Tutto questo è Africa

25/07/2008 al 15/08/2008 è iniziata questa mattina alle 12:40 una nuova avventura in giro per il mondo, difatti, fino al 15 agosto saremo in South Africa partendo da Cape Town passando per Durban, Saint Lucia, Kruger Parck arrivando a JoBurg dove un aereo ci porterà altrove per una nuova avventura. La compagnia scelta per il volo internazionale...
Scritto da: cesare74
tutto questo è africa
Partenza il: 26/07/2008
Ritorno il: 15/08/2008
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 3500 €

25/07/2008 al 15/08/2008 è iniziata questa mattina alle 12:40 una nuova avventura in giro per il mondo, difatti, fino al 15 agosto saremo in South Africa partendo da Cape Town passando per Durban, Saint Lucia, Kruger Parck arrivando a JoBurg dove un aereo ci porterà altrove per una nuova avventura.

La compagnia scelta per il volo internazionale è L’Air France che con circa 1.200,00 Euro mi porta a Jo.Burg partendo da Napoli con scalo a Parigi e viceversa.

Arrivati a Jo.Burg un volo della South Africa Airlines ci porta per circa 80,00 Euro a Cape Town, tutti i voli sono stati comodi e puntuali. Prima di partire abbiamo prenotato gli hotel ma col senno di poi abbiamo fatto una sciocchezza, ci sono tantissimi hotel in tutto il South Africa e a costi contenuti rispetto a quello che spendi prenotando dall’Italia.

Vi dico subito che le persone peggiori che abbiamo incontrato in questo viaggio, con le debite eccezioni, sono i bianchi in generale e anche qualche italiano che proprio onesto non era.

La gente di colore è stata quasi tutta fantastica da tutti i punti di vista facendomi sentire sempre a casa mia. Faccio questa distinzione perché purtroppo ancora oggi le differenze fra bianchi e neri sono marcate ed evidenti nonostante numerosissimi segnali di integrazione da ambo le parti.

26/07/2008 L’hotel scelto si trova nel quartiere Cape ed è a gestione cinese non male mi sono trovato bene.

Come in ogni parte del mondo la categoria peggiore sono i Tassisti quindi prevedete di perdere qualche Rad con qualche truffetta, non arrabbiatevi ho girato tanto e vi assicuro che non esiste parte del mondo dove non ci siano una serie di tassisti disonesti.

Il cambio è 1 euro = 11 rad circa e come se vi trovasse in tasca 11 euro per ogni euro che avete, la vita costa poco e spenderete molto solo se lo deciderete.

27/07/2008 Dopo una buona dormita con la LP fra le mani inizia il giro turistico del centro, carino ma nulla di particolarmente entusiasmante. Dal centro passiamo al woterfront una zona molto carina che da pochi anni hanno completamente ristrutturato creando una moltitudine di attività commerciali ben integrate dal punto di vista architettonico con il paesaggio circostante. Voto un sette è una zona proprio carina hanno addirittura fatto dei percorsi pedonali che ti permettono di visitare tutto il quartiere passando per posti molto suggestivi come la zona dei pontili dove ormeggiano le barche, sulle cui banchine dormono beatamente i leoni marini.

Con la sera viene fuori anche quel senso di insicurezza di cui tutti parlano sui forum, devo dire la verità non ho avuto nessun problema ma la sensazione di camminare sicuro non ce l’hai forse solo per colpa di un nostro retaggio culturale che vuole il diverso ostile a tutti i costi.

28/07/2008 Ottima cosa per visitare Cape Town è quella di prendere il Bus che fa il City tour e che porta anche sulle table mountain. Dopo aver visto alcune quartieri della città via alla table, bello il panorama e anche la strada che si percorre ma arrivati su sorpresa delle sorprese la cabinovia è rotta. Mi hanno detto in seguito che nel mese di luglio e agosto la chiudono spesso per manutenzione. Scendendo dalle table il pulman ti porta a visitare le spiagge della città, la cosa bella è che tu puoi scendere e risalire dopo un’ora quando passa il successivo e così abbiamo fatto.

Che belle spiagge e che bei colori la zona è molto bella e merita sicuro una visita anche se non viene dato granchè risalto sulla guida.

In serata, dopo aver scartato la gita a Roben Island perché francamente è un qualcosa di assolutamente costruito, facciamo una delle esperienze più belle di questo viaggio, andiamo a cena all’africa cafè. Oltre ad essere un posto incantevole si mangia anche molto bene un bel 8 a questo locale da non perdere.

29/07/2008 La giornata inizia con un tour, non voluto, ad una township difatti un onesto tassista ci doveva portare a vedere un mercato ed invece si è perso, non so se a posta o meno ma questo scherzo ci è costato 870 rad circa 80 euro. L’impressione, di vedere tutte queste baracche attaccate le une alle altre dove vive solo gente di colore che ci hanno spiegato essere soprattutto immigrati dagli stati vicini, è terribile, so che addirittura organizzano dei tour in queste baracche, io la trovo una cosa disgustosa dal punto di vista umano ma intanto sembra un busines vincente e pare che aiuti anche i locali a vivere meglio, io ho qualche dubbio.

Tornati in città siamo andati a ritirare la macchina e via al Capo di Buona Speranza. E’ veramente un bel posto anche se forse un po’ rovinato dalla flotta di turisti, ci siamo fatti una bella passeggiata e abbiamo trascorso un’ottima mezza giornata. Al nostro rientro un bel incontro con una numerosa famiglia di babbuini consiglio: tenete chiusi i finestrini entrano subito nelle auto e spesso mordono con le conseguenze di una vacanza rovinata.

30/07/2008 Partiamo di buon mattino per Stellembosch che dopo un’oretta di auto raggiungiamo. Il paesino è molto carino ed essendo una colonia Olandese ha delle casette deliziose. Da qui parte la wine route ed oggi inizia anche la festa del vino e tutto il paese e addobbato a festa. Facciamo un ampio giro per varie cantine ed arriviamo a sera un po’ brilli ma avendo bevuto del vino buonissimo alla nostra wine farm che devo dire la verità è bellissima e molto lussuosa.

31/07/2008 Dopo una deliziosa notte trascorsa in questo bel posto ci rimettiamo in auto lungo la N2 alla volta di Swellendam. Dopo un paio d’ore d’auto e una splendida veduta di vallate verdi e vigneti arriviamo a Montagu uno squallidissimo paesino che non si sa perché è segnalato sulla guida (LP). Ce ne andiamo rapidamente e dopo 40 km eccoci alla nostra destinazione finale. Swellendam non è nulla di che ma è un ottimo posto per visitare tutta la zona, vi consiglio di alloggiare alla “La Sosta” una carinissima Gest Haus gestita da due simpaticissimi ragazzi italiani. Fermatevi anche per cena, colazione etc la cucina è divina www.Lasostaswellendam.Com. La loro è la classica storia di una coppia di Italiani che ha avuto il coraggio di trasferirsi con baracca e burattini per vivere una vita migliore e vi assicuro che ci sono riusciti in pieno.



    Commenti

    Lascia un commento

    Sudafrica: leggi gli altri diari di viaggio