Sudafrica fai da te 4

Per il nostro abituale viaggio estivo abbiamo scelto come destinazione il Sudafrica, meta a cui pensavamo già da tempo, ma che solo quest’anno abbiamo potuto mettere in programma. Siamo partiti il 26 agosto 2006 per un fly and drive di due settimane. Prima del racconto del viaggio faccio alcune precisazioni: ho organizzato tutto da sola,...
 
Partenza il: 26/08/2006
Ritorno il: 11/09/2006
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

Per il nostro abituale viaggio estivo abbiamo scelto come destinazione il Sudafrica, meta a cui pensavamo già da tempo, ma che solo quest’anno abbiamo potuto mettere in programma.

Siamo partiti il 26 agosto 2006 per un fly and drive di due settimane. Prima del racconto del viaggio faccio alcune precisazioni: ho organizzato tutto da sola, prenotando dall’Italia, rigorosamente via internet, solo il volo, il primo pernottamento a Cape Town, il volo interno Port Elizabeh-Durban, le due tratte di autonoleggio con la Europcar, i pernottamenti nei parchi Kruger e Imfolozi.

Il Sudafrica è un paese, nonostante quello che si sente dire, adatto ad essere girato con i propri mezzi e da soli. Ovviamente, come dappertutto, bisogna stare attenti mentre si passeggia per strada nelle grandi città, è meglio non viaggiare di notte con l’auto, non lasciare mai nulla in vista sui sedili dell’auto, ma del resto questi accorgimenti bisogna averli ovunque.

Per me il Sudafrica è un paese adatto a chi vuole scoprire i paesaggi immensi africani, la flora e la fauna africana, pur restando in un paese quasi occidentale. Credetemi è veramente un viaggio stupendo.

Per quanto riguarda il nostro itinerario, posso dire che sono 2 viaggi in uno, perché la parte sud (Cape Town e Garden Route) in questo periodo invernale (ricordo che le stagioni sono invertite rispetto a noi) non sanno tantissimo di Africa(almeno quella mi immaginavo io:immense savane aride…), mentre la parte nord (da Durban fino al Kruger) sono la vera Africa.

Ma passiamo adesso al nostro viaggio: partenza 26 agosto da Venezia per Francoforte e coincidenza per Cape Town con South Africa Airways 27 agosto: Cape Town km 150 arrivo a Cape Town alle 5 del mattino. Fa ancora buio, la temperatura è intorno ai 13 gradi. Cambiamo un po’ di soldi (l’unica volta che lo faremo, dopo utilizzeremo solo il bancomat) e ci dirigiamo al banco Europcar per ritirare l’auto. Non ci crederete, ma usciamo dall’aeroporto alle 7 perché il computer dell’europcar era rotto e l’impiegata ha dovuto fare tutto a mano. Poi ci hanno creato qualche problema, in quanto il voucher della prenotazione fatta in Italia via internet è scritto solo in italiano. Ma scusa, sarà ben colpa dell’Europcar?!?!? Comunque alla fine usciamo dall’aeroporto con la nostra Renault Megane comodissima e prendiamo la superstrada per il centro città. Ai lati della strada si iniziamo già a vedere le immense baraccopoli fatte di lamiere e ben recintate. Poi in lontananza si intravede il profilo della Table Mountain, coperta però dalla classica tovaglia, che ne impedisce di vedere la cima. Ci dirigiamo verso il centro città e alle 7.30 di domenica mattina non ci ispira grande fiducia, è praticamente deserto se non nella zona della stazione. Decidiamo allora di proseguire per la zona costiera. Qui, si che è veramente uno spettacolo: il sole è già alto e orami si sta anche in maniche corte (20°), l’oceano atlantico è una meraviglia. Ci fermiamo a fare colazione all’aperto a Sea Point. Dato che la giornata è meravigliosa, decidiamo di visitare oggi la penisola del Capo. Proseguiamo per le spiagge della costa: ci fermiamo a Clifton Beach, Camp’s Bay. E’ veramente un paradiso, l’acqua è calma e cristallina, anche se un po’ freddino,comunque c’è qualche persona che fa il bagno.

Purtroppo la Chapman’s Peak drive è chiusa per caduta sassi, allora decidiamo di fare il giro interno. Passiamo Con stantia e ci fermiamo per mangiare un boccone e fare una degustazione del vino sudafricano. Proseguiamo per Simonstown e Boulders Beach per vedere i pinguini. Qui ci saranno 20 persone che fanno il bagno, allora proviamo anche noi ma quando l’acqua è all’altezza delle ginocchia facciamo dietrofront: è veramente gelida! Proseguiamo verso Cape Point percorrendo una bellissima strada panoramica sull’oceano. Entriamo al Cape Peninsula National Park e camminiamo fino al faro. Poi proseguiamo in auto fino al Cape of Good Hope, che non sono la stessa cosa. Qui l’acqua non è più tranquilla, ma ci sono delle onde maestose se si infrangono sulla costa. E’veramente uno spettacolo indescrivibile.

Rientriamo a Cape Town alle 18, siamo stanchissimi. Doccia alla Guesthouse e via a cena al Waterfont.

Guesthouse Escare: R 500 la doppia Cena al Wollongy:R 440 x due (buono il sushi, pesce un po’ meno) Ingresso Cape Peninsula NP: 45 x 2 Ingresso Boulders Beach: R 0 X 2 28 agosto Cape Town- Stellenbosch-Franshoek- Hermanus km 270 Ci svegliamo con calma, il tempo purtroppo è nuvoloso,quindi niente Table Mountain, facciamo un giro per la città (Long Street, Bookaap) e partiamo per la zona dei vigneti di Stellenbosch. La cittadina è bruttina, allora scegliamo sulla guida due cantine per la degustazione. La prima è Delaire (degustiamo 5 vini per R 40), la seconda è Mont Rochelle a Franshoek (7 vini per R15). Compriamo alcune bottiglie in entrambe le cantine, e poi ci fermiamo in una fromagerie per pranzo. Abbiamo degustato 8 tipi di formaggi a testa e due vini, il tutto per 100 R in due!!! Il posto è vivamente consigliato: si chiama semplicemente La Fromagerie e si trova nel paesino di Franshoek, che rispetto a Stellenbosh è moto carino.

Proseguiamo verso la costa in direzione Hermanus. Ci fermiamo lungo la strada in alcuni punti panoramici per ammirare l’oceano impetuoso e le tante colonie di pinguini africani. Arriviamo a Hermanus e ancora prima di parcheggiare l’auto per cercare il b&b intravediamo le prime balene. Sono proprio sotto la costa e si fanno ammirare: è pazzesco quanto sono vicine. Cerchiamo da dormire in un posto vista mare: è bellissimo vedere le balene che giocano dalla camera da letto. Peccato che in serata inizia a piovere e dicono che durerà.

B&B Avalon on sea: R 600 la doppia vista mare Cena all’Harbour Rock Restaurant: R 310 X 2 (ottimo il pesce alla griglia) 29 agosto Hermanus – Cape Agulhas – Arniston – De Hoop NR – Mosselbay km 580 Ha piovuto tutta la notte. Oggi l’itinerario prevedeva di raggiungere la Garden Route, ma la signora Sue del B&B ci ha informato che la strada proprio prima di Wilderness è chiusa causa pioggia (lì sta piovendo da 4 giorni e ci sono stati smottamenti del terreno).Allora decidiamo di andare a vedere Cape Agulhas, il punto più a sud dell’africa, dove i 2 oceani si incontrano. Questa tappa non era prevista ma visto che ci siamo decidiamo di andarci.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su cape town
    Diari di viaggio
    sud africa in famiglia

    Sud Africa in famiglia

    Questo diario darà solo alcune informazioni di carattere generale. Pur essendo di Bologna ed avendo l'aeroporto che ci avrebbe portato a...

    Diari di viaggio
    sudafrica: meravigliosa terra fra due oceani

    Sudafrica: meravigliosa terra fra due oceani

    Sudafrica: meravigliosa terra fra due oceani (by Luca, Sabrina, Federico, Leonardo e Valentina)Venerdì 9 Agosto:“Di Venere e...

    Diari di viaggio
    sudafrica e dubai: in viaggio tra estate e inverno

    Sudafrica e Dubai: in viaggio tra estate e inverno

    Anche se avevamo visitato Egitto, Tunisia e Marocco una vera vacanza “africana” non l’avevamo mai fatta. Per questa nostra prima...

    Diari di viaggio
    sudafrica on the road, da joburg a cape town

    Sudafrica on the road, da Joburg a Cape Town

    di auto e si arriva al parcheggio del parco. A piedi percorriamo il Point Shack Trail che fa il periplo della penisola (4 ore) passando...

    Diari di viaggio
    sudafrica per caso

    Sudafrica per caso

    molto vicini inquietanti, ma siamo riusciti ad arrivare.... Che posto incantevole!!De Hoop - 10 aprile - Oggi sveglia presto e gita...

    Diari di viaggio
    sudafrica on the road 2

    Sudafrica on the road 2

    Premetto che ho organizzato interamente da sola questo viaggio aiutandomi con i diari di altri viaggiatori, l’immancabile Loney Planet e...

    Diari di viaggio
    sudafrica in due settimane

    Sudafrica in due settimane

    Sudafrica in due settimane 7 agosto Partenza da Bologna con volo Lufthansa per Francoforte. Arriviamo alle ore 10 del giorno 8. Appena...

    Diari di viaggio
    sudafrica: consigli pratici dalla a alla z

    Sudafrica: consigli pratici dalla A alla Z

    La terra rossa che si butta nell’oceano, il deserto che lascia spazio a foreste verdissime. E poi ancora colline rigogliose, lagune,...

    Diari di viaggio
    sudafrica, l’altra africa

    Sudafrica, l’altra Africa

    Se facessimo quel test che prevede di associare ad una parola la prima immagine che ci viene in mente, penso che alla maggior parte di noi ...

    Diari di viaggio
    fly & drive nella nazione arcobaleno

    Fly & drive nella Nazione Arcobaleno

    Scrivo queste righe con i ricordi del Sudafrica ancora freschi nella mente; il giallo del bush della savana, il celeste del cielo e il...