Scozia e Lake District on the road

Un fantastico viaggio in una terra ricca di storia e panorami mozzafiato
 
Partenza il: 19/08/2014
Ritorno il: 29/09/2014
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Innanzitutto un grande grazie a Turistipercaso.it perché senza i consigli di chi aveva già scelto la mia stessa destinazione mi sarei trovata più in difficoltà!

Parto con delle premesse di ordine generale: non è vero che la Scozia (dove ho passato 7 giorni sui 10 del viaggio) è costosissima: il costo sta tutto nel volo, negli spostamenti e nei musei, ma si può spendere molto poco per l’alloggio e il mangiare. Noi abbiamo speso circa 1200 euro a testa.

MUSEI: su consiglio di chi aveva scritto un diario di viaggio prima di me abbiamo preso lo Scotland Explorer Pass per 7 giorni (38£ a testa fatti e stampati a casa) considerando che solo il castello di Edimburgo e quello di Stirling costavano 30£ e poi abbiamo aggiunto qualche altro castello.

MAPPE e GUIDE: io personalmente non sono una grande fan della Lonely Planet, che trovo troppo monotona e dispersiva, ma l’ho comunque presa in prestito in biblioteca. Munitevi di navigatore, ma anche di mappa: noi ne avevamo una del Regno Unito, ma meglio ancora la Collins Scotland Touring Map, che segnala anche i luoghi di interesse e, quando si è on the road, le deviazioni possono riservare delle belle sorprese.

MANGIARE: nei ristoranti è raro spendere meno di 10£ a testa (e chiedete sempre la tap water!). Non so perché ma il servizio è raramente veloce come da noi…si aspetta tantissimo per avere i piatti!

Immancabile la compagnia dei vari Tesco, Saisbury, M&S, the Co-operative Food dove acquistare cibi per cene disintossicanti in camera e soprattutto la frutta, cosa che non vi proporranno mai a fine pasto. Da Booths (catena di supermercati) si possono trovare dei punti ristoro con prezzi buoni. Io siccome inizialmente ero preoccupata che non trovassimo dove mangiare per cena per via dell’ora o della folla, per precauzione ho cercato prima di partire dei supermercati vicino alle nostre destinazioni.

BENZINA e AUTOSTRADE: benzina meno costosa del diesel (1,27-1,32£ al litro), autostrade gratis. Se siete preoccupati chiedete una macchina con il cambio automatico, ci si abitua subito! Noi abbiamo speso per 10 giorni circa 120£ di benzina. Sulle autostrade scozzesi non ci sono aree di servizio ma ogni piccolo centro ha un bagno pubblico (pulito).

PERNOTTAMENTO: gli ostelli e le varie guesthouse e b&b permettono di pernottare anche per 19-40£ a testa. Bisogna avere chiare in mente le proprie pretese e soprattutto che ad agosto a Edimburgo c’è il Fringe Festival, quindi si paga più che in altri mesi.

Quando avete la macchina cercate sempre posti poco fuori o in periferia perché i parcheggi nel centro sono tutti a pagamento.

MONEY: anche se mi hanno detto che è un po’ old fashioned, consiglio di portare almeno un centinaio di sterline da casa e di prelevare il resto lì. Attenzione al Postamat perché a volte possono avere difficoltà ad accettarlo sia per pagare che per prelevare (preferiscono la VISA, quindi con la Postepay non ci sono problemi). L’unica banca che so per certo che fa prelevare tutte le carte del mondo è la Nationwide.

ABBIGLIAMENTO: io a volte sono un po’ per “porto il minimo e poi compro il resto lì”, vista anche la presenza dell’economico Primark nelle città più grandine (Edimburgo e Stirling). Noi siamo stati fortunati: abbiamo trovato molti giorni di sole o comunque senza pioggia e solo a tratti una pioggerellina. Un ombrello portatelo, kway assolutamente, vestiti a cipolla, anche se forse per il tempo che abbiamo trovato noi (un inizio primavera italiano con temperature tra i 10 e 18 gradi) andava bene la magliettina di cotone a maniche lunghe, pantalone medio (jeans) e felpa leggera con sopra il kway. Sciarpa e cappellino (non di lana) perché potreste trovare molto molto vento (soprattutto sulla costa orientale).

Gli scarponcini da trekking sono stati ottimi anti-pioggia!

E poi…p artite!

Edimburgo 19-21 agosto

Partiamo il 19 agosto da Bologna dove Ryanair ha un ottimo volo che arriva a Edimburgo alle 12:45. Dall’aeroporto c’è un autobus (Airlink 100) che porta in città per 4£ in poco più di mezz’ora. Abbiamo prenotato un ostello “Summer Hostel Canal Point”, dietro Lothian Road, centrale (dalla stanza si vedeva il castello) e silenzioso, ma che non abbiamo pagato poco (90£ a notte): fortuna che non siamo due giganti perché il letto è a una piazza e mezzo; gli asciugamani sono a nolo (infatti ce li siamo portati) e il WiFi traballante, però in compenso è un posto pulito. È una bella giornata, quindi molliamo le valigie alla reception, e mangiamo un paninuccio al Princes Street Garden e poi ci avventuriamo un po’ in città, dal Royal Mile, dove entriamo nella bella chiesa di St. Giles, alla Princes Street, rinfrancandoci con una merenda alla Manna House Bakery and Patisserie (un po’ più lontana dal centro). E già è tutto molto Fringe! Intanto capiamo subito una cosa: mai prendere autobus che passano per Princes Street: potreste metterci un’eternità. La sera cena da “Mums! Great confort food”, un ristorantino in stile anni 60 e con cibo di conforto che sembra fatto da una mamma scozzese: buone le salsicce e il petto di pollo arrostito e buono il cranachan, il dolce tipico scozzese (prezzi abbordabili, meglio prenotare: noi abbiamo aspettato un po’ e ci siamo seduti alle 21:15. Nei giorni successivi ci siamo abituati a cenare come loro alle 19:30!). La sera nuova passeggiata per il Grassmarket, da cui si vede il castello: era in corso la Military Tattoo, una sorta di parata che forse sarebbe valsa la pena vedere (a saperlo. Bisognava ovviamente prendere i biglietti prima) conclusasi con i fuochi d’artificio.

Il giorno successivo abbiamo continuato a scoprire la città dal castello di Edimburgo: non so dire se valga veramente 16£ ma è tutto molto curato (e poi se siete a Edimburgo e non vedete il castello…!). A pranzo abbiamo preso un panino da Oink in Victoria Street, un’esperienza mistica: di base questo “bar” ha solo un tipo di panino e delle bevande, ma il panino è fatto con carne di maiale sfilacciata e cotta nel suo sughetto… merita! Dopo questo pranzo ipercalorico abbiamo ripreso a girovagare fino a Calton Hill, passando accando all’Holyroodhouse Palace, la residenza dei reali inglesi. Da Calton Hill si gode un’ottima vista della città e dell’Arthur’s Seat, la collina di fronte a Edimburgo sulla quale ci si può anche avventurare per un’escursione. Il resto del pomeriggio l’abbiamo dedicato allo shopping e la sera abbiamo cenato in centro da Mussels Inn, che come dice il nome è una locanda in cui servono pesce e molluschi: provate il mezzo chilo o il chilo di cozze e i mains del giorno (spigola e orata…molto buoni).



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Edimburgo
    Diari di viaggio
    edimburgo e il mare del nord

    Edimburgo e il Mare del Nord

    1° GIORNO Lasciamo l’auto nel parcheggio Fly and Go, vicino a Malpensa, già collaudato nei precedenti viaggi, efficienti e veloci nel...

    Diari di viaggio
    return to edinburgh

    Return to Edinburgh

    un'infinità di giochi educativi per poter mettere in pratica i grandi principi della scienza e anche chi, come me, non è più...

    Diari di viaggio
    edimburgo, love at first sight

    Edimburgo, love at first sight

    la città, e subito dopo l'edificio del Parlamento Scozzese, un grande edificio dall'aspetto moderno che a mio parere cozza un po' con...

    Diari di viaggio
    on the road in scozia: il nostro primo viaggio in tre

    On the road in Scozia: il nostro primo viaggio in tre

    vi resterà nel cuore.2) Viaggio con poppante?Si può! Come ho già detto siamo stati fortunatissimi col meteo il che...

    Diari di viaggio
    in scozia tra città e castelli

    In Scozia tra città e castelli

    Finalmente si parte, la destinazione è Edimburgo, ma il desiderio sarebbe di poter assaporare il meglio della Scozia in soli quattro...

    Diari di viaggio
    edimburgo: consigli di viaggio per un weekend lungo

    Edimburgo: consigli di viaggio per un weekend lungo

    l’erba è ancora intrisa dalle gocce di pioggia appena caduta. Occorrono scarpe comode e un abbigliamento adeguato, meglio se a strati....

    Diari di viaggio
    weekend di primavera a edimburgo

    Weekend di primavera a Edimburgo

    Si vola in Scozia! E a Edimburgo il primo weekend di primavera non poteva iniziare in maniera migliore. Aria fredda, sì… ma un bel sole...

    Diari di viaggio
    scozia on the road semplicemente magnifica

    Scozia on the road semplicemente magnifica

    Complice un matrimonio ad agosto ed un problemino di lavoro a gennaio, quest’anno si organizza il tutto con un po’ di ritardo. Ad...

    Diari di viaggio
    magico tour della scozia con neonata al seguito

    Magico tour della Scozia con neonata al seguito

    Tour della Scozia con neonata al seguito: il nostro primo viaggio in tre! Periodo: 1/11 giugno 2016Spesa totale: 3.100 € (1220 €...

    Diari di viaggio
    viaggio estivo on the road in terra scozzese

    Viaggio estivo on the road in terra scozzese

    Abbiamo pianificato parzialmente il tour poco tempo prima di partire, volo Ryanair e alloggi prenotati volta per volta nelle mitiche...