Spagna verde fai da te

Consigli utili per un giro tra Madrid, Bilbao, la Galizia e la Cantabria
 
Partenza il: 22/12/2012
Ritorno il: 04/01/2013
Viaggiatori: 3
Spesa: 1000 €

Ecco il diario di un altro viaggio organizzato autonomamente, senza dipendere da alcuna agenzia. Utilizzando le guide turistiche Routard e Lonely Planet e pianificando giornalmente il viaggio mesi prima, leggendo diari di viaggio e cercando informazioni in rete.

Itinerario: in 12 giorni, dal 23 dicembre 2012 al 4 gennaio 2013, abbiamo percorso 3300 km, partendo da Madrid passando da Paesi Baschi, Cantabria, Asturie, Galizia e Castiglia, con ritorno a Madrid.

Volo: tra i voli low cost offerti da Easyjet e Ryanair da Milano a Madrid ho preferito la prima compagnia, dato il minor costo, nonostante parta da Malpensa anziché da Orio. I kg a disposizione per il bagaglio in stiva sono 20 anziché gli scarsi 15 di Ryan; non ci sono costi per il check in online, le misure del bagaglio a mano sono più accettabili, e non ci sono costi-sorprese aggiuntive dell’ultimo secondo. Il sito di Easyjet è chiaro e non ingannevole come quello di Ryan. Il costo a testa è stato di Euro 143,00 con due bagagli da stiva in tre.

Mezzi di trasporto: dopo parecchie ricerche in rete ho prenotato l’auto tramite il sito Easyterra che ci ha offerto una C3 all’agenzia Pepecar, dell’aeroporto di Madrid, per l’irrilevante cifra di Euro 164,00 per 12 giorni. Non avendo mai sentito nominare Pepecar, inizialmente ero alquanto scettica: per un prezzo del genere doveva esserci per forza la fregatura. Invece nessuna sorpresa: chilometraggio illimitato, azzeramento della franchigia, assicurazione civile, possibilità di annullamento fino a due giorni prima, Euro 600,00 di deposito tramite carta di credito, shuttle da e per l’aeroporto (dato che il deposito di Pepecar di trova all’hotel Hilton, a qualche chilometro dagli arrivi), auto C3 diesel, ultimo modello, con soli 15000 chilometri. Unica pecca (ma ormai d’obbligo con qualsiasi compagnia di autonoleggio): il primo pieno a nostro carico di Euro 80,00: un furto dato che normalmente lì, per quel tipo di auto, si aggira sugli Euro 60,00. E riconsegna dell’auto a serbatoio vuoto, stando attenti di non regalare troppo carburante dato che non è previsto il rimborso. Il gasolio costa poco: Euro 1340 al litro contro i nostri Euro 1650. Per 3300 km abbiamo speso Euro 254,00 di gasolio. Il navigatore, portato da casa, ha semplificato l’utilizzo della cartina, il cui utilizzo, romantico che sia, fa perdere un mucchio di tempo.

Alberghi: ho deciso di prenotare tutti gli alberghi da casa tramite il sito Booking, prima della partenza, per evitare perdite di tempo. Il sito è molto completo, ricco di recensioni, foto delle camere e offerte. Al momento della prenotazione è necessaria come garanzia la carta di credito, anche se tutte le prenotazioni sono annullabili fino ad un paio di giorni prima. Quasi tutti gli alberghi avevano il bagno in camera, sia nella singola che nella doppia. Il riscaldamento e l’acqua calda non hanno mai dato problemi. Le stanze erano sempre pulite e abbastanza spaziose. Wi-fi sempre disponibile, tranne un’unica volta. Unica pecca: solo una mattina era compresa la colazione. Lo standard è abbastanza alto tranne i due alberghi/ostelli di Madrid un po’ sotto la media, ma si sa, nelle grandi città è più difficile trovare sistemazioni carine e poco spartane. Per tutto il resto del viaggio ho cercato sistemazioni abbastanza sperdute e tranquille, non avendo problemi per raggiungerle, dato che viaggiavamo in auto e pure col navigatore. Molte strutture sono chiuse in inverno, dato il periodo di bassa stagione. Il costo, in media, per una stanza è di 20,00 Euro a testa a notte.

Carta di credito: è accettata quasi dappertutto ed è da preferire ai prelievi con Bancomat, non avendo commissioni. Tuttavia abbiamo portato con noi un po’ di contanti in caso di problemi.

Cibo: bocadillos, tapas e cerveza a volontà.

Tappe immancabili: panetterie e supermercati. 10 e lode a pulpo alla gallega, bocadillos ai calamari o ai “chipirrones” ed a chocolate con churros! Colazioni con delizie di panetteria o del supermercato, pranzi volanti con panini imbottiti e cene in locali spendendo in media euro 10,00/12,00 a testa e mangiando quasi sempre bene: porzioni abbondanti e cibi buoni. Prezzi molto più bassi che da noi. Alcuni esempi: birra media a euro 3,00 – (bel) piatto di calamari: euro 7,00 – pulpo alla gallega: euro10,00 – panino gigante con seppie o calamari: euro 4,00. La paella non è la specialità di questa zona, tuttavia si trova quasi sempre. Pizza cara e da evitare per non imbattersi in sorprese (anche se l’unica volta che l’abbiamo presa non era poi così male). Pasta: lasciamo perdere. L’acqua è potabile dappertutto. Abbiamo comprato due bottiglie al supermercato all’inizio della vacanza e riempite ogni mattina con acqua del rubinetto.

Clima: mi aspettavo un clima atlantico con eccessi di pioggia, ed invece abbiamo trovato solo un giorno di acqua. Anche le temperature sono state favorevoli. Variavano dai 10 ai 15 gradi di giorno, toccando anche i 20, e non sono mai scese sotto lo zero, neppure di notte. L’escursione termica è molto bassa. Anche il vento non è mai stato fastidioso.

Budget: tutti i nostri preventivi di spesa sono stati rispettati, senza alcun imprevisto che avrebbe fatto lievitare i costi. Abbiamo speso meno di 700,00 Euro a testa, volo compreso, per 12 giorni.

Per qualunque info contattatemi pure a questa mail: [email protected]

Diario di viaggio

Domenica 23 dicembre 2012: Madrid e i suoi due musei

Partenza ad orario improponibile da Malpensa ed arrivo a Madrid alle 9.30. Ritiro auto al deposito di Pepecar dell’Hotel Hilton. La C3 è comoda e spaziosa. Pronti, partenza, via! Per oggi non sono in programma molti km dato che passeremo la giornata in città e ci sposteremo con la metro. Passiamo dall’albergo per il check-in e, senza perdere troppo tempo, raggiungiamo il Museo Reina Sofia per ammirare la Guernica. Siamo fortunati: la domenica il museo è gratis. Impossibile andare a Gernika, nei Paesi Baschi, senza prima essere passati a vedere il capolavoro di Picasso. Anche il Museo del Prado oggi, dalle 17 alle 19 è gratis e ne approfittiamo per un giro veloce. Camminiamo fino a Puerta del Sol trovando un locale che vende panini con jamon serrano a 1 Euro e magdalenas a 50 Cent e, soddisfatti, torniamo in albergo. Madrid: Hostal Falfes. Voto 6



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bilbao
    Diari di viaggio
    spagna del nord. io, lei e 5.000 km tra guggheneim, finisterra e il trono di spade

    Spagna del Nord. Io, lei e 5.000 km tra Guggheneim, Finisterra e il Trono di Spade

    Sono Edo, 56enne immaturo e pigro.Guidare non è la mia passione, infatti negli ultimi 3 anni ho macinato più di 10.000 Km.Ora...

    Diari di viaggio
    appunti di viaggio – si fa manovra all'astronave e si torna a casa

    Appunti di Viaggio – si fa manovra all’astronave e si torna a casa

    19 agosto Arrivo a Bilbao e, fino al primo pomeriggio, ci immergiamo nel Guggenheim.Tutta la nostra stima ai teatranti geniali...

    Diari di viaggio
    paesi baschi 2

    Paesi Baschi 2

    Avevamo già provato a visitare i Paesi Baschi nel 2017. Volevamo fosse il primo viaggio all’estero di nostro figlio che, all’epoca,...

    Diari di viaggio
    un viaggio a bilbao e un po' di santander

    Un viaggio a Bilbao e un po’ di Santander

    Bilbao è una città meravigliosa Bilbao è una città meravigliosa, un esempio da seguire, la dimostrazione che cambiare totalmente una...

    Diari di viaggio
    4350 km dall'italia a gijon e ritorno in moto

    4350 km dall’Italia a Gijon e ritorno in moto

    Bellissimo viaggio in moto a tappe dal 10 agosto al 28 agosto attraverso la Francia e la Spagna per scoprire e rivedere paesaggi, città,...

    Diari di viaggio
    inaspettati paesi baschi!

    Inaspettati Paesi Baschi!

    Circa due mesi prima della partenza, abbiamo prenotato il volo a/r Milano MPX – Bilbao sul sito della easyJet, 227.00 euro per due...

    Diari di viaggio
    spagna: i parte camino del norte + palencia, salamanca, segovia

    Spagna: I parte Camino del Norte + Palencia, Salamanca, Segovia

    Convento di S. Esteban, poi Casa de las Conchas (che ci riporta al Camino) e tanti altri siti, piazze incredibili, scorci scenografici...

    Diari di viaggio
    viaggio in auto nei paesi baschi, cantabria e asturie

    Viaggio in auto nei Paesi Baschi, Cantabria e Asturie

    La scorsa estate visitammo con grande soddisfazione i Paesi Baschi Francesi, così quest’anno abbiamo deciso di intraprendere un viaggio...

    Diari di viaggio
    tour meraviglioso tra asturie, cantabria e paesi baschi

    Tour meraviglioso tra Asturie, Cantabria e Paesi Baschi

    Dopo che l’anno scorso la Galizia, la regione alla punta Ovest del Nord della Spagna, ci ha entusiasmati con i suoi panorami e il...

    Diari di viaggio
    tour nella spagna del nord

    Tour nella Spagna del Nord

    Prima di iniziare il diario vero e proprio di questa vacanza volevo fare delle considerazioni che potrebbero essere utili...