavaglino, ad oggi rimane un mistero. Proviamo anche l’emozione di pescare i fatidici bigliettini della fortuna “Omikuji”; l’oracolo scritto per mio figlio era che avrebbe avuto fortuna nella vita, ma se avessi fatto solo uno sgarbo … Il mio non me lo ricordo purtroppo!

Guarda la gallery
giappone-kmwb3

Nara

giappone-st645

W gli sposi

giappone-6n4gr

Un razzo

giappone-d74z6

Tra due kimono

giappone-3gjrr

Tpc vicini vicini

giappone-mnn76

Spacca il minuto

giappone-h97qf

Sono fuori da tunnel

giappone-rc4ud

Silenzio

giappone-sk12c

Sete

giappone-ca9g9

Quali scegliere

giappone-157fj

Pokemon

giappone-xpcc7

Pensando

giappone-zqk13

Occhi a mandorla

giappone-yu984

O shokuji

giappone-wxndu

Nonna japan

giappone-kbqqg

Noi tpc

giappone-e8hba

Benvenuti

giappone-qtwpd

Mum & son

giappone-d9rb2

Manga ovunque

giappone-j6zhw

Manga crescono

giappone-jy637

Kiss you

giappone-bd2gd

Katana

giappone-mqp1g

Kangei

giappone-uphtv

Japan riassunto

giappone-npu6t

Invitati a nozze

giappone-93cqw

In preghiera

giappone-wtcab

In posa

giappone-vkb16

Garden

giappone-mexc7

Come una star

giappone-rxnts

Ciabatte ne abbiamo

giappone-x5u1v

Che scelgo

giappone-y3rgv

Cartoon



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Giappone
    Diari di viaggio
    giappone, terra di contrasti

    Giappone, terra di contrasti

    Non potevamo che decidere di esplorare questo paese straordinario con il suo mezzo più veloce ed efficiente: il treno. Possiamo...

    Diari di viaggio
    da dotombori a osaka castle, per vivere le due facce di osaka

    Da Dotombori a Osaka Castle, per vivere le due facce di Osaka

    La città di Osaka è un mix di trambusto e quiete che si alterna piacevolmente lasciando in bocca il dolce sapore di una città che,...

    Diari di viaggio
    più cervi o persone? questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di nara

    Più cervi o persone? Questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di Nara

    Quando ho deciso di visitare Nara devo ammettere che il mio obbiettivo principale era incontrare quella che consideravo la vera attrazione...

    Diari di viaggio
    fushimi inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Fushimi Inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Quando immaginavo il mio viaggio in Giappone gli obbiettivi sono sempre stati due: uno l'arcipelago di Okinawa, e l'altro il tempio dai...

    Diari di viaggio
    va dove ti portano i pokemon!

    Va dove ti portano i Pokemon!

    Si può fare un regalo alternativo al proprio figlio Oscar di soli 9 anni per la sua comunione? Certamente basta essere una madre atipica e...

    Diari di viaggio
    giappone: un viaggio di nozze strepitoso!

    GIAPPONE: un viaggio di nozze strepitoso!

    Da tempo ci sarebbe piaciuto visitare il Giappone. Dopo aver letto qui su Turisti per caso la recensione di SandraG1974 “Stupefacente e...

    Diari di viaggio
    i colori dell'autunno in giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    I colori dell’autunno in Giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    Viaggio di nozze di tre settimane in Giappone, una full-immersion nipponica che ti cambia dentro (al rientro in Italia, ci inchinavamo per...

    Diari di viaggio
    tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Sfatiamo il mito che il Giappone è carissimo! Dipende da come ci si approccia, se si va con l’agenzia turistica certo i prezzi salgono,...

    Diari di viaggio
    giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Mercoledì 10 aprile e giovedì 11 aprile: Venezia-Tokyo Partenza mercoledì 10 aprile da Venezia con volo Swiss e arrivo all’aeroporto...

    Diari di viaggio
    da tokyo a hiroshima, prima volta nel sol levante

    Da Tokyo a Hiroshima, Prima volta nel Sol Levante

    Dopo aver letto tantissimo di cose giapponesi tra libri, giornali, diari di viaggio e siti internet, dopo aver collezionato libri,...

    Video Itinerari