Tromso, una meraviglia tra neve, ghiacci e aurora

Quattro giorni in febbraio per vedere l'aurora boreale
Scritto da: il-david
tromso, una meraviglia tra neve, ghiacci e aurora
Partenza il: 07/02/2020
Ritorno il: 10/02/2020
Viaggiatori: 4
Spesa: 1000 €

1 giorno

Partenza con Norwegian da Roma Fiumicino, scalo a Oslo e volo subito dopo una sola ora per Tromso. Avevo timore che solamente un’ora non fosse sufficiente per il cambio di volo, soprattutto per il bagaglio imbarcato, che la Norwegian avrebbe dovuto trasportare autonomamente sul volo per Tromso, così avevo verificato le informazioni di viaggio che prevedevano la ‘garanzia’ di potere prendere l’aereo per Tromso, visto che era sempre Norwegian. Il volo è partito da Roma con 45 minuti di ritardo… quindi era impossibile riuscire a prendere l’aereo per Tromso. Ho esposto il mio problema alle hostess, le quali mi hanno rassicurato dicendomi che anche loro avrebbero dovuto prendere il mio stesso aereo, quindi non ci sarebbe stato nessun problema. Professionalità fantastica, gentilezza suprema delle hostess, che difatti ho ritrovato sul volo per Tromso, insieme al mio bagaglio imbarcato. Voto Norwegian 10, nonostante il costo del biglietto sia lievitato una volta aggiunti i posti e il bagaglio, devo dire che è una buona politica, perché accedi a un trattamento non da low cost, se poi vuoi risparmiare non aggiungi nulla al tuo biglietto base, che rimane pari a quello di una low cost, ma con garanzie da compagnia di linea.

Arrivo a Tromso in mezzo a montagne di neve, fantastico! Cena da Burger King per velocità, che ha sia la bevanda free, ossia la riempi quante volte desideri, ma i menù costano qualcosina in più che in Italia. Trasferimento in albergo Scandic Grand Tromso, mezzo taxi, per onestissime 190 Nok (€ 19). L’hotel appena ristrutturato è meraviglioso, stanze molto ampie, con due bambini hai due stanze gigantesche, all’ultimo piano, con affaccio sui monti in lontananza, prezzo non eccessivo considerato dove siamo.

2 giorno

Colazione mega abbondante, internazionale, con qualsiasi cosa tu voglia, sia dolce che salato, omelette impareggiabile. Abbiamo preso l’autobus 26 per la cable car, si oltrepassa il ponte, si scende proprio all’ingresso, si prende la funivia senza fila e si gode dall’alto di uno spettacolo meraviglioso, il fiordo di Tromso innevato! Si può anche pranzare, un’insalata con salmone affumicato davvero niente male, a un costo accettabile, 200 Nok. Al ritorno, passeggiata lungo la Stogata, piena di negozi interessanti, tanto da comprare un trench e ricevere la telefonata da mia figlia che nel frattempo era arrivata in albergo per dirmi che dalla camera si vedeva l’aurora… Sono dubbioso, ma appena arrivato la vedo anche io, è vero, ho visto l’aurora per la prima volta in vita mia!

La sera abbiamo l’escursione con Tromso Safari, per vedere l’aurora dal campo base, riscaldato in tenda Sami con fuoco annesso, scelto appositamente per i bambini, perché garantiscono sia il caldo che l’allestimento presso il miglior posto sul momento per l’avvistamento. Quindi partiamo in pullman dal Radisson Hotel, punto di ritrovo, dove siamo arrivati agevolmente a piedi dal nostro hotel, partiamo e lungo il tragitto vedo nuovamente l’aurora boreale, penso sarà una bellissima serata, invece per me gli avvistamenti finiscono lì. La guida, capisco in inglese, in pullman ci dice che non la vedremo, perché nonostante il cielo sia sereno non c’è il fenomeno, io rimango dubbioso perché l’avevo vista… mah…viaggio lunghissimo per arrivare ad un camping allestito con la tenda Sami, previa sosta imposta al bagno, quando esco sento dire che c’è stato un brevissimo avvistamento. Riprendiamo il pullman, arriviamo al campo, c’è il fuoco nella tenda, effettivamente si sta climaticamente bene, ci distribuiscono la cioccolata calda a volontà, un dolcetto buono, la zuppa di renna accettabile, però noi siamo lì per l’aurora! In più continua ad essere sereno, come è possibile che non si avvista? Una volta sentiamo qualcuno gridare di averla vista, alziamo lo sguardo, ma niente. Ci fanno le foto, possiamo scaricarle dal loro sito, cosa che eseguo quanto arrivo a Roma e cosa vedo… che tutte le altre loro escursioni del medesimo giorno hanno l’aurora?! Ci rimango malissimo, non è possibile… Non si organizzano tra di loro? Non scelgono all’ultimo il miglior campo base possibile? Non comunicano che magari è preferibile venire via dal campo un pochino prima e nel viaggio di rientro verso il punto base è possibile tentare un avvistamento? Meno male che dalla città con luci non doveva vedersi, io ho avvistato lo spettacolo dalla mia camera…

3 giorno

Solita colazione abbondantissima, stavolta l’escursione, sempre con Tromso Safari, al Villaggio Sami delle renne si rivela un’esperienza riuscitissima, gli operatori sono molto gentili, ci spiegano come dar da mangiare alle renne, aiutano i bambini, poi andiamo in slitta, bellissima esperienza, mentre si vede la luna alzarsi dalle montagne… che paesaggi! Passiamo al pasto, anche stavolta zuppa di renne, ma super super buona! Faccio il bis… ed il tris con la zuppa vegetale, voto dell’escursione 10.

Sera, cena al porto, hai visto mai che rivedo l’aurora… ceniamo con carne di balena, sì, lo so ma ho voluto provarla, l’alternativa era il salmone affumicato già provato, le bambine hamburger con patatine fritte che però… era piccante! Non riescono a mangiarne più della metà, riferiamo alla cameriera, che parla al proprio principale ed immagina sia stato cotto subito dopo quello di un cliente con pepper, quindi decide che non ci fa pagare il piatto né l’acqua conseguente che costa ben 50 Nok, devo dire che hanno una correttezza incredibile! Si fossero comportati così ieri quelle dell’escursione dell’aurora…ma niente, il regolamento prevede che se non l’avvisti paghi d’accapo e ritenti, pure se tutta Tromso l’ha avvistata, d’altronde ci hanno praticamente portato inutilmente in Finlandia perché oramai avevano pianificato lì il campo base, chissà perché, guardando le app a posteriori, noto che gli episodi sono inferiori rispetto a Tromso dove praticamente c’è tutti tutti i giorni… Vabbè, usciamo dal ristorante, vedo uno strano fermento sul porto, penso vuoi vedere che… il tempo di fermarci 5 minuti e vediamo il vero spettacolo della green lady che si svela in tutte le sue forme… e meno male che dovevo vederla solo fuori città con le escursioni… peccato solo che le fotografie con il cellulare non siano gran che… non ero attrezzato per quest’improvvisata.



    Commenti

    Lascia un commento

    Aurora: leggi gli altri diari di viaggio