Una settimana a spasso per la Scozia

Io e il buon [email protected] abbiamo visitato la mitica terra scozzese passando per Edimburgo, Aberdeen, Inverness. Un viaggio entusiasmante
 
Partenza il: 27/08/2012
Ritorno il: 03/09/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

GIORNO 1 (27 agosto) – Milano –> Edimburgo

E’ il grande giorno della partenza. Il nostro volo parte da Malpensa alle 12.00 verso Edimburgo dove l’arrivo è previsto per le 13.30 circa, ora locale (un’ora in meno di fuso orario). Ritardiamo mezz’ora per un controllo extra all’aereo Easyjet che lancia strani segnali acustici, ma ci porta a destinazione senza problemi. Ad attenderci c’è una leggera pioggia. Effettuiamo il cambio moneta da euro a sterline in aeroporto, che pare convenga. Cambiamo 500 euro e ci danno 348,36 sterline. Basteranno per tutte le spese vive della trasferta. Usciamo e troviamo subito pronto il bus che ci porta in centro città, l’Airilink 100 (3,50 sterline). In venticinque minuti arriviamo al capolinea, Waverley Station, peraltro vicinissima alla nostra prima sistemazione. L’ufficio informazioni è ad un passo, e dopo aver chiesto ciò che serve andiamo al nostro alloggio. Siamo al 65 di Cockburn Street, all’Edinburgh Backpackers. E’ un ostello (110 sterline in due per due notti). Troviamo una doppia, con poco spazio di manovra, ma tutti i comfort di base (bagno con acqua calda). I letti, per chi ha problemi con la schiena come me, non sono il massimo, ma ci si adatta. Sistemate le nostre cose facciamo un primo giro perlustrativo della zona con prime foto. Per la cena inauguriamo la serie dei locali selezionati da Andrea. Si va al Voodoo Rooms. Una passeggiatina digestiva chiude la giornata.

GIORNO 2 (28 agosto) – Edimburgo

Svegli alle 9.00 e rifocillati con una buona colazione nella nostra via, andiamo al castello per la visita di rito. Sembra quasi che non ci sia nessuno fino a quando troviamo le casse, con relativa fila. Il clima è disteso e la gente chiacchera amabilmente senza lasciar trasparire il minimo disagio per l’attesa (sarà così per tutta la settimana). Per entrare si pagano 16 sterline a testa. Una volta entrati restiamo più di quattro ore gironzolando per i vicoli del castello. Vediamo tutto quello che c’è da vedere e facciamo, come sempre, un buon numero di foto ricordo. Nel pomeriggio si va a far spesa da Sainsbury’s per avere qualcosa a disposizione in ogni momento (liquidi e cibo). Dovendo andare per locali decidiamo di mangiare una pizza veloce da Bella Italia. Errore grosso mai più ripetuto. Oltre alla pizza mediocre non sanno fare nemmeno l’espresso. Costo dell’operazione 25 sterline circa. Per il dopo cena andiamo al Black Rose Tavern di Rose Street. C’è musica dal vivo e si bevono ottime birre. Un finale di giornata rilassante.

GIORNO 3 (29 agosto) – Edimburgo –> Stirling –> Aberdeen

Questa volta ci svegliamo presto per il check-out e per poter andare all’aeroporto a noleggiare con tutta calma un’auto per i prossimi tre giorni di viaggio. Alla Europecar richiedo una vettura con cambio automatico onde evitare troppi disagi derivanti dalla guida sul lato opposto. Mi danno una Golf, come la mia, alla grande! Pago con carta di credito (alla fine il costo sarà di 282,12 euro comprensivi di carburante) e si parte alla volta di Aberdeen con scalo a Stirling. Appena usciti da Edimburgo si evince che qui non siamo in Italia. Scordatevi le autostrade nostrane. Al massimo due corsie, spesso una sola, ma mai traffico esagerato, e tutti tremendamente tranquilli. In tre giorni sentirò un clacson una sola volta. Arriviamo a Stirling per visitare il castello e il monumento a William Wallace. Arrivati al castello, forse perché il giorno prima ne avevamo visto un altro, evitiamo una nuova visita (al costo di 13 sterline), e poi c’è da arrivare per tempo ad Aberdeen. Chiediamo informazioni all’onnipresente ufficio per i turisti e in pochi minuti arriviamo al monumento Wallace. Qui ovviamente si entra (8,25 sterline). Dentro si sale vertiginosamente raggiungendo quattro differenti stanze, fino alla vetta. Tutto molto bello, ma anche difficoltoso grazie alle mie vertigini. Il paesaggio in cima però vale il prezzo di qualche leggero capogiro. Terminata la visita a questa meraviglia facciamo rotta verso Aberdeen. Quando arriviamo siamo in perfetto orario, ma dobbiamo ancora trovare l’ostello. E’ lo Youth Ostel all’8 di Queen’s Road. Una camera ampia con due letti su cui si può dormire sonni tranquilli, con bagno e docce comuni, molto pulito e ben tenuto. In linea con le nostre attese al prezzo di 50 sterline per una notte. A piedi raggiungiamo poi Union Street e il centro città dove dovremmo cenare. Ma i tempi che si sono allungati ci hanno portati fuori limite per le cucine locali. Quindi dobbiamo ripiegare su un veloce Take Away prima di andare in una ex cattedrale trasformata in bellissimo locale dark. Una bella birretta gelata chiude anche questa giornata.

GIORNO 4 (30 agosto) – Aberdeen –> Inverness

Colazione da Rosy’s oggi. Mi faccio portare un piatto ricco con colazione vegetariana e il mio immancabile tè verde. Ottimo! Da Aberdeen ad Inverness scorriamo attraverso una natura sempre più selvaggia. Devo stare attento a non distrarmi, ma visto che di traffico ne vediamo ben poco, posso gettare più di uo sguardo sui pascoli popolati da migliaia di animali. A Inverness troviamo ben presto la nostra terza sistemazione. La Guest House Struy al 109 di Ballifeary Road. Al nostro arrivo dobbiamo telefonare al gestore, un signore indiano molto gentile che ci fornisce il codice di accesso e le indicazioni per la sistemazione in camera. Tutto fila liscio e abbiamo una stanza stupenda. Io in più, su decisione del mio compare, mi becco il matrimoniale tutto per me. Costo di una notte qui? 52 sterline. In serata andiamo a zonzo per il centro e poi a cenare al River Restaurant. Salmone con contorno di patate più vino bianco e l’immancabile espresso per 49 sterline. Il caffè, purtroppo, anche qui non va! Ma si mangia davvero bene. I locali di Inverness non ci attraggo più di tanto e andiamo presto a dormire per partire l’indomani alla volta di Loch Ness.

GIORNO 5 (31 agosto) – Inverness –> Loch Ness (Fort Augustus) –> Edimburgo

Svegliati presto ci mettiamo subito in auto e andiamo verso Fort Augustus dove faremo colazione. C’è pioggia mentre ci fermiamo a vedere il castello di Urquhart. Lo guardiamo da lontano, un pò per il freddo e la pioggia, un pò perché anche qui si paga (7,50 sterline). Si va di corsa a Fort Augustus. Qui non c’è altro al di fuori delle chiuse dove termina il Loch Ness e inizia un altro lago. Facciamo colazione prima di scattare alcune foto ricordo e ripartire alla volta di Edimburgo. La strada verso la capitale è straordinaria. La natura qui è padrona e ci sente estasiati nel contemplarla. Noi poi abbiamo un’altra mission, la sosta in distilleria per degustazione e acquisto del whisky scozzese. Abbiamo due opzioni e scegliamo la prima. Alla Dalwhinnie Distillery Andrea assaggia (io non posso dovendo guidare) alla modica cifra di 6 sterline per tre assaggi. Poi acquistiamo una 20cl di whisky invecchiato quindici anni e qualche bottiglietta extra da regalare. Il tutto per 18 sterline e 50. Fatta anche questa procediamo dritti verso Edimburgo e gli ultimi due giorni di vacanza. Alloggiamo al Point Hotel di Bread Street. Sistemazione ottimale perché dalla nostra stanza, al quarto piano, vediamo il castello perfettamente. La camera è ottima anche perché il costo per tre notti è di 208,40 sterline. A cena siamo all’Hard Rock Cafe. Si mangia bene, c’è buona musica rock, e qualcuno festeggia il compleanno ravvivando ulteriormente l’ambiente di per sè già caotico. Tra una cosa e l’altro qui spendiamo circa 37 sterline. E fanno un espresso decente, evviva! Si chiude al Frankenstein. Un locale che prometteva molto vedendo il suo sito internet, ma che, nonostante la bella ambientazione, ci delude un pò. Beviamo un cocktail (io provo il Ri-Generator) e ce andiamo presto.

Guarda la gallery
animali-cmz5j

Stirling - Wallace monument

animali-g19wb

Inverness by night

animali-fznx2

Edimburgo - Il castello

animali-vspad

Rosslyn Chapel

animali-h88uv

St. Mary's Cathedral



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Aberdeen
    Diari di viaggio
    scotland on the road 2

    Scotland on the road 2

    Il nostro viaggio "on the road" in Scozia è iniziato da Glasgow e si è concluso a Edimburgo. Sebbene queste due città distinto tra loro...

    Diari di viaggio
    scozia on the road semplicemente magnifica

    Scozia on the road semplicemente magnifica

    Complice un matrimonio ad agosto ed un problemino di lavoro a gennaio, quest’anno si organizza il tutto con un po’ di ritardo. Ad...

    Diari di viaggio
    tartan honeymoon

    Tartan Honeymoon

    Premessa: sono passati quasi cinque anni dal nostro matrimonio a Londra e dalla successiva luna di miele in Scozia. Ma, sfogliando il...

    Diari di viaggio
    viaggio estivo on the road in terra scozzese

    Viaggio estivo on the road in terra scozzese

    Abbiamo pianificato parzialmente il tour poco tempo prima di partire, volo Ryanair e alloggi prenotati volta per volta nelle mitiche...

    Diari di viaggio
    le highlands e l'isola di skye

    Le Highlands e l’isola di Skye

    1 aprile 2010 Arriviamo a Roma Ciampino e con volo Ryanair molto economico, partiamo per Prestwick, un paesino molto carino vicino...

    Diari di viaggio
    una settimana a spasso per la scozia

    Una settimana a spasso per la Scozia

    GIORNO 1 (27 agosto) - Milano --> Edimburgo E' il grande giorno della partenza. Il nostro volo parte da Malpensa alle 12.00 verso...

    Diari di viaggio
    a spasso per le highlands

    A spasso per le Highlands

    Ciao a tutti!! Questo è il racconto del viaggio in Scozia e Londra che abbiamo fatto io (Carlo), la mia ragazza Maddalena e i nostri due...

    Diari di viaggio
    scozia agosto 2010

    Scozia Agosto 2010

    2 Agosto Comincia il viaggio Ore 8: Sveglia con colazione Ore 11: Arrivo all'aeroporto Ore 12: Attesa all'aeroporto, la Ryanair sta facendo...

    Diari di viaggio
    la scozia in senso orario

    La Scozia in senso orario

    Premessa: i B&B indicati sono tutti consigliati; li ho scelti con cura e attenzione e dopo uno screening di moltissime sistemazioni. Il...

    Diari di viaggio
    lost in scotland

    Lost in Scotland

    Ciao a tutti Questa volta vi parlo del mio viaggio on the road in Scozia , cominciato venerdi 17/04 e terminato giovedi 23/04. Siamo...

    Video Itinerari