Sicilia orientale itinerante

Vacanza alla scoperta dei meravigliosi luoghi della parte orientale dell'isola
Scritto da: blacky5
sicilia orientale itinerante
Partenza il: 15/09/2017
Ritorno il: 23/09/2017
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

DAY 1, Venerdì 15 Settembre 2017: COMISO – RAGUSA (30 km circa)

Io e la mia compagna, che da tanto tempo desideravamo visitare la Sicilia, abbiamo organizzato la nostra vacanza itinerante nella parte orientale dell’isola nel mese di Settembre per evitare temperature africane ed il caos del mese di Agosto.

Partiamo da Pisa Venerdì 15 Settembre, con un volo Ryanair, ed atterriamo a Comiso nel primo pomeriggio. Una volta arrivati in Sicilia ritiriamo la macchina che abbiamo noleggiato con Sicily by Car, una Peugeot 108 (270€ circa per tutto il periodo inclusa garanzia aggiuntiva), e ci mettiamo in viaggio per Ragusa, la prima meta della nostra vacanza. Raggiungiamo il B&B Bedaitetti (Ragusa) che avevamo prenotato mesi prima con Booking al prezzo di 35€ (abbiamo prenotato solo la prima e l’ultima notte del nostro soggiorno per essere il più liberi possibile di muoverci) e dopo una doccia veloce, ed una visita alla Cattedrale di San Giovanni Battista, ci facciamo una bella camminata verso Ragusa Ibla. Durante il tragitto, nei pressi della Chiesa di Santa Maria dalle Scale possiamo godere di una stupenda vista sui tetti di Ragusa, ma visto che ormai è buio ci promettiamo di tornare il mattino seguente per scattare qualche bella foto. Proseguiamo la nostra camminata tra i vicoli di Ragusa Ibla, che è veramente splendida, in particolare il duomo di San Giorgio. Sono quasi le 22 e la fame chiama, così decidiamo di provare un po’ di Street Food siciliano in un localino a due passi dalla piazza, proprio davanti all’ingresso del giardino ibleo: la Cantunéra Ibla. Nel piccolo locale, che poi scopriremo aver aperto da pochissimo, e che vanta un’ottima selezione di birre artigianali sicule, assaggiamo diversi tipi di arancini eccellenti ed un cannolo siciliano straordinario. Considerando che nei 10 giorni successivi non riusciremo a trovare più ne un arancino ne un cannolo siciliano dello stesso livello, vi consiglio proprio di farci un salto se passate per Ragusa. Dopo la deliziosa cena facciamo un giro nel giardino poi torniamo al B&B perchè siamo veramente stanchi.

DAY 2, Sabato 16 Settembre 2017: RAGUSA – PUNTA SECCA – SCICLI – MODICA (70 km circa)

Dopo aver fatto colazione, con un cannolo siciliano ed una granita al pistacchio, in un bar vicino al B&B ed aver scattato qualche foto ai tetti di Ragusa, ci mettiamo in viaggio verso Punta Secca di Santa Croce Camerina per il primo bagno della vacanza. Il posto è molto famoso perché proprio sulla spiaggia c’è la casa del Commissario Montalbano, e qui scopriamo che questa serie tv, che non abbiamo mai visto, è famosa in tutto il mondo, ed i luoghi celebri della città immaginaria di Vigata sono meta di pellegrinaggio di tantissimi turisti stranieri. Il piccolo paesino è molto carino e caratteristico, con le casette colorate a ridosso della spiaggia, il faro e la torre Scalambri. Se a tutto ciò aggiungiamo anche il primo bagno nel bellissimo mare siciliano direi che non ci dimenticheremo facilmente di Punta Secca. Ci rimettiamo in marcia verso la Val di Noto, prima tappa Scicli, bellissima città barocca, dal 2002 il suo centro storico è stato insignito del titolo di Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO. Via Mormino Penna con i suoi edifici settecenteschi, il palazzo Beneventano e la piazza del Municipio sono solo alcune delle chicche di questa splendida cittadina. Al costo di 5€ è possibile visitare il Municipio (sede del commissariato di Vigata nel telefilm), il palazzo Spadaro e la chiesa di Santa Teresa, e, visto che il paesino ci ha particolarmente colpito, decidiamo di fare il piccolo tour con una breve pausa per uno spuntino ed una birretta rinfrescante al 97 in Via Penna (consigliato per uno piccolo break). Per “colpa” di Scicli ci rimettiamo in viaggio verso Modica sensibilmente in ritardo rispetto a quello che avevamo previsto, e così, una volta giunti a destinazione, e dopo aver visitato il duomo di San Giorgio, decidiamo di trascorrere qui la notte e prenotiamo tramite Booking una camera all’ Old Town Rooms per 44€. Situato in pieno centro è un posto consigliatissimo per l’eccellente rapporto qualità-prezzo e strategico per visitare la città. Unico neo il consiglio che ci hanno dato per la cena: A Putia ro vinu, trattoria economica ma che non ci è proprio piaciuta. E’ Sabato sera e Modica è piena di gente e di vita, onestamente non ce lo aspettavamo proprio che fosse una città così movimentata, ideale se volete fare serata. Noi però siamo stanchissimi e non riusciamo a godercela granchè sotto questo punto di vista.

DAY 3, Domenica 17 Settembre 2017: MODICA – NOTO – PORTOPALO – MARZAMEMI (80 km circa)

Ci svegliamo presto per completare la nostra visita alla città di Modica. Dopo una bella colazione con brioche e granita alla mandorla presso il caffè dell’Arte, dove assaggiamo anche la cioccolata alla vaniglia (specialità della città), proseguiamo il nostro tour. Visitiamo il centro storico con le sue chiese ed i suoi vecchi palazzi, ma onestamente la città, seppur bella, non ci colpisce più di tanto, nonostante anch’essa sia dal 2002 patrimonio dell’umanità UNESCO, e, visto che il castello è chiuso per lavori, decidiamo di continuare il nostro viaggio con destinazione Noto. Lungo la strada però ci fermiamo a scattare qualche foto perchè dall’alto Modica è veramente molto bella. Le strade in questa zona della Sicilia non sono delle migliori e quella tra Modica e Noto è forse una delle peggiori ma, fortunatamente, in questo periodo non sono molto trafficate anche se talvolta bisogna fermarsi per far passare qualche gregge di pecore. Finalmente arriviamo a Noto, la capitale del barocco ed ovviamente patrimonio dell’umanità UNESCO. Il centro storico è piccolino, nonostante Noto sia il primo comune siciliano ed il quarto italiano per estensione territoriale, e meraviglioso. Iniziamo il giro partendo da ovest e percorriamo tutto Corso Vittorio Emanuele fino ad arrivare a Porta Reale rimanendo incantati dalla bellezza della città. La giornata è caldissima con una temperatura superiore ai 30°, così ci fermiamo a fare uno spuntino da Picnic con una bella birra fresca ed il pane cunzato. Dopo la pausa continuiamo il giro per i vicoli della città e concludiamo il nostro tour con la visita alla Chiesa di San Carlo Borromeo dove salendo sul campanile possiamo godere di una vista mozzafiato sulla città.

Guarda la gallery
catania-wq6c2

Marzamemi

catania-syc83

Ragusa Ibla

catania-azygf

Taormina

catania-7dvzv

Siracusa

catania-5cebv

Calamosche

catania-4aa38

Scicli

catania-u5cm9

Forza d'Agrò

catania-esrjt

Punta Secca di Santa Croce Camerina

catania-mnz63

Tonnara di Vendicari

catania-ape8t

Isola delle Correnti

catania-ufsp4

Catania

catania-28hnq

Isola Lachea (Aci Trezza)

catania-sy2ae

Castello degli Schiavi (Fiumefreddo)

catania-y7527

Savoca

catania-sy45c

Fontane Bianche

catania-3ftme

Noto

catania-mggtq

Modica



    Commenti

    Lascia un commento

    Catania: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari