Spagna del nord 2

Paesi Baschi, Cantabria e Asturia
Scritto da: manolito62
spagna del nord 2
Partenza il: 14/07/2011
Ritorno il: 26/07/2011
Viaggiatori: 4
Spesa: 2000 €

CONDIZIONI METEO : temperature dai 14 ai 27 gradi, spesso nuvoloso al mattino e alla sera a volte con pioggia , spesso soleggiato nelle ore centrali anche se quasi sempre con presenza di vento

NOLO AUTO : con EUROPECAR tramite GLOBELCARS — 460 euro per una C4 PICASSO (macchina di categoria superiore alla BERLINGO prenotata ma che non era disponibile)

Macchina molto spaziosa e comoda per 4 persone e relativi bagagli—2600 km percorsi

Il nostro viaggio, insieme ad una coppia di amici, è partito da San Sebastian nei paesi baschi ed è proseguito per la Cantabria , l’Asturia e l’inizio della Galizia; abbiamo visitato principalmente la zona costiera che propone belle città, alcuni paesini carini (ma purtroppo molti con costruzioni piuttosto brutte) e belle spiaggie oceaniche che, specialmente in Asturia, sono contornate da promontori verdi e da alte scogliere ; abbiamo dedicato un paio di giorni alla bellissima zona montana del Picos d’Europa e sulla strada di ritorno, deviando un po’ all’interno, abbiamo visitato le città di Leon, Burgos e Saragozza che era il nostro punto di arrivo (volo Ryan Air).

Non avevamo prenotato alberghi (eccetto quello di Saragozza per le ultime 2 notti), ma visto i pochi turisti in giro non abbiamo avuto difficoltà a trovare posto di volta in volta

Questa zona della Spagna è abbastanza economica sia per il dormire (una media di 55 euro a camera ) che per il mangiare ( un pranzo o cena a base di tapas e birra costa circa 10-12 euro mentre una cena al ristorante difficilmente supera i 20 euro)

Questi i luoghi principali visitati in ordine cronologico:

SAN SEBASTIAN: città molto carina, molto viva, con una zona commerciale con bei negozi e con la parte vecchia piena di locali dove gustare ottime tapas (che loro chiamano pinchos) ; da non perdere GOIZ ARGUI che si trova in calle Calbeton : fa ottime tapas, da provare assolutamente quella con brocheta di Gamba alla plancia (spiedino di gamberi alla piastra) che vi preparano al momento sotto i vostri occhi

Bella la cattedrale, molto bella la chiesa di San Vicente , il porto , la spiaggia della Concha con la sua bella passeggiata lungomare

BILBAO: ci hanno detto non essere molto bella, noi abbiamo visitato, solo dall’esterno, il museo Guggenhaim, che ha una struttura in titanio con una forma molto particolare

Nelle vicinanze si può fare una sosta a vedere il ponte tra Getxco e Vizcaya che è un ponte “semovente” dichiarato patrimonio dell’Unesco (è una sorta di traghetto sospeso che scorre appeso al ponte), noi per mancanza di tempo non siamo andati

La costa prima di Santander a noi non è piaciuta gran che, abbiamo attraversato molti paesini con costruzioni veramente brutte; a noi avevano consigliato Castro Urdiales, Laredo, Santona ma visti i primi abbiamo tirato dritto

SANTANDER: città molto grande con alcune grandi spiagge, carino da visitare il palacio Magdalena

Dopo Santander c’è una zona di belle spiagge, molto bella quella doppia di Canallave/Valderrenas e ci hanno detto quelle di Liencres che però non abbiamo visto, carina anche quella di Suances

SANTILLANA DEL MAR : bellissimo paesino medievale, un po’ turistico ma comunque da vedere ; da visitare la chiesa ed il suo chiostro

COMILLAS: bel paesino sul mare con una caratteristica casa progettata da Gaudì (il Capriccio) , che prima era un ristorante ma ora si visita a pagamento : l’esterno è particolare ma dentro non è gran che, il paese merita comunque una sosta

SAN VICENTE DELLA BARQUERA: paesino carino con in alto una rocca medievale; dall’altre parte del ponte c’è una coreografica chiesetta ornata di bouganville

PECHON: ha bella spiaggia con una alta roccia monolitica e superato il paese c’è un bel punto panoramico sull’unione del fiume Tina Menor con il mare

POTES: paesino di montagna all’interno del parco del Picos d’Europa; è molto carino essendo attraversato da un fiume e ha alcuni bei ponti in pietra e caratteristici violetti,; da qui si prende la strada per FUENTE DE’ dove parte la funivia che ti porta a circa 1900 mt , da dove si gode di una bella vista sulle cime circostanti ; da qui si può fare una facile passeggiata di 40 min fino al rifugio de ALIVA (la direzione è indicata con un cartello alla stazione di arrivo) dove si può gustare il piatto tipico della zona, che è una ottima zuppa di ceci con pezzi di carne (cocido lebaniego).

La zona è veramente bella, nulla da invidiare alla nostra montagna, guglie e prati con mucche al pascolo

Per i più pigri, sia l’andata che il ritorno si può fare con un servizio jeep: 3 euro a tratta

Tornando verso la costa ma prendendo poi la strada per Benia de Onis, si arriva a COVADONGA dove ci sono due bellissimi laghi di montagna raggiungibili anche in macchina (se non c’è troppo traffico, altrimenti chiudono la strada all’altezza di alcuni parcheggi)

Al paese c’è una importante chiesa ed una grotta con una bella cascata

Tornando sulla costa vale la pena una sosta alla spiaggia di Guadamia dove c’è la zona dei Bufones, un’alta scogliera carsica dove ci sono fessure che partono all’altezza del mare e terminano nella zona alta della scogliera e da cui, nei giorni di tempesta, esce con violenza acqua di mare; veramente un posto suggestivo

RIBADESELLA: paese molto elegante con bei negozi, un bel centro ed una bella spiaggia

LASTRES: paese arroccato, non particolarmente tipico; bella la spiaggia della Griega da cui con una breve passeggiata di 15 minuti si arriva in un punto dove si possono vedere le impronte dei dinosauri

OVIEDO: molto bella, centro molto caratteristico e vivo con una bella cattedrale

CABO PENAS: bella punta con faroBELLA PUNTA CON FARO

CUDILLERO: paesino arroccato con coreografica piazzetta di case colorate sul porto; nei ristoranti della piazzetta si può mangiare ottimo pesce a buoni prezzi : menù del giorno a 15 euro o grigliata di crostacei a 30 euro con grossi granchi, astice, langonistas ecc.



    Commenti

    Lascia un commento

    León: leggi gli altri diari di viaggio