Tanzania karibu: safari, trekking e mare nei parchi Nord, Usambara Mountains e Pangani

Tanzania safari, trekking e mare: parchi del Nord (Serengeti, Tarangire, Nogorongoro e Lake Manyara), trekking nelle Usambara Mountains e relax a Pangani
Scritto da: zoha
tanzania karibu: safari, trekking e mare nei parchi nord, usambara mountains e pangani
Partenza il: 25/06/2011
Ritorno il: 12/07/2011
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

SETTIMANA DI SAFARI (6 notti, 7 gg)

1 settimana con jeep privata all inclusive (lodge Wildlife)

Parchi: Tarangire (1g), Lake Maniara (1 g), viaggio verso Serengeti (1g), Serengeti (3 g), Ngoro Nogoro (1g)

1° GIORNO: DA NAIROBI VERSO ARUSHA

Abbiamo scelto fine giugno perchè è inverno (periodo secco) e non fa caldo. Alla sera serve il pile e di notte si dorme benissimo.

Siamo arrivati a Nairobi (SwissAir 450€ A/R) e poi con l’autobus siamo andati ad Arusha (5 ore di viaggio) costo 25$ a testa. Alla frontiera di Namanga avevamo già il visto (fatto a Milano) e la vaccinazione della fabbre gialla (necessaria per entrare dal Kenia in Tanzania). In realtà il certificato di vaccinazione non l’hanno nemmeno chiesto. Comunque si può fare anche in loco a Namanga. Il viaggio è stato molto tranquillo con un piccolo Van tutto sommato comodo.

Ad Arusha abbiamo pernottato all’hotel Le Jacaranda (55$ a notte per la doppia). Ci sono camere molto belle e altre pessime, dipende da quale vi danno (non varia in base al prezzo… è solo fortuna).

2° GIORNO: TARANGIRE

La mattina Yuda, il nostro driver del Safari, è venuto puntualissimo a prenderci per partire verso il parco Tarangire.

La jeep era enorme (8 posti) con tetto apribile, in condizioni perfette.

Partiti da Arusha, siamo arrivati al Tarangire dopo circa 3 ore. Il nostri primo safari della vita.

Appena varcata la soglia del Parco, si è aperto uno spettacolo della natura incredibile. Savana, colline e baobab, il fiume quasi secco pieno di animali di ogni genere (gnu, elefanti, zebre, impala, ecc…). Il Tarangire è un parco bellissimo, sia per il panorama e sia perchè è pieno di animali (soprattuto giraffe, elefanti, impala, babbuini, ec..). E’ perfetto come primo parco da visitare.

Alla sera pernottamento al http://www.tarangiresafarilodge.com nella tenda di lusso (con bagno e doccia). Un posto mervaglioso su una collina dalla quale si domina il parco Tarangire; tramonto e alba da mozzare il fiato. Abbiamo mangiato anche bene, la qualità dei lodge è ottima.

3° GIORNO: LAKE MANYARA

Siamo partiti verso il Lake Manyara. Ci ha accolto prima una folta foresta e poi il paesaggio lunare del lago: un enorme lago in parte bianco (salato), circondato da vegetazione. Qui non abbiamo visto molti animali, ma gli incontri sono stati speciali: un intera colonia di babbuini (più di 100) ci sono venuti incontro, arrampicandosi anche sulla jeep: adulti, mamme coi cuccioli, sfide tra giovani babbuini, amplessi in diretta. Insomma in mezz’ora abbiamo assistito ad uno scorcio di “vita da babbuini”, che poi sono scomparsi nella foresta.

Il Lake Manyara è famoso per l’Hippo Pool, un laghetto dove ci sono molti ippopotami, che però si vedono da lontano. Gli ippopotami si trovano anche in altri parchi.

In definitiva, se dovete sacrificare un parco, io avrei saltato questo, bello ma con pochi animali.

Abbiamo pernottato al

http://www.hotelsandlodges-tanzania.com/properties/it/manyara_index.php,

Un posto molto elegante, con una bellissima vista sul lago e piscina (ma faceva troppo freddo per andarci).

4°, 5° e 6° GIORNO: SERENGETI (SERONERA E LOBO)

Siamo partiti per il Serengeti. Il viaggio dal Lake Manyara è stato lungo, siamo arrivati nel tardo pomeriggio. Le strade a un certo punto non sono più asfaltate, prepararsi a buche e tanta polvere.

Abbiamo fatto un game drive al Serengeti fino al tramonto, spettacolare. Il Serengeti, per me, è il parco più grande e più bello del Nord. Per visitarlo servono almeno 2 giorni, sia perchè è distante sia perchè è molto grande.

Noi abbiamo trascorso 2 giorni nella zona del fiume Seronera (la più vicina) e 1 giorno nel Lobo (distante quasi un gg di macchina dal Seronera).

SERONERA (2 notti)

La zona del Seronera è ricchissima di animali, leoni e leopardi. Ne abbiamo visti tantissimi e a pochi metri. I leoni passano la maggior parte del tempo a dormire (nelle posizioni più assurde), sembrano innocui gattoni stravaccati sulle rocce.

Ci sembrava di stare nel National Geographic: un continuo incontro di animali. Quando ho visto il mio primo leone maschio, con la sua folta criniera, sopra ad una roccia mi sono commossa. Sembrava una scena del Re Leone. Un ghepardo ci ha attraversato la strada tranquillo, come se noi non fossimo lì. Abbiamo incontrato una leonessa che giocava col suo cucciolo, siamo rimasti quasi un’ora a guardarla. Abbiamo visto uccelli di ogni genere, ippopotami, coccodrilli, e svariate tipologie di gazzelle, antilopi, impala, oltre che giraffe ed elefanti. Abbiamo visto un tramonto incredibile e poi la mattina dopo abbiamo fatto il game drive all’alba (partenza alle 7). Vale la pena svegliarsi presto per i meravilgiosi colori della natura e gli animali che al mattino sono più vivaci e regalano scene impagabili.

LOBO (1 notte)

La zona del Lobo dista quasi un giorno dal Seronera. La strada percorre all’interno il parco Serengeti, durante il viaggio si possono incontrare molti animali; il paesaggio del Seronera è secco e simile ad una grande prateria, mentre il Lobo è molto più verde e collinare e pieno di paesaggi che si possono ammirare dall’alto. La zona del Lobo, a causa della sua distanza, è meno frequentata dai turisti. Inoltre è molto più vasta, quindi è stato più difficile vedere i felini. Abbondano invece tutti gli erbivori (gnu, elefaniti, zebre, giraffe, bufali, ecc..). Il panorama è spettacolare: arrivati al nostro lodge http://www.hotelsandlodges-tanzania.com/properties/en/lobo_index.php siamo rimasti a bocca aperta per l’immenso paesaggio che ci siamo trovati di fronte. Il lodge è in collina e gode di una posizione perfetta per ammirare tutto intorno; sotto al lodge c’è una pozza dove gli animali vanno ad abbeverarsi e si possono vedere con calma dalla terrezza panoramica del lodge, soreseggiando una birra fresca a bordo piscina. Ci sentivamo dei pascià.

Il lodge del Lobo è il più bello come arredamento (tutto in puro stile africano), meriterebbe una visita solo per questo, in una atomsfera magica di altri tempi.



    Commenti

    Lascia un commento

    Arusha: leggi gli altri diari di viaggio