Sumatra -zaino in spalla- da Padang a Banda Aceh

Viaggio in 2 verso nord. Zaino in spalla e take it easy... vulcani, isole, foreste.
 
Partenza il: 29/04/2011
Ritorno il: 20/05/2011
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

30 Aprile volo Emirates 633 euro via Dubai Kuala lumpur.Soggiorno di una notte al Tropical guesthouse. Ottimo, thingkat tong shin, a bukit bintang.

1 maggio partenza per Padang con vol oair asia 50 euro.Padang è una città sporca,ancora con i postumi del terremoto del 2009. il nostro hotel IMMANUEL è ancora puntellato da travi .. punto di partenza per le isole Mentawai ( che noi saltiamo causa orari traghetti sfasati). a fianco all’albergo c’è il FELLAS ,grazioso bar con wifi.

2 maggio spostamento a BUKITTINGGI direzione hotel ORCHID ( consigliato dalla lonely planet) . carino ad economico. nell’albergo c’è l’agenzia RONIN che effettua escursioni su misura. abbiamo messo a tavolino l’escursione al MERAPI (IN NOTTURNA) ,LAGO MANINJAU,HARAU VALLEY e ISOLA PAGANG(2 notti-3giorni) in totale 150 euro a testa .

3 maggio Bukittinggi è molto carina. pulita ,con gente cordiale e un clima relativamente mite (almeno di notte) si trova a 900metri sul mare.Bello e caratteristico il mercato (PASAR). Le escursioni cominciano con l’harau valley, motorino con le guide e via!! il traffico è peggio di Napoli,meglio chiudere gli occhi e fidarsi dell’autista. La valle è caratterizzata da una serie di cascate dove è possibile fare il bagno ,circondata da risaie .Lungo la strada ci fermiamo da un paio di artigiani dell’argento , saranno indietro una cinquantina d’anni. La sera ceniamo nei baracchini ,3 euro in due con piattoni giganti.

4 maggio escursione al lago maninjau, dolore allucinante alle chiappe causa 1,5 ore di motorino. il lago non è nulla di speciale , Simile al lago maggiore… ci sono solo 44 tornanti (tutti numerati ) per arrivarci…poi oggi deve essere una giornata rilassante perchè stasera bisogna salire sul MERAPI. partenza per le 21 , un oretta di motorino ci separano dall’entrata al “parco” del vulcano. Tiriamo fuori le pile e viaaa.. eravamo disorganizzatissssssimi. portate almeno 2 litri di acqua a testa(noi ne avevamo mezzo litro in 2) felpe e poncho. Il mio socio si arrende a mezzora dalla vetta. Arrivati in cima verso le 6.00 ,io e la guida, ammiriamo la natura in tutta la sua bellezza, il vento ti sposta letteralmente.. mezzoretta in vetta e dopo un semi-congelamento della mani ci fanno venire in mente che è ora di scendere.in totale 5 ore effettive(escluse le numerose pause) per la risalita e 4 ore di discesa.ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE

5 maggio rientriamo distrutti dal vulcano ,verso sera si parte per bungus, porto a sud di Padang. base per l’escursione di 3 giorni alle isole PAGANG.

6-7-8 maggio 10.00 si parte per l’isola, causa di una rottura temporanea stiamo un ora in balia delle onde in mezzo al mare… la guida svolta in mare.. arriviamo x le 12 all’isola, ci accolgono 3 pescatori e un poliziotto. la popolazione dell’isola sal a 7 in totale !!!si ozio x 3 giorni , relax, mare ,tramonti, scacchi e ancora relax.Dormiamo in tenda,anche se consiglio i bungalows( visto che acquazzoni improvvisi notturni potrebbero allagare la tanda come a noi..) l’8 maggio alle 13 bisogna essere all’aeroporto di PADANG , quindi confidiamo nella non rottura della barca.. Tutto puntuale ,peggio degli svizzeri. Siamo a Medan per il tardo pomeriggio.Hotel ANGEL(consiglio)

9 maggio Medan, città caotica, ricorda tanto BAMAKO in Mali, motorini sfrecciano da tutte le parti,dopo una nottata a gironzolare a bere qualche birretta ci svegliamo il 9 pronti per fare un trasferimento a TANGKAHAN a circa 3-4 ore di auto da Medan. Il tragitto è per la metà di asfalto e per l’altra metà sterrato…abbiamo noleggiato una vettura privata per 500’000 rupie(40 euro) una somma eccessiva (c’era il pulman x 20’000 rupie)ma volevamo stare comodi. Arrivati a destinazione si attraversa il fiume per andare al MEGA INN . non abbiamo prenotato neanche un albergo, ci affidiamo al caso. Struttura da viaggio di nozze, accogliente ,tutta in legno e bamboo.Una guida ci affianca e si autonoleggia a noi .. Ci fa vedere scorci della zona molto carini , un fiume nei dintorni con pozze x il bagno , un anfratto del fiume è caratterizzato da una sorgente termale caldissima. Serata in relax con riso,omelette e birrettina , partitella a scacchi(ci deve essere il monopolio per quanto riguarda le scacchiere..tutte uguali !)

10 maggio sveglia mattutina con omelette e pancake , destinazione ELEFANTI , sembra per lo più un zoo turistico, bella trovate da businnes. Facciamo il bagnetto con i pachidermi , li spazzoliamo , puliamo e dopo ci facciamo portare per un’oretta sul dorso. Molto bello ,anche se turistico. Al rientro facciamo il tubing… ma abituati al rafting della Valle d’Aosta questo è una scorreggina a confronto. Durante il gallegiamento facciamo mente locale per i tempi di spostamento, decidiamo di prendere il pulmenn che parte alle 14. Corsa contro il tempo , ci facciamo dare un passaggio dai locali con motorini scassati, doccia e x 10 minuti arriviamo in tempo. L’autobus è un residuo della guerra d’Indocina, a pezzi , ma x 1,5 euro per 4 ore mi sembra regolare..Il bello di SUMATRA sono anche gli spostamenti ! Arriviamo a MEDAN rotti, ma il viaggio deve continuare, bejak (motorino tipo sidecar) fino alla stazione degli autobus x BERASTAGI . il bus è pieno , ci tocca salire sul tetto, con una decina di ragazzini… dopo poco piove .. ma tirano fuori un telo cerato che ci copre tutti sotto una sorta di tenda. Arrivo hotel multinational ( guida lonely). Un pò fuori mano , visto che è alcuni km fuori dal centro città.

11 maggio escursione in solitaria al vulcano SIBAYAK , molto carino e suggestivo , si arriva al cratere in un paio di ore,procuratevi una cartina e fatelo anche voi senza guida. In cima c’è il cratere con all’interno tanti nomi di persone scritte con i sassi.Ovviamente non potevamo non lasciare anche il nostro nome.Ci sono dei soffioni di zolfo molto forti in stile vaporetto.. A mezzogiorno cominciamo la discesa, alle 15 abbiamo il pulman per kutacane. Riusciamo a prenderlo in tempo.

12 maggio kutacane è di passaggio, hotel MAROON , consiglio . partenza per Ketambe a 50 km a nord. Arriviamo al FRIENDSHIP GUESTHOUSE ( consigliata dalla lonely) . Io non la consiglio, il proprietario ,almeno credo fosse lui ,è molto scortese tendente allo scazzato andante. Nella foresta il paesaggio è un sali e scendi , torrenti, liane , cicale e uccelli fanno chiasso. Ma purtroppo non riusciamo a vedere gli Orang Utan .. peccato . Le guide dicono che non ci sono frutti e quindi non ci sono neanche loro. Ci accontentiamo di passare momenti di relax a bordo fiume.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Banda Aceh
    Diari di viaggio
    la mia strana sumatra

    La mia strana Sumatra

    Ciao cari viaggiaturisti, sono ancora il Bruno di Torino, appena tornato dall'isola di Sumatra. Sempre, finchè posso, dentro i miei poveri...

    Diari di viaggio
    sumatra -zaino in spalla- da padang a banda aceh

    Sumatra -zaino in spalla- da Padang a Banda Aceh

    30 Aprile volo Emirates 633 euro via Dubai Kuala lumpur.Soggiorno di una notte al Tropical guesthouse. Ottimo, thingkat tong shin, a bukit...

    Diari di viaggio
    terza volta in indonesia: sumatra e bali

    Terza volta in Indonesia: Sumatra e Bali

    Domenica 17 ottobre 2010 E’ pomeriggio, siamo arrivati a Jakarta, e senza ancora sapere bene cosa fare cerchiamo un volo per Medan, che...

    Diari di viaggio
    guida di percaso di sumatra

    Guida di percaso di Sumatra

    (breve corso di minima sopravvivenza a Sumatra Nord) di AlessandraHo passato nel nord di Sumatra (Indonesia) poco meno di due...