Thailandia, la terra del sorriso

Quindici giorni in Thailandia
Scritto da: andaloromassimo
thailandia, la terra del sorriso
Viaggiatori: solitario o in gruppo
Spesa: 2000 €

Sensazioni, emozioni, semplici consigli e considerazioni personali… alla scoperta di un mondo lontano da noi 10/12 ore di volo.

A Bangkok (sufficienti tre notti) gli spostamenti non sono un problema, taxi e tuk tuk sono sempre presenti nel caotico traffico della capitale. Durante il primo trasferimento aeroporto/albergo si impara a convivere con l’aria condizionata che sarà sempre presente (al massimo della sua potenza) in tutti i luoghi al chiuso. Lo sky train (metropolitana) permette spostamenti veloci. Soggiornare in un albergo lussuoso a 4 stelle con piscina, visto i costi abbordabili, è consigliato. Palazzo reale (stupendo), mercato galleggiante (solo per turisti), buddha, templi e fuori città la vecchia capitale e il tempio delle tigri, sono alcune dalle bellezze di BKK da visitare assolutamente (possibilmente con una guida thai che parli italiano per ottimizzare i tempi).

Rumori, odori (bisogna viverli non si possono descrivere), vanno vissuti in una città che permette di essere visitata anche di notte senza paura di vivere brutte avventura.

Un giro a china town, mercato dei fiori e shopping sfrenato nei centri commerciali e nei mercatini serali (contrattare sempre il prezzo se chiedono 1.000 bath chiudere la trattativa a 400 bath è una buona cosa perché “ loro sono tigri e noi turisti, carne da mangiare…..”) non possono mancare come anche una cena su un grattacielo che domina la capitale e un massaggio thai serio al giorno di due ore (anche un’ora va bene) in una spa/massage, facendosi coccolare dalla musica e dalla forza rigenerativa del massaggio stesso.

Consiglio di comprare tutto a BKK o nord della Thailandia perché al mare tutto costa più caro. Ovviamente partirà dall’Italia con la valigia vuota perchè al ritorno si fatica a rispettare i 20 kg di peso.

E dopo tre notti nella capitale via al sole di Krabi o di Phuket.

Un mare stupendo, colori magnifici, escursioni su isole caraibiche e bagni tra i pesci. Maya bay un classico, come anche Phi Phi e i vari isolotti di krabi ….. ma trovare una spiaggia tranquilla come Nai Harn e mangiare il pesce a rawai non ha prezzo (Phuket) … escursioni al lago di smerando e alle terme naturali (krabi) sono da vivere.

Ma Phuket, per me, non è la vera Thailandia… chi arriva direttamente sull’isola senza passare da BKK o senza aver fatto il tour del Nord si perde la vera Thailandia. Difficile da spiegare sono sensazioni che vanno vissute.

Si dice Phuket ma si va al sud dell’isola.. patong, kata, karon, surin beach alcuni dei posti più noti.

A differenza di BKK al mare può bastare una semplice guest house.

Affittare un motorino per gli spostamenti è l’ideale. Massima attenzione per la guida thai a sinistra e per i sorpassi in curva. Fare 500 km in 12 giorni è semplice. Io consiglio di cambiare spiaggia ogni giorno da nai harn, kata, karon (evitare assolutamente la spiaggia di patong) kamala, surin beack e una mattina visitare il buddha gigante che domina l’isola.

Gustare la birra thai in riva al mare aspettando il tramonto… è stupendo!

Mangiare non è un problema e se non piace la cucina thai (piccante ma buona) l’isola è piena di ottimi ristoranti italiani.

Per chi conosce la Thailandia queste considerazioni possono essere anche banali, ma è quello che sento.

La terra del sorriso, vero o falso che sia, lascia un segno nel cuore.

La Thailandia non è solo go go bar ma ben altro, molto altro.

Le foto che ho pubblicato sul sito sono frammenti significativi dei mie viaggi in Thailandia.

Sawesdee a tutti.

Guarda la gallery
cultura-yps66

palazzo reale a bangkok

cultura-6e8u9

ponte che unisce l'isola di Phuket alle terra ferma

cultura-zza4q

tuk tuk a bangkok

cultura-4kc3u

tempio delle tigri a Bangkok

cultura-48yt1

tramonto a kata, phuket

cultura-ne4p8

Maya bay

cultura-3rtqz

kraby per andare al lago qui si "battono le mani"



    Commenti

    Lascia un commento

    Bangkok: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari