Tour Tunisia con Francorosso

Dopo la bellissima esperienza dello scorso anno in Egitto, io ed il mio ragazzo decidiamo di scoprire un altro pezzetto di Africa così, dopo mesi di attesa, finalmente il 28/06/'09 partiamo per la Tunisia. Scegliamo di affidarci al tour operator della FRANCOROSSO trovando una buona offerta : tour tutto compreso + soggiorno mare a Madhia all...
 
Partenza il: 28/06/2009
Viaggiatori: in gruppo
Spesa: 1000 €

Dopo la bellissima esperienza dello scorso anno in Egitto, io ed il mio ragazzo decidiamo di scoprire un altro pezzetto di Africa così, dopo mesi di attesa, finalmente il 28/06/’09 partiamo per la Tunisia.

Scegliamo di affidarci al tour operator della FRANCOROSSO trovando una buona offerta : tour tutto compreso + soggiorno mare a Madhia all inclusive a € 1.100.00 a testa.

28/06 1°giorno : Italia/Monastir/Sousse Partiamo dall’aeroporto Catullo di Verona alle ore 14,55 in perfetto orario.Il volo con Nouvelair è tranquillo anche se l’aeromobile è un pò vecchiotto.

Pranziamo con un panino al formaggio ed una bibita offerto dalla compagnia aerea e il mio ragazzo fa subito il primo acquisto: una stecca di sigarette al prezzo di €19,90 anzichè €28,00; a dir suo un vero affare! Atterriamo a Monastir alle 15,40 locali (bisogna calcolare un’ora in meno rispetto all’Italia)con 30°C e troviamo subito il banco della Francorosso. Ci viene consegnata una busta con alcune indicazioni generali sul tour dopodichè saliamo sull’autobus che lascerà i soggiornanti agli hotel/villaggi prescelti.

Noi siamo quasi gli ultimi a scendere e scopriamo che il nostro tour è composto da 19 persone.

L’hotel a Sousse è l’ “Abou Nawas Boujaafar”, un pò vecchiotto e la pulizia molto scadente.

Come avremo modo di constatare nei giorni seguenti, la classificazione alberghiera tunisina non corrisponde a quella italiana per cui un 5 stelle ne vale 3 o 4. In ogni caso occorre spirito di adattamento per godersi appieno il soggiorno, dopotutto si è in vacanza! L’albergo affaccia direttamente sul mare ma poichè non è niente di speciale decidiamo di tuffarci nella piscina dell’hotel.

Alle ore 20,00 ceniamo. Il servizio è a buffet e mangiamo molto bene. Ci sono molte pietanze tra cui verdure cotte e crude ( noi le abbiamo mangiate per tutti i 15 giorni e siamo sempre stati benissimo)e un’infinità di buonissimi dessert.

Dopo aver mangiato a sazietà facciamo una passeggiata per il centro di Sousse ricco di negozi e di venditori ambulanti per niente assillanti e subito constatiamo che i tunisini sono molto più discreti degli egiziani e così passeggiamo per la città senza essere assillati.

Rientriamo in hotel e pernottiamo.

29/06 2° giorno: Port el Kantoui/Sousse/Monastir/El Jem/Sfax.

Tempo di percorrenza : 170km.

Sveglia ore 7,00. Dopo la prima colazione facciamo conoscenza della guida che ci accompagnerà durante tutto il tour. Putroppo non era un granchè,conosceva molto bene la storia del suo paese ma era simpatico come una colica in mezzo al deserto. Non era spiritoso, era una persona molto riservata,distaccata e permalosa. Secondo noi era semplicemente stanco di fare la guida.

Il suo tormentone era “avete dimenticato qualcosa?Cellulare, caricabatteria, portafoglio…” come se qualcuno potesse accorgersene in quello stesso momento…E in ogni caso nessuno ha mai dimenticato nulla, forse per timore dei rimproveri che ci poteva fare la guida che ci trattava come scolaretti indisciplinati.

Carichiamo le valigie e facciamo conoscenza anche del mitico autista Amin, specializzato in triplo sorpasso, una vera forza della natura.

La prima tappa del primo vero giorno di tour è la marina di Port el Kantoui. La zona è in via di sviluppo ed è molto turistica.

Ci sono molti negozietti ed imbarcazioni di lusso ma in realtà non è niente di speciale e nemmeno il mare mi ha più di tanto entusiasmato. Facciamo marcia indietro e ritorniamo a Sousse, terza città più popolosa della Tunisia, per visitare la fortezza e la grande Moschea.

Su tutto il territorio tunisino vige il divieto di entrare nelle moschee per non disturbare il momento di preghiera ma si può comunque sbirciare al loro interno e fotografare pagando 1TD.

La tappa successiva è la Medina, un enorme mercato all’aperto molto caratteristico e bello da vedere. Vi si può trovare un pò di tutto ma noi non abbiamo il “permesso” di comprare ma solo di guardare.

Continuiamo per Monastir dove visitiamo il Ribat (lo riconosco perchè c’è la foto nel catalogo della Francorosso!!!)e il Mausoleo Borguida, molto molto bello. Annesso al Mausaleo c’è il cimitero dei “comuni” con le tombe tutte uguali di colore bianco.

Pranziamo in un hotel vicino all’aeroporto.Il servizio è a buffet e noi mangiamo un primo, pesce e verdura.Nonostante la struttura sia di molto superiore alla precedente, il cibo non è eccellente e rimpiangiamo la struttura vecchia e malridotta di Sousse.

Abbiamo un pò di tempo per riposarci e così prendiamo un mediocre caffè al bar della spiaggia. Il mare in questa zona è molto bello e speriamo di trovare gli stessi colori anche Madhia per il nostro soggiorno al mare.

Proseguiamo per El Jem per ammirare l’anfiteatro romano e la fossa dei leoni. Ricorda ovviamente il colosseo se non che è più piccolo.

Nell’entroterra il caldo comincia a farsi sentire, si toccano i 34°C ma c’è anche un forte venticello che non disprezziamo. La visita dura circa un’ora che tra una ripresa ed una fotografia passa in un battibaleno.

Ceniamo e pernottiamo a Sfax al “Shango Hotel Syphax” 4 stelle. La struttura è molto carina e viene servito un buonissimo couscous vegetale. Per il resto il buffet è un pò scarso.

Dopo cena facciamo una breve passeggiata per il centro di Sfax che non offre nulla di che per cui ritorniamo in hotel e andiamo a dormire.

30/06 3°giorno: Sfax/Gabès/Matmata/Douz Tempo di percorrenza : 318km.

Sveglia ore 7,00.

La prima tappa di oggi è la medina di Sfax, molto bella e animata, non sembra nenche la stessa città di ieri sera.

Proseguiamo in direzione di Matmata facendo una breve sosta al mercato locale di Gabès, famoso per il vimini e l’hennè.

Arriviamo a Matmata, villaggio nel cuore della Tunisia berbera, e visitiamo le abitazioni troglodite in pietra dove ci sono le donne che ci offrono il pane (buonissimo) e il thè alla menta, il tutto ovviamente è molto turistico ma va bene così.

Matmata è una località remota che è divenuta famosa per aver girato le scene del film “Guerre Stellari”.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Cartagine
    Diari di viaggio
    tunisia tra città storiche e deserti

    Tunisia tra città storiche e deserti

    Io e una mia amica, avendo a disposizione 4 giorni, decidiamo di andare in Tunisia. Premetto che ho avuto molti dubbi prima di prenotare un...

    Diari di viaggio
    tunisia d'inverno: una gemma nel sahara a due passi dall'italia

    Tunisia d’inverno: una gemma nel Sahara a due passi dall’Italia

    Viaggiare è la mia piu grande passione, una vera ragione di vita. Viaggio appena ne ho l'occasione, non importa se vicino, lontano,...

    Diari di viaggio
    la tunisia che non ti aspetti: partiamo!

    La Tunisia che non ti aspetti: partiamo!

    Tutto è partito con: "Amore, quest'anno sono proprio stanca, andiamo a riposarci in un bel villaggio all inclusive e sbattimenti zero!" E...

    Diari di viaggio
    tunisia: un viaggio alla scoperta del mal d'africa

    Tunisia: un viaggio alla scoperta del Mal d’Africa

    D’accordo sulla destinazione, il mio ragazzo ed io abbiamo iniziato una ricca raccolta di informazioni che, secondo il nostro stile, ci...

    Diari di viaggio
    tunisia: tutta da scoprire!

    Tunisia: tutta da scoprire!

    Il mappamondo che si girava ripetutamente ed alla fine si è fermato sulla Tunisia: biglietti emessi: 10 giorni da vivere intensamente in...

    Diari di viaggio
    tunisia, sulle orme del paziente inglese

    Tunisia, sulle orme del Paziente Inglese

    27 dicembre 2012- 02 gennaio 2013 Sono partita per la Tunisia senza troppo entusiasmo, immaginando di visitare un luogo con scenari già un...

    Diari di viaggio
    capodanno in tunisia

    Capodanno in Tunisia

    Ecco qui il diario di viaggio della Tunisia. Diversamente dal solito il viaggio è stato fatto con un gruppo organizzato, ma contiene...

    Diari di viaggio
    tunisia per caso

    Tunisia per Caso

    per lo sterrato e ben presto ci troviamo di fronte al lago salato, dove sembra veramente di vedere un miraggio ...dopo aver scattato alcune...

    Diari di viaggio
    weekend a tunisi

    Weekend a Tunisi

    Un altro breve weekend alla scoperta di una capitale, ma questa volta non un capitale europea, bensì... africana. In realtà Tunisi è...

    Diari di viaggio
    tour tunisia con francorosso

    Tour Tunisia con Francorosso

    Dopo la bellissima esperienza dello scorso anno in Egitto, io ed il mio ragazzo decidiamo di scoprire un altro pezzetto di Africa così,...