Tre settimane a zonzo per l’Europa

Tour fai da te in auto alla scoperta di zone paesaggistiche, natura e relax ma anche storia, opere d'arte e cultura
 
Partenza il: 27/07/2013
Ritorno il: 17/08/2013
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

Ciao a tutti prima di tutto!

Con questo diario spero di darvi qualche indicazione per un eventuale tour in Europa dandovi qualche suggerimento sulle cose da fare o da vedere senza appesantire troppo la descrizione, in internet ci sono tantissimi siti in cui reperire informazioni più dettagliate rispetto a quello che posso darvi io in poche righe.

Il nostro tour è durato 3 settimane (27 luglio – 17 agosto), partendo da Vicenza abbiamo toccato Austria, Germania, Olanda, Belgio, Francia e Svizzera per un totale di 4.000 km di macchina.

Prima tappa prevista in Austria a Saalbach, località turistica che d’inverno si popola di sciatori. Abbiamo trascorso lì 4 notti, il paesino è carino, molto piccolo, tranquillo e pulitissimo.. Naturalmente le attività sono quelle classiche all’aria aperta, soprattutto passeggiate sui numerosissimi sentieri segnalati, ma c’è anche un piccolo parco acquatico, il lago di Zell, il flying fox (una guida d’acciaio su cui si scorre imbragati sul vuoto a 140 km/h), ecc. Sia a Saalbach che nei paesini limitrofi c’è la possibilità di prendere delle seggiovie per portarsi in quota ed iniziare diversi sentieri. Questa località si distingue per la numerosa presenza e le tante possibilità soprattutto per gli amanti di mountain bike, sia classica che da discesa. In paese si possono noleggiare sia le bici che abbigliamento tecnico. Ogni sentiero da discesa è segnalato con un grado di difficoltà, da principianti fino ad esperti e sono specificatamente dedicati, quindi è impossibile trovarsi di fronte una bici che scende sparata sul vostro sentiero, ad eccezione di alcuni brevi tratti in comune ma generalmente posti in piano. Noi abbiamo soggiornato in centro all’Hotel Neuhaus che consiglio vivamente per i seguenti motivi: pulizia delle camere, dotato di una bella piscina, idormassaggio e spa per rilassarsi dopo una lunga passeggiata o giro in bici, ottimo ristorante ( sicuramente il migliore di quelli provati a Saalbach), aderisce al circuito “joker card”, una tessera che vi viene consegnata gratuitamente e con la quale potete prendere tutti gli impianti di risalita gratis, mezzi pubblici e avere sconti vari sulle entrate a parchi o noleggio bici. Considerate che prendere un biglietto di sola andata in seggiovia costa sui 10€ a testa.

L’Austria l’avevamo già visitata ma questa zona ci ha davvero meravigliato per la bellezza dei paesaggi, la tranquillità, l’ordine, la pulizia e l’organizzazione! Penso torneremo presto in futuro.

Da qui inizia un piccolo tour de force in macchina che ci porta prima ad Augusta (soggiorno presso il Dom Hotel, consigliato per la vicinanza al centro, pulizia e la possibilità di parcheggio, anche se un po’ angusto). La città è carina, il viale centrale è interessato da diversi lavori di miglioramento, la zona pedonale è piuttosto estesa. Direi che un pomeriggio o al massimo una giornata sono sufficienti per visitare le parti principali.

Il giorno successivo ci siamo recati a Wurzburg, città posta alla fine della Romantische Strasse, popolata sia da universitari che da turisti. La città è molto bella, avremmo avuto bisogno di tutta la giornata per fare una visita più accurata considerato il fatto che quasi tutti i posti visitabili chiudono sempre presto. Dopo la visita guidata alla Residenz non abbiamo fatto in tempo a visitare la fortezza, e quindi ci siamo “limitati” a passeggiare per il centro seguendo il percorso turistico indicato nella mappa che ci avevano consegnato in hotel ( Mercure, a 5 minuti a piedi dal centro, parcheggio interno, consigliato).

Ci spostiamo poi a Colonia, l’hotel Barcelò non si rivela poi un granchè. Perdiamo 20 minuti per trovare l’entrata del parcheggio sotterraneo causa lavori e svariati sensi unici. L’Hotel fa da punto d’appoggio per il centro congressi, le camere sono molto grandi ma si vede che sono parecchio sfruttate, la pulizia nelle zone comuni non eccelle. In 10-15 minuti a piedi si arriva in centro che è completamente nuovo a causa dei bombardamenti della seconda guerra mondiale. Solo la cattedrale si è salvata e merita certamente una visita. Da non perdere secondo me la Old Gestapo Prison dove venivano imprigionati ebrei e persone avverse al regime nazista. Consiglio di prendere le audio guide (3€ se ricordo bene) per capire meglio le condizioni di detenzione e i testi dei graffiti lasciati dai prigionieri sulle pareti delle celle, una visita molto toccante che lascia sicuramente qualcosa dentro. Si possono poi fare 2 passi in centro se si vuole fare un po’ di shopping o arrivare in riva al Reno dove sono presenti numerosi locali dove fermarsi per cena.

Lasaciata Colonia e la Germania arriviamo nella Frisia olandese, più precisamente alle porte di Koudum dove soggiorniamo presso il Galamadammen Hotel, una bella struttura circondata dal nulla in cui abbiamo tra l’altro mangiato molto bene. Prima di arrivare ci fermiamo per strada a visitare il palazzo di Het Loo che fu residenza dei reali d’Olanda per diverso tempo. Bella la visita agli interni e piacevolissima la passeggiata nei bellissimi giardini.

A Koudum c’è poco da vedere ma una passeggiata nel piccolo paese si rivela piuttosto piacevole per la tranquillità del posto. Scopriamo che il nostro hotel fa da base di appoggio per tanti ciclo-turisti ed infatti ci sono tantissime piste ciclabili e sentieri che si possono fare in bicicletta. Purtroppo ci fermiamo lì solo una notte altrimenti avremmo sicuramente fatto un pensiero per noleggiare delle bici e fare qualche giro per visitare i bei paesi vicini.

Dopo una bella colazione ripartiamo in direzione di Volendam percorrendo prima la grande diga Afsluitdijk lunga 32 km, lasciamo i bagagli presso l’hotel Van der Valk, confortevolissimo a 2 km dal paese, e decidiamo di trascorrere il pomeriggio ad Amsterdam. Il mio consiglio è quello di lasciare l’auto nei parcheggi contrassegnati dal simbolo P+R ai confini della cinta urbana. Il biglietto (circa 8€) comprende anche il viaggio di andata e ritorno con i mezzi pubblici. Dall’hotel al centro di Amsterdam abbiamo impiegato 1 ora per arrivare. La città ci è piaciuta moltissimo anche grazie al fatto di aver trovato 2 belle giornate di sole e ne abbiamo approfittato per una visita guidata in città in bicicletta (che consiglio molto , dura circa 2,5 ore , vengono fornite diverse informazioni e si vedono i punti pirincipali della città aiutando poi ad orientarsi successivamente quando si gira a piedi). Davvero splendido il museo Van Gogh che consiglio di visitare con l’audio guida perché spiega le opere più importanti con un filo logico e cronologico molto interessante senza appesantire eccessivamente la visita considerato il numero di opere esposte.

Guarda la gallery
austria-tnyfd

Zermatt



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Amsterdam
    Diari di viaggio
    fioritura dei tulipani in olanda

    Fioritura dei tulipani in Olanda

    L'Olanda è una di quelle tappe da percorrere almeno una volta nella vita se siete amanti dei fiori e dei colori. Il periodo perfetto per...

    Diari di viaggio
    sei giorni ad amsterdam in agosto

    Sei giorni ad Amsterdam in agosto

    GIORNO 1: 10 agosto 2021 Siamo partiti da Bologna con il volo KLM delle 6 di mattina, a bordo ci hanno dato un panino non molto buono...

    Diari di viaggio
    assaggio di primavera in olanda

    Assaggio di primavera in Olanda

    È da un po' che vogliamo andare a vedere la fioritura dei tulipani... e cosi partiamo per l'Olanda, sei giorni ad Amsterdam e tre a...

    Diari di viaggio
    amsterdam e i suoi canali

    Amsterdam e i suoi canali

    Colazione da Vince prima della partenza - 8/6/19 Sabato Ormai è diventata un classico, la colazione da Vince prima della partenza. Ore 10...

    Diari di viaggio
    breve fuga di due amiche in olanda

    Breve fuga di due amiche in Olanda

    Ciao a tutti! Mi piace pensare che questo diario possa essere utile magari a due amiche come me e Mariella, che decideranno di trascorrere...

    Diari di viaggio
    anversa ed amsterdam: due città diversamente fantastiche

    Anversa ed Amsterdam: due città diversamente fantastiche

    Anche quest'anno, come ormai da tradizione, ci tocca scegliere una grande città europea per la gita di primavera/estate. E finalmente,...

    Diari di viaggio
    spring break olandese

    Spring break olandese

    che meritano di essere visti se si ha un po’ di tempo da dedicargli. E ora si aspetta giugno per il nostro viaggione!

    Diari di viaggio
    amsterdam e keukenhof nel periodo più bello dell'olanda

    Amsterdam e Keukenhof nel periodo più bello dell’Olanda

    della storia del tulipano nero e di personaggi famosi che hanno dato il loro nome a nuove varietà, quando questi fiori valevano oro il...

    Diari di viaggio
    amsterdam: amore a prima vista

    Amsterdam: amore a prima vista

    rispettosi dell’ambiente.Abbiamo dedicato il terzo giorno al quartiere De Pijp, e al suo colorato mercato Albert Cuypmarkt, luogo...

    Diari di viaggio
    amsterdam e la festa del re 2

    Amsterdam e la festa del Re 2

    Ad Amsterdam tra il Giorno del Re, i mulini di Zaanse Schans, il parco Keukenhof e... patatine fritte.Circa un anno fa ho...

    Video Itinerari