Tour in Cina 2

Un viaggio tra scenari spettacolari, minoranze etniche e città gioiello
 
Partenza il: 11/08/2012
Ritorno il: 03/09/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

11.08.12

Arrivati ora locale 9.30, cambiamo subito i soldi in aeroporto… con una commissione stratosferica e poi cerchiamo di capire come arrivare all’hotel. Per fortuna i collegamenti sono molto buoni e riusciamo con express train e due metro… nessuno parla inglese ma ce la facciamo a raggiungere la destinazione…

L’albergo, il City Inn, è in posizione strategica e tutto sommato buono! Dopo un paio di ore di sonno decidiamo di andare a vedere il Tempio del Cielo e il suo giardino. Tentiamo inutilmente di prendere un taxi… in giro ce ne sono tanti ma pieni o ..ci evitano! Così quando siamo quasi arrivati si ferma un tuctuc che per 40 y ci porta a destinazione.

Scegliamo di fare solo il giardino e di guardare da fuori il tempio perchè sono quasi le 6 e poco dopo avrebbe chiuso. All’uscita compriamo 2 bellissime mantelle antipioggia che sembrano 2 sacchi della spazzatura… ma colorati! ritentiamo con i taxi anche perchè piove… e ancora niente! Si ferma invece un taxi non autorizzato … per ora è l’unica soluzione e accettiamo dopo avere trattato per una cifra spropositata di 80yuan… non sa la strada e non parla inglese! riusciamo comunque ad arrivare al nostro hotel… piu o meno.

Mangiamo in un ristorantino vicino piuttosto buono dove incontriamo una famiglia di italiani ai quali chiediamo informazioni sui taxi e ci dicono che loro si sono dovuti letteralmente fiondare dentro!

Piccolo inciso: qui tutto e tutti sanno di aglio e presto purtroppo anche noi!

Dopo cena andiamo in camera, sono le 8 ma stravolti ci addormentiamo fino al fatidico risveglio da jetleg alle 2 di notte! Va bene, sigarettina, chiacchierata su wats con amici e via skype con le famiglie e poi nanna per un 3 ore.

Altro piccolo inciso: “comincio a essere troppo vecchio per questi viaggi.. capisco mio padre”… disse Emi!

12.08.12

Ci svegliamo purtroppo tardi verso le 8.30, colazione in camera e poi iniziano le tappe della giornata: piazza tienamen, città proibita e quartiere degli hutong.

Iniziamo da Piazza Tienhanmen, veramente molto grande, ci sono code di cinesi ovunque per entrare in musei e mausoleo di Mao. Da qui seguendo il fiume di gente ci dirigiamo alla Città Proibita: meravigliosa ed enorme e …sarà che è domenica ma veramente stracolma di cinesi… provate a immaginare una manifestazione e ora moltiplicatela per cento … ecco forse così ci avviciniamo al concetto!! Sono tanti e mi spiace dirlo ma maleducati, ti passano davanti, sopra, sotto e se potessero anche attraverso!

Dopo circa tre ore usciamo da questa imponente città e ci scontriamo nuovamente con il nostro piccolo problema …che sta diventando enorme… i taxi! ci rifiutano, neanche una guardia fuori dalla città è riuscita a farci salire!! Molto arrabbiati e basiti torniamo in hotel a piedi … stremati!

Qui organizziamo il tour privato per domani: 700 yuan per la Muraglia di Mutianyu e chiediamo di farci arrivare un taxi (forse così ce la facciamo) ma appena ci vedono …no!! vanno via! Al terzo tentativo del cinese in reception uno decide di caricarci dopo aver capito la nostra destinazione: hutong. Siamo veramente felici e per soli 15 yuan arriviamo a destinazione!

Il quartiere è veramente molto turistico ma molto carino e noi partiamo con le sperimentazioni culinarie: seguendo il moto di Emi “se c’è fila è buono” ci mettiamo in coda per dei dolci, degli spiedini di manzo (forse) e prendiamo una “bibita” venduta in contenitori misteriosi… è yogurt ed è buonissimo!

Finito il giro decidiamo di andare a vedere lo stadio e… riusciamo miracolosamente a prendere un taxi … peccato che abbiamo sbagliato noi stadio… va beh ormai abbiamo capito, più o meno, come si fa e prendiamo al volo un altro taxi che ci riporta in albergo. Da qui decidiamo di andare a mangiare l’anatra (forse oca dice Emi) alla pechinese in un ristorante vicino. Lungo la strada ci imbattiamo in quello che crediamo sia stato il mercato notturno. Molto caratteristico: bancarelle di cianfrusaglie cinesi, di cibo esotico come spiedini di stelle marine, cavallette, scorpioni, bacarozzi vari, ma anche spiedini di frutta candita, dumpling, frattaglie, ecc… ci tentano ma continuiamo per la nostra strada.

Il ristorante è un posto enorme su più piani dove ti chiamano con il microfono appena si libera il tavolo. Per fortuna la cameriera ordina per noi e ci consiglia bene: l’anatra è un po’ grassina per i miei gusti ma molto buona: viene servita a fette con tanto di pelle, poi tu la metti in una piadina con della soia e del porro. Insieme ci danno anche la pelle che mangiamo puciata nello zucchero…particolare…e la testa tagliata in 2 per assaporare le cervella ma evitiamo!

Mezza anatra in due va più che bene .. anche per il prezzo 205 yuan.

Verso le 9.30 torniamo in albergo stanchi e fin troppo consapevoli della levataccia di domani: sveglia alle 6.30!

13.08.12

Sveglia alle 6.00 e pronti in mezzora! Il viaggio veloce in 1h30 verso uno dei picchi alti della vacanza…. e ce la facciamo .. siamo tra i primi..niente cinesi! Merita il prezzo salato della macchina! Siamo i primi a salire con la seggiovia ma senza sci ai piedi! Salendo fa freschino perchè all’ombra ma arrivati su il sole comincia a picchiare!

Il posto è meraviglioso, il cielo è terso e la vista spazia lontano. Due ore e mezzo di sali e scendi estenuanti ma ne vale veramente la pena. Incrociamo anche 4 italiani e ci facciamo le foto a vicenda scansando qualche cinese! Decidiamo dopo qualche tentennamento di sara di prendere il toboga per la discesa, molto divertente ma con davanti sara si va con il freno tirato… divertimento!

Visto che abbiamo terminato presto chiediamo al nostro autista di portarci allo stadio perchè è più o meno sulla strada e si rifiuta … o meglio accetta solo per 200 Y.. rifiutiamo e torniamo all’hotel … poi con 6 yuan e 40 minuti di metro arriviamo alla cittadella delle olimpiadi: gli spazi sono immensi e lo stadio “a nido di rondine” impressionante! Ci avanza ancora tempo e facciamo una sosta al tempio del Lama, il più importante tempio buddista fuori dal tibet! Si rivela molto bello, la struttura interamente in legno, profuma di incenso e formata da padiglioni in successione nei quali si trovano statue di buddah sempre più grandi fino all’ultimo di più di 10 metri.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Chengdu
    Diari di viaggio
    una settimana di cina classica e 3 giorni ad hong kong

    Una settimana di Cina “classica” e 3 giorni ad Hong Kong

    I giorni da dedicare alla Cina "classica" - Hong Kong esclusa - erano davvero pochi, ma sarebbero stati sufficienti per avere una buona...

    Diari di viaggio
    cina: beijing - xi'an - sichuan - shanghai

    CINA: Beijing – Xi’An – Sichuan – Shanghai

    Wi-Fi: c’è quasi ovunque, ma quasi ovunque è molto lento e la navigazione risente di tutte le norme di restrizione...

    Diari di viaggio
    cina fai da te con bimbi

    Cina fai da te con bimbi

    vivamente e ci auguriamo che come a noi streghi e rubi un altro pezzettino di cuore, e che non sia un addio ma un arrivederci, perché come...

    Diari di viaggio
    tutta un'altra splendida cina

    Tutta un’altra splendida Cina

    area è in servizio un vero esercito di addetti alle pulizie(spesso muniti di borsello pronto soccorso); in terra (qui come ovunque) non si...

    Diari di viaggio
    cina: consigli per un viaggio fai da te

    Cina: consigli per un viaggio fai da te

    possibili. Comunque se siete arrivati a leggere fino a questo punto vuol dire che vi è stato utile oppure avevate tanta voglia di farvi...

    Diari di viaggio
    tour in cina 2

    Tour in Cina 2

    11.08.12 Arrivati ora locale 9.30, cambiamo subito i soldi in aeroporto… con una commissione stratosferica e poi cerchiamo di capire...

    Diari di viaggio
    cina e tibet, informazioni tecniche

    Cina e Tibet, informazioni tecniche

    km/h, l’autista ci ha portato i bagagli in aeroporto con la macchina).Tibet Lhasa premessa: per tre giorni in Tibet abbiamo avuto...

    Diari di viaggio
    tibet tetto del mondo

    Tibet tetto del mondo

    UN VIAGGIO SU MISURA: SETTE GIORNI DI TIBET Un itinerario intenso, in cui sono adeguatamente dosate fatica e ristoro: da Chengdu a Lhasa,...