Tour del Giappone

Da Tokyo a Tokyo, passando per Kanazawa, Kyoto e Hiroshima
 
Partenza il: 06/04/2017
Ritorno il: 25/04/2017
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

Innanzitutto, grazie a Petz 09 (Ichigo ichie), L. Reali (Giappone per tutti), C. Benanzioli (Big inJapan) ai cui itinerari ci siamo ispirati, diluendoli solo un po’] – Un link utilissimo: www.Japan-guide.com (indica perfino – città per città – se i ciliegi sono fioriti/sfioriti).

Note generali

Sono (tutti) gentili? Decisamente sì, anche con noi stranieri [abbiamo campato tranquilli con tanti “SUMIMASEN”/mi scusi e “ARIGATO”/grazie”’] Inoltre, a differenza della Cina, anche per strada è facile trovare qualcuno che comprenda il mio limitato inglese. Ci ha molto colpiti l’inchino che il controllore del treno rivolgeva ai passeggeri uscendo da ogni carrozza…

Sono organizzati? Sì, molto; camminando nelle stazioni bisogna tenere a volte la destra, a volte la sinistra (ma ci sono le frecce per terra…).

Sono puliti? Sì, impeccabili praticamente dappertutto; però qualche lattina nella aiuole, l’abbiamo vista…

Considerazioni pratiche

Aereo: trovato volo Air China (via I-net 2 mesi prima della partenza) a 550 €, scelto poi Emirates a 595 € (su consiglio agenzia) sulla base della considerazione: “non avendo il visto x la Cina, in caso di disguidi nel cambio aereo a Pechino si rimarrebbe “confinati” in aeroporto, senza il permesso di fare un giro in città; inoltre Emirates gode di buona fama, come servizio a bordo. Vabbè, sacrifichiamo questo 8%, negoziando una riduzione sul premio dell’assicurazione. Abbiamo aggiunto assic. (“Filo diretto”) medica viaggio ed assic. annullamento (3% della somma che si vuole assicurare).

Alberghi: bisogna essere preparati al concetto di “spazio alla giapponese”…. Se avete viaggiato nella cabina di una nave, avrete già un ‘idea. In compenso la pulizia è ovunque impeccabile.

Ah, il pian terreno lo chiamano “1°”

In strada: abbiamo sentito la mancanza di bar e di… cestini per i rifiuti (credo si portino tutto a casa, perché per terra non c’è nulla). Invece le toilettes pubbliche sono frequenti, pulitissime MA quasi sempre senza asciugamani.

L’unico – grosso – problema è costituito dal fatto che le strade NON hanno quasi mai un nome, a volte neanche i num. civici! Per cui, anche con un programma di navigazione (difficile trovarne uno che funzioni in Giappone; noi abbiamo scaricato OsmAnd + la mappa del Giappone) è difficile avere un riscontro visivo di dove si è; per fortuna nella Lonely planet i monumenti sino indicati col nome giapponese e la gente è gentile.

Periodo scelto: abbiamo cercato di viaggiare nel “periodo dei ciliegi” (dal 6 al 26 Aprile), evitando la c.d. “settimana d’oro”,( posta tra la fine aprile e inizio maggio).

Pocket wi-fi”:

E’ uno “scatolotto” da portarsi dietro per poter avere cellulare o tablet connessi ad Internet senza problemi.

Costo: 11.000 Y per 17 gg., [ 5,4 €/die ] Basta dire DOVE e QUANDO lo si vuole ritirare (proprio albergo; ufficio postale) e restituirlo infilandolo in una busta di cartone (fornita), inserendo il tutto in una qualsiasi cassetta postale.

Link:

A] https://www.jrailpass.com/it/?utm_source=google&utm_medium=cpc&gclid=CLHZw-7J5dICFWYq0wodWL0Lvg

[nota su SERVIZI – in alto- + Pocket wi-fi à OCHO: prenotarlo almeno 25 gg. prima!];

B] https://www.sakuramobile.jp/lp/?i=uwifi&gclid=CICJ_NrR5dICFRM8GwodBloNEg [basta prenotarlo 3-4 gg. prima] (è stata la nostra scelta) Nota: la prima volta abbiamo impiegato un (bel) po’ a capire dove inserire la pw dell’aggeggio per il wi-fi (dopodiche è filato tutto liscio…),

Soldi: come consigliato, ci siamo portati tanti Yen, comprati a circa 120 Y per 1 €. Tuttavia la carta di credito (VISA) è accettata abbastanza diffusamente. Noi l’abbiamo sfruttata soprattutto per le prenotazioni/pagamenti degli alberghi

Treno: come suggerito dai vari diarî, abbiamo richiesto (agenzia) il “voucher” (da acquistare per forza dall’Italia e poi “attivare” in Giappone, in aeroporto o nella stazioni ferroviarie) JRPass (480-680 € -[2a o 1a cl.] x 21 gg. a persona!]. Questa tessera – NON sostituibile – va mostrata agli addetti, nella corsia apposita, ignorando i “tornelli”.

Abbiamo impiegato un po’ di tempo per capire come funzionavano i trasporti (cittadini) su rotaia, rendendoci conto che a Tokyo & Kyoto esistono 2 reti (con molte stazioni di contatto): la metro vera e propria, per la quale ci vuole un biglietto/abbonamento apposito E la rete di treni-di-superficie, inclusi nel JR Pass. Mappe colorate, disponibili facilmente.

Per gli “Shinkansen” le prenotazioni sono fattibili SOLO dalle stazioni ferroviarie (NO da Internet né dall’ albergo)

Fondamentale www.Hyperdia.com (x prezzi ed orari di tutti i treni); visto che sono indicati anche i binari, prima di scegliere una combinazione di treni, controllate di avere il tempo di passare da un binario all’altro, se sono lontani.

Prima di uscire dalle stazioni di arrivo, consigliamo la visita al “Tourist office”: gli addetti, sempre efficientissimi, forniranno cartine, schemi, orari, di tutto.

6à7 /4 Milano-Dubai-Tokyo. Dopo più di un’ora di (disciplinatissima) coda anche se erano le 23 per i controlli , arriviamo in albergo [Jal city Haneda], dove troviamo ad aspettarci la busta con lo “scatolotto” per la connessione wi-fi. Beh, ci penseremo domani.

8/4 Tokyo: grazie alla comoda (ed illimitata) navette, torniamo in aeroporto, attiviamo il JR pass e …cominciamo a litigare con l’ aggeggio wi-fi (dotato di un display e di tastierino, che -abbiamo poi capito-, non servono in quanto basta accenderlo e digitando la pw sul proprio tablet). Passato quel momento, tutto ha funzionato alla perfezione. Ci scegliamo un albergo più centrale [Mystais Kameda] per i successivi due giorni e lo raggiungiamo godendoci un bellissimo viale di ciliegi. Cominciamo conn l’esplorare il parco Ueno bello, soprattutto alla sera, quando centinaia di persone si siedono per terra, a chiacchierare, bere, suonare. Accidenti alla pioggia…

9/4 Piove ancora, uffa. Riusciamo a visitare il Meji Jingu, il suo giardino, Omotesando/Cat street, la stazione Shibuya, la statua di Hachico e Meguro (per i ciliegi)

10/4 Prima di uscire, prenotiamo via Internet ad Hakone; poi andiamo alla Sky tree (rinunciamo alla salita causa coda, falsamente annunciata di soli 15 min.; per gli stranieri c’è anche la “fast track”, ma al costo extra di 3.000 Y, no grazie). Facciamo l’abbonamento giornaliero alla metro (con quello da 1.000 Y invece di 700 non dobbiamo preoccuparci del colore/ linea scelto). Andiamo al Sensu-ji, poi al Metropolitan building (dove con poca spesa di soldi e tempo saliamo a vedere il panorama cui avevamo rinunciato alla Skytree. Andiamo in stazione e prenotiamo lo Shinkansen per Odawara (Hakone) Ci si può andare anche in bus, ma noi abbiamo il JR pass da ammortizzare.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Giappone
    Diari di viaggio
    giappone, terra di contrasti

    Giappone, terra di contrasti

    Non potevamo che decidere di esplorare questo paese straordinario con il suo mezzo più veloce ed efficiente: il treno. Possiamo...

    Diari di viaggio
    da dotombori a osaka castle, per vivere le due facce di osaka

    Da Dotombori a Osaka Castle, per vivere le due facce di Osaka

    La città di Osaka è un mix di trambusto e quiete che si alterna piacevolmente lasciando in bocca il dolce sapore di una città che,...

    Diari di viaggio
    più cervi o persone? questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di nara

    Più cervi o persone? Questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di Nara

    Quando ho deciso di visitare Nara devo ammettere che il mio obbiettivo principale era incontrare quella che consideravo la vera attrazione...

    Diari di viaggio
    fushimi inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Fushimi Inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Quando immaginavo il mio viaggio in Giappone gli obbiettivi sono sempre stati due: uno l'arcipelago di Okinawa, e l'altro il tempio dai...

    Diari di viaggio
    va dove ti portano i pokemon!

    Va dove ti portano i Pokemon!

    Si può fare un regalo alternativo al proprio figlio Oscar di soli 9 anni per la sua comunione? Certamente basta essere una madre atipica e...

    Diari di viaggio
    giappone: un viaggio di nozze strepitoso!

    GIAPPONE: un viaggio di nozze strepitoso!

    Da tempo ci sarebbe piaciuto visitare il Giappone. Dopo aver letto qui su Turisti per caso la recensione di SandraG1974 “Stupefacente e...

    Diari di viaggio
    i colori dell'autunno in giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    I colori dell’autunno in Giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    Viaggio di nozze di tre settimane in Giappone, una full-immersion nipponica che ti cambia dentro (al rientro in Italia, ci inchinavamo per...

    Diari di viaggio
    tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Sfatiamo il mito che il Giappone è carissimo! Dipende da come ci si approccia, se si va con l’agenzia turistica certo i prezzi salgono,...

    Diari di viaggio
    giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Mercoledì 10 aprile e giovedì 11 aprile: Venezia-Tokyo Partenza mercoledì 10 aprile da Venezia con volo Swiss e arrivo all’aeroporto...

    Diari di viaggio
    da tokyo a hiroshima, prima volta nel sol levante

    Da Tokyo a Hiroshima, Prima volta nel Sol Levante

    Dopo aver letto tantissimo di cose giapponesi tra libri, giornali, diari di viaggio e siti internet, dopo aver collezionato libri,...