Umbria e dintorni

Un viaggio a contatto con la natura e la spiritualità
Scritto da: chikkina
umbria e dintorni
Partenza il: 21/05/2016
Ritorno il: 27/05/2016
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Ciao a tutti, ecco il mio viaggio in Umbria e dintorni. Io e la mia amica Laura partiamo in macchina da Milano il 21/05 e in 5 ore siamo ad Assisi, pernotteremo poi in una casa lasciataci da amici. Nel primissimo pomeriggio arriviamo a destinazione, scarichiamo bagagli e spesa in casa e partiamo alla scoperta di Assisi. Visitiamo la Basilica di San Francesco e ammiriamo la Basilica di Santa Chiara, passeggiamo sotto un sole cocente tra le viette già gremite di turisti. Verso sera ceniamo a casa e andiamo a letto presto, domani cominceremo a macinare chilometri!

22/05

Partiamo da Assisi alla volta di Civita di Bagnoregio, la città che muore, è davvero affascinante, paghiamo il biglietto di 1.50€ e percorriamo il lungo ponte in salita per arrivare fino alla cittadina e una volta lì, passeggiamo tra le viette caratteristiche e ci godiamo il paesaggio. Torniamo poi al parcheggio e ci dirigiamo verso Orvieto, la città è davvero incantevole e il Duomo lascia a bocca aperta, peccato che si debba pagare per visitarlo all’interno. Evitiamo pertanto di entrare e camminiamo fino al famoso pozzo di San Patrizio, con 5€ a testa scendiamo 50mt fino in fondo per poi risalire, è davvero umido e non proprio per tutti, ma vale l’esperienza. Nel tardo pomeriggio riprendiamo poi l’auto e ci dirigiamo a casa per cena.

23/05

Oggi guidiamo fino al Lago di Piediluco dove facciamo una bella passeggiata sul lungolago lungo il sentiero di San Francesco, poi il tempo comincia ad annuvolarsi, ci dirigiamo quindi verso le Cascate delle Marmore. Lasciamo l’auto al parcheggio e paghiamo il biglietto di €10, acquistando anche gli impermeabili come consigliato. Arriviamo alle 11.00, giusto per l’apertura della cascata, è davvero bella e il percorso in mezzo al bosco è davvero piacevole, peccato per il tempo sempre nuvoloso e non ci fa gustare appieno i colori della natura e delle cascate. Mangiamo velocemente ad un baracchino godendoci il panorama dopodichè torniamo all’auto e ci dirigiamo al Parco dei Mostri di Bomarzo – Bosco Sacro. Il biglietto costa 10€ ma l’esperienza li vale tutti, il parco è molto grande e interessante, pieno di statue di pietra con vari significati, costruite in mezzo al bosco, è davvero fiabesco: uno dei posti migliori di questa vacanza! Facciamo poi un salto alle Fonti del Clitunno consigliate da un amico ma rimaniamo molto deluse: l’ingresso costa 2€ e si entra in un piccolo parco con un laghetto con cigni e papere, carino ma niente di speciale, ipotizziamo che forse col sole si vedrebbero i colori particolari dell’acqua, ma purtroppo il meteo non ci dà tregua. Riprendiamo quindi la strada di casa.

24/05

Il tempo è davvero disastroso perciò decidiamo di passare più tempo possibile al chiuso, saltiamo quindi in auto verso le famose Grotte di Frasassi. Al prezzo di 15.50€ si entra in questo spettacolare mondo di fantasia, proprio nel cuore della montagna, un’esperienza davvero unica e piacevole, si ritorna bambini. Finito il tour decidiamo di tornare ad Assisi verso casa perchè il tempo non vuole migliorare, quindi pranziamo e ci dedichiamo un pomeriggio di relax. La sera smette di piovere, ci spostiamo quindi in centro ad Assisi per goderci il tramonto e la città in versione serale. Mangiamo in un buonissimo ristorante con menù vegetariano, il Ristorante degli Orti e ci facciamo una bella passeggiata fino alla Basilica di San Francesco in una città quasi completamente deserta.

25/05

Laura oggi mi porterà in un posto per lei speciale: Castelluccio di Norcia. Ci fermiamo prima a Norcia, che non offre nulla di particolare, per comprare qualche prodotto tipico e poi arriviamo finalmente alla Piana di Castelluccio: è davvero un posto spettacolare e riusciamo a goderci la fioritura naturale con i prati tutti ricoperti di fiori gialli, ci sdraiamo per terra e ci godiamo l’unione con l’erba, il sole e il vento. Per pranzo saliamo a Castelluccio dove ammiriamo il panorama dall’alto gustandoci una zuppa di legumi a kilometro zero davvero deliziosa. Dopo pranzo Laura vuole realizzare il suo sogno di andare a cavallo nella Piana, io non ne ho la minima intenzione, ma dopo circa un’ora eccoci in sella a due cavalli in giro per i prati. Non lo rifarò mai più ma sono contenta di averla fatta felice. E’ sicuramente un’esperienza da fare per chi ama cavalcare. La giornata è stata davvero stancante, ma ce ne torniamo a casa soddisfatte, contente e un pò doloranti.

26/05

Oggi abbiamo preso appuntamento per una visita alla Scarzuola a Montegabbione. L’ingresso è di 10€ ma vi assicuro che percepirete un’energia spirituale e mistica che difficilmente dimenticherete. La Città Ideale ti lascia davvero senza fiato e il cicerone è uno tra i personaggi più strani e veri che abbia mai incontrato, non bisogna assolutamente perdersi questa visita. Qui incontriamo Anna, una ragazza in viaggio spirituale a cui diamo un passaggio, ci accompagna quindi fino al lago Trasimeno dove avevamo organizzato un trekking, ma dato che la mattinata è stata davvero impegnativa emotivamente e mentalmente, ci sdraiamo sulle rive del lago a prendere il sole e a chiacchierare con la nostra nuova compagna di viaggio. Verso sera rientriamo ad Assisi, lasciamo Anna in un ostello ai piedi della città e torniamo a casa col sorriso sul volto e tanti pensieri in testa.

27/05

Si ritorna a Milano ma non prima di aver visitato la Basilica di Santa Maria degli Angeli (La Porziuncola). Io non amo molto le chiese e non ne visito mai a meno che non ne valga davvero la pena, e devo dire che questa chiesa è davvero speciale, mi è piaciuta molto, mi è piaciuta l’aria che si respirava, un luogo denso di significato ed energia. Dopo questa sosta rigenerante, saltiamo in macchina e nel primo pomeriggio arriviamo a casa.

Il viaggio è stato molto interessante, non è il mio solito genere, ma devo riconoscere che alcuni posti come: la Piana di Castelluccio, il Parco dei Mostri e la Scarzuola, mi hanno davvero colpita e fatto riflettere su tanti aspetti di questa società e della mia vita. Li consiglio davvero a tutti, specialmente a chi ha la mente aperta a qualcosa di più profondo e meno inquadrato. Non abbiamo fatto le tipiche città umbre perchè la mia compagna di viaggio le aveva già visitate l’anno precedente, per cui ci siamo buttate su itinerari meno battuti. Il cibo ovviamente è sempre stato buonissimo anche per veloci spuntini. Viaggiare in auto lo consiglio perchè non sanno davvero cosa sia il traffico di Milano, quindi è molto piacevole guidare abbracciati dalla natura e da paesaggi mozzafiato. Che dire? Alla prossima!



    Commenti

    Lascia un commento

    Parco dei mostri di Bomarzo: leggi gli altri diari di viaggio