Stoccolma e le sue isole 2

Un tuor per una città meravigliosa e un giro sull'isola di Grinda
 
Partenza il: 22/04/2010
Ritorno il: 27/04/2010
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Era da tanto che mi parlavano della meravigliosa Stoccolma, così. stando attenta a voli Ryanair e dato che dovevo fare un regalo di laurea… prenoto il volo Pisa-Stoccolma Skavsta. Il 22 aprile 2010 dopo un pò di terrore causa vulcano irlandese ci confermano che il nostro volo parte!

Arriviamo la sera alle 23.30 circa in Aeroporto Skavsta e da lì prendiamo un pulman (costo circa 158 S.E.K. in 2 persone) che ci porta alla stazione dei bus vicina al centro di Stoccolma. Stoccolma si gira benissimo a piedi. C’è un clima di serenità e tranquillità, anche se è piena di gente.

Raggiungiamo il nostro ostello, il Best Hostel City Luntmakargatan 14, Stockholm in cui ho prenotato una camera doppia privata con il wc in camera; la doccia era fuori, ma allo stesso piano. Stanza non grande e minimalista ma carina e pulita.

L’ostello è giovanile e in una posizione eccellente per gli spostamenti (noi abbiamo camminato sempre a piedi anche perchè il tempo bello lo permetteva e lo rendeva piacevole.) Andiamo a letto distrutti.

Il 23 inizia con la colazione in ostello (ci eravamo portati dei biscotti) e poi la puoi fare con gratuitamente thè e caffè. Dopo, carichi di entusiasmo, andiamo nella modernissima piazza vicinissima all’abbergo, la Sergels Torg, molto bella. Ha delle panchine rosse, è piena di fiori e ha il pavimento fatto con geometrie particolari. Lì sorge l’edificio del Kulturhuset, molto interessante e pieno di attrattive. Sotto la piazza c’è un centro commerciale bellino, anche se il negozio Desin Torget èun po’ caro. Più economico, invece, Granit, negozio di oggettistica e arredamento con alcune cose geniali!

Poi attraversiamo la minuscola isoletta dove c’è il parlamento per entrare poi nella parte vecchia della città Gamla Stan. E’ piena di stradine strette con negozi di ogni genere, palazzi colorati… Sicuramente da vedere il cambio della guardia a Palazzo Reale con tutti i soldati sui cavali… una cerimonia che la domenica e il sabato viene fatta in grande stile! Siccome il tempo è bello ci mangiamo un panino sul molo dove ci sono anche i gabbiani! La sera, dopo un po di relax, andiamo a cena al ristorante “Grill”! Molto bello… ogni sala è a tema… noi, guarda caso, finiamo in “Toscana”, arredata con tavoloni e tovaglie quadrettate rosse e bianche e con sopra un ulivino. Prendiamo piatti unici con carne alla griglia (ti portano loro un mini bracere da tavolo dove mantieni calda la carne), verdure e riso… veramente abbondanti e di ottima qualità. Nei ristoranti della città non si paga né il coperto né l’acqua naturale, quindi, il prezzo si rivela buono… Pensavamo di spendere molto, invece è andata bene!

Il 24, dopo la nostra solita colazione in ostello, decidiamo di fare una gita fuori porta e prendiamo un traghetto che, in circa 2 ore, ci porta a Grinda (in 2 andata e ritorno circa 330 sek)… un bel viaggetto. Il battello si ferma in tutte le isolette e si vede tutta Stoccolma e l’arcipelago. Grinda è una piccola isoletta con un bellissimo parco verde, un ostello e un bar…. poi due porticcioli (il nord e il sud). Il panorama è fantastico, peccato che il tempo non era un gran chè, ma ne vale sicuramente la pena andarci! Siccome oggi è la giornata della cultura dei musei e delle opere, gli edifici chiudono alle 23 (orario insolito per loro, considerato che che l’orario di chiusura di musei, negozi ed edifici è alle 18-18.30). Al ritorno ne approfittiamo per andiare a visitare il municipio. dall’alto si ha una stupenda vista della città. La sera andiamo a cena a “Slingerbulten” (in centro in Stora Nygatan 24) e mangiamo dell’ottimo pesce (io salmone e il mio ragazzo un pesce tipo sogliola ma più raffinato) il tutto accompagnato dai loro creker integrali e burro salato che ti portano prima di cena! Poi andiamo nella deliziosa piazzetta Stortorget, dove ci fermiamo al localino ” Chokladkoppen & kaffekoppen” arredato con quadri moderni (veramente accogliente!) dove mangio una deliziosa torta di frutti di bosco accompagnata da cioccolata calda bianca!

Il 25 cerchiamo di prendere il tram storico per andare al Djurgarden, ma scopriamo che la linea è sospesa perchè stanno facendo lavori, così andiamo a piedi allo Skansen. Molto bello. E’ un parco in cui è ricostruita una cittadina con casette di legno. C’è chi lavora il vetro (si può assistere alla lavorazione… c’è una ragazza bravissima!!), chi tesse la lana, il venditore di semi (ho comprato dei piselli blu da piantare a casa in giardino e sono venuti bene!!!), il fornaio, animali… un clima davvero piacevole. A pranzo abbiamo mangiato lì delle ottime polpette di carne accomnpagnate da patate lesse e marmellata di mirtilli! Poi, prima di rientrare, ci siamo fatti un giro sull’isola, dove ci sono parchi e palazzi magnifici. La sera, distrutti ci siamo fatti un piatto di pasta in ostello!

Il 26 il nostro ultimo giorno pieno, andiamo nella zona di Solderman a Katerina Kyrk; Sofia Kyrk. .e poi andiamo a mangiare l’aringa fritta che compriamo a un carrettino ambulante “Nystekt Stromming”, che abbiamo trovato in una piazzetta all’uscita del metro Slussen… davvero buona ! Poi concludiamo la giornata con un po di shopping e una sosta in un negozio di fumetti e libri esagerato nella Gamla Stan. A cena restiamo in centro, al ristorante Tedesco “Zum Franskikanar”, prezzi medi alti, ma porzioni gigantesche e buonissime!!!

Il 27 dedichiamo la mattina al Modern Museet e agli ultimi acquisti (è pieno di H&M che è svedese!!!). Poi riprendiamo il volo per tornare a Pisa e poi a Firenze!

Vacanza davvero meravigliosa! A Stoccolma fa freddino, ma abbiamo avuto più o meno sempre il sole! Ve la consiglio!

Guarda la gallery
cultura-ud6aj

Stortorget

cultura-h111e

grinda

cultura-f5gt2

stoccolma dal municipio

cultura-vehm4

grinda



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Europa
    Diari di viaggio
    nella città di lussemburgo per sentirsi come in una favola

    Nella città di Lussemburgo per sentirsi come in una favola

    Per molti è solo Lussemburgo ma in realtà dovremmo fare una differenza tra il piccolo stato di Lussemburgo che, nonostante le sue...

    Diari di viaggio
    budapest in 5 giorni

    Budapest in 5 giorni

    Primo giorno Il ns volo Ryanair in partenza dall’aeroporto di Bari atterra all'aeroporto Ferihegy nel primo pomeriggio. Fortuna che ho il...

    Diari di viaggio
    islanda, in tre stagioni

    Islanda, in tre stagioni

    Inverno, autunno, primavera. Queste sono state le tre stagioni durante le quali ho avuto la fortuna e il privilegio di visitare questa...

    Diari di viaggio
    l'islanda: la terra dalle mille cascate

    L’Islanda: la terra dalle mille cascate

    - 18:30. Netto, 10 - 19. Hagkaup, 8 - 24. Netto, sud della città, 10 - 21. Krambúð, 8/9 - 23:30.Giorno 8 (26 giugno) Gentle...

    Diari di viaggio
    capodanno a budapest 6

    Capodanno a Budapest 6

    di capodanno è stata la cosa meno organizzata del viaggio, ma che ci ha riservato alla fine una piacevole sorpresa. Abbiamo avuto la...

    Diari di viaggio
    viaggio on railways nel cuore del vecchio continente

    Viaggio “on railways” nel cuore del vecchio continente

    Quest’anno optiamo per un viaggio “solo città” in Europa. Abbiamo diviso la vacanza sostanzialmente in tre parti: i primi quattro...

    Diari di viaggio
    cinque capitali europee in interrail

    Cinque capitali europee in InterRail

    PREMESSA Questo diario è il racconto del viaggio di maturità che io e altre 5 persone (3 ragazzi e 3 ragazze, compresa la mia fidanzata)...

    Diari di viaggio
    porto santo, l'isola dorata

    Porto Santo, l’isola dorata

    Porto Santo è una piccola e sconosciuta isola portoghese nella regione autonoma di Madeira. Si trova nell’Oceano Atlantico, a 50 km a...

    Diari di viaggio
    amsterdam, cosa vedere e come organizzare il viaggio

    Amsterdam, cosa vedere e come organizzare il viaggio

    Amsterdam e dai turisti, è il Wijnand Fockink, nell’Oude Zijde. Entrare in questo locale è come fare un salto nel passato, prendetevi...

    Diari di viaggio
    stoccolma, la perla del baltico

    Stoccolma, la perla del Baltico

    Per me e una mia amica, dopo aver passato al vaglio le possibili mete per l’estate, la scelta è ricaduta su Stoccolma. È il primo...