Siria e Libano fai da te

Come ormai buona abitudine, sperando di essere utile ai prossimi viaggiatori, eccovi un breve resoconto del viaggio appena concluso (ahimè). Cominciamo con un breve riassunto organizzativo ed economico. Viaggio autoorganizzato. Visto: fatto direttamente all’ambasciata siriana a Roma. Abbiamo fatto il visto per più ingressi volendo passare...
 
Partenza il: 04/06/2006
Ritorno il: 18/06/2006
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 2000 €

Come ormai buona abitudine, sperando di essere utile ai prossimi viaggiatori, eccovi un breve resoconto del viaggio appena concluso (ahimè).

Cominciamo con un breve riassunto organizzativo ed economico.

Viaggio autoorganizzato.

Visto: fatto direttamente all’ambasciata siriana a Roma. Abbiamo fatto il visto per più ingressi volendo passare dal Libano per poi rientrare in Siria. IMPORTANTE: tenetevi 200 lire siriane a testa per la tassa di uscita da pagare in aeroporto. Accettano solo quelle e se non le avete siete costretti a cambiare (se avete un pezzo da 50 euro vi tocca cambiarlo tutto).

Durata due settimane, dal 4 al 18 giugno.

Costo in due, 2.000 € circa (viaggio, trasporti, cibi, alberghi, ecc. Tutto compreso).

Volo diretto da Milano prenotato in agenzia con Syrian arab airlines. 400 € circa a testa.

Alberghi prenotati via internet, seguendo le indicazioni della guida Lonely Planet (stavolta ci ha un po’ deluso). Costo medio 35/40 € salvo a Damasco.

Itinerario: Aleppo (+escursione a Ebla)-Dar Es Zur (+ escursione a Mari)-Palmyra-Hama (Krak dei cavalieri)-Jounieh-Damasco. Con pullman locali, minibus e taxi. Per muovervi in taxi in città procuratevi un bigliettino in arabo dell’albergo, così il taxista ha un’idea di dove portarvi.

Clima: caldo, ma rientrati a Milano si può dire che fosse un caldo sopportabile, anche se a metà giornata stare fuori diventa faticoso.

Cambio: con un euro si cambiano 64 lire siriane, con un dollaro 50. In banca non c’è commissione. Cambiate in banca (in alcuni casi aperta anche nei festivi, ma non ci contate ovunque). Ad Aleppo non c’è più l’ufficio centrale di cambio. In alberghi, ristoranti e negozi i dollari sono ben accetti ovunque, gli euro li prendono ma di solito ci si perde qualcosa sul cambio. Scordatevi le carte di credito perché dove ci sono c’è una sensibile commissione.

Vaccinazioni: fatta antitetanica e antitifica, epatite A non fatta (facoltativa).

Senza annoiarvi col racconto dettagliato delle mie vacanze, vi dò alcuni accenni ed impressioni generali, se poi qualcuno vorrà approfondire mi contatti pure.

In tutta la Siria, ma soprattutto ad Aleppo, troverete un gran contrasto tra il centro -con donne in nero velatissime e perfino con guanti e uomini con abito beduino tradizionale- e la città nuova; tacchi, gonne corte, magliettine e chiome al vento, giacche, cravatte e jeans un po’ tamarri. Il contrasto più forte sarà vedere gruppetti di amiche di cui una completamente imbacuccata, una con un discreto foulard, una in jeans e maniche corte e che magari fuma. Se non fosse che chiaramente c’è una forte pressione sociale e familiare, per certi aspetti viene da pensare che sia quasi un fatto di moda. A proposito di contrasti, sarà questione di gusti, ma l’offerta hard core dei negozi di intimo femminile fa pensare che sotto veli e pastrani la tradizione lascia il posto alle fantasie più sfrenate.

Tutti coloro che temono mancanza di igiene e pulizia possono stare tranquilli: ovunque è un continuo pulire e lavare; il suq che a sera è ridotto maluccio, la mattina dopo è pulitissimo, nei ristoranti, anche modesti, c’è sempre un lavandino e i bagni sono più che dignitosi.

La Lonely ha preso alcune cantonate non attribuibili ai due anni passati dall’ultima edizione disponibile del 2004: i musei costano la metà del prezzo riportato (meglio), a mio giudizio alcuni locali non meritano la considerazione riservata e altri meritevoli mancano, la sezione alberghi medi a Damasco è completamente sbagliata: trattasi di topaie a prezzo di alberghi medi, per qualche euro vale la pena di cambiare categoria, e io non sono uno schizzinoso.

Occhio che qualcuno, soprattutto a Damasco, cercherà di fregarvi sui resti o magari sul cambio; ci provano, ma se glielo fate notare di solito fanno finta di essersi sbagliati. In compenso altri siriani che osservano la scena sono solidali col turista e commentano scandalizzati.

L’itinerario Appena arrivati ad Aleppo eccoci alla prova col problema taxi: spiegare dove si vuole andare al taxista che sa solo l’arabo; io provo a leggere quello che vedo scritto, ma la mia pronuncia di nome e indirizzo dell’albergo non gli dice niente. Un po’ a gesti e un po’ con l’aiuto di qualcuno che sa l’inglese ci si accorda sulla tariffa e si parte. Come sarà poi abitudine, il taxista parte ma NON SA LA STRADA e quindi si ferma ad ogni angolo e semaforo a chiedere ai colleghi se hanno mai sentito parlare del tale albergo. Poi di solito il taxista protesta perché sì, si era contrattata una certa cifra, ma lui poi ha dovuto girare un sacco. Vagli a spegare che il taxista è lui ed è il suo mestiere sapere le strade, ma tant’è, di solito si ricontratta un supplemento. Comunque dall’aeroporto abbiamo pagato 300 lire siriane, equivalenti a meno di cinque euro.

Piccola nota tecnica; noi chiamiamo i nostri “numeri arabi”, ma non si scrivono allo stesso modo. Quindi, visto che in mancanza di una lingua comune la contrattazione avviene spesso scrivendo le cifre, imparate i numeri arabi e portatevi sempre dietro carta e penna.

Sconsiglio vivamente anche solo di pensare a noleggiare un’auto; guidano come pazzi, da non credere! Per chi fuma, assolutamente un must il Narghileh; ce ne sono ovunque.

Ad Aleppo l’albergo Dar Halabia ([email protected]) è molto bello, proprio nel suq, quindi il taxi vi lascia fuori dalla porta e ci sono da fare un 200 m a piedi. E’ semplice ma accogliente e caratteristico e pulito, con stanze ricavate da un vecchio edificio. Bella terrazza per colazione e dopocena. 35 € colazione e tasse comprese.

Subito il giorno dopo andiamo al sito archeologico di Ebla (III millennio A.C.) a circa 70 Km da Aleppo. Non essendoci collegamenti comodi optiamo pe un taxi. Essendo appena arrivati e poco esperti chiediamo all’albergo che ci organizza un taxi a disposizione per mezza giornata (andata-attesa-ritorno) a 30 €. Proviamo a contrattare ma non si smuovono. Non ci pare strano né esagerato, ma poi capiremo che le tariffe senza intermendiari sono decisamete inferiori.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Aleppo
    Diari di viaggio
    ricordi di siria

    Ricordi di Siria

    Questo non è un racconto di viaggio, ma è il ricordo di un viaggio, ricordo stimolato dalle notizie di distruzioni che sentiamo e vediamo...

    Diari di viaggio
    emozioni e sensazioni... siria e giordania.

    Emozioni e sensazioni… Siria e Giordania.

    La premessa di questo diario di viaggio è che non si parlerà di costi, avendo noi comprato un pacchetto, veramente tutto compreso, volo,...

    Diari di viaggio
    dall'antilibano all'eufrate. viaggio in siria

    Dall’Antilibano all’Eufrate. Viaggio in Siria

    DALL’ANTILIBANO ALL’EUFRATE. VIAGGIO IN SIRIA 7-14APRILE 20107 APRILE. BOLOGNA - ALEPPOPartiamo in sei: Teresa e Maria...

    Diari di viaggio
    italia fans club siria

    Italia Fans Club Siria

    Periodo: Dal 26 Dicembre al 6 Gennaio Volo: Turkish Airlines 400 euroGuida: Touring, niente di che, però era la più...

    Diari di viaggio
    le strade della siria in camper

    Le strade della Siria in camper

    dal 25.09.2010 al 16.10.2010 Partecipanti: Cinzia & Luca, Paola & Goffredo“La Siria è un paese canaglia”, “Ti fidi ad andare in...

    Diari di viaggio
    siria e giordania i love you!

    Siria e Giordania I love you!

    Siria e Giordania 2010 24-06 Italia 25-06 Damascus 26-06 Damascus- Palmira 27-06 Palmira-Aleppo 28-06 Aleppo 29-06 A Aleppo-Ebla-Apamea-...

    Diari di viaggio
    siria per caso

    Siria per caso

    Non mi sarebbe mai venuto in mente di fare un viaggio in Syria se non fose stato che la mia amica Patrizia, invitata dal suo amico Alaa,...

    Diari di viaggio
    giordania & siria in scooter 2009

    Giordania & Siria in scooter 2009

    Siria e Giordania (2009) Periodo : dal 1/8/2009 al 24/8/2009 Partecipanti : 2 (Massimo e Sabrina) Itinerario: Italia – Grecia – Turchia...

    Diari di viaggio
    siria culla della civilta' e fascino orientale

    Siria culla della civilta’ e fascino orientale

    La siria è un paese che mi ha affascinato molto, ricco di storia, siti archeologici, la cordialità e disponibilità del popolo siriano in...

    Diari di viaggio
    siria & giordania in scooter di 2009

    Siria & Giordania in scooter di 2009

    Siria e Giordania (2009) Periodo : dal 1/8/2009 al 24/8/2009 Partecipanti : 2 (Massimo e Sabrina) Itinerario: Italia – Grecia – Turchia...