Titicaca, Uyuni e itinerario sud Lípez

Viaggio tra le mete più affascinanti dell'altipiano boliviano
 
Partenza il: 20/12/2019
Ritorno il: 01/01/2020
Viaggiatori: 8
Spesa: 500 €

Approfittiamo la visita dei nostri ex vicini di Bogotá (Colombia) per rivedere tre luoghi affascinanti della Bolivia.

LAGO TITICACA

Arriviamo a Copacabana di notte sotto un tremendo acquazzone. Il giorno dopo ci rendiamo conto che non era colpa del maltempo se non c’erano molti turisti: i disordini seguiti ai brogli elettorali di ottobre hanno spaventato gli stranieri, mentre i locali avranno preferito passare il Natale in famiglia. Ho trovato la città piuttosto peggiorata rispetto a 2 anni fa, anche per colpa dei continui scioperi e blocchi stradali che avranno sicuramente fatto diminuire le presenze. Anche l’Hotel Las Kantutas, prenotato su internet, conferma il declino della città…

Dopo aver visitato il Santuario e comprato il necessario per il viaggio, partiamo nelle nostre due macchine alla volta di Yampupata, la penisola che si allunga verso la Isla del Sol. Nel porticciolo ci rendiamo conto che le faide tra le comunità dell’Isla del Sol sono ancora in corso, nonostante gli annunci del Governo di averle risolte. Morale, è difficile arrivare alla parte nord dell’isola, ma non impossibile. Riusciamo a contrattare César, che con la sua barca ci porta prima a visitare la Isla de la Luna, col suo splendido Templo de las Ñustas, incredibilmente vuoto. Siamo gli unici visitanti e possiamo apprezzare in pieno l’incanto di quei luoghi. Dopo un’oretta salpiamo per Challapampa, nella parte nord dell’Isla del Sol. Il viaggio è piuttosto lungo perché César non vuole essere visto e fa un giro lungo verso nord. All’arrivo ci aspetta il proprietario dell’hotel Willca Kuti, che abbiamo prenotato su internet. Purtroppo molti hotel e i ristoranti sono chiusi a causa della diminuzione del turismo per colpa della disputa tra comunità. L’hotel si trova proprio sulla spiaggia, nel mezzo della spettacolare baia. Approfittiamo delle ultime ore di luce per visitare la roccia del puma, la mesa ceremonial e il laberinto. Nota: la biglietteria è abbandonata, così come i siti, che possono essere visitati senza particolari problemi, sperando che non ci siano vandali in azione…

Il giorno dopo percorriamo il sentiero sul crinale che ci conduce a Yumani, nella parte sud dell’Isola. Prima dell’arrivo, un posto di controllo ci chiede 10 Bs. a testa (solo gli adulti) come “diritto d’accesso”… nessun biglietto, temiamo che quei soldi, invece che per lo sviluppo locale, finiscano per finanziare qualche bottiglia… Arriviamo in serata all’hotel Wara Uta, con splendida vista sull’Isla della Luna ma vicinissimo al crinale, così da poter vedere anche l’altro lato. Pochissimi turisti. Andiamo al vicino mirador per goderci il tramonto.

Il giorno dopo César ci viene a prendere al molo, nei pressi della Escalera del Inca. In dieci minuti arriviamo a Yampupata, riprendiamo le macchine (parcheggiate nel cortile di casa sua) e torniamo a La Paz, mentre i nostri amici fanno una deviazione a Tiahuanaco e ci raggiungeranno il giorno dopo.

UYUNI

Dopo aver passato il Natale con la famiglia di mia moglie, per Santo Stefano (che in Bolivia non è festivo) partiamo alla volta di Uyuni. La strada è eccellente, da La Paz si raggiunge Uyuni dopo circa 8 ore, attraversando l’orribile Oruro… Per un colpo di fortuna, l’agenzia con la quale i nostri amici avevano affittato l’auto non ce l’aveva disponibile e al suo posto consegna loro una Toyota Hilux 4×4. Per cui ne approfittiamo e in otto (i nostri due amici coi loro due figli e noi 4) ci avviamo al Salar, entrando da Colchani. Dopo l’hotel di sale, gli autisti delle varie agenzie ci indicano i solchi da seguire per arrivare all’Isla del Pescado. Anche i GPS dei cellulari ci aiutano a non perderci, comunque in questa stagione la parte orientale è ancora asciutta e arriviamo senza problemi. Sostiamo prima del parcheggio inverosimile pieno di jeep delle agenzie e ci gustiamo l’Isola da soli. Proseguiamo verso altre isole, però il Salar comincia a inondarsi. L’effetto è surreale, però ci convinciamo a tornare sui nostri passi, invece di cercare di uscire dalla parte sud.

ITINERARIO SUD LÍPEZ

Noi con la nostra piccola Ford Ecosport 1.600 e loro con la Toyota Hilux 4×4 ci avviamo verso sud-ovest nella regione di vulcani, lagune e fenicotteri al confine col Cile. Superata Villa Alota e la Valle delle pietre, giriamo verso sud estasiati dal panorama. Dopo aver estratto la mia auto dalla sabbia, proseguiamo lungo un percorso molto accidentato e arriviamo verse le 18:00 all’hotel Tayka del desierto… tutto pieno! Iniziamo a preoccuparci. L’alternativa è salire tutti e 8 sull’Hilux e condurre per due ore verso la Laguna Colorada… senza conoscere il tragitto, col pericolo che ci sorprenda la notte. O dormire in auto. Alla fine decidiamo di dormire in auto, con 4 bambini tra gli 8 e gli 11 anni… Per fortuna che il comandante del vicino posto militare, impietosito, ci offre ospitalità. La caserma è un agglomerato stile conteiner, con appena un mese di vita, nuovissimo. Dopo aver offerto la cena ai bambini, invita anche noi grandi.

Il giorno dopo, ringraziando il comandante e i suoi 5 soldati, ci avviamo verso la laguna Colorada, passando dall’Albero di pietra. Dopo aver nuovamente sottratto la mia auto dalle morse della sabbia, arriviamo alla Laguna Colorada. Paghiamo l’ingresso al parco Avaroa e ci aviamo verso la comunità Huayllajara dove, dopo aver chiesto a tutti gli ostelli, arriviamo in quello che comunque ci sembra il migliore, il Mirador. Scelta azzeccata, perché il proprietario è simpatico e disponibile, e riusciamo a trovare due stanze con bagno privato, un lusso da quelle parti. La sera raggiungiamo in auto la parte sud-est della Laguna, dove la colorazione è particolarmente rossastra e si possono contemplare migliaia di fenicotteri. Il vento micidiale ci obbliga a tornare prima del previsto.

Il giorno dopo visitiamo i geyser a quota 4.900 e le terme… però sbagliamo strada (il GPS non prendeva) e percorriamo per più di un’ora la strada per Uyuni… torniamo indietro, rendendoci conto effettivamente che si poteva scorgere la Laguna Colorada, e arriviamo alle terme verso le 16. Un po’ tristi per aver perso tempo prezioso, comunque soli per poterci godere da soli quello spettacolo.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bolivia
    Diari di viaggio
    salar de uyuni e bailamos un tango

    Salar de uyuni e Bailamos un tango

    Un'esperienza fantastica in un posto magico, questa è la nostra esperienza al salar de Uyuni. Da segnalare anche un evento: mentre stavamo...

    Diari di viaggio
    3 settimane tra cile del nord e bolivia

    3 settimane tra Cile del Nord e Bolivia

    Viaggio di 3 settimane nel Cile del Nord e in Bolivia, partendo da Santiago del Cile. 10 giorni on the road con auto a noleggio sugli...

    Diari di viaggio
    titicaca, uyuni e itinerario sud lípez

    Titicaca, Uyuni e itinerario sud Lípez

    Approfittiamo la visita dei nostri ex vicini di Bogotá (Colombia) per rivedere tre luoghi affascinanti della Bolivia. LAGO TITICACA ...

    Diari di viaggio
    parco nazionale toro toro

    Parco Nazionale Toro Toro

    È finita l’epoca quando in Bolivia viaggiavo in autobús. Adesso abbiamo la macchina. Peccato però che le strade rimangano...

    Diari di viaggio
    cile, perù, bolivia in moto: orizzonti senza fine!
    ELY

    Cile, Perù, Bolivia in moto: orizzonti senza fine!

    La vita è come una corsa in moto, nessuno sa quanta benzina il destino ha messo nel nostro serbatoio. C’è chi nasce già con il pieno e...

    Diari di viaggio
    zaino in spalla in alta quota tra perù, bolivia e chile di 3 weeks - 5.000 km

    Zaino in spalla in alta quota tra Perù, Bolivia e Chile di 3 weeks – 5.000 km

    sempre in fondo al canyon. Siamo in una specie di oasi naturale, grazie a una cascata vicina che nasce dal nulla, dove la guida e altre...

    Diari di viaggio
    perù, bolivia, cile del nord in 26 giorni

    Perù, Bolivia, Cile del nord in 26 giorni

    11/08/2015 MILANO-MIAMI-LIMAAereo in ritardo a Miami (chiuso aeroporto per tormenta). Notte a Mundo Albergue...

    Diari di viaggio
    perù e bolivia 2

    Perù e Bolivia 2

    Finalmente il viaggio che aspettavamo da una vita!! Non ci mettiamo molto a prenotare quest’anno e, con la solita collaudata formazione, ...

    Diari di viaggio
    bolivia & san pedro: alla scoperta di un mondo misterioso in alta quota

    Bolivia & San Pedro: alla scoperta di un mondo misterioso in alta quota

    Bolivia & San Pedro: alla scoperta di un mondo misterioso in alta quota Di giusep11 dal 22.09.18 al 08.10.1822 settembre Volo...

    Diari di viaggio
    travolgente e ribelle la paz: ritratto di una capitale a metà

    Travolgente e ribelle La Paz: ritratto di una capitale a metà

    Sono arrivata a La Paz senza sapere in pratica niente, immaginandomela come una qualsiasi grande e brutta città del sud America, una sosta...