Sri Lanka zaino in spalla 3

Un viaggio compresso ma ben studiato tra città e siti archeologici, dal mare all'entroterra
 
Partenza il: 06/08/2016
Ritorno il: 20/08/2016
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Un saluto a tutti, in queste righe vorrei esporvi il nostro itinerario in Sri Lanka, dove abbiamo trascorso circa due settimane. Nonostante il numero di giorni un pò limitato (giorni effettivi 13), credo possa essere un itinerario interessante e, perchè no, di spunto nel caso stiate pensando di visitare questo magnifico paese, “la lacrima dell’India”.

Premetto che si tratta di un itinerario piuttosto impegnativo perchè mira a vedere il maggior numero di luoghi possibili in un tempo, come già detto, un pò limitato. Noi però, una giovane coppia di 27 anni, l’abbiamo affrontato senza grossi problemi, utilizzando inoltre solo i lenti ed economici mezzi locali (bus e treni). Le uniche prenotazioni che abbiamo fatto sono state i pernottamenti negli hotel, così da non dover perder tempo a cercare una buona sistemazione, potendo dedicare un solo giorno per ogni destinazione.

Dopo un viaggio interminabile con 2 scali, rispettivamente a Belgrado e ad Abu Dhabi, atterriamo nella Capitale del paese, a Colombo, alle 20:00 circa. Quì avevamo già prenotato un taxi online che ci ha subito portato nel sud dell’isola. (ci ha impiegato circa 3 ore). Il nostro itinerario parte proprio da qui, da Mirissa; una carina località sul mare proiettata verso il turismo anche se, fortunatamente, non ancora esagerato. Resteremo a Mirissa 3 notti, 2 giorni pieni escludendo il primo, essendo arrivati domenica 7/08 alle 23:30 circa. Mirissa si è dimostrato un ottimo luogo per fondere un pò di sano relax al mare, unitamente alla visita delle località vicine, come la caotica città di Galle (a circa 1 ora di bus) con il suo bellissimo Fort Olandese. Il secondo giorno l’abbiamo impiegato per fare un escursione in giornata a “Sinharaja rain forest”, una riserva naturale definità patrimonio dell’umanità dall’Unesco, dove è facilmente possibile avvistare numerosi rettili e insetti.

Dopo un ultimo tuffo in mare nella mattinata di martedì, ci stacchiamo dalla costa per proseguire il nostro viaggio verso l’interno dell’isola. Prenderemo un bus da Mirissa fino alla città di Matara che visiteremo velocemente con il fort sul mare, diventato un suggestivo templio buddista, e una passeggiata casuale per l’affollato centro città. Dalla stazione centrale un altro bus ci porterà alla prossima destinazione, Tissamaharama. Questa località si trova nei pressi del grande Yala Park e in serata assume un’atmosfera mistica con il bianco Raja Maha Vihara e i meravigliosi colori del cielo. Dopo un giro al tramonto in bicicletta, rientriamo all’hotel e dopo una buona cena a base di rice & curry andiamo subito a dormire perchè alle 4:30am del giorno dopo ci aspetta un Safari proprio allo Yala Park.

12 Agosto 2016

Dopo una buonissima colazione nella nostra guest house con vista sulla giungla, visitiamo lo Spice Garden di Ella dove acquisteremo qualche buona spezia. Decidiamo quindi, per raggiungere la prossima meta, di prendere il treno come consigliato dalla guida. Seppur pieno di gente riusciamo, con fortuna, a trovare 2 posti a sedere e dopo poco capiamo perfettamente perchè viene consigliato il viaggio su rotaie; una vista incredibile tra le montagne, colline e piantagioni da tè rende il viaggio, seppure lento, piacevolissimo. Arriviamo a Nanuoya da dove prenderemo un Tuk Tuk per raggiungere Nuwara Elya che, come risaputo, può effettivamente ricordare una campagna inglese. Dopo aver lasciato gli zaini nella nostra Guest house, contrattiamo con lo stesso Tuk Tuk per andare subito al Lover’s Leap Falls, una bella cascata preceduta da una breve passeggiata in mezzo ai campi da tè dove è possibile vedere da vicino il duro lavoro dei contadini che ci lavorano. Subito dopo andiamo a visitare la fabbrica di tè “Pedro Tea Estate”, essendo molto vicina alla cascata. Concludiamo poi la giornata con un giro per il centro di Nuwara Elya e il suo coloratissimo mercato coperto.

13 Agosto 2016

Decidiamo di svegliarci un pò prima del solito intorno alle 6am e prendere subito il bus per raggiungere Kandy dove arriveremo intorno alle 11:00 am. L’intenzione iniziale era quella di riprendere il treno, sapendo che anche la tratta Nuwara Elya-Kandy è estremamente panoramica, ma purtroppo il giorno seguente il primo treno era alle 16:00 a prenderlo avrebbe significato spendere quasi un’altra intera giornata a Nuwara Elya, sacrificando così tempo utile per la prossima tappa. Kandy si mostra subito ai nostri occhi come la prima vera città, strade ed edifici, sia dal punto di vista dimensionale che architettonico, fanno subito capire l’importanza di questo luogo nello Sri Lanka. Kandy è piuttosto caotica e questo affollamento l’abbiamo vissuto ancora di più, trovandoci lì proprio durante il Kandy Esala Perahera, il festival Buddhista più importante dello Sri Lanka caratterizzato dalle famose sfilate di elefanti per le strade addobbate da luci e fuochi durante la tarda serata. A kandy visitiamo inoltre il Bahiravokanda Vihara Buddha Statue e il tempio del Sacro dente (solo da fuori), il cimitero monumentale inglese e ovviamente numerosi giri per i mercati di stoffe e vestiti con l’intenzione iniziale di acquistare qualcosa ma conclusa in niente a causa dell’eccessiva insistenza dei venditori, che rendevano impossibile la tua semplice valutazione della merce,creando solo nervosismo inutile; devo dire che i cingalesi, in particolar modo a Kandy, non sono affatto abili mercanti.

Anche oggi decidiamo di svegliarci presto e prendere il primo bus per Sigirya dove arriveremo in tarda mattinata. Scopriamo con piacere che il proprietario della nostra guest house è un ragazzo di 18 anni che possiede un tuk tuk; contrattiamo quindi un ottimo prezzo e ci facciamo portare a Dambulla dove visiteremo il famoso tempio incastonato nella roccia. Avremmo voluto poi recarci prima del tramonto a Sigirya rock ma dal momento che il prezzo di questa attrazione ci è sembrato assolutamente folle (25 dollari, davvero esagerato) abbiamo optato per l’altra formazione rocciosa praticamente identica ma gratuita; qui però i monaci alla base della roccia ci hanno sconsigliato di iniziare la salita essendo già le 17:30, dal momento che sarebbe presto calato il buio; insomma questo “must” dello Sri Lanka l’abbiamo quindi perso; ci ripromettemmo di riprovarci il giorno dopo all’alba ma infine preferimmo accettare la “sconfitta” e, come da nostro itinerario, visitare in giornata Polonnaruwa il giorno seguente. Questo sito archeologico costa sempre 25$ dollari ma li vale tutti. Polonnaruwa è immenso e stupendo, una giornata intera qausi non basta per vederlo tutto. Consiglio caldamente il noleggio delle biciclette per girare l’intero sito, piuttosto che il tuk tuk; spostarsi fra una zona e l’altra su due ruote silenziose, rende il tutto più suggestivo e rilassante.

Guarda la gallery
cultura-psent

Fort di Galle

cultura-47pt1

Treno

cultura-bfaur

Treno per Nuwara Elya

cultura-5mq32

Tramonto Tissamarhana

cultura-37gja

Sinharaja rain forest

cultura-ecfy7

Little Adams's Peak

cultura-d3v99

Campi da tè Ella

cultura-drv7t

Mirissa beach

cultura-v5jf6

Sinharaja rain forest

cultura-z2s5k

Matteo & Geno

cultura-yxx58

Nilaveli beach

cultura-p9gg2

Bus Trincomalee

cultura-rc8v7

Polonnaruwa

cultura-k3zyd

Polonnaruwa

cultura-mhxxc

Sigirya

cultura-g7d57

Dambulla

cultura-k7xx6

Kandy

cultura-qkre9

Kandy



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Asia
    Diari di viaggio
    nepal, tra spiritualità e cultura

    Nepal, tra spiritualità e cultura

    Informazioni generali pre-partenza Per andare in Nepal occorre il visto che viene fatto direttamente in aeroporto a...

    Diari di viaggio
    il tempio wat chedi luang a chiang mai in thailandia

    Il Tempio Wat Chedi Luang a Chiang Mai in Thailandia

    Avete presente quel film che parlava del bell'incontro?!?Voglio raccontare di un piccolo aneddoto di Chang Mai, una meta molto nota...

    Diari di viaggio
    ubud è il cuore spirituale di bali

    Ubud è il cuore spirituale di Bali

    Chi mi conosce bene sa quanto l'Asia per me sia diventata non solo la mia meta oltreoceano preferita ma anche un vero e proprio stato...

    Diari di viaggio
    giornate in relax nella piccola città cambogiana di siem reap, tra escursioni nella natura, shopping e yoga

    Giornate in relax nella piccola città cambogiana di Siem Reap, tra escursioni nella natura, shopping e yoga

    La Cambogia è uno di quei paesi del Sud Est Asiatico nel quale si ha la sensazione che il tempo si sia fermato e nonostante ormai il...

    Diari di viaggio
    astana - nur, i mille volti del kazakistan

    Astana – Nur, i mille volti del Kazakistan

    Astana ha cambiato nome in onore del presidentissimo Nursultan Nazarbayev, vero trascinatore del paese verso una economia di mercato...

    Diari di viaggio
    ad almaty tra parchi, laghi e montagne

    Ad Almaty tra parchi, laghi e montagne

    Un viaggio tra buon cibo, cortesia e partite a scacchi Abbiamo viaggiato parecchio e siamo sempre alla ricerca di mete nuove spesso strane,...

    Diari di viaggio
    il giro del mondo in quaranta giorni

    Il giro del mondo in quaranta giorni

    Per lavoro mi hanno chiesto di seguire tre manifestazioni in tre continenti diversi, in un tempo così ristretto che non si poteva "passare...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze tra malesia e singapore

    Viaggio di nozze tra Malesia e Singapore

    Viaggio di nozze: si va in Malaysia e Singapore. Per praticità esprimerò tutti i costi in Euro in modo da non incasinare con le...

    Diari di viaggio
    singapore di consigli veloci

    Singapore di consigli veloci

    Città curiosa, colorata, in perenne espansione e molto giovane (quest'anno festeggia i 51 anni!). Appena arrivati in aeroporto ed aver...

    Diari di viaggio
    sri lanka zaino in spalla 3

    Sri Lanka zaino in spalla 3

    Un saluto a tutti, in queste righe vorrei esporvi il nostro itinerario in Sri Lanka, dove abbiamo trascorso circa due settimane. Nonostante...

    Video Itinerari