Thailandia, Laos, Vietnam e Cambogia

Due mesi nel bellissimo sud est asiatico, completamente organizzato autonomamente, utilizzando solo trasporti locali e dormendo in ostelli e guest house a stretto contatto con i locali
 
Partenza il: 05/03/2015
Ritorno il: 30/04/2015
Viaggiatori: 1
Spesa: 2000 €

La mia prima volta in Asia è stata in Indonesia, 6 mesi prima di questo viaggio. Appena tornato a casa ho capito che l’Asia mi aveva conquistato e che sarei tornato presto, e cosi è stato. A febbraio ho prenotato il mio biglietto aereo andata e ritorno per Bangkok con partenza il 5 marzo e ritorno il 30 aprile. Il pomeriggio del 5 marzo son partito da Marrakech con la compagnia Royal Jordanian e dopo 18 ore di volo con 1 scalo ad Amman son arrivato a Bangkok. Dall’aeroporto ho subito preso lo Skytrain (1€) direzione Khaosan Road. Appena arrivato mi son subito trovato un ostello abbastanza vicino a Khaosan per 6 dollari a notte. Ho lasciato le mie cose e son subito sceso in strada.

Bangkok è molto bella come città, ma non era per quello che ero in Asia. Così dopo 2 giorni passati visitando templi e pagode ho deciso di andarmene direzione Laos. Sono partito da Bangkok alle 6 di pomeriggio direzione Nong Khai la città di confine con il Laos. Son arrivato a Nong Khai alle 5 ed ho dovuto aspettare un paio di ore per l’apertura della dogana. Il visto si può fare direttamente lì ed è stato molto semplice: bisogna solo avere 1 fototessera e 35 dollari americani o 1500 baht thailandesi.

Il mio primo stop in Laos è stato a Vientiane cioè la capitale, sicuramente la capitale più tranquilla dell’Asia, neanche sembra di stare in città. La città non offre molto ai visitatori ad eccezione di qualche tempio e il Night market cosi la mattina seguente ho deciso di lasciare la città in direzione di Vang Vieng, piccolo paesino 150 km a nord di Vientiane. La strada non è molto buona e quasi completamente in montagna cosi per percorrere i 150 km abbiamo impiagato più di 4 ore,ma la fatica è stata completamente ripagata dalla bellezza del luogo. Situato tra le montagne ed attraversato dall’immenso Mekong, offre scenari mozzafiato con grotte su grotte e decine di cascate.

Vang Vieng essendo famoso per il tubing è frequentato quasi completamente da ragazzi, lo consiglio per chi ama la vita notturna ma anche per i più tranquilli semplicemente per il fatto che si trova immerso nella natura quindi in 10 minuti d cammina ci si troverebbe in mezzo alla totale tranquillità. Ho passato 4 notti a Vang Vieng, visitando montagne,grotte e molte cascate.

L’ultimo giorno mi sono recato alla Blue Lagon, assolutamente da visitare ma solo di mattina per il fatto che di pomeriggio è troppo affollata.

Il quinto giorno son partito per Luang Prabang cioè l’ex capitale Laotiana e patrimonio umanitario dell’unesco per via dei 1000 templi nella città. La città è molto tranquilla e si può benissimo notare in pizzico di tocco francese nelle costruzione e i viali. Anche L.P. è attraversata dal Mekong, cosi la prima giornata ho deciso di fare un breve giro in barca e recarmi al Wat Xieng Thong cioè il tempio d’oro. Il tempio è molto bello e ben tenuto ma dopo decine di templi visitati la cosa diventa un po’ monotona ed è per questo che non ne son rimasto particolarmente colpito.

Il giorno seguente insieme a 2 ragazze che avevo conosciuto a Vang Vieng e che viaggiavano con me ci siamo recati alle Kuang Si falls, sicuramente le cascate più belle del paese. Le cascate offrono varie terrazze con piscine naturali su cui ci si può rilassare con una bellissima vista sulle montagne e foreste di questo bel paese.

La terza giornata abbiamo visitato altri templi e fatto un bellissimo massaggio rilassante,il giorno seguente le ragazze son partite e io son rimasto l’ultima giornata perchè dovevo aspettare il mio visto per il Vietnam.

La mattina seguente son partito in direzione Nong Khiaw, piccolissimo paesino di 3000 abitanti situato a nord vicino al confine cinese. Il villaggio non offre molto, ma è perfetto per chi come me vuole rilassarsi e vedere un po’ di vita tipica laotiana. Mi son fermato 4 giorni passati totalmente in relax alternando nuotate nel fiume e passeggiate in montagna.

Il quarto giorno son partito per l’ultimo mio stop in Laos, Muang Khua, ultima città prima del confine con il Vietnam. Son partito con altre 4 ragazze conosciute lì con cui poi viaggerò per altri 10 giorni. Per raggiungere Muang Khua abbiamo preso la Slow Boat lungo il fiume,ed in circa 6 ore eravamo lì. Ci siam fermati solo una notte, poi la mattina abbiamo preso un autobus che ci ha accompagnati sino alla prima città Vietnamita dopo il confine Dien Bien Phu, da lì lo stesso giorno abbiamo preso uno sleeping bus che ci ha accompagnati sino a Sapa. Siamo arrivati a Sapa alle 3 di mattina, faceva abbastanza freddo con nebbia.

Il giorno seguente l’abbiamo passato passeggiando nella cittadina e visitando qualche museo. La sera abbiamo prenotato un day tour per il giorno seguente, per 5 dollari a testa, che ci avrebbe portato in giro per qualche tipico villaggetto. Abbiamo passato tutta la giornata passeggiando in montagna tra le migliaia di risaie e tipici villaggetti. Posto molto bello ma purtroppo per Sapa non era il miglior periodo così il giorno dopo abbiamo deciso di andarcene, e ci siamo anche divisi: io sono andato verso la capitale Hanoi mentre le ragazze ad Halong city.

Hanoi è molto caotica come città,ma offre anche molto da vedere con migliaia di mercati e musei, interamente dedicati al tema guerra americana. Ad hanoi mi son fermato una notte solo per poi il giorno seguente proseguire per la magnifica Halong Bay. Son partito da Hanoi alle 8 di mattina e dopo circa 4 ore ero già ad Halong city pronto a prendere il traghetto direzione Cat Ba Island. Nel traghetto ho incontrato Andrea, ragazzo italiano con qui ho condiviso 15 giorni del mio viaggio e altre 2 ragazze con cui abbiamo poi condiviso la stanza per le 3 notti nell’isola. Cat ba è molto bella, e noi avevamo una stanza enorme con balcone che dà direttamente sulla baia con le sue mille isole. Nei 3 giorni nell’isola abbiamo affittato un motorino e abbiamo passato gran parte delle giornate all’esplorazione di essa, visitando in parco nazionale e diverse spiagge.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bangkok
    Diari di viaggio
    l'arcipelago malese: un viaggio alla scoperta di questa lontana parte di mondo

    L’Arcipelago Malese: un viaggio alla scoperta di questa lontana parte di mondo

    Guardando le foto dell'album mi è venuta voglia di raccontare il mio viaggio. Dal 1 gennaio 2012 al 30 marzo 2012.Malesia 1...

    Diari di viaggio
    2 settimane fai da te in thailandia, tra bangkok, ayutthaya, sukhotai, chiang mai e phuket.

    2 settimane fai da te in Thailandia, tra Bangkok, Ayutthaya, Sukhotai, Chiang Mai e Phuket.

    Dopo un volo della Oman Air (compagnia aerea che consigliamo vivamente) partito da Bologna per Bangkok, con scalo a Muscat, atterriamo in...

    Diari di viaggio
    thailandia, paradiso all'improvviso

    Thailandia, paradiso all’improvviso

    Sono del parere che ci vorrebbero delle ferie per pianificare un viaggio, poi altre ferie per fare la valigia forse con un attimo più di...

    Diari di viaggio
    thailandia e cambogia 2020

    Thailandia e Cambogia 2020

    Scegliere questa meta per il nostro consueto viaggio di febbraio è stato abbastanza semplice: non avevamo a disposizione un budget...

    Diari di viaggio
    capodanno al caldo in thailandia
    Fef

    Capodanno al caldo in Thailandia

    A settembre abbiamo deciso di regalarci un Capodanno al caldo e così abbiamo scelto la Tailandia come destinazione per dicembre. Purtroppo...

    Diari di viaggio
    la nostra prima thailandia: nord, mare e bangkok

    La nostra Prima Thailandia: nord, mare e Bangkok

    24.12.19 VERONA Io e il mio compagno visiteremo per la prima volta questo paese. Partenza da casa nostra con l'ottimo servizio di Go-Opti,...

    Diari di viaggio
    a ovest della thailandia

    A ovest della Thailandia

    Raccontare i nostri viaggi è oramai un appuntamento necessario, utile a noi per ricordare nel tempo le nostre avventure e speriamo utile...

    Diari di viaggio
    amazing bangkok!

    Amazing Bangkok!

    Dieci giorni alla scoperta dell'incredibile capitale della Thailandia tra sapori, profumi, suoni e colori di una città che pur mantenendo...

    Diari di viaggio
    thailandia, al di sopra di ogni nostra immaginazione...

    Thailandia, al di sopra di ogni nostra immaginazione…

    Ad inizio novembre io e mio marito abbiamo iniziato ad organizzare un viaggio in Thailandia, per il mese di gennaio, prenotando i seguenti...

    Diari di viaggio
    bangkok e phi phi guida all'uso e consigli pratici

    Bangkok e Phi Phi guida all’uso e consigli pratici

    Giorno 1 Arriviamo all'aeroporto di Bangkok intorno alle 19 con volo Emirates. Aeroporto nuovissimo e all'avanguardia, stupisce la...