Un tuffo nelle Baleari

Da Minorca a Ibiza, passando da Palma di Maiorca e Formentera
 
Partenza il: 10/09/2017
Ritorno il: 24/09/2017
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

LE ISOLE BALEARI

Domenica 17 settembre, la sveglia suona molto presto, ma dobbiamo raggiungere l’aeroporto di Bologna da dove partiremo per due settimane di vacanze tra le isole Baleari.

Abbiamo prenotato il volo di andata per Minorca con la Neos che parte regolarmente alle 6.10 e alle 7.40 atterriamo a Mahon. La giornata è bella, noi ritiriamo i bagagli, usciamo dall’aeroporto e raggiungiamo la postazione della navetta del noleggio auto OK car. L’autonoleggio si trova nella zona industriale dove se ne trovano altri e tutti molto convenienti a mio parere, 55 euro per 5 giorni di noleggio più un’assicurazione di 7 euro al giorno che ci consente di non lasciare i dati della carta di credito.

Ci consegnano una Polo ben messa e subito percorriamo la ME-1 la strada che attraversa l’isola da est a ovest per 50 km, raggiungiamo velocemente la costa ovest e Cala Santandria dove abbiamo prenotato per il nostro soggiorno sull’isola all’hotel Playa Santandria che si affaccia proprio sulla bella caletta. Siamo arrivati presto e ci chiedono di pazientare un po’ prima della consegna della camera, ne approfittiamo allora per fare un giro lungo questa bella caletta, la spiaggia è piccola ma con una sabbia bianca e fine, il mare azzurro e trasparente si trova in una lunga insenatura ideale per chi ama il nuoto di fondo. La stanza è pronta velocemente, sistemiamo i nostri bagagli e partiamo diretti verso la nostra prima spiaggia minorchina facendo prima una tappa in un negozio dove compriamo del cibo per la giornata.

Vogliamo sfruttare la bella giornata e ci dirigiamo verso la costa di sud-est dove si trovano le calette più suggestive, all’imbocco della strada che porta verso sud un cartello elettronico indica se ci sono posti macchina disponibili nelle varie calette, per chi vuole visitare le più affollate e bene partire presto perché oltre ai parcheggi non c’è altro posto dove lasciare l’auto. Dato l’orario siamo costretti a scegliere l’unica spiaggia con posti auto disponibili, raggiungiamo così Cala Son Saura che anche a causa della domenica è molto affollata, la spiaggia è grande con una sabbia bianca e fine e un mare limpido e azzurro, unica pecca è l’eccesso di posidonia, un’alga molto presente ma che contribuisce anche al mantenimento di un acqua così bella. Piantiamo i nostri ombrelloni e ci godiamo il resto della giornata fra bagni, letture,panini e una bella passeggiata lungo la costa fino a Cala des Talaier, qui il colore dell’acqua è davvero incredibile. Si fa sera e cominciamo a sentire il peso della sveglia notturna, giusto il tempo di ammirare il tramonto dalla caletta Santandria per poi salire in camera.

Lunedì 18

Dopo una bella dormita ci alziamo con calma anche perché le previsioni meteo non sono buone, facciamo la nostra prima colazione in hotel in una bella sala affacciata sul mare, un bel panorama arricchito da tante anatre che si godono un bagno di primo mattino, la colazione e molto buona ricca e varia.

Il lunedì è giorno di mercato nella vicina Ciutadella perciò ne approfittiamo per visitare anche l’antico capoluogo dell’isola prima che Mahon ne prendesse il posto. Il centro storico è caratterizzato da stradine strette e acciottolate su cui si affacciano balconate che ricordano la Spagna coloniale, il mercato si trova in placa de Born dove si affaccia anche il bellissimo municipio.

Dopo la visita al mercato ci dirigiamo verso il porto sottostante, al mattino la vita va molto a rilento ma la lunga serie di locali fa immaginare una ricca movida serale. Finito il nostro giro a Ciutadella torniamo alla macchina e decidiamo di dirigerci verso la costa di nord-est e il paesino di Cala Morell, il paese è di recente costruzione ed ha uno stile chiamato troglodita, le case sono tutte bianche come i muretti ed hanno uno stile che ricorda il villaggio dei Flingstone. La caletta è piccola tra rocce alte e scure con postazioni artificiale per stendersi, nulla di particolarmente bello e dopo un bagno pranziamo nell’unico bar del luogo con due panini e due birre.

Decidiamo di raggiungere una nuova spiaggia a piedi percorrendo un sentiero ma poco dopo la partenza il cielo grigio e il forte vento ci fanno desistere, tornati alla macchina raggiungiamo Cala Algaiarens attraverso una bella strada ricca di vegetazione e costeggiata dai tipici muretti a secco. Arrivati, il tempo ci regala una tregua di sole, la spiaggia è molto ampia e di un colore bianco tendente al grigio, il mare è limpido ma più blu che azzurro e le correnti del nord creano grosse onde. Piantiamo gli ombrelloni assicurandoli ad una staccionata per via del vento e trascorriamo un po di tempo in spiaggia prima del ritorno del brutto tempo.

Torniamo verso Ciutadella e visitiamo il sito archeologico Naveta de Tudons, una strana costruzione a forma di barca rovesciata utilizzata come ossario collettivo mille anni prima di Cristo. Facciamo questa bella passeggiata nel parco archeologico mentre il pomeriggio volge al bello e tornati alla macchina ci dirigiamo verso la vicina cava Lithica Pedreres de S’Hostal, questa antica cava è stata trasformata in un parco con ingresso a pagamento e diviso in due percorsi, il primo ci mostra le alte pareti color giallo-arancio formate dagli scavi della pietra litica con forme suggestive e un bel labirinto di pietra di non difficile soluzione mentre l’altro percorso porta tra orti botanici e giardini labirintici.

Tornati a Cala Santandria ceniamo con una paella di pescado al ristorante la Baia.

Martedì 19

Facciamo un ottima colazione, purtroppo la giornata non è delle migliorie il tempo minaccia pioggia con i suoi nuvoloni. Partiamo direzione nord-est, arrivati a Es Mercadal e proseguiamo in direzione Fornells per poi deviare a sinistra e raggiungere il faro di Cap Cavalleria. Attraversiamo belle zone di campagna, le strade sono delimitate dai caratteristici muretti a secco e ci sono molti allevamenti di bovini. Arrivati al faro ammiriamo il panorama dalle alte scogliere con il mare impetuoso che incute timore, comincia a piovere e decidiamo di visitare il piccolo museo all’interno del faro ma rimaniamo delusi convinti che l’entrata comprendesse anche la visita del faro, invece si tratta solo di tre piccole salette riguardanti la storia e la natura di Minorca. Usciamo ma piove molto forte e non ci resta che aspettare in macchina che smetta almeno un po. Raggiungiamo il bel paesino marinaro di Fornells, ci aggiriamo per le vie affollate dai turisti facendo un po di shopping e pranziamo al ristorante El Pescadore con Gazpacho, insalata con formaggio di capra e due mega fritture di pesce. La giornata sembra migliorare e ci dirigiamo verso cala Pregonda, arrivati ci incamminiamo seguendo il Cami de Cavalls che prima ci porta a cala Binimel-la per poi raggiungere cala Pregonda attraverso un paesaggio meraviglioso, un esplosione di colori, dal rosso della pietra e della sabbia al giallo delle dune e il verde della vegetazione circostante, una meraviglia della natura, forse il posto che più ho amato in questa vacanza. A cala Pregonda ci stendiamo per un po sulla bellissima spiaggia e ammiriamo il panorama che ci circonda nonostante il cattivo tempo ma quando spunta un po di sole le sfumature dei colori sono stupende. Torniamo alla macchina per andare verso cala de Cavalleria, un altra splendida spiaggia simile a quelle viste in precedenza, qui il sole ci permette di stendere il telo e sdraiarci sulla sabbia. Sulla via del ritorno facciamo un po di spesa a Es Mercadal per la sera e il giorno dopo.

Guarda la gallery
cultura-b5usb

Le isole Baleari

cultura-muuka

Le isole Baleari

cultura-vdqj7

Le isole Baleari

cultura-m7nfx

Le isole Baleari

cultura-7ey5w

Le isole Baleari

cultura-erzxy

Le isole Baleari

cultura-fhjyh

Le isole Baleari

cultura-gj4f7

Le isole Baleari

cultura-7khc7

Le isole Baleari

cultura-jpspw

Le isole Baleari

cultura-fhxp4

Le isole Baleari

cultura-ycdx4

Le isole Baleari

cultura-78483

Le isole Baleari

cultura-227qt

Le isole Baleari

cultura-dsyjm

Le isole Baleari

cultura-xreuy

Le isole Baleari



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Baleari
    Diari di viaggio
    minorca: l'isola della pace

    Minorca: l’isola della pace

    PRIMO GIORNO: Partiamo da Malpensa il 27 agosto di buon mattino: alle 7:00 il volo Easyjet decolla e alle 8:25 atterriamo puntualissimi...

    Diari di viaggio
    in viaggio con la mati: maiorca e minorca

    In viaggio con la Mati: MAIORCA e MINORCA

    Per prima cosa le info pratiche. Durata: dal 15 agosto al 2 settembre 2019 (in particolare dal 15 al 25 maiorca, dal 25 all'1 a minorca,...

    Diari di viaggio
    minorca e cami de cavalls

    Minorca e Cami de Cavalls

    Quest’anno, io e mio marito, siamo partiti la seconda settimana di giugno per l’isola di Minorca. E’ stata la nostra prima volta...

    Diari di viaggio
    ibiza con una bimba di 4 anni

    Ibiza con una bimba di 4 anni

    Dopo Minorca, Maiorca ora è la volta di Ibiza!VOLI - prenotati a metà febbraio, Partenza 1 giugno e ritorno 8 giugno, con rayanair...

    Diari di viaggio
    ibiza, la isla bonita

    Ibiza, la isla bonita

    Sono partita dall'aeroporto Marconi di Bologna martedì 18 settembre e dopo circa due ore di viaggio sono atterrata ad Ibiza. Da lì,...

    Diari di viaggio
    diario de mallorca

    Diario de Mallorca

    La motivazione principale per cui ho deciso di scrivere questo articolo è stata data dal fatto che, prima di incominciare questa...

    Diari di viaggio
    un tuffo nelle baleari

    Un tuffo nelle Baleari

    LE ISOLE BALEARI Domenica 17 settembre, la sveglia suona molto presto, ma dobbiamo raggiungere l'aeroporto di Bologna da dove...

    Diari di viaggio
    maiorca, un piccolo paradiso a due passi da casa

    Maiorca, un piccolo paradiso a due passi da casa

    mare, vi troverete a Cap Formentor con lo splendido faro da cui mentre vi godrete il giusto ristoro, potrete godere di uno dei panorami...

    Diari di viaggio
    ibiza: mare, divertimento e paesaggi bucolici

    Ibiza: mare, divertimento e paesaggi bucolici

    Ibiza è un'isola dalle mille anime e sfaccettature: meta prediletta di teenagers festaioli, ma anche rifugio per famiglie che cercano...

    Diari di viaggio
    ibiza y formentera: non solo festa

    Ibiza y Formentera: non solo festa

    Ma se si partisse qualche giorno a maggio? Ecco che la mente corre velocemente e una volta trovato 4 giorni liberi da impegni, vado sul...

    Video Itinerari