USA coast to coast: da Miami a Los Angeles passando per i grandi parchi

Da Miami a Los Angeles, passando per le Florida Keys, le Everglades, il Kennedy Space Center di Cape Canaveral, le spiagge di Fort Mayers, Sanibel, il parco di Yellowstone, la Monument Valley, l'Antelope Canyon…
 
Partenza il: 11/08/2017
Ritorno il: 29/08/2017
Viaggiatori: 4
Spesa: 2000 €

Viaggio di 20 giorni coast to coast in USA, dalla Florida con tappe a Miami, Keys, Everglades, Kennedy Space Center, spiagge di Fort Mayers, Sanibel e poi nel West per l’eclisse di Sole e visite a Yellowstone, Moab, Arches & Canyonlands, Monument Valley, Antelope Canyon, Grand Canyon per finire a Las Vegas, Calico ghost town e Los Angeles.

Diario di viaggio L’organizzazione del nostro viaggio è iniziata con largo anticipo perché molte erano le tappe desiderate, le date da rispettare, i voli, gli hotels e fare quadrare tutto in questo pazzo viaggio non è certo stato facile. Sarebbe stato interessante e stimolante viaggiare on the road come veri “viaggiatori per caso”, ma difficile da realizzare poiché avevamo previsto una vacanza di circa venti giorni, con la famiglia e con il desiderio di visitare tutto il possibile.

Perciò siamo partiti avendo già prenotato tutto quanto: in realtà ciò si è verificata una scelta azzeccata.

Florida

Siamo partiti da Milano con volo Alitalia, scalo a Roma e siamo arrivati a Miami airport in perfetto orario. L’hotel scelto per tre giorni a Homesteade, a sud di Miami, si trova in una posizione davvero strategica: da qui ci siamo diretti alle Keys, un arcipelago di 800 isole coralline collegate fra loro dalla Route1, percorsa quasi a passo d’uomo: tra queste Key Largo e Islamorada. Purtroppo queste isole sono diventate tristemente famose, proprio in questi giorni, per il passaggio dell’uragano Irma.

Consigliamo la visita a Miami Beach, possibilmente di domenica: poco traffico e si trova con facilità il parcheggio. Localizzata tra la 6th e la 23rd Street e tra Ocean Drive e Lenox Avenue corrisponde all’Art Deco District. Il quartiere comprende edifici dalle facciate color pastello, costruiti negli anni trenta. Il Lummus Park, costituito da altissimi alberi di palme, è percorso da un sentiero pedonale ondulato che lo separa dalla bella spiaggia.

Ma più che le spiagge, non si può non visitare il parco delle Everglades, accessibile dopo aver pagato la tessera annuale NPS che per 80 dollari dà diritto a visitare tutti i parchi americani.

Siamo entrati dall’Ernest Coe Visitor Center: lungo la strada che percorre il parco si trovano numerosi sentieri, facili da percorrere a piedi lungo passerelle di legno. Senza dubbio da non perdere è il più famoso e straordinario AnhingaTrail, un sentiero ad anello di 1,3 km: arrivando presto la mattina, abbiamo goduto del silenzio e della solitudine, ma purtroppo anche delle numerosissime zanzare. Nel lago sotto i nostri piedi, ci siamo imbattuti in almeno una decina di alligatori. Che emozione vederli nuotare silenziosi sotto le passerelle! Ovvio. Nessun pericolo se ci si attiene alle regole del parco.

Attenzione però ai condor che si trovano nel parcheggio: amano molto appollaiarsi sulle auto. Solo al nostro ritorno ci siamo accorti che esistevano delle bellissime coperture di plastica resistente per auto a disposizione gratuitamente dei visitatori! Prima di ripartire ci siamo visti costretti a ripulire cofano e tettuccio… L’anhinga invece, uccello nero con un lungo collo snodabile, simbolo delle Everglades, non si è proprio fatto vedere.

Altra avventura indimenticabile è stato il giro in airboat, una barca a motore che ci ha portato nel cuore delle Everglades: anche qui grande emozione l’incontro con degli alligatori.

Il nostro viaggio è continuato verso la costa ovest della Florida fino alle isole di Sanibel e Captiva, unite alla costa da un bellissimo ponte sulla Hwy 867, una strada a pedaggio, entrambe famose per le numerose conchiglie che si trovano sulle spiagge.

Tappa successiva: Orlando! Per la verità il nostro obiettivo non erano i parchi: troppo grandi i nostri figli, troppo cari gli ingressi. Abbiamo comunque trascorso una piacevole serata e ci siamo divertiti a Disney Springs, un villaggio a cui si accede da un parcheggio gratuito, per la verità non facilissimo da individuare, dove si trovano negozi a tema Disney e non solo. Siamo poi saliti su un battello, anche questo gratuito, che ha percorso dei magnifici canali intorno al villaggio.

Non molto distante da Orlando si trova un altro posto da non perdere, il Kennedy Space Center, tappa d’obbligo per gli amanti dello spazio. Dedicato in particolare alle missioni dello Shuttle, si trovano modelli a grandezza naturale di navicelle, simulazioni di cabine di pilotaggio, straordinari filmati in 3D di viaggi nello spazio; abbiamo incontrato un vero astronauta che, come un divo d Hollywood, firmava autografi e faceva selfie con chiunque glielo chiedesse!

Mio marito perciò, essendo appassionato di astronomia (scoprirete più in là il vero motivo del nostro viaggio), non ha perso l’occasione di fare una fotografia e farsi autografare il cappellino Nasa dall’astronauta James Reilly, con al suo attivo ben tre viaggi nello spazio.

Yellowstone ed eclisse

Da Orlando, con volo Delta, ci siamo spostati a Salt Lake City e da qui verso Yellowstone.

Il parco è attraversato da un’unica strada, la Grand Loop Road che forma un grande otto di circa 230 km e merita una visita di almeno due giorni: troppe sono le cose da vedere. La zona più turistica è senz’altro l’Upper Geyser Basin dove l’Old Faithful il “vecchio fedele”, il geyser più famoso del parco erutta ogni 78-93 minuti con un potente getto d’acqua che può toccare anche i 55 metri. Molto piacevole è l’attesa, orologio alla mano, della sua spettacolare esibizione.

Altrettanto suggestiva è la zona del Midway Geyser Basin, con le sue piscine colorate. I colori sono prodotti da batteri pigmentati che crescono lungo i bordi delle acque ricche di minerali, mentre l’intensità della colorazione dipende dal rapporto di clorofilla e carotenoidi e dalla temperatura dell’acqua.

Passeggiare sulle passerelle che percorrono queste terre così particolari, con colori, sbuffi e rumori inquietanti dovuti alle reazioni chimiche dei gas che si sprigionano dalle profondità della terra, è emozionante.

Ritrovarsi poi imbottigliati nel traffico della valle dell’Hayden a causa di… bisonti che attraversano la strada, è molto strano ma è divertentissimo vedere questi placidi giganti passeggiare indisturbati. Per la verità bisognerebbe stare a debita distanza, ma la tentazione di avvicinarsi il più possibile per cogliere ogni loro movimento, è troppo forte! E poi si prestano volentieri ai numerosi selfie!

Guarda la gallery
las-vegas-themepark-pujfs

Florida Miami beach

las-vegas-themepark-4akk1

Florida Cape Canaveral

las-vegas-themepark-zh25q

Florida Everglades

las-vegas-themepark-utzae

Monument Valley

las-vegas-themepark-qfhjk

Antelope Canyon

las-vegas-themepark-ur8m8

Yellowstone Wyoming

las-vegas-themepark-421hv

Arches National park

las-vegas-themepark-64vs4

Las Vegas



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Arizona
    Diari di viaggio
    viaggio negli stati uniti: louisiana, grandi parchi e hawaii

    Viaggio negli Stati Uniti: Louisiana, Grandi Parchi e Hawaii

    Mi riconoscete? Sono proprio io, a 18 anni, durante il mio primo viaggio negli Stati Uniti, il mio primo vero viaggio. Un viaggio che per...

    Diari di viaggio
    on the road sulla west coast, il sogno americano si avvera

    On the road sulla West Coast, il sogno americano si avvera

    A mio avviso l’autunno è il momento migliore per affrontare questo viaggio impegnativo e magnifico: la West Coast degli Stati Uniti...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze on the road: california, nevada, utah, arizona da scoprire!

    Viaggio di nozze on the road: California, Nevada, Utah, Arizona da scoprire!

    (200 km)Monument Valley – Grand Canyon (280 km)Grand Canyon – Sedona (175 km)Sedona – Kingman (280 km)Kingman...

    Diari di viaggio
    itinerario usa - antelope canyon

    Itinerario USA – Antelope Canyon

    L'Antelope Canyon si trova in Arizona, vicino a Page che rappresenta l'Hub principale per visitare questo canyon e altri paesaggi...

    Diari di viaggio
    usa coast to coast: nyc-la

    USA coast to coast: NYC-LA

    L’esperienza americana nel sud est asiatico, leggasi, la guerra del Vietnam o la american war come la definiscono i Vietnamiti, è la mia...

    Diari di viaggio
    the cowboyland

    The Cowboyland

    INTRODUZIONE Lunedì 11 agosto 2014… Cheyenne, Wyoming… una passeggiata al Frontier Park, ormai deserto dopo i dieci giorni di...

    Diari di viaggio
    usa coast to coast

    USA coast to coast

    DIARIO DI VIAGGIO USA - AGOSTO 2018 Abbiamo fatto un tour on the road in USA, partendo da LA, California, siamo passati per i parchi ed...

    Diari di viaggio
    da phoenix a yellowstone, il grande ovest e alcune delle sue più affascinanti meraviglie

    Da Phoenix a Yellowstone, il grande Ovest e alcune delle sue più affascinanti meraviglie

    Le strade percorse, spesso in splendida solitudine e attraverso panorami sconfinati e limpidissimi cieli azzurri, costituiranno parte...

    Diari di viaggio
    usa: west coast in pratica

    USA: West Coast in pratica

    Consigli utili prima della lettura e dell’eventuale viaggio Le macchine americane non sono come quelle italiane, quindi attenti al...

    Diari di viaggio
    in california con i miei figli

    In California con i miei figli

    Nel mese scorso siamo tornati in California approfondendo stavolta il sud iniziando con San Diego, a soli 30 km dal Messico. Infatti...

    Video Itinerari