Sporadi, viaggio da sogno

Vi racconterò tante dritte per un meraviglioso viaggio nelle Sporadi (Alonissos, Skopelos,Skiathos); mi raccomando, al ritorno scrivete anche voi per rendere sempre più ricco ed utile a tutti questo prezioso archivio! Premetto che per arrivarci ho preso il charter Cts, comprato ad inizio giugno, ed ho speso 440,00 a persona per il volo diretto...
Scritto da: inti
sporadi, viaggio da sogno
Partenza il: 18/08/2006
Ritorno il: 01/09/2006
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

Vi racconterò tante dritte per un meraviglioso viaggio nelle Sporadi (Alonissos, Skopelos,Skiathos); mi raccomando, al ritorno scrivete anche voi per rendere sempre più ricco ed utile a tutti questo prezioso archivio! Premetto che per arrivarci ho preso il charter Cts, comprato ad inizio giugno, ed ho speso 440,00 a persona per il volo diretto Roma -Skiatos a/r; forse dal nord si trova di meglio, ciò che conta è che il volo sia diretto per evitare rischi con i bagagli; altra comodità del volo è arrivare presto a Skiathos per poter subito prendere l’aliscafo per alonissos e lì trovare alloggio con calma. Alònissos offre i tanti aspetti meravigliosi della Grecia, in primis l’acqua di mare “caraibica”, ma senza l’affollamento delle altre destinazioni. Vi descrivo pertanto la mia esperienza premettendo, però, che è un’isola ideale per chi cerca tranquillità e non è interessato al “movimento” (discoteche, night, pub, spiaggie con musica ecc.).

SISTEMAZIONE: All’arrivo trovo subito sistemazione grazie ad una tipa sui 35-40 anni che aspetta allo sbrco dei traghetti, la riconoscerete perchè esibisce un cartello “ELENI”; se non la trovate, vi consiglio di percorrere pochi metri ed imboccare la strada a destra (N.B. Alònissos ha solo due strade che partono dal porticciolo – centro: spalle al mare, una a sinistra ed una a destra): dopo pochi metri su questa strada in salita, troverete una viuzza che si arrampica a sinistra (è la prima che incontrerete), imboccatela e seguite l’indicazione del “CAFE’ RAHATI”; salendo un pò arrivate a questo grazioso baretto ed ai ragazzi che vi lavorano chiedete della signora che fitta le stanze: il posto è carino, panoramico ed economico: al 18 agosto 2006 il prezzo medio per notte a camera era di 35-40 euro mentre lì ho pagato 30 euro a notte.

SPOSTAMENTI: indispensabile lo scooter, chiedete tra i vari negozietti che li fittano, sono situati all’inizio della via di sinistra, il prezzo medio era 18 euro al giorno per un 100 c.C. (sconsiglio il 50, se proprio volete risparmiare prendete un 80 c.C. Ma l’ideale è il 100 c.C.). Sconsiglio di girare in autobus, se proprio non amate i mezzi a due ruote, scegliete un’auto.

SPIAGGIE: ci sono parecchie spiaggiette di ciottoli, mlto suggestive ed afascinanti perchè oltre ad offrire un mare pulitissimo, acqua letteralmente trasparente, c’è pochissima gente e sono quindi ancor più godibili. All’arrivo comprate un ombrellone, con 6 euro siete a posto. Le spiaggie migliori sono Kokkinokastro, Tzortzi Gialos e soprattutto Lefti Gialos dove c’è una bella taverna sul mare. La spiaggia veramente incantevole, però,è quella cd. Del Mulino per la presenza, appunto di u vecchio mulino; per arrivarci tenete conto che si trova sull’altro versante dell’isola (vicinissimo comunque): uscendo dal paesino, dopo un po’ c’è un vio a sinistra da prendere che vi porterà a questa deliziosa spiaggetta.

In linea di massima vale la pena di girare l’isoletta in lungo ed in largo con lo scooter, offre panorami fantastici e quella magica sensazione di essere in un posto bellissimo lontano da tutto e tutti.

SERA: ci sono tanti ristorantini sul porticciolo/centro: badate che anchenel porticciolo c’è un’acqua limpidissima, io mi sono fatto il bagno! Per cenare provate il cafè Flisvos, quello più centrale con i tavolini molto avanti; dopo cena consiglio senz’altro una puntata ad una deliziosa pasticceria che si trova dopo circa 100-200 metri sulla strada di sinistra: assaggerete ottimi dolci locali o anche una più tradizionale crepe! DURATA IDEALE DEL SOGGIORNO: si sta benissimo anche una settimana ma il minimo sono 3 o 4 notti.

Alònissos è ottimamente collegata a Skiathos (dove c’è l’aeroporto e dove comunque vale la pena soggiornare a lungo, vedi mia opinione) ed a Skòpelos (più anonima rispetto alle ltre due, vedi mia opinione) dalla efficientissima linea di aliscafi chiamati flying dolphins, per la verità poco precisi come orari ma offrono un viaggio veloce e confortevolissimo.

A mio modesto parere, delle 3 sporadi vicine (Alònissos, Skòpelos e Skisthos), questa è la meno interessante pur se, intendiamoci, offre belle spiaggie e bei panorami.

Trovandovi nelle sporadi, vale lapena soggiornarvi un paio di notti, io sono stato 4 notti ad Alonissos, 3 a Skopelos e 7 a Skiathos e mi ritengo molto soddisfatto della scelta.

SISTEMAZIONE: come scendete dalla nave, consiglio l’aliscafo (veloce e confortevole), percorrete pochi metri verso destra e tra i vari locali del cercate la PENSIONE SOTOS, davvero ottimo rapporto qualità – prezzo, stanze molto particolari ed acoglienti, ambiente pulito, è possibile utilizzare la cucina comune e consumare i pasti in una gradevole terrazza all’aperto. Magari evitate la stanza che affaccia sulla strada, la prima, perchè senza frigorifero ed un po’ rumorosa (sentirete i passi di quelli di sopra e le chiacchiere della receptio. Io ho pagato 32 euro a camera, doppia, a notte; la camera era con climatizzatore, bagno e bollitore.

SPOSTAMENTI: anche qui è d’obbligo lo scooter o in subordine l’auto per poter apprezzare a pieno ed in massima libertà ogni angolo dell’isola; suggerisco un bel giro tra i vari noleggiatori che si trovano sul lato sinistro della strada principale, spalle al mare; interpellatene parecchi perchè potrete risparmiare un po’, scegliete almeno un 80c.C., io ho pagato 50 euro per 3 giorni.

SPIAGGIE: innanzitutto, comprate un ombrellone! Con pochi euro sarete autonomi; le spiaggie sono gradevoli, per carità, ma la migliore in assoluto è Kastani, andateci per prima perchè potrebbe meritare un’altra puntatina. Scartate la spiaggia di Glysteri, a nord: è una bella passeggita arrivarci e potrebbe valerne comunque la pena ma tenete conto che c’è uno scarico a mare che rende l’acqua piena di schiuma, un vero peccato.

SERA: io non ho visitato il paese vecchio non so se ne valga la pena (ad Alònissos certamente sì, ho dimenticato di scriverlo nella mia opinione ma andateci!); di certo il porticciolo – centro offre moltissimi localini, perlopiù mangerecci; N.B. Ciò che non dovete perdervi e la scalinata alla fine del porto che conduce ad una chiesetta: c’è un bel panorama ma soprattutto potrete ammirare il bellissimo interno di questa chiesetta greco – ortodossa, ne vale la pena! Per la cena consiglio il localino che si trova su una scalinatella che parte dal centro, + o men, della via principale: ve ne acorerete perchè i avolini si trovano proprio sulle scale; prepara un’eccelente giros, ma evitate il vino della casa.



    Commenti

    Lascia un commento

    Alonissos: leggi gli altri diari di viaggio