Tre nazioni in 12 giorni: Danimarca, Norvegia, Svezia

Viaggio on the road tra paesaggi incontaminati, capitali cosmopolite e popoli ospitali
 
Partenza il: 03/08/2014
Ritorno il: 14/08/2014
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Quest’anno abbiamo deciso di partire alla scoperta dei Paesi del Nord Europa, ideando un itinerario che attraversasse Danimarca, Norvegia e Svezia.

3 Agosto – Venezia/Copenaghen

Con un volo da Venezia, abbiamo raggiunto Copenaghen dove abbiamo noleggiato un’auto con cui poi poterci spostare all’interno dei tre Stati. Purtroppo il viaggio e’ iniziato con un ritardo di due ore. Dopo aver ritirato l’auto ci siamo diretti direttamente in hotel (First Hotel – Molestien 11) a soli 6km dal centro. Dopo aver lasciato i bagagli ci siamo diretti subito in città Parcheggiare l’auto e’ stato abbastanza semplice, soprattutto perché di domenica i parcheggi lungo la strada sono gratuiti. Noi abbiamo avuto la fortuna che un po’ casualmente ci siamo trovati a parcheggiare nella zona di Kongens Nytorv, a due passi da Nyhavn, ovvero la Copenaghen da cartolina. Da qui partono molte crociere attraverso i canali della città e vista l’imminente partenza di un battello con guida italiana, siamo saliti subito a bordo, consapevoli che il meteo per il giorno dopo non sarebbe stato dei migliori. Con un biglietto di 15€ abbiamo fatto un bel giro di un’ora attraverso tutti i canali principali e costeggiando le principali attrattive della città, ottimo per una prima spolverata. Finito il giro in battello si erano ormai fatte le 19 per cui, reduci da un mezzo panino in aeroporto, abbiamo deciso di approfittare dei numerosi ristorantini di Nyhavn per cenare.

Dopo cena abbiamo fatto una passeggiata lungo la via pedonale di Copenaghen dove si trovano anche i maggiori negozi della città, Ostergade Stroget, che spunta proprio di fronte al Radhus (municipio) e al parco di divertimenti Tivoli.

E’ ora di rientrare in hotel, visti anche i lampi all’orizzonte.

4 Agosto – Copenaghen

Purtroppo le previsioni meteo non avevano sbagliato, diluvia. Questo ci rovina il piano di noleggiare le bici in hotel e girare la città come i danesi. Le previsioni meteo danno schiarite nel pomeriggio e così decidiamo di raggiungere il centro in macchina e di cercare di parcheggiarla più in centro possibile. Troviamo un parcheggio coperto nella zona di Norreport, proprio vicino al castello di Rosenborg, nostra prima meta della giornata. Ci spostiamo poi verso Amalienborg, residenza della regina, per vedere il cambio della guardia, che avviene ogni giorno verso mezzogiorno, con diversi rituali in base alle presenza o meno della regina, o dei figli, a palazzo.

Per fortuna il cielo inizia a schiarire e sotto una leggera pioggerellina, ci incamminiamo verso la famosa sirenetta. Il giorno prima l’avevamo già costeggiata in battello per cui siamo già preparati alle sue piccole dimensioni, ma essendo diventato il simbolo della città non possiamo sottrarci dal andare a farle una foto. Ritornando verso il centro, facciamo una deviazione all’interno del Kastellet, fino al vecchio a mulino a vento, e ci affacciamo all’interno della chiesa anglicana di Sant’Albano.

Dopo una breve visita alla Marmorkirken, la chiesa che si affaccia su Amalienborg, raggiungiamo la via pedonale Ostergade per mangiare un boccone. Nemmeno a pranzo riusciamo, con un piatto a testa, a spendere meno di 50€. Percorriamo la via pedonale Kobmagergade, che da Hojbro Plads ritorna verso Norreport, per recuperare la macchina e spostarci più a sud, consapevoli anche che il parcheggio coperto che avevamo trovato aveva delle tariffe tutt’altro che economiche. Troviamo facilmente parcheggio lungo la strada che porta a Christiansborg, nostra prossima meta, scoprendo, purtroppo troppo tardi, che i parcheggi lungo la strada costano decisamente meno e sono facili da trovare, visto che la maggior parte dei danesi si sposta in bicicletta.

Dopo aver girato tutta l’isoletta di Slotsholmen, costeggiamo la riva, fino al Diamante Nero, la Biblioteca reale, per poi attraversare il canale e raggiungere l’isola di Christianshavns. E’ subito evidente la differenza tra le persone che abitano quest’isola e la capitale, soprattutto avvicinandosi sempre di più a Christiania, che decidiamo di non raggiungere visto che nella guida era ben specificato che i turisti, soprattutto se armati di macchina fotografica, non sono sempre i ben accetti. Ci accontentiamo di leggerne i tratti caratteristici sulla guida e di fermarci alla Vor Frelsers Kirke. Ritorniamo sui nostri passi costeggiando il canale interno, che il giorno prima avevamo percorso in battello, fino a raggiungere il molo che si affaccia sulla città, e, proprio come i danesi, approfittiamo di alcuni tavoli con panchine per riposarci un po’ e prendere un po’ di sole.

5 Agosto – Copenaghen/Århus

Lasciamo Copenaghen in direzione di Roskilde. Facciamo una passeggiata lungo il molo dove si possono vedere dei veri laboratori per il restauro di navi antiche e poi risaliamo verso la cattedrale. Secondo Walter, più che una chiesa assomiglia ad un cimitero ed in effetti non ha tutti i torti visto che in qualsiasi angolo si trovano tombe più o meno vecchie. Passeggiamo un po’ per il centro lungo la via pedonale per poi ripartire verso Odense.

Lungo il tragitto facciamo una sosta a Ringsted, per vedere la chiesa abbaziale di San Benedetto, e a Sorø dove si trova un’altra bellissima chiesa abbaziale sulle sponde di un laghetto.

Decidiamo di fare anche una deviazione a Nyborg, dove la guida segnala un bel castello, ma che secondo noi non merita molto, per cui ripartiamo subito.

Nel pomeriggio arriviamo ad Odense, città natale di Andersen. Seguiamo il percorso disegnato lungo la città con delle impronte di piede che ti porta alla scoperta di tutti i luoghi più importanti della cittadina, fino alla casa natale di Andersen.

Ripartiamo con direzione Horsens, ma quando arriviamo, forse a causa del temporale che c’è appena stato, la cittadina appare vuota e non ci suscita particolare interesse per cui giriamo la macchina e ci dirigiamo ad Arhus, ultima tappa della giornata.

A parte un piccolo problema con l’hotel – Cabinn Arhus (attenzione alla scelta delle camere, le stanze sono molto piccole, sempre meglio scegliere la captain’s room) la città ci appare molto bella, ma domani avremo modo di scoprirlo meglio.

6 Agosto – Århus/Ålborg

Iniziamo la mattinata con una passeggiata lungo le strade del centro, fino ad arrivare al bio parco da dove si scorge il villaggio “Den Gamle by” in cui sono state raccolte più di 75 abitazioni e botteghe storiche, recuperate da tutto il Paese.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Norvegia
    Diari di viaggio
    dalla sicilia a capo nord in moto

    Dalla Sicilia a Capo Nord in moto

    Capo Nord 2022Dopo il viaggio del 2014, ritornare a Nord Kapp è stato un mio costante desiderio, alimentato in questi otto anni dai...

    Diari di viaggio
    norvegia on the road: da bergen a tromsø lungo le strade dell'atlantico  

    Norvegia on the road: da Bergen a Tromsø lungo le strade dell’Atlantico  

    Norvegia on the road: da Bergen a Tromsø lungo le strade dell'Atlantico  Da giorni tenevo sottocchio le comunicazioni di...

    Diari di viaggio
    da bergamo a capo nord. viaggio in norvegia

    Da Bergamo a Capo Nord. Viaggio in Norvegia

    TRAGITTO E CHILOMETRI PERCORSI: ARCORE (MB) – NORDKAPP andata e ritorno. Il contachilometri all’arrivo segna 7656 percorsi su strada,...

    Diari di viaggio
    interrail con le ali tra le capitali del nord europa

    Interrail con le ali tra le capitali del Nord Europa

    Un viaggio con tre giorni in media per ogni capitale, con la permanenza in ogni città influenzata dalle tariffe che si riuscivano a...

    Diari di viaggio
    norvegia del nord in auto: dalle lofoten a capo nord facendo trekking

    Norvegia del Nord in auto: dalle Lofoten a Capo Nord facendo trekking

    Dopo l’esperienza eccezionale dell’estate 2020 nella Norvegia dei fiordi, decidiamo di replicare nell’estate 2021 spingendoci verso...

    Diari di viaggio
    attraverso città e fiordi: sei meravigliosi giorni in norvegia

    Attraverso città e fiordi: sei meravigliosi giorni in Norvegia

    La mia Norvegia del cuoreLa bella Norvegia è da molto tempo nel mio cuore, ci sono andata molte volte..., nel mese di Gennaio 2019...

    Diari di viaggio
    road trip di 2 settimane in norvegia nella zona dei fiordi fino alla strada atlantica

    Road trip di 2 settimane in Norvegia nella zona dei fiordi fino alla Strada Atlantica

    Nell’estate 2020 della pandemia di Covid, con il viaggio programmato a gennaio in Canada ovviamente saltato, dopo lunghe riflessioni e...

    Diari di viaggio
    norvegia low cost, non solo fiordi

    Norvegia Low Cost, non solo fiordi

    organizzatissimi ed è come fare una mini crociera low cost sui fiordi. I prezzi sono abbordabilissimi. Per la tratta più lunga abbiamo...

    Diari di viaggio
    il grande nord europa in camper

    Il grande Nord Europa in camper

    L’avvicinamento alla penisola scandinava Erano anni che avevo in testa questo viaggio, e solo ora, dopo averlo terminato, dopo aver...

    Diari di viaggio
    le tre capitali del nord: oslo, stoccolma e copenaghen

    Le tre capitali del nord: Oslo, Stoccolma e Copenaghen

    Un viaggio alla scoperta delle capitali scandinave: la verde Oslo incuneata tra i fiordi; le architetture della regale Stoccolma con...