Turisti arrosto… a Madrid e dintorni

Quest'anno vacanze brevi se non brevissime: quattro giorni a Madrid e dintorni, e l'estate 2012 me la gioco così
 
Partenza il: 07/08/2012
Ritorno il: 11/08/2012
Viaggiatori: 4
Spesa: 500 €

Sveltina (nel senso buono), monumentalità, caldo torrido, cana & nestea, eleganza, basta ostelli, piazzette, ritiro con disonore. I tag della mia vacanzina madrilena.

Quest’anno vacanze brevi se non brevissime (tag: sveltina): 4 giorni a Madrid e dintorni, e l’estate 2012 me la gioco così.

Chi

Il gruppo è sempre quello: la coppia Sonia & Uccio, gli spaiati Teo ed io. 25 anni lei, 28 noi. I ragazzi tutti architetti, info rilevante solo nel momento in cui influisce su cosa andare a vedere.

Dove e quando

Madrid, appunto, più una gita a Toledo. Dal 7 all’11 agosto, in barba al clima continentale.

Clima

Il 10 agosto il termometro fuori dalla stazione di Toledo segna 47° (tag: caldo torrido). E’ il picco di una 4 giorni in cui sembrava di essere chiusi in un forno. Ovviamente sole fisso.

Spostamenti

Volo Ryanair Torino-Madrid a\r, 140€ per me che prenoto a 10 gg dalla partenza; atterriamo all’aeroporto internazionale Barajas. La metropolitana è fantastica per estensione e qualità: l’abbonamento per 5 giorni costa 25,4€ a testa; una linea raggiunge l’aeroporto. Per la giornata a Toledo scegliamo il treno: 23,8€ a testa a\r.

Dormire

Sonia & Uccio prenotano un 4 stelle su Booking a 225€ totali per una doppia 4 notti senza colazione (hotel Catalonya Plaza Mayor, lo consigliano). Per me e Teo letto in camerata al Way Hostel (tag: basta ostelli; siamo anziani), spendendo 75€ a testa sempre per 4 notti. Tutte e due le sistemazioni sono piuttosto centrali, vicino a piazza Tirso de Molinas dove c’è una fermata della metro.

Mangiare

Abbiamo spaziato tra bar, catene (Casa del Jamon, 100 Bocadillo, …), ristoranti alla buona e localini, oltre al celebre Mercato di San Miguel. Birre piccole a ripetizione e litri di tè freddo (tag: cana & nestea). Non siamo gourmet, badiamo alla sostanza: mangiare decentemente senza spennarci.

Costi

Intorno ai 400€ a testa per tutto; nel mio caso: 140€ di volo; 50€ per spostamenti locali (metro, treno, taxi); 80€ in cibo e bevande (quindi in media 20€ al giorno); 30€ per ingressi vari; 75€ di ostello.

Itinerario breve

Giorno 1 (dalle 17): Plaza Mayor, Mercato di San Miguel, Palazzo Reale, Cattedrale, Plaza del Sol, Torri Kio, grattacieli; cena a Chueca

Giorno 2: Palazzo Reale, Cupola della Cattedrale, Plaza de Espana, Gran Via, Parque del Ritiro, Baixa Forum, Museo del Prado; cena e dopocena al quartiere La Latina

Giorno 3: stazione Atocha, grattacielo Mirador, stadio Bernabeu, mercato di San Miguel, ritiro con disonore (tag), tentativi falliti per il Monasterio de la Encarnacion e il Descalzas Reales, Hard Rock Cafè; cena al quertiere Tribunal

Giorno 4 (gita a Toledo): Cattedrale, Chiesa-museo di San Roman, Chiesa di San Juan de los Reyes, Sinagoga; sera a Madrid ancora nel quartiere La Latina.

Martedì 7

Atterriamo a Madrid dopo le 13, usciamo a fatica dal nostro terminal e dopo una lunga camminata raggiungiamo la stazione della metropolitana al terminal 2. Facciamo l’abbonamento e con un paio di cambi siamo in centro, dove alloggiamo.

Uscendo dalla stazione della metro l’impressione è di essere presi a schiaffoni da una mano gigante. E’ il primo impatto non climatizzato con il caldo di agosto di Madrid. Per i successivi quattro giorni non riusciremo a farcene una ragione. Panino alla Casa del Jamon (fastfood alla spagnola incentrato sul prosciutto crudo, il locale è piuttosto triste ma i panini economici e non malvagi), quindi ci diamo appuntamento alle 17 per poter posare le valigie. Cominciamo con un giro a piedi del centro, tutto sommato piuttosto raccolto. Tra le altre cose: attraversiamo Plaza Mayor, che è la piazza reale rettangolare circondata da portici e facciate uniformi tra le quali spicca per contrasto la casa de la Panadeira; lambiamo la bella costruzione del recente mercato di San Miguel; diamo un’occhiata da fuori al Palazzo Reale, parecchio esteso e che mi colpisce per la colorazione estensiva ed uniforme grigio chiaro delle facciate; entriamo nella vicinissima Cattedrale, inaugurata un paio di decenni fa: a me dice davvero poco mentre non dispiace ai miei compagni di viaggio; svacchiamo un po’ in Plaza de Oriente e quindi lungo Calle de Arenal raggiungiamo il cuore cittadino di Puerta del Sol, grande piazza semiellittica sulla quale confluiscono alcune delle principali vie del centro, e quindi snodo dello struscio madrileno. Prima impressione: città monumentale (tag) e vivissima.

Monumentali ma certo non vivissime le nostre mete successive (da architetti): le torri Kio (quelle simmetriche, inclinate, in acciaio e vetro), che guardiamo dal basso, quindi approfittando della pazienza di Sonia che ormai ci è abituata percorriamo un paio di evitabilissimi chilometri lungo il marciapiede desolato dello sterminato Paseo de la Castellana fino a raggiungere i 4 recenti grattacieli messi in fila in questa zona semiperiferica della città. Ho trovato bruttine ma molto riconoscibili lo torri Kio, più piacevoli ma anche più ordinari i 4 grattacieli che presi singolarmente non lasciano certo un ricordo indelebile.

Mentre facciamo questa spiccia filosofia architettonica il sole tramonta, quindi trovata a fatica la più vicina stazione della metro raggiungiamo il mondano e tollerante quartiere di Chueca: cena in un baretto e giro veloce, ma siamo piallati quindi ce la caviamo in fretta.

Mercoledì 8

Cominciamo con la visita del Palazzo Reale (Paco Real): alle 10 la coda è già lunga ma si smaltisce in fretta. Visitiamo gli interni, piacevoli, foto di rito nel cortile soleggiatissimo, apprezziamo il panorama verso il parco del Campo del Moro, e prima di uscire facciamo un giro veloce nell’armeria. Chiusa la pratica Paco Real decidiamo di dare un’occhiata alla città dall’alto, salendo sulla sommità della Cattedrale; la vista dal cupolone, che pure non è altissimo, ci piace assai: begli edifici, tetti con tegole rosse, individuiamo qua e là attici con terrazzini verdeggianti che beato chi se li può permettere.

Siamo delle cozze, chissà se per pigrizia o per il caldo, in ogni caso cassiamo le proposte di visitare i vicini ma non troppo San Antonio de la Florida (pantheon di Goya) e Templo de Debod (tempio egiziano), fermandoci a Plaza de Espana con il suo monumento a Cervantes e quindi avventurandoci nella celebre Gran Via, che con 6 corsie ha un traffico esagerato per essere una strada centrale ma che con i suoi marciapiedi sterminati è anche una delle principali vie commerciali. Tra una vetrina e l’altra scoviamo un 100 bocadillo, catena di fastfood specializzata in onesti minipanini, già apprezzata a Cadice un paio di anni prima; il mercoledì ha prezzi scontati, quindi ne approfittiamo.

Guarda la gallery
cultura-j4tbs

Turisti arrosto



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Madrid
    Diari di viaggio
    weekend a madrid

    Weekend a Madrid

    Volo (Ryanair) da Bologna, ed una sistemazione centralissima fra Plaza Major e plaza del Sol, all'hostal Comercial, eccellente...

    Diari di viaggio
    madrid nunca duerme

    Madrid nunca duerme

    Day 1 Volo Iberia da Napoli arrivo alle 14.55 all'aeroporto di Barajas appartamento poppartiano preso con Airbnb il tempo di posare i...

    Diari di viaggio
    natale a madrid

    Natale a Madrid

    Le feste natalizie a Madrid: cosa fare Periodo 23-27 dicembre 2019 Circa dieci giorni prima della partenza abbiamo trovato...

    Diari di viaggio
    hola madrid! 3

    Hola Madrid! 3

    Io e il mio amico Andrea partiamo alla volta di Madrid con il volo di Iberia delle ore 06.50 di venerdì 18 ottobre in decollo da Bologna....

    Diari di viaggio
    il primo viaggio non si scorda mai: spagna

    Il primo viaggio non si scorda mai: Spagna

    Quando ho iniziato a lavorare mi sono detta che avrei speso i miei soldi in viaggi... e non scherzavo. Lo stipendio non era alto e così,...

    Diari di viaggio
    madrid facile da visitare

    Madrid facile da visitare

    Ancora una volta decidiamo di visitare un’altra città della Spagna, precisamente Madrid. Partiti dall’aeroporto di Venezia alle sette...

    Diari di viaggio
    un weekend lungo a madrid

    Un weekend lungo a Madrid

    Sfogliando varie guide e diari di viaggio ricorre spesso l’idea che Madrid non rimanga impressa nei ricordi dei visitatori per qualche...

    Diari di viaggio
    madrid, ponte del 2 novembre in famiglia

    Madrid, ponte del 2 Novembre in famiglia

    che il giorno dopo si parte.5 giorno - colazione e via a prendere l'aereo di ritorno, ore 10.45, stavolta Alitalia. PS. Stavolta...

    Diari di viaggio
    da un capo all’altro del mediterraneo: viaggio a madrid e marrakech

    Da un capo all’altro del Mediterraneo: viaggio a Madrid e Marrakech

    31 DICEMBRE: CAPODANNO A MADRID Quest’anno io e mio fratello Andrea abbiamo deciso di passare il Capodanno in viaggio, possibilmente in...

    Diari di viaggio
    madrid in pratica

    Madrid in pratica

    Alcune info pratiche dal nostro ultimo viaggio TRASPORTI:Noi siamo arrivati in aereo; i collegamenti col centro città sono dal...

    Video Itinerari