Tre giorni in Sicilia 2

Fuga ai piedi dell'Etna e capatina a Reggio Calabria
 
Partenza il: 18/08/2014
Ritorno il: 21/08/2014
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

3 giorni in Sicilia… dopo due anni una nuova follia.

Fuga ai piedi dell’Etna, e capatina a Reggio Calabria

Nel 2012 siamo stati per 4 giorni e 3 notti in Sicilia. Quest’anno abbiamo deciso di ripetere la follia e abbiamo trascorso lo stesso numero di giorni nella stessa zona dell’Isola cercando di conoscere nuovi luoghi. Abbiamo prenotato nello stesso B&B: Dimora dell’Etna a Milo. Ci siamo trovati talmente bene la prima volta che non potevamo fare altrimenti. Se fosse più vicino a Venezia sarebbe il classico posto dove scappare per qualche giorno per rilassarsi. Avevamo nostalgia ed eravamo curiosi di ammirare la piscina! Il posto è un vero paradiso immerso in un giardino lussureggiante. Vista sull’Etna e sul mare. Il servizio si è rivelato all’altezza dei nostri ricordi.

Siamo partiti lunedì 18 agosto dalla Calabria dove abbiamo passato alcuni giorni, arrivati a Messina con il traghetto ci siamo diretti a Castelmola. Taormina l’avevamo visitata nel 2012 così abbiamo optato per una passeggiata in questo piccolo borgo davvero affascinante. Sosta per bere una granita al Bar Turrisi. Posto caratteristico con splendido panorama.

Il mio desiderio era quello di un bagno a Isola Bella. Non lo rifarei più però! Parcheggiato sulla strada parecchio lontano, camminato sotto un sole cocente. Ci siamo posizionati su pochi centimetri di spiaggia ancora libera praticamente in acqua. Il luogo è magnifico ma così non si può godere. Bagno veloce (avevo dimenticato le ciabattine…che dolore!!!) e via verso il BB. Abbiamo subito approfittato della piscina e poi ci siamo sistemati in camera e ci siamo preparati per passare una serata ad Acireale. Con grande meraviglia abbiamo trovato una specie di città “fantasma”. La maggioranza di locali chiusa, poca gente in giro. Ok era lunedì ma mi aspettavo una cittadina vivace… Abbiamo parcheggiato lontano rispetto al centro e abbiamo camminato circa 30 minuti per arrivare davanti al Duomo. Locali per cenare non ne abbiamo visti se non due proprio nelle vicinanze del Duomo. Decidiamo di accomodarci da Vecchia Aci che gode di una bella ambientazione. Il servizio però è stato lento e un po’ distratto. Pensate che numerose persone sedute in altri tavoli se ne sono andati perché i camerieri (che erano comunque numerosi) non andavano a prendere le ordinazioni. Peccato perché il primo piatto che ho gustato (pennette al pistacchio) era davvero ottimo oltre che abbondante.

Martedì 19 siamo andati a Milazzo da dove ci siamo imbarcati per una mini crociera alle Eolie (Panarea e Stromboli By night) organizzata dalla Navisal. Ci sono molte compagnie che organizzano queste gite ma le informazioni su internet sono più numerose per Navisal e Tarnav. L’esperienza è stata positiva solo grazie alla bellezza di queste isole. Infatti la barca era strapiena e chi era dentro non poteva vedere e godere del panorama. Comunque siamo partiti da Milo sulle 9.25, a Milazzo abbiamo parcheggiato in area comunale ad un prezzo accessibile. Avevamo prenotato i posti il giorno prima, così abbiamo pagato all’agenzia. Ci siamo sistemati fuori davanti e abbiamo atteso circa 30 minuti la partenza alle h. 12,00. Prima tappa Panarea. Il viaggio sarebbe stato più piacevole se la giornata fosse stata più limpida! Infatti le isole Eolie si vedevano in lontananza coperte da foschia, mentre ci avvicinavamo la visione non era però molto più nitida. Sono state illustrate dall’equipaggio alcune informazioni sulle isole. Sbarcati a Panarea avevamo circa 2 ore e mezza per girarla in autonomia. Per poterla visitare via terra è consigliabile utilizzare i taxi (le golf car), per raggiungere le spiagge meglio i taxi boat. Noi abbiamo fatto una passeggiata a piedi, siamo arrivati alla Chiesa (ma non abbiamo proseguito fino al villaggio preistorico, il caldo era davvero asfissiante). Ci siamo fatti un bagno veloce davanti al porticciolo (l’acqua era pulita ma ovviamente non è questa una spiaggia da consigliare), e poi ci siamo presi una granita seduti ad un tavolino. Devo dire che Panarea è molto bella, e i prezzi non sono così folli come dicono…sarà che sono abituata a Venezia ma pagare 1 euro una bottiglia grande di acqua mi sembra onesto.

Risaliti sulla nave abbiamo trovato posto solo dentro e in centro. Purtroppo non abbiamo visto quasi nulla dell’arcipelago di isolotti vicino a Panarea, io ho provato ad uscire per fare qualche foto ma c’era una marea di teste…

Delusione forte! Perché da quel poco che ho potuto vedere lo spettacolo era davvero bello.

Sbarcati a Stromboli anche li avevamo circa 2 ore e mezza di tempo per poterla visitare. Si può prendere la barca ed andare a Ginostra, per esempio. Noi abbiamo fatto una passeggiata e ci siamo fermati a fare il bagno davanti a Strombolicchio, un isolotto/scoglio con faro. La spiaggia è nera e se non avessi perso le scarpette sarei stata più contenta: infatti in acqua ci sono sassi affilati. Restiamo un po’ li, io non so se guardare il mare o il vulcano alle nostre spalle. Proseguiamo nella nostra camminata e decidiamo di tornare verso il porto. Dovremmo cenare ma ci accontentiamo di un gelato, dobbiamo arrivare al porto molto prima della partenza per riuscire a sederci in posti comodi per vedere la Sciara del Fuoco!

La calca, all’arrivo della nave, è tremenda, in più in quel momento tante barche stanno attraccando per far salire i turisti e il mare è agitato. Non certo in sicurezza saliamo sulla Navisal e io e Beppe riusciamo a sederci al secondo piano dietro.

Si parte in una situazione poco piacevole: siamo accalcati e vedo una famiglia con due bambini sistemarsi per terra! Dopo poco arriviamo al punto di osservazione. Sentiamo lo stupore e la meraviglia degli altri passeggeri che sono a sinistra della barca. Noi restiamo ai nostri posti sperando di ammirare il prima possibile lo spettacolo della lava che incontra il mare. In quei giorni, essendosi aperta una nuova bocca, l’eruzione non è di tipo stromboliano con spruzzi dal cratere superiore, ma è di tipo vulcaniano (classico diciamo) e da questa nuova bocca esce la lava. Sarà meno suggestivo dello spettacolo tradizionalmente offerto da questo vulcano, ma siamo consapevoli di ammirare uno spettacolo storico per lo Stromboli! Peccato che la nave si gira dalla nostra parte solo per pochi minuti, lasciandoci appena il tempo per emozionarci e fare due foto male! Poi si riposiziona dall’altra parte e io questa volta mi alzo e vado a fare qualche altra foto! I colori del cielo intanto si fanno più scuri e dopo il tramonto arriva la sera. La nave inizia ad andare verso Milazzo.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Acireale
    Diari di viaggio
    giardini naxos e dintorni: mare, relax e cultura

    Giardini Naxos e dintorni: mare, relax e cultura

    tappa da Niny Bar nella piazzetta davanti alla Chiesa, per un'ottima granita al caffè e una birra dello StrettoEtna Prendendo...

    Diari di viaggio
    meraviglie della sicilia

    Meraviglie della Sicilia

    per il Duomo e riusciamo ad arrivare con l’auto lì vicino, visitiamo la chiesa e ci dirigiamo ai bellissimi giardini Iblei (altro...

    Diari di viaggio
    girovagando in sicilia

    Girovagando in Sicilia

    Su suggerimento di nostra figlia, abbiamo deciso di trascorrere le ferie estive 2017 in Sicilia, una regione per me del tutto nuova (non...

    Diari di viaggio
    catania e dintorni

    Catania e dintorni

    1 GIORNO: TREMESTIERI ETNEO – GRAVINA – NICOLOSI. FINALMENTE SI PARTE! Atterriamo in perfetto orario all’aeroporto Vincenzo Bellini...

    Diari di viaggio
    sicilia bedda

    Sicilia bedda

    all’isola di Vulcano veniamo catturati subito da odore di uova marce. Lì vicino infatti vi è un laghetto di fango sulfureo, dove le...

    Diari di viaggio
    tre giorni in sicilia 2

    Tre giorni in Sicilia 2

    3 giorni in Sicilia... dopo due anni una nuova follia. Fuga ai piedi dell'Etna, e capatina a Reggio CalabriaNel 2012 siamo stati per 4...

    Diari di viaggio
    sicilia meravigliosa 2

    Sicilia meravigliosa 2

    Dopo aver scorrazzato per i paesi del Nord, quest’anno abbiamo deciso di visitare la meravigliosa terra di Sicilia. In realtà è un...

    Diari di viaggio
    sicilia, terra dei tre mari

    Sicilia, terra dei tre mari

    Viaggio in Sicilia, nella terra dei tre mari (by Luca, Sabrina, Federico e Leonardo) SABATO 10 AGOSTO Anche quest'anno, se Dio vuole, sono...

    Diari di viaggio
    eolie, sicilia orientale e valle dei templi

    Eolie, Sicilia Orientale e Valle dei Templi

    Viaggio Tour Sicilia Orientale + Eolie e Agrigento1-20 Luglio 2013 Partecipanti. Io e Franca Prologo:Come sempre...

    Diari di viaggio
    vacanze nella sicilia sud orientale

    Vacanze nella Sicilia sud orientale

    È la seconda vacanza che organizziamo in Sicilia e quindi, facendo tesoro della precedente esperienza, decidiamo di partire di notte...