Viaggio a passo lento con lo zaino sul Sentiero degli dèi

Trekking di 4 giorni sulla costiera amalfitana tra gioie del palato e immersione nella natura
 

Quello che amo fare nei viaggi che scelgo di organizzare è unire l’esperienzialità del gusto con l’esplorazione senza filtri del territorio, con una immersione totale nell’escursione.

Questo è quello che ho ricercato con la mia compagna di viaggio durante il breve soggiorno di 4 giorni in costiera amalfitana. Il nostro obiettivo: realizzare un percorso itinerante con lo zaino e percorrere una parte del Sentiero degli dèi.

Il percorso naturalistico lungo circa 7,8 km, ideale per fare trekking, è situato lungo la costiera e collega Agerola a Nocelle, vicino Positano, abbarbicata alle pendici del Monte Pertuso.

Abbiamo deciso di seguire il percorso da Agerola a Nocelle, in una versione non convenzionale, sia per il percorso itinerante che abbiamo scelto di fare, sia perché questo cammino risulta in lieve discesa ed è possibile ammirare di fronte a sé la Costiera Amalfitana e vedere, se il cielo è limpido, anche l’isola di Capri.

Abbiamo realizzato questo viaggio nel Settembre 2019, dal 23 al 26, un itinerario zaino in spalla da Amalfi a Vietri sul Mare, arrivando e ripartendo con il treno da Salerno; la città è collegata lungo la costiera con i bus della compagnia Sita.

L’aver optato per un’escursione “amiche all’avventura”, un viaggio dal mood zaino in spalla e tanta voglia di metterci a confronto, credo sia stata la chiave di migliore riuscita dell’esperienza che ci siamo regalate a vicenda. La mia amica non aveva mai fatto un trip itinerante, questo suo atto di coraggio e il suo affidarsi a me, ha fatto sì che il nostro rapporto ne sia uscito rafforzato in seguito. È stata un’esperienza ricca di sensazioni di benessere, a contatto con una natura che narra di una terra lontana dai tour turistici di massa, con sapori autentici che hanno deliziato il nostro palato e fatto da cornice a molti momenti di viaggio, carichi di emozione.

Programma di viaggio

Ecco il nostro programma di viaggio:

  • Giorno 1: Partenza da Bologna in treno per raggiungere Salerno; una volta lì abbiamo raggiunto Amalfi per la prima serata e il pernottamento, presso l’hotel Centrale con colazione sulla vista del duomo di Amalfi.
  • Giorno 2: abbiamo raggiunto Agerola con il bus Sita da Amalfi per poi percorrere il sentiero fino a poco prima di Positano; a Nocelle abbiamo preso il bus e abbiamo proseguito per raggiungere Praia a Mare, dove abbiamo pernottato e cenato presso l’Hotel Alfonso.
  • Giorno 3: con il bus abbiamo raggiunto prima Maiori; qui siamo scese per effettuare il cambio per Cetara, ma abbiamo dovuto ripiegare sul taxi (per affollamento bus in quella giornata abbiamo preferito cambiare mezzo di trasporto). A Cetara abbiamo pranzato e in seguito sempre con il bus abbiamo raggiunto Vietri sul mare, dove abbiamo cenato e pernottato presso il b&b Vietri centro.
  • Giorno 4: dopo la mattinata a Vietri abbiamo raggiunto Salerno con un treno locale, qui a Salerno siamo rimasti fino a pranzo e nel pomeriggio abbiamo ripreso il treno per ritornare a casa.

Nei prossimi paragrafi vi racconterò la mia esperienza emotiva personale lungo questo cammino e i connubi di sapori del territorio, attraverso tappe e ricordi di viaggio.

Il Sentiero degli Dèi

Il periodo migliore per percorrere questo cammino è tra Maggio e Settembre-Ottobre, in cui si può godere di lunghe giornate luminose. Dai racconti degli abitanti ho scoperto che secondo la tradizione il nome di questo percorso deriva da fatti e leggende secondo cui le divinità antiche passarono di qui per salvare Ulisse dalle sirene che si trovavano sull’arcipelago Li Galli.

Per raggiungere Agerola, partenza per il nostro viaggio come anticipato, ci sono gli autobus della Sita che partono da Amalfi, vicino al porticciolo, poi una volta sul mezzo basta chiedete all’autista di indicarvi la fermata Bomerano. Noi abbiamo fatto come si faceva una volta!

Agerola è famosa per il fiordilatte, un particolare tipo di mozzarella fresca.

Prima di imboccare il sentiero fermatevi in una salumeria del paese per acquistare focaccia e fiordilatte: potrete fermarvi lungo il percorso per un piccolo pic-nic degno degli dèi!

Un’azienda rinomata ad Agerola per il fiordilatte è il Caseificio Zi’ Monaco.

Noi abbiamo deciso di acquistare il pranzo al sacco alla Bottega di Ferrari, vicino alla piazzetta di Amalfi. Qui ci hanno preparato un panino con prodotti locali goduriosi e freschi, che hanno reso gustosa la nostra pausa pranzo durante il cammino e alleviato la calura.

Una volta arrivati a Bomerano, in piazzetta trovate la mappa del cammino e lì ci sono anche le indicazioni per raggiungere il punto di partenza.

Quella mattina il meteo non era clemente: mentre ci avvinavamo a Bomerano ha iniziato a piovere e noi, insieme agli altri avventori, ci siamo fermati in un bar del centro storico.

Con qualche titubanza, appena terminato il temporale, abbiamo deciso di partire e abbiamo osato.

La nostra fiducia è stata ripagata dal sole che è tornato a splendere poco dopo!

Una volta partiti, vi consiglio di seguire la segnaletica stradale che vi porta all’imbocco del sentiero percorso, contrassegnato da segnali in bianco e rosso e dal numero 02.

Da Colle Serra si percorre un primo tratto in discesa fino a raggiungere una fontana: sulla sinistra troverete la mulattiera che sale da Praiano, mentre sulla destra si prosegue per il Sentiero degli Dèi. In basso noterete il Convento di San Domenico, che si incontra lungo la strada che sale da Praiano.

Qui il paesaggio cambia: da una vegetazione fatta di pochi arbusti ed erba, dove si incontrano spesso pecore e capre al pascolo, si passa alla macchia mediterranea di lecci, corbezzoli, erica e rosmarino che crescono lungo la dorsale dei Monti Lattari.

È una visione di una bellezza quasi ancestrale. Il percorso è facilmente percorribile, adatto anche a escursionisti non esperti; l’aiuto di un bastone può essere utile, consiglio anche l’uso di scarpe da trekking con le caviglie coperte. Camminare sotto il sole può essere sfidante per cui consiglio di armarvi di un cappellino e acqua da bere.

Guarda la gallery
dsc_2697

dsc_2695

dsc_2699

dsc_2700

dsc_2701

dsc_2702

img_20220327_wa0006

img_20220327_wa0008

img_20220327_wa0011

img_20220327_wa0013

img_20220327_wa0014

img_20220327_wa0030

img_20220327_wa0038



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Amalfi
    Diari di viaggio
    viaggio a passo lento con lo zaino sul sentiero degli dèi

    Viaggio a passo lento con lo zaino sul Sentiero degli dèi

    Quello che amo fare nei viaggi che scelgo di organizzare è unire l'esperienzialità del gusto con l'esplorazione senza filtri del...

    Diari di viaggio
    itinerario di 4 giorni tra costiera amalfitana, sorrentina e capri

    Itinerario di 4 giorni tra Costiera Amalfitana, Sorrentina e Capri

    La Costiera Amalfitana e Capri sono dei piccoli angoli di paradiso caduti sulla terra ed incarnano il concetto di pura bellezza; quella...

    Diari di viaggio
    salerno, costiera amalfitana e pompei con i mezzi pubblici

    Salerno, Costiera Amalfitana e Pompei con i mezzi pubblici

    Per la prima volta dopo 3 anni possiamo fare un viaggetto durante le vacanze di Pasqua! Ma dove si va? Sì, perché anche se l’emergenza...

    Diari di viaggio
    da torino alla costiera amalfitana a tappe

    Da Torino alla Costiera Amalfitana a tappe

    Da Torino alla Costiera Amalfitana a tappe 01/09/21 - 13/09/21Partecipanti: io e FrancaPrologo:Nel 2020 causa covid si...

    Diari di viaggio
    la costiera amalfitana

    La costiera amalfitana

    pesto di alici.

    Diari di viaggio
    fine anno in campania tra storia e natura

    Fine anno in Campania tra storia e natura

    Dove trascorrere le feste di fine anno? A casa? No! Dopo la bellissima esperienza dello scorso anno in Costa Azzurra non potevamo non fare...

    Diari di viaggio
    chist è u paese do sole... ma anche no:

    “Chist è u paese do sole”… ma anche no:

    21 gennaio: Salerno Eccoci pronti e carichi per il nostro solito break invernale: meta di quest’anno Salerno e la costiera amalfitana....

    Diari di viaggio
    natale in costiera amalfitana

    Natale in Costiera Amalfitana

    sole, abbiamo fatto una bella passeggiata lungo la spiaggia. Dopo aver visto da fuori la basilica di Santa Trofimena e il presepe dipinto...

    Diari di viaggio
    qui dove il mare luccica: sorrento, maiori e il castello delle cerimonie

    Qui dove il mare luccica: Sorrento, Maiori e il Castello delle Cerimonie

    Dopo aver visto solo una puntata de "Il Boss delle Cerimonie" su Real Time, ho deciso: devo assolutamente andare in quel posto...

    Diari di viaggio
    ponte di primavera tra napoli e la costiera amalfitana

    Ponte di primavera tra Napoli e la Costiera Amalfitana

    e ancora più spettacolare sarà al ritorno all’imbrunire, illuminata.Arriviamo ad Amalfi, andiamo nella piazzetta dove c’è il...