Senegal l’eleganza dell’africa

Partiamo da Roma e dopo un volo di 5 ore con scalo a Lisbona, arriviamo di notte a Dakar. Siamo un pò frastornati perchè avendo scelto un viaggio organizzato individuale, pagando un congruo extra per avere una guida tutta per noi, all'aeroporto troviamo ad attenderci un autista da condividere con altri turisti. Però arrivati in hotel troviamo...
 
Partenza il: 29/11/2004
Ritorno il: 06/12/2004
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 2000 €

Partiamo da Roma e dopo un volo di 5 ore con scalo a Lisbona, arriviamo di notte a Dakar. Siamo un pò frastornati perchè avendo scelto un viaggio organizzato individuale, pagando un congruo extra per avere una guida tutta per noi, all’aeroporto troviamo ad attenderci un autista da condividere con altri turisti. Però arrivati in hotel troviamo un biglietto della nostra guida che ci rassicura , ci vedremo domani mattina. Durante il tragitto dall’aeroporto all’albergo, non abbiamo modo di farci un’idea di Dakar preoccupati come siamo della guida del nostro autista.

2) giorno : ci svegliamo presto desiderosi di scoprire questo paese che ci ha sempre affascinato, e finalmente troviamo nella hall del hotel la nostra guida, è un giovane dell’etnia wolof, scopriremo dopo che in questo paese convivono varie etnie e impareremo a riconoscere i vari tratti somatici che li contraddistinguono, mentre l’autista è un mandingo. Si parte. Prima facciamo un giro panoramico della città, con il suo variopinto mercato, dove colori, odori, suoni si mescolano in un coktel che ci stordisce.

Poi visitiamo la stazione dei treni in stile coloniale, vari punti panoramici e finalmente ( la visita della città è un pò deludente) prendiamo il traghetto per l’isola di Gorèe. É stupenda! Con i suoi vicoletti in terra battuta, le case variopinte ricoperte di bougonville. Ma è anche un posto dove aleggiano gli orrori di un passato fatto di tratta degli schiavi e atrocità annesse. Tutto ciò è ben documentato nel museo che ha sede all’interno della fortezza tutta dipinta di rosa.Questa è una visita che ci segna nel profondo, che ci fa provare un senso di vergogna e umiliazione riempendoci di sensi di colpa di fronte alla gentilezza con cui invece loro ci trattano.

3) giorno. Partiamo di buon’ora alla volta del famoso lago rosa. Dopo un giro in fuoristrada sulle dune di sabbia che finiscono su una spiaggia immensa dove i pescatori tirano a riva le loro reti cariche di pesce, giungiamo finalmente al lago. Ma è proprio rosa! Anzi direi fucsia. C’è una policromia accecante, tra il rosa del lago, il bianco abbagliante delle montagnette di sale estratto dal lago e il nero vellutato della pelle degli estrattori di sale. Facciamo il bagno nel lago ma la sensazione non è proprio piacevole, l’acqua è caldina e viscida, e proviamo la famosa doccia africana: secchiate d’acqua addosso. Chi ha detto che in Africa si mangia male? hanno dei piatti locali , come il pollo yassa, fantastici. Basta adeguarsi un pò ed essere disposti a sperimentare nuove cucine.

4) giorno. Partiamo alla volta della Langue de Barbarie. Una striscia di sabbia bianca che divide l’oceano dal fiume Senegal. Dopo un giro in piroga sul fiume , all’interno dell’omonimo parco, durante il quale vediamo ogni sorta di uccello, compresi i pellicani bianchi, ci fermiamo su questa lingua di sabbia per un bagno . L’acqua è fredda, ma in compenso la spiaggia è disseminata di conchiglie che qui si possono raccogliere. Pranziamo accompagnati dalla loro musica che evoca sensazioni ancestrali e poi ci dirigiamo a saint louis capitale coloniale del Senegal. Dormiamo in un hotel ricco di fascino in pieno stile coloniale : La poste.



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
rasiglia e orvieto

Rasiglia e Orvieto

È ideale trascorrere un weekend tra questi due borghi così diversi, ma abbastanza...

versailles e le ville lucchesi

Versailles e le Ville Lucchesi

Vi illustro un bell’itinerario di un giorno lontano dai centri affollati, da effettuare...

il castlèt-tour

Il castlèt-tour

Uno slow tour di 4 giorni per gli amanti dei viaggi fuori dalle rotte turistiche...

Leggi i Diari di viaggio su Dakar
Diari di viaggio
la dakar al contrario

LA “DAKAR” AL CONTRARIO

LA “DAKAR” AL CONTRARIO Testo di Marco Ronzoni - Foto di Marco Ronzoni e Paolo Ciapessoni Sono le quattro del mattino di un...

Diari di viaggio
teranga, non ti dimentico

Teranga, non ti dimentico

Impossibile non evocare, nonostante un anno e mezzo sia passato, l'esilarante esperienza in Senegal. Il ricordo dei colori, dei profumi...

Diari di viaggio
capodanno in senegal

Capodanno in Senegal

della loro economia. Jam rek. Report viaggio in Senegal di Maria Rita Serra

Diari di viaggio
nanga def, maangi fi! dieci giorni in senegal

Nanga Def, Maangi Fi! Dieci giorni in Senegal

Destinazione, Senegal! 10 Giorni fai da te. I voli Firenze - Dakar non sono tanto a buon mercato! Abbiamo preso un Bologna - Madrid, poi...

Diari di viaggio
senegal à la carte

Senegal à la carte

Taste of Lisboa. L’aereo rolla sulla pista. Profumo di kerosene. Adrenalina che scorre. Che bello l’assenza di peso, il tao della...

Diari di viaggio
fantastico senegal fai da te

Fantastico Senegal fai da te

Il Senegal è da vedere. Perché rappresenta una valida alternativa ai soliti percorsi eccessivamente turistici, ed offre una prospettiva...

Diari di viaggio
senegal, africa vera

Senegal, Africa vera

18 Giugno 2011 L’arrivo Fra pochi minuti sono le 19, è appena scattato il segnale che permette di slacciarsi le cinture, sto...

Diari di viaggio
il sorriso del senegal

Il sorriso del Senegal

Un compagno amante delle percussioni che da sempre ha il sogno di approdare nella terra dei tamburi, nei luoghi dove nascono i suoni come...

Diari di viaggio
senegal... proviamo l'africa?

Senegal… proviamo l’africa?

2009 Marzo lunedì 2 Domani è il grande giorno, partiamo per il Senegal. Non è stata una decisione semplice, la scelta del luogo si, è...

Diari di viaggio
senegal l'eleganza dell'africa

Senegal l’eleganza dell’africa

Partiamo da Roma e dopo un volo di 5 ore con scalo a Lisbona, arriviamo di notte a Dakar. Siamo un pò frastornati perchè avendo scelto ...