Tutto il Costarica in tre settimane

Eccoci di ritorno dal nostro viaggio in Costarica, eravamo in tre, con grande spirito di adattamento e un budget abbastanza limitato. In tre settimane siamo riusciti a visitare tutto quello che ci eravamo prefissati e a fare cose divertenti come canopy e rafting. Un viaggio tutta natura, di facile organizzazione, che consiglio vivamente. Volo...
 
Partenza il: 15/08/2007
Ritorno il: 07/09/2007
Viaggiatori: in gruppo
Spesa: 1000 €

Eccoci di ritorno dal nostro viaggio in Costarica, eravamo in tre, con grande spirito di adattamento e un budget abbastanza limitato. In tre settimane siamo riusciti a visitare tutto quello che ci eravamo prefissati e a fare cose divertenti come canopy e rafting. Un viaggio tutta natura, di facile organizzazione, che consiglio vivamente.

Volo Condor da Torino con scalo a Francoforte e scalo tecnico a Santo Domingo, 900 euro, abbastanza economico per la stagione.

Itinerario 16/08 Appena arrivati a San Jose, prendiamo un taxi per la stazione degli autobus e prendiamo il primo per l’Arenal, sistemazione presso il Cerro Chato Lodge, gita alla Cataratta della Fortuna.

17/08 Gita fai da te al Vulcano dell’Arenal, che si è rivelata un po’ difficoltosa ma alla fine ce l’abbiamo fatta. In taxi fino alla stazione del guardiaparco, poi si seguono i vari sentieri , nella teoria, nella pratica il taxi ci ha lasciato a due km di distanza, abbiamo dovuto fare autostop per raggiungere la stazione, trovati i sentieri segnalati dalla guida, abbiamo di nuovo fatto autostop al ritorno per andare alle terme di Baldi, giusto premio per una giornata a tratti faticosa…

18/08 jeep/boat/jeep per Monteverde, in praatica un pulmino è venuto a prenderci in hotel per portarci all’imbarco dei traghetti sul lago Arenal, traversata del lago con annessa bellisima visione del Vulcano, dall’altro lato altro pulmino che dopo un’ora e mezzo di strada sterrata ci ha condotto a Monteverde, lì abbiamo soggiornata alla Casa Tranquilo, un ostello con colazione e intenet gratis, i cui proprietari sono davvero gentilissimi. Nel pomeriggio abbiamo visitato la foresta nebulare di Monteverde, ma il tempo era infame, ha piovuto continuamente e dopo aver visto in seguito altre foreste pluviali devo dire che non ne valeva davvero la pena! 19/08 Montezuma. Partiamo al mattino presto con uno shuttle che ci porta fino a Puntarenas da lì prendiamo il traghetto, dopo di che un altro trasporto fino a Montezuma. Di solito abbiamo organizzato la vacanza in modo da prendere solo i pullman locali, che costano pochissimi euro per fare lunghi tragitti, solo che in questo caso per non rendere il viaggio eterno ci siamo rivolti a una di quelle aziende private, molto diffuse, che organizzano shuttle in questo caso al costo di 39$. Montezuma è un posto carino, ma pensavamo che il mare fosse molto più bello.

20/08 Giro lunga la spiaggia di Montezuma che è molto lunga e si articola in varie baie abbastanza selvaggie, con in mezzo torrentelli e pezzi di foresta, davvero suggestiva. Nel pomeriggio invece ci avventuriamo alle cascata, che implica un percorso abbastanza avventuroso ma la fatica viene ripagata dal paesaggio che offre.

21/08 Manuel Antonio. Arriviamo a Manuel Antonio dopo un viaggio che ha dell’allucinante! Per fare prima abbiamo preso un motoscafo da Montezuma a Jaco, trasporto che sembrerebbe essere molto diffuso e il più veloce e comodo secondo la guida, ma il mare era mossissimo, pioveva e farsi 40 km in un motoscafo in mare aperto è davvero al limite del tollerabile! Se però il tempo fosse stato clemente, mi assicurano altre persone che hanno provato tale esperienza, non sarebbe stato poi così male e si sarebber potuti vedere anche vari pesci e delfini… A Jaco prendiamo un autobus che ci porta a Manuel Antonio in un paio d’ore. Lì dormiamo in delle Cabinas di dubbia pulizia, ma di certo economiche. Il Paesino è molto carino e direttamente attaccato al Parco Naturale, io lo consiglio vivamente al posto di Quepos, che è il paesino accanto.

22/08 Dedichiamo l’intera giornata alla visita del Parco. Davvero bello! Noi non sceegliamo di prendere la guida, come fa la maggior aprte delle persone, ma alla fine vediamo lo stesso moltissimi animali, fermandoci negli stessi punti dove si fermano i gruppi accompagnati.

23/08 Uvita. Prendiamo l’autobus per Dominical da Quepos, Dominical era la nostra meta iniziale, poi nel momento in cui ci siamo arrivati l’autobus ha fatto un breve giro del paesino, nessuno sull’autobus è sceso, anche perchè appariva orrendo, siamo rimasti fermi e scesi al paese dopo, che sembrava essere il capolinea: Uvita. Un’ottima scelta! Siamo finiti al Dagmar Lodge, un posto davvero delizioso, pulito ed economico. Il paesino di Uvita è composto da una viuzza sterrata e una decina tra negozi, ristoranti e bar, ma è davvero suggestivo.

24/08 Uvita. Visita al parco nazionale di Marino Ballena e cascate di Uvita.

25/08 Sierpes. Prendiamo l’autobus da Uvita fino a Palmar Norte e da lì ci dirigiamo verso Sierpes. La nostra idea è quella di visitare il Parco nazionale del Corcovado e siccome non ci siamo riusciti da Uvita perchè non essendo stagione non erano riusciti a fare il numero per l’escursione, abbiamo deciso di andare a Sierpes per avvicinarci il più possibile al parco. Sierpes è un villaggio sulla riva di un fiume che porta poi direttamente a bahia Drake e al Parco del Corcovado. Appena arriviamo lì veniamo portati dal Boss del vilaggio, che gestisce anche il ristorante più carino dei dintorni che ci ha organizzato una gita al Corcovado per il giorno dopo.

26/08 Partiamo la mattina da Sierpes con una specie di traghetto, arrivano al parco un paio d’ore dopo, da lì una guida ci conduce per un breve giro nel quale vediamo tucani, pappagalli, scimmie, bradipi, coati. Poi facciamo pranzo e torniamo a Sierpes. La gita è stata breve, ma è stata davvero bellissima. Il Corcovado è posto davvero remoto, quindi il visitarlo più approfonditamente avrebbe implicato molti più giorni e in qualche modo una perdita di tempo prezioso sulla nostra tabella di marcia. Ma devo dire che anche una gita così breve è valsa davvero la pena.

27/08 In Viaggio. Giornata allucinante, Abbiamo cambiato vari autobus per poter andare da Sierpes a Puerto Limon. Tratte: Sierpes-Palmar Norte, Palmar Norte- Cartago, Cartago-Turrialba, Turrialba-Siquirres, Siquirres-Puerto Limon. Costo dell’operazione per percorrere quasi 400 km, circa 10 euro, durata del viaggio poco più di dodici ore…Ma che faticaccia!! 28/08 Tortuguero. La mattina presto prendiamo un taxi che ci porti daqll’orribile Puerto Limon al porto di Moin dove confidavamo trovare una barca che ci portasse al Tortuguero, visto che la maggior parte delle persone comprano il pacchetto completo e non si affidano al fai da te stile noi. Siamo però stati fortunati e appena arrivati abbiamo trovato un tipo che per 70 dollari andata e ritorno ha caricato noi e altre persone sulla sua lancia e ci ha condotto a destinazione. Il viaggio sul canale è durato parecchio, circa 4 ore, anche perchè ci siamo fermati varie volte a fotografare animali. Faticoso, ma il paesaggio davvero impagabile. Una volta arrivati al Tortuguero, ci siamo fermati a dormire alla Casona, una sistemazione economica e molto paicevole, dotata di ristorante interno. Alla sera, abbiamo prenotato la gita per vedere la deposizione delle uova delle tartarughe marine. Il villaggio del Tortuguero è uno dei posti della nostra vacanza che mi è piaciuto di più. Sia per l’atmosfera, sia per il posto in sè, remoto e affascinante. Lo spettacolo della deposizione delle uova è stato davvero emozionante. Siamo stati anche abbastanza fortunati perchè essendo stagione non abbiamo dovuto nemmeno aspettare perchè arrivasse qualche tartaruga, visto che erano tantissime.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Costa Rica
    Diari di viaggio
    da città del messico a fortaleza

    Da Città del Messico a Fortaleza

    Guardando per l'ennesima volta le foto dell'album di un viaggio che ho fatto molti anni fa mi è venuta voglia di raccontarvi questa...

    Diari di viaggio
    panama e costarica inseguendo il sole

    Panama e Costarica inseguendo il sole

    Viejo. Pranziamo in Plaza Bolivar con un bell’hamburger ed una birra fresca, poi setacciamo i negozi del Casco comprando gli ultimi...

    Diari di viaggio
    costarica in 7 giorni

    Costarica in 7 giorni

    Piccole e sintetiche notazioni : Il Costarica è un piccolo paese (grande come due regioni italiane), ma costituisce un’oasi...

    Diari di viaggio
    costa rica, pura vida 2

    Costa Rica, pura vida 2

    anche con i sandali, ma meglio le scarpe da trekking per evitare punture di formiche e insetti nelle foreste. Capita spesso di doverle...

    Diari di viaggio
    il meglio del costa rica

    Il meglio del Costa Rica

    Costa Rica itinerante in 10 giorni, dal Tortuguero - Puerto Viejo - Arenal al Corcovado con meno di 2000 euroIl programma del...

    Diari di viaggio
    costa rica, meraviglie continue

    Costa Rica, meraviglie continue

    Sono sempre stato attratto dalle immagini naturalistiche, cioè di esemplari del regno animale e vegetale immersi nel loro habitat. Il...

    Diari di viaggio
    costa rica low cost... in solitaria

    Costa Rica low cost… in solitaria

    Partendo da Città del Messico dove ho trascorso un anno lavorativo, decido di trascorrere un week end lungo in Costa Rica. Partenza...

    Diari di viaggio
    colombia coloniale, costa rica classica e panama per un relax alle san blas

    Colombia coloniale, Costa Rica classica e Panama per un relax alle San Blas

    DIARIO DI VIAGGIO COLOMBIA, COSTA RICA E PANAMA (SAN BLAS) Dopo un anno e qualche mese di programmazione eccoci di nuovo al punto di...

    Diari di viaggio
    costa rica, viaggio tra due oceani

    Costa Rica, viaggio tra due oceani

    Da alcuni anni avevo preso in considerazione un viaggio in Costa Rica in quanto avevo letto che l’80% del territorio è ricoperto da...

    Diari di viaggio
    immersi nella natura di panama e costarica

    Immersi nella natura di Panama e Costarica

    10 Agosto bologna\Francoforte\panama city Arrivo a Panama City nel tardo pomeriggio Transfert a 35 dollari organizzato dall’albergo...