SPAGNA ATLANTICA e PORTOGALLO

SPAGNA ATLANTICA E PORTOGALLO: a zonzo tra capi, fari e spiaggePartenza: 2 settembre 2007 Rientro: 28 settembre 2007 Percorsi: Km. 6.971Domenica 2 Settembre 2007 (Santena – Briançon) Eccoci pronti per le nostre prime vacanze da pensionati. La cosa ci sembra molto strana perché da anni Settembre ha rappresentato il...
 
Partenza il: 02/09/2007
Ritorno il: 28/09/2007
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

SPAGNA ATLANTICA E PORTOGALLO: a zonzo tra capi, fari e spiagge

Partenza: 2 settembre 2007 Rientro: 28 settembre 2007 Percorsi: Km. 6.971

Domenica 2 Settembre 2007 (Santena – Briançon) Eccoci pronti per le nostre prime vacanze da pensionati. La cosa ci sembra molto strana perché da anni Settembre ha rappresentato il rientro al lavoro e così ci sembra ancora impossibile il fatto di poter partire fuori dai canoni imposti da altri e di non dover chiedere autorizzazioni di sorta. Così alle 21,20 siamo partiti in direzione Briançon dove siamo giunti alle ore 23,55. Contrariamente alle altre volte non abbiamo più potuto sostare nel bel parcheggio ai piedi della fortezza e vicino alla città vecchia perché un bel cartello informa del divieto di sosta ai camper dalle 22,00 alle 8,00. Essendo già informati su questo divieto abbiamo cercato e trovato l’area camper situata in Rue Georges Bermond – Gonnet angolo Rue Jean Moulin nel piazzale con il Parc des Sports. L’area è bella, spaziosa ed illuminata e c’è la possibilità di carico e scarico.

Ci sono già una ventina di camper e così senza esitare abbiamo fermato il nostro mezzo fra gli altri e buona notte.

Domani ci attende l’inizio vero e proprio della nostra nuova avventura.

Lunedì 3 Settembre 2007 (Briancon – Carcassonne) Sveglia alle 7,00 con una temperatura esterna di 11° ed interna di 18°. E’ decisamente freschino ed il cielo è sereno. Molti chilometri ci attendono e questa è la temperatura ideale per viaggiare.

Oggi è una tappa di solo trasferimento quindi non ci attendono luoghi da visitare a meno che cammin facendo non incontriamo qualche cosa di interessante.

La nostra destinazione odierna è Carcassonne dove vorremmo passare la notte, anche se non siamo sicuri di poterlo fare tenuto conto che è nostra intenzione percorrere strade normali e non fare quindi autostrade. Alle 8,00 partenza e ad Embrun, prima sosta per rifornimento gasolio. Il primo tratto di strada non è stato del tutto sconosciuto avendolo percorso in primavera in occasione del nostro breve viaggio in Provenza. La strada è molto bella ed attraversa distese di frutteti ed in particolare mele e pere. Alle 13,00 sosta pranzo a PONT de CRAU alle porte di ARLES e ripartenza poco dopo le 14. Percorrendo la N572 abbiamo raggiunto Montpellier e poi con la N109 – E11 , Bezier. Di qui con la D11 e poi la D5, poco dopo le 18 siamo giunti a Carcassonne. Dopo aver fatto un giro per la città in cerca di un parcheggio, abbiamo seguito le indicazioni per “La Ville” (città vecchia dentro le mura) e qui abbiamo trovato posto in un parcheggio per soli camper ed autobus al costo di €. 10 per 24 ore, munito di carico scarico e servizi.

Il parcheggio è proprio sotto le mura della città vecchia e senza esitazione siamo entrati.

Dopo esserci sistemati ci siamo recati dentro le mura ed abbiamo fatto il giro del bellissimo borgo medioevale conservato egregiamente e con un sacco di negozietti e locali. L’imponenza e la bellezza delle mura e la visuale che si ha esternamente di tutto il complesso della città vecchia è veramente eccezionale e merita sicuramente una sosta. Vista la presenza di altri camper, decidiamo di utilizzare la comoda area di sosta anche per la notte. Così ci siamo potuti godere anche lo spettacolo della rocca illuminata da grossi riflettori che dal basso puntano una bella luce ambrata sulle vecchie mura, sulle torri e sul castello donando loro un aspetto suggestivo ed irreale .

Il nostro piccolo compagno di viaggio è stato costretto come noi a trascorrere una giornata di segregazione in camper, ma la passeggiata sulle mura e tutto intorno alla roccaforte lo hanno rigenerato e reso felice.

Domani ci attende un’altra tappa di trasferimento e poi finalmente avranno inizio le tappe brevi e le camminate. Martedì 4 Settembre 2007 (Carcassonne – Duna du Pilat) A conferma di quanto immaginato ieri sera, la notte è trascorsa nella più assoluta tranquillità. Alle 7,15 sveglia con 18° esterni e 27° interni, il cielo è coperto e tira un vento piuttosto freddo. Dopo colazione ed aver effettuato le operazioni di carico e scarico, alle 8,45 siamo partiti con destinazione la Duna du Pilat, imponente altura di sabbia sottile il cui volume aumenta di anno in anno con l’azione dei venti e delle correnti. E’ la duna più alta d’Europa con i suoi 2,7 Km di lunghezza, 500 mt. Di larghezza e 107 mt. Di altezza. Il suo versante occidentale degrada dolcemente verso l’oceano mentre quello orientale scende quasi a picco verso l’immensa foresta di pini che a poco a poco sta sommergendo. La foresta Landese che nacque su ordine di Napoleone III mediante la piantagione di un milione di ettari di pini marittimi al fine di bonificare una zona paludosa, viene divorata dalla sabbia per circa 4 metri ogni anno. I chilometri che ci attendono sono nuovamente molti, però come nostro solito preferiamo toglierci velocemente i tratti di puro trasferimento per poi goderci pienamente tutto il resto dell’itinerario.

Come sempre abbiamo impostato il navigatore su percorsi da effettuare su strade non a pedaggio sia perché le autostrade in Francia sono molto care, sia perché si ha modo di godere maggiormente il panorama e conoscere meglio le zone che si attraversano. Lungo il percorso abbiamo avuto così modo di incontrare il “Canal du Midi”, molto suggestivo ed oserei dire romantico. Ci siamo fermati un attimo in corrispondenza di una delle 103 chiuse presenti lungo il Canale e che servono per superare un dislivello totale di 190 metri: l’Ecluse de Montgiscard con, nei pressi, un bel barcone coloratissimo e pieno i fiori che galleggiava placidamente sull’acqua verdastra del fiume. Per fortuna il temporale che ci ha accolti strada facendo si è esaurito così abbiamo avuto modo di far fare una breve passeggiata al nostro cagnolino.

Il Canal du Midi è un canale artificiale che si trova fra le città di Tolosa e Sete, fu inaugurato nel 1681 ed in origine doveva collegare l’Oceano Atlantico al Mar Mediterraneo per evitare la circumnavigazione della Spagna. Oggi si può percorrere affittando barconi senza la richiesta della patente nautica.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Carcassonne
    Diari di viaggio
    4350 km dall'italia a gijon e ritorno in moto

    4350 km dall’Italia a Gijon e ritorno in moto

    Bellissimo viaggio in moto a tappe dal 10 agosto al 28 agosto attraverso la Francia e la Spagna per scoprire e rivedere paesaggi, città,...

    Diari di viaggio
    eretici catari e pirenei orientali

    Eretici catari e Pirenei orientali

    Il nostro viaggio ha avuto due temi turistici: i siti e i castelli dei Catari, eretici medievali, e i Pirenei del Miti, sia sopra che...

    Diari di viaggio
    au-delà de la provence. viaggio oltre la provenza

    Au-delà de la Provence. Viaggio oltre la Provenza

    A seguito delle positive esperienze compiute negli anni passati a bordo del nostro sidecar (Provenza-Alpi-Costazzurra e Slovenia) decidiamo...

    Diari di viaggio
    francia on the road

    Francia on the road

    DOMENICA 17/07: MARSIGLIA Quest’anno io e il mio compagno decidiamo di visitare un pezzo di Francia, quella a cavallo con la Spagna,...

    Diari di viaggio
    odori di provenza e sapori di linguadoca

    Odori di Provenza e sapori di Linguadoca

    Pensi alla Provenza e magicamente un profumo intenso di lavanda pervade l’aria. Magicamente anche i vestiti odorano di lavanda. I piatti...

    Diari di viaggio
    alla conquista della spagna di e non solo

    Alla conquista della Spagna di e non solo

    Da Varano alla conquista della Spagna Il giorno 15 aprile 2013 partenza da Varano dè Melegari in 5 persone e un cane con due...

    Diari di viaggio
    il nostro viaggio nel sud della francia

    Il nostro viaggio nel sud della Francia

    Dopo aver passato vari giorni a leggere guide, siti internet, recensioni varie, aver consultato mappe e scrupolosamente calcolato le...

    Diari di viaggio
    sud ovest della francia

    Sud Ovest della Francia

    Domenica 16 agosto 2015 partiamo da Parma per raggiungere, come prima meta Montpellier (700 km). Il nostro viaggio costerà sui 700 euro a...

    Diari di viaggio
    dall'adriatico all'atlantico

    Dall’Adriatico all’Atlantico

    Nel pomeriggio partenza da Trieste per un viaggio on the road che ci porterà dall'Adriatico all'Atlantico per un' avventura...

    Diari di viaggio
    viaggio nella francia centrale e meridionale

    Viaggio nella Francia centrale e meridionale

    Estate 2014: di nuovo in Francia! Quest'anno decidiamo di percorrere la zona centro-meridionale del Paese, costruendo un tour di 10 giorni...