Turisti per il piacere di esserlo

EMOZIONI ED IMPRESSIONI DI UEZERIT CIRIS (Paola) e BASHAI MORANDO (Roberto)…. TURISTI IN ERITREA PER IL PIACERE DI ESSERLO. GENNAIO 2004 Cari amici e amiche del Chichingiolo, dopo il nostro fantastico tuffo in Eritrea, durato ben 25 giorni, ci sentiamo motivati da un forte desiderio di coinvolgervi nella nostra esperienza, affinchè chi...
 
Partenza il: 06/01/2004
Ritorno il: 31/01/2004
Viaggiatori: fino a 6
Spesa: 2000 €

EMOZIONI ED IMPRESSIONI DI UEZERIT CIRIS (Paola) e BASHAI MORANDO (Roberto)…

TURISTI IN ERITREA PER IL PIACERE DI ESSERLO.

GENNAIO 2004 Cari amici e amiche del Chichingiolo, dopo il nostro fantastico tuffo in Eritrea, durato ben 25 giorni, ci sentiamo motivati da un forte desiderio di coinvolgervi nella nostra esperienza, affinchè chi volesse ritornare per una vacanza in quei luoghi tanto cari, possa farlo con notizie aggiornate e senza tante paure immotivate.

Siamo arrivati ad Asmara, la città da noi tanto amata, che conserva la sua atmosfera davvero speciale: quella sincronia di nazionalità e di persone di diverse culture, seppur in numero ridotto sono tuttora presenti.

E’ questa la nostra Asmara: la miscela di tante genti, tradizioni, lingue che camminano parallele con estrema naturalezza. Mi sento di casa e Roberto è il benvenuto, l’ITALIANO…Della situazione che si è immediatamente sentito a suo agio.

Ci attendevano festosi, Ani e Ava Utudjian, Stelvio e Andrea, i nostri cari amici che hanno voluto ospitarci e condividere con noi i giorni di vacanza. Consigliamo a questo proposito, di prediligere una vacanza in gruppo (almeno 5/6 persone): l’allegria è una componente piacevole per ricordare i tempi passati, organizzare escursioni ed assaporare insieme il viaggio.

Stelvio ha “battezzato” Paola – UEZERIT CIRIS e Roberto – BASHAI MORANDO. Ci sentiamo onorati e ringraziamo l’amico. Percorrere la strada dell’aeroporto è uno stupore: palme ai lati della strada, alla nostra destra, il complesso chiamato “Sembel Corea” è un insieme di condomini moderni, ed è stato da poco ultimato il Sembel Hospital, ospedale con attrezzature efficienti, che va ad aggiungersi ad altri ospedali presenti in città. A sinistra, sempre attiva, la fabbrica dell’OMO ed un campo militare di addestramento delle Nazioni Unite. Sul territorio sono presenti le Forze di Pace ed i Carabinieri italiani, che hanno il quartier generale di fronte all’ex Ciao Hotel, ora Selam Hotel, in quella che un tempo era Casa Latilla e che ora è stata ampliata e abbellita. Un bellissimo albergo 5 stelle, l’Intercontinental, sulla nostra sinistra, per i più esigenti, offre ogni tipo di confort e divertimento. Strade ben illuminate, traffico intenso, ma regolare, taxi gialli nuovi e fiammanti sfrecciano dovunque. Ci sono anche pedoni, sembrano le 21 in una città europea, non le due di notte.

Le belle ville di Campo Polo, sono in buono stato, con giardini fioriti di bouganville rigogliosa e altre piante. Sono abitate da privati benestanti che le curano con attenzione. Diversa è la condizione di quelle case o palazzi diventati governativi che purtroppo si presentano molto trascurati.

La Kagnew Station è ora un centro di assistenza e accoglienza di paralitici e altri disabili: non si può accedervi per visitarla.

Asmara non dimostra 33 anni in più: è sempre splendida e visitandola tornano alla mente strade, quartieri, aneddoti, amici… Il Centro. Le abitudini non sono cambiate: la passeggiata del viale, Independence Avenue, è un rituale, l’affollamento è notevole: tanti giovani, parecchi bambini: sfoggiano le diverse divise della scuola di appartenenza; molto frequentati i diffusi internet points; bar affollati e negozi storici tipo GIANNI e GINA, l’ex Casa del vetro, il negozio di scarpe Cipollini, FUMIS, JOLLY, il negozio di Salek, l’Ottica BINI, Foto ERITREA, la Latteria MODERNA, il cinema IMPERO, l’ODEON, il DANTE, il Bar ALBA BISTRO’, La CASA, il Bar ZILLI, il cinema ROMA con i suoi films indiani…Il Bar ROYAL! – 2 – La gente è cordiale, i bimbi sorridono ed amano farsi fotografare.

Per la maggior parte parlano in inglese, pochi giovani parlano l’italiano, gli anziani tutti orgogliosi di poterlo praticare, intavolano discorsi di ammirazione e nostalgia… Se poi sentono qualche parola in Tigrignà, è amicizia assicurata.

Costruzioni nuove abbelliscono la città: di fronte alla cattedrale si erge l’hotel Ambassador, l’edicola di GARGIULO e la maglieria non ci sono più.

Il C.U.A. È un ritrovo culturale del governo, e per ballare si va al Mocambo, ora discoteca e non più night club come un tempo; altro locale di grido il disco-pub dell’Intercontinental. Naturalmente non potevamo mancare dall’esperienza di frequentarli: buona musica commerciale; di tanto in tanto intervallata da musica eritrea! Il ballo del CS CS è anche divertente…E ci ha coinvolto! Bashai Morando, che normalmente non ama tanto ballare, ad Asmara si è lasciato andare e l’ha imparato!!! Beviamo la birra ASMARA, confezionata in bottiglie che riportano lo stampo dell’antilope Melotti; per chi vuole gustare la MASTICA, c’è quella made in Asmara. Per palati diversi, ci sono altri tipi di birra importata e liquori dei più conosciuti.

Il mercato offre frutta e verdura di ogni sorta, spezie, carne, pesce, formaggi, lavori impagliati, oro e argento; ai tradizionali pizzicagnoli di quartiere, si sono aggiunti moderni supermarket fornitissimi.

I sarti, tutti uomini, lavorano ininterrottamente: confezionano jellabia, zuria, fute e tendaggi pronti in poche ore; nei lavori edili, oltre agli uomini, si vedono impiegate anche le donne.

Il MAI BELA’ è stato ricoperto da una strada asfaltata e la puzza d’un tempo non c’è più. Il lavoro del LISTRO, il lustrascarpe è tutt’oggi molto diffuso: ci facciamo lustrare le scarpe ed il risultato è molto soddisfacente.

La moneta: il NAKFA, 22 nakfa per 1 euro, questo è l’attuale cambio ufficiale. Si possono avere indifferentemente euro o dollari americani. Il potere d’acquisto per noi è molto favorevole.

La Telecomunication offre telefoni pubblici, servizio fax, schede prepagate per ogni parte del mondo, ecc. I cellulari prossimamente saranno abilitati.

La Ramiol Lottery è il Gratta e Vinci locale, e si trova ovunque: funziona come il nostro ed è molto popolare.

Curiosità: ci riferiscono che le poste eritree, in un sondaggio mondiale, sono risultate tra i primi posti, per efficienza del servizio! La città ha molti alberghi e pensioni, per ogni tasca e per ogni esigenza. Quelli più quotati (Intercontinental, Amba Soira, Sunshine Nyala), accettano pagamenti con carte di credito VISA e MASTERCARD.

Pasticcerie, pizzerie, bar e ritrovi non mancano; ci sono anche due ristoranti cinesi.

Le farmacie, molto diffuse in tutta la città, offrono una gamma di medicinali generici, pertanto è opportuno premunirsi e portarseli da casa, in caso di patologie curate con farmaci specifici.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Asmara
    Diari di viaggio
    eritrea: la macchina del tempo.

    Eritrea: la macchina del tempo.

    isole rimangono cannoni e resti militari italiani. Nel 1952, una nostra spedizione scientifica subacquea condusse una lunga esplorazione...

    Diari di viaggio
    tour in eritrea

    Tour in Eritrea

    Un pezzo di Africa atipica, dove a volte sembra di essere a casa, colorata, vivace, affascinante. Non ho mai avuto un interesse...

    Diari di viaggio
    etiopia: sul tetto dell'africa

    Etiopia: sul tetto dell’africa

    Una fitta nebbia circonda la metropoli italiana, siamo in gennaio e alle pianure della Lombardia piace molto vestirsi di questo velo bianco...