Thailandia, istruzioni per l’uso 2

Una guida ben dettagliata per farvi una vacanza (non di mare) di 10 giorni senza spendere troppo e vedendo il meglio
Scritto da: modicat2
thailandia, istruzioni per l'uso 2
Partenza il: 16/04/2015
Ritorno il: 27/04/2015
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Eccovi una guida molto pratica e dettagliata per andare a farvi una indimenticabile vacanza in Thailandia senza spendere un botto e sfruttando i tempi al meglio. In questa prima parte vi parlerò della logistica, ovvero vi darò consigli pratici, mentre dei siti da visitare ed altre cose, parlerò nella prossima recensione.

Innanzitutto occorre fare delle premesse di base. Io ho 64 anni, ho viaggiato e viaggio molto, in coppia con la mia dolcissima compagna. Siamo avventurosi, ma non troppo. Prudenti quanto basta, soprattutto curiosissimi di conoscere e provare a vivere la vita del luogo con la gente e fra la gente. Non siamo viaggiatori zaino in spalla e nemmeno turisti con la puzza sotto il naso che vanno negli hotel 4 o 5 stelle. Siamo viaggiatori auto-organizzati quanto basta. Diciamo che siamo parsimoniosi, ma quando si deve spendere spendiamo. Questo nostro viaggio è durato 11 giorni di cui due di volo e nove trascorsi fra Bangkok e Chiang Mai (nel nord). Niente isole e niente mare per una precisa scelta di tipo di vacanza.

Fatte queste doverose premesse cominciamo con le istruzioni pratiche per organizzare il vostro viaggio “fai da te” senza uso di agenzie.

Per viaggiare in Thailandia dovete conoscere almeno un pò di inglese. Altrimenti è inutile che andiate avanti nella lettura perchè senza inglese non riuscireste nemmeno ad uscire dall’aeroporto. Considerate che dovrete destreggiarvi fra il vostro inglese e quello (molto poco comprensibile) dei thailandesi, per cui, dopo l’arrivo, armatevi di tanta pazienza. Se non conoscete l’inglese, o lasciate perdere la thailandia o scegliete un viaggio organizzato di gruppo affidandovi ad una agenzia che vi darà una guida 24 ore su 24 in italiano, ma che vi costerà una vagonata di soldi e non vi farà vivere le emozioni e le incertezze del fai-da-te!

Prima di tutto in Thailandia bisogna decidere quando andarci e come arrivarci. Poi decidere che posti visitare, dove dormire, cosa visitare, cosa e dove mangiare. Per il “quando” dipende da quando avete le ferie e dal clima locale. Cercate sui siti meteo il clima nelle zona della Thailandia che intendete visitare, ricordando che ci sono mesi in cui piove tanto ed altri, come aprile, che fa molto caldo. Scegliete la vostra data e poi passate alla sezione aereonautica, ovvero al volo che vi ci porterà. Molto importante ai fini delle cose da vedere è includere due weekend nel periodo di viaggio. Ovvero, ad esempio partire di giovedì e tornare di lunedì dopo 12 gg., perchè dei mercati o dei posti particolari sono aperti o visitabili solo nel weekend.

Importante fattore economico che incide sul vostru Budget: bisogna scegliere il miglior volo come durata al miglior prezzo. Andate su due siti: Skyscanner e Kayak e cercate lì il vostro volo. Se prenotate almeno un paio di mesi prima, potete trovare un Roma-Bangkok con scalo a Colombo delle linee aeree dello Shrilanka a meno di 430 euro A&R. Oppure Emirates con scalo a Dubai per 520 euro A&R. Però quando scegliete il prezzo, guardate sempre le ore di durata del volo che, di solito, variano da 14 a 27 o più, a seconda della durata dello scalo intermedio.

Per arrivare in Thailandia occorrono circa 11 ore di volo effettivo, che trascorse in classe economy, non sono facili da sopportare. Di solito c’è uno scalo intermedio che vi darà modo di sciogliere le giunture e riprendervi dalle lunghe ore passate sedute. Altrimenti cercate di viaggiare di notte così almeno dormite un pò.

A volte è anche interessante fare uno scalo lungo, ad esempio di 10 ore in India, così da uscire dall’aeroporto e visitare anche Mombai, o videre Colombo, o Dubai per una mezza giornata prima di ripartire. Questo però dipende dal tempo che avete disponibile e se la cosa vi interessa. (io lo faccio spesso e vedo due posti al prezzo di uno…)

Facciamo finta ora che avete preso il vostro biglietto (minimo 11 o più giorni). Seguitemi nel mio itinerario.

Il mio viaggio, dal 16 al 27 aprile 2015, prevedeva due basi fisse: Bangkok (la capitale) e Chiang Mai (a 720 km nel nord Thailandia). Quindi Giovedì partenza, venerdì arrivo a BKK (Bangkok) alle 13 locali. (Ci sono 6 ore in più a BKK!). In pratica ho suddiviso così i 10 gg di permanenza: tre giorni e mezzo a BKK, tre giorni e mezzo a Chiang Mai, tre giorni a BKK e ripartenza di lunedì 27 con arrivo nella stessa giornata a Roma (Cosa vedere e dove andare lo vedremo dopo).

Ora dovete scegliere un hotel. Qui vi servono TripAdvisor e Booking.com. Sul secondo scegliete, sul primo verificate i commenti. Io ho scelto a Bangkok di andare in un hotel molto particolare, il Baiyoke Sky, perchè è un grattacielo di 86 piani, dove si può dormire al 54esimo (ad esempio) e la colazione si fa all’84esimo in un salone circolare tutto vetri e questa veduta vale il fastidio delle lunghe attese agli ascensori e della confusione delle strade sottostanti. E’ un poco più caro degli altri della sua categoria, ma se volete fare questa esperienza “del grattacielo” ve lo consiglio. Scegliete su Booking.com la tipologia di stanza che preferite e prenotate lì. Attenzione a non confonderlo con il grattacielo vicino, il Baiyoke Suite Hotel perchè questo è vecchio, infestato da decine di scarafaggetti oltre che di dubbia pulizia.

A Chiang Mai consiglio tranquillamente il Roseate Hotel per prezzo e posizione. Guardate i commenti su TripAdvisor (ottima abitudine per qualsiasi meta, hotel, ristorante o attrazione) e poi cercate su Booking.com il miglior prezzo. Fatto questo scrivete una mail direttamente al manager dell’hotel e prenotate direttamente. Chiedete specificamente di avere una stanza bella, pulita, silenziosa e con finestra. Ditegli che sapete che loro fanno anche il trasporto gratuito (COMPLIMENTARY) dall’hotel all’aeroporto di CM e ve lo concederanno. Vi accontenteranno sicuramente. Noi abbiamo pagato circa 40 euro a notte ed avevamo una stanzona pulita e bella con un ottimo rapporto prezzo/qualità. (Se scegliete il Roseate, ricordate che in lingua locale si chiama LOSET Hotel. Perchè? non l’ho capito). E-mail: [email protected]



    Commenti

    Lascia un commento

    Bangkok: leggi gli altri diari di viaggio