Scozia in otto giorni

Un viaggio tra colline verdi, castelli e tramonti bellissimi
 
Partenza il: 10/08/2012
Ritorno il: 17/08/2012
Viaggiatori: 6
Spesa: 2000 €

Siamo un gruppo di 6 persone: 4 adulti e due bambine (sorelle) di 7 ed 11 anni. Questo viaggio è stato pensato un anno prima, e nonostante tutto il tempo che abbiamo avuto, abbiamo preferito non organizzarlo nei minimi particolari, ma lasciare un po’ alle occasioni, alle avventure, alle scoperte e alle curiosità che vengono strada facendo.

10 agosto

Arrivo a Glasgow alle 20,10 con volo Ryanair partito da Bergamo in perfetto orario. Ci accoglie un cielo azzurro e un tramonto di svariate sfumature, c’è ancora molta luce e 22 gradi. Abbiamo prenotato un’auto a noleggio presso Arnold Clark, che diversamente dagli altri autonoleggi, non ha un ufficio in aeroporto. Un addetto ci accompagna a ritirare l’auto a Prestwick a circa 5 km. Poi andiamo a Irvine dove abbiamo prenotato la prima notte (Kidron House Hotel doppia con colazione 65 sterline), non sarà il massimo che troveremo strada facendo, ma è accogliente, pulito e ben posizionato in quanto non è lontano dall’aeroporto e siamo pronti per iniziare l’indomani il nostro giro.

Prima però pensiamo alla cena perché pare che dopo le 21 non si trovi niente e per di più in certi pub non fanno entrare i bambini.

Infatti a Irvine i “buttafuori” di un pub ci dicono che si può solo bere. Dopo unitili ricerche ci adattiamo a cenare con fish&chips; per poche sterline. Ci sono tanti poliziotti in giro e anche la gente ci sembra un po’ strana. Un poliziotto che entra nel locale dove mangiamo ci racconta che i ragazzi che vediamo in giro stanno aspettando l’autobus per tornare a casa perché oggi sono stati al mare a Irvine.

11 agosto

Colazione ore 8 e poi via verso sud. Facciamo una bella passeggiata ad Ayr e compriamo qualcosa per il pranzo (5 sterline per 1 panino con formaggio e prosciutto, focacce di patate, un dolce e una coca). A Culzean visitiamo il castello e il parco (ingresso per due adulti 30 sterline), lungo la strada vediamo il primo della serie di bellissimi campi da Golf, che vedremo lungo tutto il nostro giro.

Il castello è lontano dagli itinerari più frequentati, ma è molto bello, ed il sole che illumina la giornata ci impone una sosta per pic-nic nei giardini. E’ pieno di famiglie che fanno pic-nic sui bellissimi e ordinatissimi prati. Attraversiamo un sentiero nel bosco per raggiungere la spiaggia ma riusciamo a vederla solo dall’alto: c’è gente che fa il bagno anche se per noi l’aria è piuttosto fresca. Tornando decidiamo di fermarci a Prestwick dal noleggiatore perché l’auto ha problemi ai freni: ci tocca andare a sostituirla a Glasgow così perdiamo più di 2 ore e arriviamo tardi a Oban. Percorriamo la strada che costeggia il Lock Lomond ma non abbiamo tempo per fermarci a Luss e a Inverary poiché dobbiamo arrivare in tempo per la cena.

Lungo la strada cominciamo a cercare alloggio (in questo periodo è pieno di turisti ed è difficile trovare una sistemazione per due famiglie) decidiamo di andare prima a cena al Cuan Mor di Oban (37 sterline due adulti) mangiamo pollo con riso e pane arabo e il dolce tipico “sticky toffee pudding” che è un po’ troppo dolce e altro. Per la notte chiediamo aiuto al titolare del locale che è gentilissimo e fa un sacco di telefonate e alla fine ci indica l’hotel Falls of Lora dove ci eravamo fermati prima ma che ci sembrava troppo caro. Dopo aver cercato in tutto il paesino e anche fuori torniamo al Falls of Lora alle 23,30 dove ci sistemano alla meno peggio. Siamo un po’ preoccupati perchè abbiamo ancora 5 notti da trascorrere e se tutte le sere è così, trovare la sistemazione per la notte ci farà perdere molto tempo.

12 agosto

Sveglia 8,30: colazione molto buona, ripagati per la sistemazione un po’ spartana. Poco a nord di Oban, dopo Port Appin vediamo il castello di Stalker. Ci fermiamo a Fort William in un negozio di articoli scozzesi, non entriamo in città, vogliamo arrivare presto al Castello di Eilan Donan dove pranziamo al coffee shop: il panorama è bellissimo, il castello è in un isolotto circondato dal mare , vi si accede dal lungo ponte dove sono state girate le scene di un famoso film. Due sandwich prosciutto e insalata e acqua (7,7 sterline).

Dobbiamo cercare il b&b; prima di fare il giro dell’isola di Skye, qui nella zona ce ne sono molti, ma preferiamo trovarli vicino al ponte che collega l’isola di Sky. Lungo la strada ne abbiamo visti tanti di completi (la scritta quando sono completi è “no vacancies”) speriamo bene! Dopo averne visti un po’ di costosi troviamo a Kyle ok Lochalsh una signora simpatica che ci da tutto il primo piano a 25 sterline a testa: il wc è in comune ma siamo solo noi sei. Nelle camere c’è il lavabo e nella nostra anche una doccia.

Ci sono circa 23 gradi e partiamo per Sky attraversando i due ponti collegati lunghi circa 1 km.

Corriamo quasi sempre, ci fermiamo solo per le foto. Il paesaggio qui è cambiato rapidamente, si diradano le case ed i paesetti, le colline sono più aspre, muschi, erica e tante tantissime pecore con la “pelliccia” e musetto e zampette nere.

Al castello di Dunvegan ci chiedono 7,5 sterline solo per visitare il giardino. Rinunciamo e circa 1 km dopo riusciamo a fotografarlo dalla strada. Portree la cittadina più grande di Skye è davvero un bel porticciolo con le casette color pastello. Ceniamo nel ristorante di un hotel. C’è un gruppo di italiani e quattro ragazzi ci raccontano le difficoltà del viaggio organizzato. Noi siamo così contenti di essere in totale autonomia…

Ripartiamo verso le 20,30 e a una sosta lungo la strada la macchina si riempie di moscerini che pungono. Sono quasi le 22.00 ed il sole sta tramontando, le sfumature che colarono il cielo sono multicolori, siamo davvero entusiasti.

Prima di rientrare ci fermiamo a bere una birra a Kyleakin, il villaggio dall’altra parte del ponte dove fanno anche musica (5 sterline per tre birre). La location è pittoresca, proprio scozzese. Si va a letto presto dopo aver stabilito i turni per le docce e l’uso del bagno in comune.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Ayr
    Diari di viaggio
    scozia in otto giorni

    Scozia in otto giorni

    Siamo un gruppo di 6 persone: 4 adulti e due bambine (sorelle) di 7 ed 11 anni. Questo viaggio è stato pensato un anno prima, e nonostante...

    Diari di viaggio
    in lungo e in largo nella terra di brave heart

    In lungo e in largo nella terra di Brave Heart

    Il viaggio inizia alle 21 di venerdì 18 giugno… uscita dal lavoro, mi catapulto a casa, doccia ristoratrice e via si parte!!! Viaggiamo...