Tour in Slovenia

Tra le grotte di San Canziano, il lago di Bled e Lubiana
 
Partenza il: 20/08/2017
Ritorno il: 23/08/2017
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Avendo pochi giorni a disposizione abbiamo battezzato 3 mete: le grotte di San Canziano, il lago di Bled e Lubiana.

Per muoverci meglio abbiamo scelto di fare il nostro viaggio in auto. le autostrade sono comode, alle grotte di San Canziano c’è un grande parcheggio gratuito mentre al lago di Bled è difficile parcheggiare se non per poco tempo. Ci sono parcheggi a pagamento di c.a. 3 euro l’ora. A Lubiana ci sono parcheggi a pagamento di circa € 1.50 all’ora. I bus costano circa 1.50 la corsa e i taxi della RONDO’ sono molto economici. Da dove dormivano al centro di Lubiana pagavamo in 2 5 euro a corsa. La vignette per attraversare il confine costa 15 euro per una settimana ma poi non si paga più nulla una volta dentro. Non prendere il vino ai pasti…costa molto e fa salire il prezzo dei pasti.

1° giorno – domenica 20

La nostra prima meta alla mattina sono state le grotte di San Canziano, le abbiamo preferite a quelle di Postumia perchè abbiamo letto ottime recensioni e in effetti sono molto belle. Ci sono 3 tipi di percorsi, noi abbiamo scelto il più lungo (1+2) che dura più di 3 ore e il cui costo è di 21 euro prezzo adulto e 16 per gli over 65. Sono ben organizzati, non ti fanno aspettare molto, nell’attesa abbiamo preso un panino e una birra lì all’entrata che abbiamo diviso in 2 dal costo di 7.50… raggruppano tutte le persone di qualunque nazionalità e una volta raggiunta l’entrata le guide si dividono le persone a seconda della lingua e quindi noi 62 italiani avevamo la nostra guida in italiano, brava, professionale. Ci ha descritto quel percorso in maniera teatrale. Si leggeva nei suoi occhi la passione per quei posti. Dentro le grotte è vietato fare foto, secondo me per evitare di rallentare il giro. Una volta terminato il percorso n. 1 la guida ci saluta e il percorso 2 lo si fa da soli all’aperto ed è tutto segnalato e si possono scattare molte foto. Al pomeriggio siamo ripartiti per raggiungere TOMACEVSKA, dove avevamo prenotato il nostro pernottamento al KMECKI HRAM, che dista da Lubianac.a. 4 km, un posticino veramente bello, immerso nella natura, tranquillo, pulito e con un’ottima prima colazione abbondante. Si può mangiare dal dolce al salato e oltre a portarti il classico cappuccino ti chiedono in continuazione se desideri altro. E’ a conduzione familiare. Uno dei fratelli parla anche abbastanza l’italiano e abbiamo letto molto tardi che è anche un ottimo ristorante dai prezzi bassi. Volendo ti forniscono una card prepagata per gli autobus senza alcun costo aggiunto e paghi solo le corse effettuate a fine soggiorno. Hanno un lettore al computer (la fermata è vicinissima del n. 19 che porta al centro di Lubiana), gli orari sono abbastanza comodi tranne alla domenica. Sempre lì in albergo ti suggeriscono anche di prendere il taxi della compagnia RONDO’ e la tratta albergo-Lubiana in 2 costa 5 euro. Alla sera prendevamo sempre quello per rientrare. Dopo una rapida doccia abbiamo fatto un giro serale per Lubiana cenando al GOSTILNA SOKOL, tanto recensito e economico ma i loro piatti non ci sono piaciuti.

2° giorno – lunedì

Abbiamo iniziato la nostra giornata con il Castello di Lubiana ai cui piedi c’è la funicolare comoda. Si paga 12 euro compreso il costo della funicolare e dell’audioguida (ma esiste anche il percorso a piedi e se si vuole risparmiare si può entrare gratuitamente in quanto le sale dove viene richiesto il biglietto non sono molte). Non sembra molto grande eppure siamo entrati alle 10.00 e ne siamo usciti alle 16.10… E’ un pochino dispersivo… Facevamo fatica a trovare i punti indicati dall’audioguida ma se vi aspettate un castello con le sale scordatevelo… ne ha passate tante, è stato anche una prigione e un luogo in affitto per gli abitanti di Lubiana fino al 1964… Gli interni sono stati tutti rifatti e adibiti a varie mostre e musei. Di tanto in tanto appaiono dei figuranti in costume che danno vita a piccole rappresentazioni…ci sono dei bagni a pagamento (0.50) ma anche gratuiti… I punti di ristoro sono cari. Pomeriggio in giro per Lubiana, al lunedì si è riempita di turisti. E’ una città che offre molto, tanta musica per strada, tante gelaterie e posticini carini lungo il fiume dove fermarsi anche solo per bere qualcosa lasciandoti trasportare da sensazioni romantiche. Ogni ponte ha la sua caratteristica. Il Ponte dei Draghi (Zmajski most), decorato dalle famose sculture dei draghi, rappresenta una delle immagini più famose di Lubiana. Su quel ponte ci passano le auto a differenza degli altri, tutti pedonali. Il Ponte dei macellai (Mesarski most) è il ponte lubianese dell’amore perchè è pieno di lucchetti, il pavimento è trasparente e puoi ammirare il fiume che scorre sotto di te camminandoci sopra e lasciarti trasportare dalla musica sempre presente di artisti di strada. Attraversandolo tutto si sbuca sul mercato giornaliero di Lubiana, un mercato caratteristico dove vedere in prevalenza tanta frutta e verdura. Mai visti tanti funghi porcini tutti insieme. Attraversando il mercato si sbuca sulla piazza Vodnikov dove si trova il centro turistico da una parte e la funicolare per il castello dall’altra parte. Lubiana è una delle città più pulite che abbia mai visto, se consideriamo che è strapiena di turisti. Hanno la raccolta differenziata, per buttare l’umido ci vuole una card e i cassonetti sono piccoli e interrati ed è piena di cestini portarifiuti lungo le strade. Poi c’è il Tromostovje, il triplice ponte: un labirinto di pietra con le balaustre bianche, tra piazza Prešernov e il centro storico, al centro della piazza Prešernov “piove”… se fa molto caldo è un piacere fermarsi al centro e lasciarsi bagnare da questa strana pioggia che scende dal cielo solo lì in mezzo… I bambini adorano saltellare a piedi scalzi in questa pozzanghera d’acqua… è piacevole guardare tutte le persone a naso in su che cercano di vedere da dove cade quella pioggia. Ci siamo fermati a cenare lungo il fiume, poco distanti dal triplice ponte allo SLOVENSKA HISA (un tagliere di buoni affettati, un cestino di pane, birra e bevanda che somiglia un pochino al Panachè francese, a base di birra e limonata, la jabolcni tat cider).



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bled
    Diari di viaggio
    friuli, slovenia, friuli

    Friuli, Slovenia, Friuli

    Ci siamo talmente innamorati del Friuli l’estate scorsa che abbiamo deciso di tornare anche per le vacanze di quest’anno, aggiungendo...

    Diari di viaggio
    alla scoperta della slovenia

    Alla scoperta della Slovenia

    State pensando dove trascorrere questi ultimi giorni di vacanza? Tra le mete da non perdere segnatevi la Slovenia, destinazione turistica...

    Diari di viaggio
    slovenia tutta da scoprire

    Slovenia tutta da scoprire

    Era da un po’ di tempo che io e mio marito pensavamo a come organizzare il nostro viaggio in Slovenia. Partendo da Roma non...

    Diari di viaggio
    alla scoperta del salzkammergut con tappa a bled

    Alla scoperta del Salzkammergut con tappa a Bled

    e hot dog consumati nei giorni precedenti, abbiamo voglia di carboidrati ragion per cui, escludendo a priori ristoranti simil italiani, ci...

    Diari di viaggio
    tour in slovenia

    Tour in Slovenia

    Avendo pochi giorni a disposizione abbiamo battezzato 3 mete: le grotte di San Canziano, il lago di Bled e Lubiana. Per muoverci meglio...

    Diari di viaggio
    dobrodosli v sloveniji di benvenuti in slovenia

    Dobrodosli v Sloveniji di benvenuti in Slovenia

    convertire il nostro voucher dopo di che ci fanno attendere davanti all'ingresso delle grotte insieme ad altri italiani. Le visite sono...

    Diari di viaggio
    zingari per caso in slovenia

    Zingari per caso in Slovenia

    Zingari per caso... dal 22/07/2016 al 31/07/2016 in Slovenia, di Mario e Anna. Eccoci qui… un’altra volta con la voglia di partire, di...

    Diari di viaggio
    i feel slovenia!

    I feel sLOVEnia!

    6/7 AGOSTO Incuriositi dalla visita al padiglione EXPO 2015 della Slovenia, che niente aveva a che fare con il tema nutrire il pianeta, ma...

    Diari di viaggio
    slovenia fai da te: l’eleganza di lubiana, la maestosità del lago di bled e della gola di vintgar

    Slovenia fai da te: l’eleganza di Lubiana, la maestosità del Lago di Bled e della Gola di Vintgar

    Una nuova scoperta ha arricchito questa mia lunga estate di viaggi: la Slovenia. Il mio compleanno infatti è stata la scusa ideale per...

    Diari di viaggio
    weekend in slovenia

    Weekend in Slovenia

    dove è possibile (in teoria) vedere il proteo, piccolo draghetto ed unico vertebrato a vivere nelle grotte (troglobio); ed infine il...