Sulle tracce degli orrori della II guerra mondiale

Partiamo il pomeriggio del 16 agosto alla volta dell'Istria dove volevamo fare un paio di giorni di mare e visitare Pula, arriviamo alle 4 di notte a Pula e rimaniamo sorpresi dal fatto che la città gia alle 5 si animi mostrando una gran vitalità. Troviamo una degnissima casetta e logicamente ci godiamo un pò di mare meraviglioso come in tutta...
Partenza il: 16/08/2007
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

Partiamo il pomeriggio del 16 agosto alla volta dell’Istria dove volevamo fare un paio di giorni di mare e visitare Pula, arriviamo alle 4 di notte a Pula e rimaniamo sorpresi dal fatto che la città gia alle 5 si animi mostrando una gran vitalità. Troviamo una degnissima casetta e logicamente ci godiamo un pò di mare meraviglioso come in tutta la croazia. Il 19 mattina partiamo direzione Postumia poi Budapest, Dopo aver visitato le splendide Grotte ci avviamo per un lungo viaggio verso budapest, alberghi abbastanza cari del resto siamo in piena notte e il tutto si complica ma alla fine grazie al consiglio di una ragazza gentilissima troviamo un hotel di fronte al piazzale degli eroi a una modica cifra, nostra sorpresa l’indomani proprio su quella piazza c’era la festa della repubblica beh che dire? Un netto sapore di europa dell’est tra parate, slogan e divise che ci ricordano l’ex cortina di ferro, Budapest è bellissima ed il tempo è clemente nonostante in serata si sviluppi una vera e propria bufera, il 21 mattina abbiamo il primo contatto con le tracce del nazismo: la visita alla cittadella.

Una struttura molto panoramica dove nel bunker, che nel corso della guerra fu dapprima fortino delle forze armate ungheresi appoggiate dalle forze GB e USA poi diventato comando della Reutwolfe tedesca, si comincia ad assaporare il genere di vita che si facesse e a vedere il grado di distruzione di Budapest, e poi a me impressionavano tutte le immagini di svastiche sulle bandiere, sui barili, sui gagliardetti insomma ovunque, mai viste tante così e da vicino, non nascondo di aver provato un senso di imbarazzo e brivido solo per questo. Intorno alle 14 partiamo per Cracovia il cuore del nostro viaggio. Arriviamo a Cracovia alle 4 del mattino e troviamo un alberghetto non male ma abbastanza caro circa 77 euro a stanza ma a quell’ora è stato un miracolo trovarlo.

Cracovia è bellissima il Wawel, il palazzo reale, la cattedrale, la Vistola, il quartiere ebreo con le sue sinagoghe ci fa immergere nel clima di Cracovia sotto i nazisti, difficile pensare come la gente potesse vivere lì in così poco spazio, i brividi ed il senso d’orrore salgono. L’indomani è il giorno del mio compleanno e per la prima volta nella vita ho voluto passarlo in maniera diversa e insolita, l’ho passato visitando OSwiecim Auschwitz, a circa 50 Km da Cracovia, durante il viaggio, vedendo la campagna, i villaggi e i binari dei treni che li solcavano veniamo colti da un senso di commozione pensando a chi come noi circa 65 anni fa li attraversava con ben altri mezzi e condizioni, decidiamo di fermarci in un villaggio a prendere un caffè per tiraci un pò su. I caffè sono di tipo turco e gli “espressi” diventano un treno locale. Ripartiamo e la musica trasmessa dalla radio stride con i luoghi e le emozioni, sembrandoci quasi un sacrilegio. Mettiamo della musica classica. All’improviso sulla nostra destra si stagliano le mura di Aushwitz 1, la sopresa ci spezza le parole, parcheggiamo e in religioso silenzio ci dirigiamo verso l’entrata, le auto parcheggiate sono di ogni genere di nazionalità europea mai visitato un sito Unesco più internazionale di questo. Il teatro di ogni genere di oscenità e sevizia è lì immobile e ci attende. Il film iniziale di 10 minuti riassume l’identità di Oswieçim. Da quel momento in poi ci coglie una strana amnesia di sentimenti. La scritta Arbeit Macht Frei segna definitivamewnte l’inizio “dell’estrazione dentale”, si perchè a questo somigliava la nostra visita.



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Patrizio Roversi Slow Tour padano

Slow Tour Padano: tutte le puntate della seconda serie

La seconda serie di Slow Tour Padano è andata in onda su Rete4 dal 23 ottobre al 4...

Città bellissima

città bellissima

L’Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

L'Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

Leggi i Diari di viaggio su Polonia
Diari di viaggio

INTERRAIL CON LE ALI TRA LE CAPITALI DEL NORD EUROPA

Un viaggio con tre giorni in media per ogni capitale, con la permanenza in ogni città influenzata dalle tariffe che si riuscivano a...

Diari di viaggio
Polonia

Viaggio on the road in Polonia

Viaggio on the road, destinazione Polonia. Estate 2021 (seconda estate in epoca di coronavirus), io e mia moglie Donatella decidiamo di...

Diari di viaggio

Mitteleuropa in fuga dalla pandemia

Alcune INDICAZIONI GENERALI prima di passare al racconto delle singole giornate: 1. Il viaggio si è svolto nell’estate 2020. A...

Diari di viaggio

Parco Nazionale di Białowieża

1/5/2019 Non è la prima volta che mi reco a Białowieża e di sicuro non è l'ultima. Ma è la prima in cui porto i miei figli.Giungiamo...

Diari di viaggio

Polonia Nord: natura verde giallo e blu

DIARIO di viaggio 11/08 Pranzo all’autogrill vuoto, parcheggio Alta Quota vicino Ciampino, aeroporto intasato un’ora prima. Spediamo...

Diari di viaggio
Cracovia: Scorcio del Rynek con la Chiesa di Santa Maria sullo sfondo

Da Cracovia al Mar Baltico: On the road attraverso la Polonia

E' l'estate del 2019 ed il solito gruppo vacanze quest'anno si è ristretto e, data l'assenza dei miei genitori, io (Davide), mia moglie...

Diari di viaggio
Lodz la città del cinema polacco

Lodz la città del cinema polacco

è imperdibile,per gli appassionati della natura,un salto al giardino botanico nei pressi di Atlas Arena,poco distante dalla stazione dei...

Diari di viaggio
Rynek Główny

Cracovia, una piacevole scoperta

Sono stata a Cracovia in occasione della visita ai campi di concentramento di Auschwitz – Birkenau. Visitare la città in autunno è...

Diari di viaggio
Polonia fai da te: spunti & appunti di viaggio

Polonia fai da te: spunti & appunti di viaggio

POLONIA IN 4 TAPPE * VARSAVIA (4 notti) La prima città visitata è stata la capitale. Che dire, certamente è la meno attraente delle 4,...

Diari di viaggio

Cracovia, Varsavia, Vienna e Bratislava

Come sempre nel mio diario di viaggio non vi racconterò cosa ho visitato, ma cercherò semplicemente di darvi dei consigli pratici,...