Un weekend lungo a Madrid

Consigli per un itinerario (prevalentemente) a piedi tra il centro, il parco e i musei
 
Partenza il: 10/08/2018
Ritorno il: 13/08/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: Fino a €250 €

Sfogliando varie guide e diari di viaggio ricorre spesso l’idea che Madrid non rimanga impressa nei ricordi dei visitatori per qualche luogo o monumento specifico, ma per un’atmosfera generale. L’eleganza dei palazzi e del suo centro diffuso, il via-vai continuo mai frenetico, l’atteggiamento dei madrileni – accogliente sì, ma diversamente spagnolo -. In parte sono d’accordo, non c’è una Sagrada Familia o una Alhambra a Madrid, ma a dire il vero qualche posto incredibilmente bello a me è rimasto eccome impresso nella mente: il Palazzo di Cristallo nel parco del Buen Retiro, ad esempio. Ma anche Plaza Mayor, densa di insospettabili dettagli. Madrid è una città a misura di turista, relativamente facile e piena di spunti. Un weekend lungo non basta a visitarla approfonditamente, ma proprio per questo è un lasso di tempo giusto per disfrutar al meglio ciò che più incontra il vostro gusto. Nel mio caso se il tempo è bello e con pochi giorni a disposizione, preferisco ridurre un po’ i posti chiusi da visitare, a favore di lunghe passeggiate, pranzi e cene all’aperto.

 

informazioni ‘pratiche’

Quando dal divano di casa ho prenotato l’hostel Central Palace su Booking, tutte quelle recensioni positive che ne declamavano la vista strabiliante sul Palazzo Reale mi sembravano un po’ ridondanti. A fine vacanza non ho potuto evitare di lasciarne una anch’io, perché aprendo la porta-finestra del balconcino in camera il panorama mi ha lasciata davvero senza parole! Quella del Palazzo Reale è una zona molto tattica dove alloggiare, ben servita dalla metro, molto vicina anche a piedi da Puerta del Sol e Gran Via, con ben due fermate del bus turistico on/off a disposizione (che un giorno abbiamo utilizzato direttamente al posto dei mezzi pubblici). Il valore aggiunto è la possibilità di svegliarsi al mattino e fare colazione seduti nel bar di Plaza de Oriente, guardando i giardini reali. Dettaglio importante: quando in Spagna sentite parlare di hostel non figuratevi camerate spartane con bagni in comune… Non è la traduzione di ostello, ma una tipologia di alloggio prettamente spagnola a metà tra un hotel e un appartamento. Praticamente degli affittacamere, di solito a conduzione famigliare e in palazzi residenziali spesso molto belli – come è capitato a me -.

Pur non avendo fatto chissà che pianificazione, ho organizzato i giorni a disposizione in modo da dedicare un po’ di tempo alla visita del centro città, ai musei che ci interessavano, al parco (su cui avevo altissime aspettative) e alle fondamentali parentesi gastronomiche – che spesso orientano le mie decisioni in materia di itinerario! -. Di seguito qualche consiglio su ciascuno di questi aspetti.

Centro città

Per visitare grandi città che non conosco trovo sempre molto utile fare un giro sui sopracitati bus turistici hop on/hop off. Di solito subito il primo giorno, per prendere meglio coscienza della disposizione di zone e monumenti, delle distanze, dell’atmosfera generale. Già che ci sono, ascolto anche quello che hanno da dire le audio-guide, ma soprattutto mi sembra un buon modo per spostarsi di tappa in tappa prendendo confidenza con la città. Il fatto di poter scendere e risalire a piacimento personalizza molto l’uso (se avete una fermata vicino all’albergo, come nel mio caso, possono anche sostituirsi ai mezzi pubblici per quel giorno). Madrid in effetti ha un centro diffuso, anche se la Gran Via e Puerta del Sol ne rappresentano sicuramente lo snodo più vitale… Al punto che vi sfido a tornare a casa senza una foto della grande insegna di Tio Pepe o del Metrópolis. Girando con il naso all’insù si incontrano moltissimi palazzi davvero belli, i miei preferiti la Biblioteca nazionale di Spagna e il Palazzo di Cibele, sede del Comune. L’abbraccio di Plaza Mayor che ti accerchia con i suoi colori caldi e le facciate affrescate da mille dettagli, è un po’ rovinato dal frastuono che c’è a qualsiasi ora del giorno e della notte tra i dehors dei ristoranti, i venditori ambulanti, i turisti che fanno maldestre piroette per scattare foto panoramiche… Ma nel complesso è comunque un bell’effetto: ho un debole per le cose che non si svelano del tutto a una prima occhiata e Plaza Mayor è un po’ così. Ti accorgi davvero della cura e della varietà degli affreschi e dei colori solo se ti fermi un attimo e guardi meglio. Dalla Cattedrale dell’Almudena cercate di passare la sera, l’illuminazione è molto suggestiva. Mentre su Plaza de España si affacciano dei gran palazzoni, andateci solo se vi sentite un po’ Don Chisciotte e volete portare omaggio alla statua di Cervantes.

Guarda la gallery
weekend-7qwzu

El mini bar, consigliato

weekend-x178t

Il roseto del buen retiro

weekend-vjdup

Madrid, metropolis

weekend-jmkxb

Madrid, palazzo reale

weekend-uvkp3

Palazzo di cristallo al buen retiro

weekend-p9bgk

Plaza mayor, madrid

weekend-3u8dz

Pavoni a zonzo al buen retiro

weekend-t1phz

Stazione di atocha, madrid

weekend-61htw

Palazzo di cristallo, interno



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
slow tour padano, 5 puntata: uno slow tour lungo il po

Slow Tour Padano, 5 puntata: Uno Slow Tour lungo il Po

Lo Slow Tour di Patrizio Roversi continua lungo il Po, un po' percorrendo l'argine su...

mondolfo e la sua galleria senza soffitto

Mondolfo e la sua “Galleria senza soffitto”

Ciao a tutti amici del web. Oggi sono a Mondolfo, comune della provincia di Pesaro e...

primavera in umbria

Primavera in Umbria

Ferie ad aprile, la primavera è alle porte e così, da amante della natura, scelgo una...

Leggi i Diari di viaggio su Grandi Capitali
Diari di viaggio
parigi: il nostro indimenticabile weekend lungo nella ville lumière

Parigi: il nostro indimenticabile weekend lungo nella Ville Lumière

Approfittiamo del weekend lungo di Ognissanti per tornare a Parigi, visitata da sola, in coppia e ora con i bimbi. Per la prima...

Diari di viaggio
budapest in quattro meravigliosi giorni

Budapest in quattro meravigliosi giorni

Decidiamo di partire alla volta di Budapest! L’impressione è di essere in una piccola Vienna: Giorno 1 Nonostante le decisioni...

Diari di viaggio
vienna e praga... un tour guidato

Vienna e Praga… un tour guidato

1° Giorno 26 Dicembre 2018: Montefiascone – Empoli – Siena – Padova. Quest’anno doppie ferie! Dopo 6 anni ferie per Capodanno con...

Diari di viaggio
un salto a bratislava

Un salto a Bratislava

Quest'anno pare proprio che da noi il freddo non voglia arrivare, quindi lo andiamo a cercare, atmosfera pre-natalizia compresa, in una...

Diari di viaggio
navigando lungo il danubio

Navigando lungo il Danubio

L'esperienza di navigare su un fiume importante, l'avevo già provata quando da Mosca la motonave aveva terminato il suo viaggio a San...

Diari di viaggio
hola madrid! 3

Hola Madrid! 3

Io e il mio amico Andrea partiamo alla volta di Madrid con il volo di Iberia delle ore 06.50 di venerdì 18 ottobre in decollo da Bologna....

Diari di viaggio
56esimo compleanno a londra

56esimo compleanno a Londra

Per festeggiare il mio 56esimo compleanno ho deciso di andare a Londra con mia moglie. Per noi da Genova andare a Londra è molto comodo ed...

Diari di viaggio
moien, lussemburgo vi saluta

MOIEN, Lussemburgo vi saluta

M-O-I-E-N Saranno queste cinque enormi lettere luminose ad accoglierci all’aeroporto di Lussemburgo. È questo il saluto...

Diari di viaggio
primavera a new york 2

Primavera a New York 2

Questa primavera cogliamo l’occasione di una defezione da parte di un paio colleghi, per partecipare all’ultimo momento a un viaggio di...

Diari di viaggio
berlino un connubio perfetto tra antico e moderno

Berlino un connubio perfetto tra antico e moderno

Finalmente eccomi a Berlino, dopo vari tentativi andati a vuoto. Dopo aver trovato col Ciber Monday un volo a 10 euro A/R da Bergamo mi...