Skeleton Coast & Sandwich Harbour, estrema Namibia

La Skeleton Coast e Sandwich Harbour, due bellissime escursioni assolutamente da fare in Namibia
Partenza il: 15/02/2019
Ritorno il: 17/02/2019
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Siamo in giro da due settimane. Siamo partiti da Johannesburg, abbiamo attraversato il Botswana e sconfinato in Zimbabwe a Victoria Falls, siamo entrati in Namibia e la stiamo discendendo, diretti al deserto del Namib.

Ieri notte abbiamo dormito vicino a Khorixas, in un fighissimo campo tendato costruito tutto attorno ad un enorme sasso, lungo il letto prosciugato del fiume Goantagab (Il camp si chiama Madisa, lo abbiamo trovato su Booking, è da prendere in considerazione se passate di qua). Abbiamo scelto questa sistemazione perché è quella che logisticamente parlando viene più incontro alle nostre esigenze per la tappa di oggi: è il punto più vicino all’ultima stazione di servizio (ci serve più carburante possibile per terminare la tratta), ed è anche il camp più vicino al gate dello Skeleton Coast Park aperto a febbraio (è bassa stagione anche in Namibia).

Quello che segue è l’itinerario che faremo quest’oggi.

La prima tappa di giornata è a 1 ora e 20 minuti a nord del Madisa (circa 90 km), per visitare la foresta pietrificata di Khorixas: è un sito molto interessante, e non si tratta di un Parco statale vero e proprio. E’ più che altro gestito dalla comunità locale, e le guide sono gente del posto che si occupano di tutto, dalla manutenzione alla segnaletica per invogliare la gente a visitare questi enormi tronchi fossili. L’escursione dura una mezz’oretta circa, e se passate da queste parti merita secondo noi una sosta.

125 km dopo in direzione ovest (quasi 2 ore in macchina) arriviamo al gate nord del Parco, ovvero Springbokwasser, attraversando paesaggi aridi ma affascinanti. Sappiamo per certo che lasciano passare senza problemi i 4×4, e la nostra auto non la è… Ma la guardia del gate oggi non sembra dare molto peso a questa verifica, e fortunatamente ci lascia passare senza problemi, ricordandoci solo di uscire dal Parco al gate sud (Ugab River) entro le 17:00.

Generalmente per visitare lo Skeleton Coast Park occorre premunirsi di un permesso rilasciato dal Ministry’s Reservation office di Windhoek in quanto si tratta di area gestita dal Governo, ma per le visite di un giorno e non pernottando nel Parco si può ottenere direttamente al gate in cui entrate un permesso giornaliero gratuito. Dal gate la pista di sabbia segnalata col numero C39 si butta in discesa verso il mare per circa 39 km, fino ad incrociare la C34, che è la strada che percorre il Parco in tutta la sua lunghezza sull’asse Nord-Sud. Sono 39 km nel nella più totale. Una volta imboccata però la C34 le cose cambiano un pochino: il paesaggio lungo la strada è sempre desolato e lunare, ma basta fermare l’auto e scavalcare una qualunque duna sulla sinistra e l’oceano ti da il suo benvenuto. E’ quasi ora di pranzo, e uno spuntino in riva al mare ci pare un’ottima idea. Fermandoci per un po’ abbiamo modo di notare un paio di cose, come le otarie che giocano davanti a noi a pochi metri dalla riva, e soprattutto uno spesso muro di nebbia che corre lungo tutta la costa a qualche km di distanza… Mai visto una cosa del genere (ci spiegherà poi il nostro host che è un fenomeno comune nella Skeleton Coast).



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Il piccolo Borgo di San Vittore Terme, piccolo, silenzioso e quasi incantato

Il piccolo Borgo di San Vittore Terme, piccolo, silenzioso e quasi incantato

La stazione dei treni di San Vittore Terme è minuscola, circondata dal verde intenso...

Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Nell’immaginario collettivo il contadino è legato al liscio, ma oltre alla transizione...

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il primo grande viaggio, il viaggio dei viaggi, da Parma a Napapijri. Amici...

Leggi i Diari di viaggio su Deserti
Diari di viaggio
Skeleton Coast & Sandwich Harbour, estrema Namibia

Skeleton Coast & Sandwich Harbour, estrema Namibia

Siamo in giro da due settimane. Siamo partiti da Johannesburg, abbiamo attraversato il Botswana e sconfinato in Zimbabwe a Victoria Falls,...

Diari di viaggio
Giordania in Febbraio

Giordania in Febbraio

A settembre 2019, in accordo con una coppia di amici, abbiamo deciso di organizzare una decina di giorni da trascorrere non lontano...

Diari di viaggio
Weekend a Marrakech per mamma e bambino

Weekend a Marrakech per mamma e bambino

Partenza da Malpensa il 27 febbraio come programmato. All’aeroporto di Marrakech ci controllano la temperatura è ci fanno compilare un...

Diari di viaggio
Emirati Arabi ed Oman da nord a sud a Natale: 2.700 km in 4x4, in autonomia, uno spettacolo!

Emirati Arabi ed Oman da nord a sud a Natale: 2.700 km in 4×4, in autonomia, uno spettacolo!

goccio di vino ne’ birra, praticamente inesistenti per cui … una vacanza salutare. La gente - Gli uomini con le bellissime tuniche...

Diari di viaggio
Marrakech Express 5

Marrakech Express 5

GIORNO 1 Arrivo a Casablanca e transfer a Marrakech. Abbiamo optato per questa soluzione di volo molto più economica in questo periodo...

Diari di viaggio
Nelle terre del Sultano Qaboos

Nelle terre del Sultano Qaboos

solo l’ingresso e nient’altro. Ci siamo fermati in un centro commerciale per il pranzo e poi ci siamo diretti all’albergo Al Tabit...

Diari di viaggio
Marocco Orientale… autentico e incontaminato!

Marocco Orientale… autentico e incontaminato!

del suo popolo; un continuo susseguirsi d’emozioni. Ringrazio Mohamed per questo viaggio che è stato possibile realizzare soprattutto...

Diari di viaggio
Il giro del mondo in quaranta giorni

Il giro del mondo in quaranta giorni

Per lavoro mi hanno chiesto di seguire tre manifestazioni in tre continenti diversi, in un tempo così ristretto che non si poteva "passare...

Diari di viaggio
Namibia: dune, deserti e parchi

Namibia: dune, deserti e parchi

Quattromila chilometri alla ricerca di animali, natura e popoli. Brevi tappe nel cuore della Namibia concentrate all'Etosha e nei deserti...

Diari di viaggio
Compleanno a Dubai

Compleanno a Dubai

Era da settembre dell'anno scorso che mi frullava nella mente di festeggiare il mio 50° compleanno da qualche parte fuori Italia e...